Vauro (55)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Vauro Senesi
  • Data di nascita: 24 Marzo 1955
  • Professione: Disegnatore
  • Luogo di nascita: Pistoia (PT)
  • Nazione: Italia
  • Vauro in Rete:

  • Wikipedia: Vauro su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Vauro nel 2008
    Vauro Senesi noto semplicemente come Vauro (Pistoia, 1955) è un giornalista e disegnatore italiano.

    Biografia
    È stato allievo di Pino Zac, con il quale nel 1978 ha fondato Il male. Dal 1986 al 2006 è stato editorialista e vignettista de il manifesto, collaborazione che prosegue tuttora in maniera più saltuaria. Le sue vignette sono state pubblicate sulle più importanti testate italiane e estere: Satyricon, Linus, Cuore, I quaderni del Sale, L'Heco des Savanes, El Jueves e Il diavolo. È stato direttore del settimanale satirico Boxer, collaboratore del Corriere della Sera e di Smemoranda. Nel 1996 ha vinto il Premio di Satira politica di Forte dei Marmi.
    Attualmente è vignettista e inviato di PeaceReporter.net e collabora con la ONG Emergency, occupandosi dell'informazione e della comunicazione. È membro del Comitato Centrale del Partito dei Comunisti Italiani.
    Nel 1994 è stato querelato dalla senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati per una vignetta pubblicata sul settimanale Il Venerdì di Repubblica, insieme al direttore responsabile del periodico. È stato assolto nel 1998 con sentenza di terzo grado.
    Dal 14 settembre 2006 è ospite fisso, assieme a Marco Travaglio, nella trasmissione televisiva di informazione Annozero condotta da Michele Santoro, cui contribuisce leggendo una serie di vignette nei minuti finali di ogni puntata. Alla fine dello stesso anno aderisce alla mostra di vignette satiriche MafiaCartoon organizzata dall'ARCI.
    Nel 2008 ha presenziato a mostre di fumetti, sempre in collaborazione con l'ARCI, in Sicilia, ad Agrigento, riscuotendo sempre più consensi per la critica sulla satira politica.
    Note


      ^ Articolo del Corriere della Sera del 30 dicembre 1998

    Bibliografia
    Vauro Senesi, La satira alla guerra, Manifestolibri, 1991
    Vauro Senesi, Vita e morte della DC, Manifestolibri, 1992
    Vauro Senesi, Foglio di via, Manifestolibri, 1994
    Vauro Senesi, Droghe leggere, Nuovi Equilibri, 1994, ISBN 8872261651 (Testo online)
    Vauro Senesi, Il papa è morto, Baldini e Castoldi Dalai, 1997
    Vauro Senesi, La satira dopo l'Ulivo. Il meglio dello svignettamento di Vauro, Datanews, 1998
    Vauro Senesi, L'ulivo santo, Massari, 1999
    Vauro Senesi, L'ONU santo, Massari, 1999
    Vauro Senesi, Giulietto Chiesa, Afghanistan anno zero, 2001
    Vauro Senesi, Appunti di guerra. Pensieri e vignette di un mese sotto le bombe, Terre di Mezzo Editore, 2001, ISBN 8888424121 (Premio Pieve - diario del presente, 2002)
    Vauro Senesi, Premiata macelleria Afghanistan. Vignette dalla guerra, Zelig, 2002, ISBN 8887291721
    Vauro Senesi, Sandro Ruotolo, Sciusciò. Dal Raggio Verde a Sciuscià edizione straordinaria, Zelig, 2002, ISBN 8887291861
    Vauro Senesi, Geraldina Colotti, Scuolabus, MC, 2002
    Vauro Senesi, Principessa di Baghdad, Guerini e Associati, 2003, ISBN 888335432X
    Vauro Senesi, Johnny Palomba, Come non sopravvivere a un altro anno di merda, 2004, ISBN 8838475199
    Vauro Senesi, Antologica 1993-2002, Squilibri, 2004, ISBN 8889009063
    Vauro Senesi, Giulietto Chiesa, I peggiori crimini del comunismo, Piemme, 2005, ISBN 8838481466, ISBN 8838481296
    Vauro Senesi, Johnny Palomba, Il NostraVaurus, Piemme, 2005, ISBN 8838486786
    Vauro Senesi, Papeide. Un papa tira l'altro, Piemme, 2006, ISBN 8838486786
    Vauro Senesi, Clandestino. 20 anni di vignette sull'immigrazione, Terre di Mezzo Editore, 2006, ISBN 8889385715
    Vauro Senesi, Giulietto Chiesa, Il libretto rosso, Piemme, 2006, ISBN 8838486697
    Vauro Senesi, Kualid che non riusciva a sognare, Piemme, 2007, ISBN 9788838468483
    Vauro Senesi, "Il mago del vento", Piemme, 2008, ISBN 9788856602029
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Vauro
    Collegamenti esterni
    Raccolta di vignette di Vauro
    Articolo da il manifesto del 1º febbraio 2006, con il quale annuncia il suo impegno a tempo pieno in Emergency
    Diario Afgano su Peace Reporter
    Vignette su Peace Reporter
    Le vignette di Vauro su il manifesto
    Intervista a Vauro del 2002
    Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Vauro"
    Categorie: Biografie | Giornalisti italiani del XX secolo | Giornalisti italiani del XXI secolo | Disegnatori italiani | Nati nel 1955 | SatiraCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 24 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre