Vin Baker (39)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Vincent Lamont Baker
  • Data di nascita: 23 Novembre 1971
  • Professione: Cestista
  • Luogo di nascita: Lake Wales
  • Nazione: Stati Uniti
  • Vin Baker in Rete:

  • Wikipedia: Vin Baker su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Campione olimpico
    Vincent Lamont "Vin" Baker (Lake Wales, 23 novembre 1971) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.
    Alto 211 cm, il suo peso forma è 109 kg circa. Ha vinto la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Sydney 2000.

    Carriera
    L'approdo a Milwaukee
    Baker milita in un college non di prima fascia, Hartford, ma il suo talento e la sua prestanza fisica sono notati dagli scout NBA. Nei draft NBAdel 1993 viene selezionato come ottava scelta assoluta dai Milwaukee Bucks. Fin dal suo esordio dimostra un notevole talento a rimbalzo e una spiccata capacità di produrre punti. A Milwaukee sotto coach Mike Dunleavy si forma una coppia di ali, Baker e Glenn Robinson dal notevole talento offensivo, che fanno ben sperare la società. Dal 1993 alla stagione 1995-96 però, sotto coach Dunleavy i play-off non sono mai raggiunti e neanche l'approdo in panchina di coach Chris Ford nella stagione 1996-97 porta al traguardo della post season. la dirigenza decide così di scindere la coppia Baker-Robinson, e a partire è proprio Baker.
    L'esperienza a Seattle
    Baker viene mandato ai Seattle Sonics in un giro a tre squadre che vede Shawn Kemp da Seattle approdare ai Cleveland Cavs e Terrell Brandon da Cleveland andare a Milwaukee. A Seattle Baker ha il difficile compito di sostituire Shawn Kemp, ma grazie all'intesa con Gary Payton riesce ad eseguire il suo compito. I Sonics approdano ai play-off come una delle migliori squadre della Western Conference; nella post season eliminano i Minnesota Timberwolves, ma al secondo turno vengono eliminati dai Los Angeles Lakers. Per la squadra è una delusione. Coach George Karl sente terminato il suo ciclo da allenatore a Seattle e lascia la squadra.
    La difficile estate del 1998
    L'estate del 1998 è un periodo pieno di dubbi per l'NBA; non si sa se l'anno dopo ci sarebbe stato il campionato a causa della serrata e dei litigi tra i proprietari e l'associazione giocatore. Le squadre non si allenano. Baker a Seattle è lontanissimo da casa sua (è originario del New England, anche se è nato in Florida) e per ingannare il tempo comincia a bere e di conseguenza ad ingrassare. Quando nel 1999 riprende la stagione Baker è completamente fuori forma e le sue cifre calano drasticamente. Seattle avrebbe bisogno di una seconda stella a fianco di Payton, stella che Baker era stato la stagione prima ma che adesso non riesce più ad essere. Tiene celati i suoi problemi di alcolismo e continua a giocare alternando momenti di gioco desolante ad altri in cui la sua classe torna a brillare. Seattle ha dei modesti risultati di squadra, riuscendo a raggiungere i play-off soltanto nella stagione 2001-02 dove viene eliminata dai San Antonio Spurs al primo turno in 5 partite.
    Il ritorno a "casa"
    Nell'estate Seattle decide di scambiare Baker, e lo manda nella squadra della sua città d'origine, i Boston Celtics. Finalmente Baker trova il coraggio di ammettere i suoi problemi di dipendenza dall'alcool, problemi che comunque a Seattle erano abbastanza noti. Viene ricoverato in una clinica saltando la parte conclusiva della stagione. L'anno dopo torna in campo ma ancora ricade nei problemi di dipendenza dall'alcool; Boston rescinde il suo contratto e Baker torna in clinica.
    Le ultime peregrinazioni
    Uscito dalla clinica Baker sembra completamente guarito; le squadre NBA però non hanno più molta fiducia in lui. Nella parte finale della stagione 2003-04 gioca qualche partita con i New York Knicks, come anche l'inizio della stagione successiva. Baker è tornato con un fisico notevole, dimagrito e muscoloso. È comunque l'ombra della stella che aveva calcato i parquet NBA a metà degli anni '90. Gioca tre partite alla fine della stagione 2004-05 negli Houston Rockets e nella stagione 2005-06 ottiene un ingaggio dai Los Angeles Clippers.
    Tecnica e riconoscimenti
    Baker nei migliori anni della sua carriera è stato un giocatore dall'eccezionale capacità di giocare in post basso. Potente fisicamente e dotato di un grande stacco da terra aveva notevoli movimenti vicino canestro e con il passare degli anni ha costruito anche un buon tiro dalla media distanza. È stato inserito nel secondo quintetto assoluto NBA nella stagione 1997-98, la sua migliore a Seattle, e nel terzo quintetto NBA nella stagione 1996-97. Nel suo anno da rookie è stato anche inserito nel miglior quintetto delle matricole. Ha collezionato 4 convocazioni all'NBA All-Star Game e ha vinto la medaglia d'oro alle olimpiadi del 2000.
    Collegamenti esterni
    (EN) Profilo sul sito dell'NBA
    (EN) Profilo su ESPN.com
    (EN) Statistiche su basketball-reference.com
    (EN) Statistiche olimpiche su sports-reference.com
    Portale Biografie
    Portale Pallacanestro
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Vin_Baker"
    Categorie: Biografie | Cestisti statunitensi | Nati nel 1971 | Nati il 23 novembre | Campioni olimpici statunitensi | Cestisti dei Milwaukee Bucks | Cestisti dei Boston Celtics | Cestisti dei New York Knicks | Cestisti dei Seattle SuperSonics | Cestisti degli Houston Rockets | Cestisti dei Los Angeles ClippersCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 23 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre