Vinícius De Moraes (1913-1980)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Marcus Vinícius da Cruz de Melo Moraes
  • Scomparso nel: 1980
  • Data di nascita: 19 Ottobre 1913
  • Professione: Poeta
  • Luogo di nascita: Rio de Janeiro
  • Nazione: Brasile
  • Vinícius De Moraes in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Vinícius De Moraes
  • Wikipedia: Vinícius De Moraes su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Vinicus de Moraes
    Vinicius de Moraes pseudonimo di Marcus Vinícius da Cruz de Melo Moraes (Rio de Janeiro, 19 ottobre 1913 – Rio de Janeiro, 1979) è stato un poeta, cantante e cantautore brasiliano.

    Biografia
    Vinícius de Moraes (19 ottobre 1913 - 9 luglio, 1980), battezzato col nome di Marcus Vinícius da Cruz de Melo Moraes, nato a Rio de Janeiro in Brasile, diplomatico, poeta, musicista, fu una delle massime figure della musica brasiliana contemporanea. Come poeta e paroliere ha scritto le parole ad un gran numero di canzoni diventate poi dei classici; come musicista ha composto un buon numero di melodie e come interprete ha cantato in molti importanti album.
    I primi anni
    Nato in una famiglia amante della musica, de Moraes scrisse poesie fin dall'infanzia. A quattordici anni divenne amico dei fratelli Paulo e Haroldo Tapajós, e con il secondo compose "Loura ou Morena", la sua prima canzone. nel 1929 intraprese gli studi di diritto a Rio de Janeiro. A partire dal 1932 scrisse le parole di dieci canzoni dei fratelli Tapajós. Terminati gli studi pubblicò i suoi primi due libri: Caminho Para a Distância (1933) e Forma e Exegese. In seguito lavorò come censore cinematografico (1935) e scrisse il suo terzo libro, Ariana, a Mulher (1936).
    Studi avanzati e inizio della carriera
    Nel 1938 de Moraes si trasferì in Inghilterra grazie ad una borsa di studio del governo inglese che gli permise di studiare letteratura ad Oxford. In quel periodo scrisse Novos Poemas e si sposò per procura. Nel 1941, durante la Seconda Guerra Mondiale, tornò a Rio e iniziò a scrivere recensioni cinematografiche e critiche in vari giornali e riviste. Due anni dopo si unì al corpo diplomatico brasiliano e pubblicò il libro Cinco Elegias. nel 1946 ebbe il primo incarico ufficiale: fu inviato a Los Angeles come vice-console e diede alle stampe il suo nuovo lavoro, Poemas, Sonetos e Baladas.
    All'inizio del 1950, de Moraes tornò in Brasile a causa della morte di suo padre. Nel 1953 pubblicò il suo primo samba, Quando Tu Passas por Mim, composto assieme al musicista Antônio Maria). Nello stesso anno andò a vivere in Francia, come secondo segretario dell'ambasciata brasiliana. La sua opera teatrale Orfeu da Conceição vinse il concorso del IV centenario di San Paolo nel 1954. L'anno seguente scrisse dei testi per alcuni brani di musica da camera. Nel 1959 Marcel Camus trasportò sul grande schermo Orfeu da Conceição col titolo di Orfeu Negro (il film fu co-prodotto dal Brasile, la Francia, l'Italia ed il Portogallo. Incontrò allora un pianista sconosciuto, Tom Jobim, che aveva l'incarico di scrivere la colonna sonora del film. Jobim compose la musica di Se Todos Fossem Iguais a Você, Um Nome de Mulher e molte altre canzoni che furono registrate, tra gli altri, da Luís Bonfá. Orfeo negro vinse l'Oscar per il miglior film straniero, la Palma d'Oro al Festival di Cannes e il premio dell'Accademia Britannica.
    In seguito al suo ritorno al lavoro di diplomatico in Francia e Uruguay, pubblicò le opere Livro de Sonetos e Novos Poemas II.
    La bossa nova
    Nel 1958, la cantante Elizeth Cardoso pubblicò l'album Canção do amor demais, segnando così l'inizio della bossa nova. L'opera include solamente canzoni del duo "Jobim-de Moraes", o di uno solo dei due (Canção do amor demais, Luciana, Estrada branca,Chega de saudade, Outra vez, ecc.), in una produzione che include anche João Gilberto nelle ultime due tracce. Grazie a quest'album, la notorietà di tutti questi artisti ebbe un grande impulso; al tempo le canzoni scritte da Jobim e de Moraes erano addirittura disputate tra i vari cantanti più famosi.
    Negli anni sessanta de Moraes estende le sue collaborazioni a molti artisti brasiliani, in particolare lavora con Toquinho, che diventò poi il suo partner musicale preferito e uno dei suoi migliori amici. Le sue canzoni Para uma Menina com uma Flor e Samba da Bênção (musicate da Baden Powell) vennero incluse nella colonna sonora di Un uomo,una donna (Un Homme et une Femme di Claude Lelouch, 1966), film che vinse il Festival di Cannes.
    Oltre ai suoi interpreti brasiliani, centinaia di cantanti internazionali hanno registrato le sue 400 e più canzoni.
    Vinícius de Moraes morì a Rio de Janeiro all'età di 66 anni.
    De Moraes in Italia
    Una selezione di poesie di Vinícius de Moraes è stata tradotta in italiano da Giuseppe Ungaretti, che conobbe de Moraes nel '37, durante il suo soggiorno in Brasile. Anche molte delle sue canzoni sono state tradotte. Nel 1969 de Moraes soggiornò alcuni mesi a Roma; durante questo periodo registrò il suo primo album in italiano, La vita, amico, è l'arte dell'incontro, affiancato da Sergio Endrigo, un giovanissimo Toquinho alla chitarra e dallo stesso Ungaretti che recita in maniera eccezionale alcune delle proprie traduzioni poetiche. Nel 1974 esce Per vivere un grande amore, registrato assieme a Toquinho. Nel 1976 viene prodotto La voglia la pazzia l'incoscienza, l'allegria che, oltre al solito Toquinho, vede la partecipazione di Ornella Vanoni che interpreta alcune delle bellissime canzoni di de Moraes.
    Curiosità
    Vinicius de Moraes si sposò nove volte. In occasione dell'ultimo matrimonio, Toquinho e il percussionista Mutinho gli dedicarono la canzone Escravo da Alegria (Schiavo dell'allegria).
    La canzone di Bruno Lauzi "Il Leprotto Zip" contenuta nell'album del 1976 "Johnny Bassotto, la Tartaruga e altre storie" inizia con una dedica a Vinicius de Moraes "famoso poeta brasiliano, amico mio e di tutti i bambini" ed è cantata con un simpatico accento brasiliano.
    Le sue canzoni più popolari
    Interpreti brasiliani
    Laurindo Almeida
    Ary Barroso
    João Bosco
    Bola Sete
    Chico Buarque
    Elizeth Cardoso
    Oscar Castro-Neves
    Dorival Caymmi
    Nana Caymmi
    Gal Costa
    Maria Creuza
    Raul de Souza
    Agostinho dos Santos
    Altemar Dutra
    Gilberto Gil
    Astrud Gilberto
    Bebel Gilberto
    João Gilberto
    Tom Jobim
    Joyce
    Ivan Lins
    Edu Lobo
    Carlos Lyra
    Ney Matogrosso
    Maysa
    Sergio Mendes
    Roberto Menescal
    Dóris Monteiro
    MPB-4
    Milton Nascimento
    Miúcha
    Paulinho Nogueira
    Os Cariocas
    Rosa Passos
    Leila Pinheiro
    Pixinguinha
    Baden Powell
    Flora Purim
    Quarteto Em Cy
    Elis Regina
    Claudio Roditi
    Jair Rodrigues
    Tamba Trio
    Tânia Maria
    Toquinho
    Paulo e Haroldo Tapajós
    Sebastião Tapajós
    Toninho Horta
    Zimbo Trio
    Roberto Carlos
    Interpreti jazz
    Cannonball Adderley
    Monty Alexander
    Karrin Allyson
    Louis Armstrong
    Chet Baker
    Count Basie
    Shirley Bassey
    Gary Burton
    Don Byas
    Cab Calloway
    Charlie Byrd
    Benny Carter
    Ron Carter
    Al Cohn
    Billy Eckstine
    Teddy Edwards
    Duke Ellington
    Bobby Enriquez
    Ella Fitzgerald
    The Four Freshmen
    Erroll Garner
    Stan Getz
    Dizzy Gillespie
    Benny Goodman
    Dexter Gordon
    Stephane Grappelli
    Al Grey
    Vince Guaraldi
    Al Hirt
    Joe Henderson
    The Hi-Lo's
    Shirley Horn
    Freddie Hubbard
    Barney Kessel
    Lee Konitz
    Michel Legrand
    Susannah McCorkle
    Carmen McRae
    Herbie Mann
    Pat Martino
    Pat Metheny
    Glenn Miller Orchestra
    Wes Montgomery
    Tete Montoliu
    Gerry Mulligan
    Duke Pearson
    Art Pepper
    Oscar Peterson
    Flip Philips
    Bucky Pizzarelli
    John Pizzarelli
    Lalo Schifrin
    George Shearing
    Bobby Shew
    Zoot Sims
    Singers Unlimited
    Toots Thielemans
    Sarah Vaughan
    Interpreti latini
    Daniel Barenboim
    Willie Colón
    Celia Cruz
    Raúl DiBlasio
    Paquito D'Rivera
    Los Hermanos Castro
    Los Indios Tabajaras
    Martirio
    Guadalupe Pineda
    Tito Puente
    Edmundo Ros
    Willie Rosario
    Chucho Valdes
    Interpreti pop
    Herb Alpert
    Fred Bongusto
    Pat Boone
    Vikki Carr
    Cher
    Petula Clark
    Richard Clayderman
    Nat King Cole
    Xavier Cugat
    Vic Damone
    Sammy Davis Jr.
    Peppino di Capri
    Sergio Endrigo
    Percy Faith
    Arthur Fiedler and the Boston Pops Orchestra
    James Galway
    Boy George
    Kenny G
    Ottmart Liebert
    Yo-Yo Ma
    Henry Mancini
    Georges Moustaki
    Sinéad O'Connor
    101 Strings Orchestra
    Fausto Pappetti
    Esther Phillips
    Cliff Richard
    Lou Rawls
    Ryuichi Sakamoto
    Neil Sedaka
    Frank Sinatra
    Richard Stoltzman
    Ettore Stratta
    Ornella Vanoni
    Walter Wanderley
    Andy Williams
    Edgar Winter
    Helmut Zacharias
    Fiorella Mannoia


    Bibliografia
    (IT) Giancarlo Mei, Canto Latino. Origine, evoluzione e protagonisti della musica popolare del Brasile, Prefazione di Sergio Bardotti, Postfazione di Milton Nascimento, Nuovi Equilibri, 2004, ISBN 887226801X
    (IT) Gildo De Stefano, Il popolo del samba. La vicenda e i protagonisti della storia della musica popolare brasiliana, Prefazione di Chico Buarque de Hollanda, Introduzione di Gianni Minà, RAI-ERI, 2005, ISBN 8839713484
    Collegamenti esterni
    (PT) Sito ufficiale di Vinicius de Moraes
    Portale Letteratura
    Portale Musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Vin%C3%ADcius_de_Moraes"
    Categorie: Biografie | Poeti brasiliani | Cantanti brasiliani | Cantautori brasiliani | Nati nel 1913 | Morti nel 1979 | Nati il 19 ottobre | Cantanti bossanova | Compositori brasilianiCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 19 Ottobre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre