Vittorio Craxi (detto Bobo) (46)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 6 Agosto 1964
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Milano (MI)
  • Nazione: Italia
  • Vittorio Craxi in Rete:

  • Wikipedia: Vittorio Craxi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Bobo Craxi - all'anagrafe Vittorio Michele Craxi - (Milano, 6 agosto 1964) è un politico italiano. Già esponente del Partito Socialista Italiano storico, membro del Nuovo Psi e leader nazionale della formazione politica de I Socialisti Italiani, ha aderito poi col suo gruppo al ricostituito Partito Socialista; è stato Sottosegretario agli Affari Esteri con delega ai rapporti con l'ONU nel Governo Prodi II. È il figlio secondogenito di Bettino e fratello di Stefania.

    Carriera politica
    Craxi è stato consigliere comunale a Milano e Segretario cittadino del Psi sino al 1991. Nel 2001 ha fondato il Nuovo Psi ed è stato eletto deputato, per la XIV legislatura, e componente della III Commissione permanente della Camera.
    La svolta a sinistra
    Il 7 febbraio del 2006 Craxi fonda I Socialisti ed aderisce definitivamente all'Unione. Viene candidato nella lista dell'Ulivo alla Camera dei deputati. Posizionato al nono posto della lista nella circoscrizione Lombardia 3, non viene eletto poiché la lista si aggiudica soltanto sei seggi né la formazione dei Socialisti riesce ad eleggere altri parlamentari: tuttavia quest'ultima, avendo ottenuto oltre 115.000 voti, risulta decisiva per la vittoria della coalizione di centrosinistra.
    Il 18 maggio del 2006, un giorno dopo la nascita del nuovo esecutivo, Vittorio Craxi viene nominato sottosegretario agli Affari Esteri (con delega ai rapporti con le Nazioni Unite) del secondo governo Prodi insieme ad Ugo Intini (un altro vecchio membro del PSI). È stato uno dei primi ad aderire alla Costituente del Partito Socialista lanciata da Enrico Boselli, dove si è ricomposta la frattura del suo gruppo con quello di Gianni De Michelis, risalente all'epoca del passaggio a sinistra.
    Pubblicazioni
    Ha pubblicato due libri: Route el Fawara, Hammamet (2001), con Gianni Pennacchi, che racconta gli ultimi giorni del padre, e Craxi. Il Socialismo dei padri e quello di domani (2006), una lunga intervista rilasciata a Francesco Borgonovo in cui parte dalla figura di Bettino Craxi per delineare i suoi progetti per i socialisti italiani.
    Provvedimenti giudiziari
    Bobo Craxi, nel 1999 è stato condannato dal Tribunale di Brescia a un mese di reclusione ed un risarcimento pari a 25 milioni di lire per diffamazione ai danni di Borrelli. In un'intervista al "Corriere della sera", aveva affermato che Borrelli aveva chiesto l'aiuto di Paolo Pillitteri, ex sindaco del capoluogo lombardo e cognato di Bettino Craxi, affinché lo aiutasse a diventare procuratore capo di Milano. Il reato è stato poi prescritto. La Corte d'appello di Brescia nonostante la prescrizione, ha confermato la condanna ai risarcimenti e al pagamento delle spese legali, con una sentenza definitiva nell'ottobre del 2007. Craxi, tutt'ora, dopo la sua nomina a sottosegretario, non ha ancora pagato la cifra richiesta nella sentenza.
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Bobo Craxi
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Scheda su openpolis.it di Bobo Craxi
    Portale Biografie
    Portale Politica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Bobo_Craxi"
    Categorie: Biografie | Politici italiani del XX secolo | Politici italiani del XXI secolo | Nati nel 1964 | Nati il 6 agosto | Deputati italiani | Figli d'arte | Politici del Nuovo PSI | Politici de I Socialisti | Politici del Partito SocialistaCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 6 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre