Valeria Bruni Tedeschi (46)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 16 Novembre 1964
  • Professione: Attrice
  • Luogo di nascita: Torino (TO)
  • Nazione: Italia
  • Valeria Bruni Tedeschi in Rete:

  • Wikipedia: Valeria Bruni Tedeschi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Valeria Bruni Tedeschi (Torino, 16 novembre 1964) è un'attrice e regista italiana naturalizzata francese, che ha vissuto e lavorato molto anche in Francia. È sorella della modella e cantautrice Carla Bruni.
    Cenni biografici
    Nata in una ricca famiglia di Torino, subì il trasferimento del nucleo familiare ad appena 9 anni verso Parigi, in quanto i suoi genitori, durante gli anni '70, si sentivano esposti al rischio di attentati terroristici da parte delle Brigate Rosse. A Nanterre frequentò i corsi di teatro alla Ecole des Amandiers, dove insegnava Patrice Chéreau, che la aiuterà a debuttare nel mondo del cinema nel 1987 con Hôtel de France del quale era regista. Ha interpretato numerosi film in Italia a partire da Storia di ragazzi e ragazze di Pupi Avati e vincendo il Premio David di Donatello nel 1996 per La seconda volta e nel 1998 per La parola amore esiste, entrambi di Mimmo Calopresti.
    Ma è soprattutto in Francia che la sua carriera sta vivendo un momento d'oro negli anni 2000 con numerosi ruoli da protagonista, spesso ritratti di donne fragili e tormentate. Come nel 1993 ne Le persone normali non hanno niente di eccezionale, di Laurence Ferreira Barbosa, grande successo di pubblico francese, che le fece vincere il premio César come miglior giovane promessa femminile e il premio come miglior interprete femminile al festival di Locarno. Un'ottima prova di recitazione nel film CinquePerDue - Frammenti di vita amorosa di François Ozon, dove interpreta 5 episodi di una storia d'amore à rebours ambientati in epoche diverse e può passare in rassegna tutta una serie di emozioni, dal cinico distacco di un divorzio alla gioia dell'innamoramento. Per realizzare il film ha dovuto fare delle diete ingrassanti per adattare il fisico alle diverse età del personaggio. Nel 2003 il debutto alla regia con È più facile che un cammello…, largamente autobiografico, con il quale ha vinto il Premio Louis-Delluc come migliore opera prima.
    Filmografia
    Hotel de France 1987
    Storia di ragazzi e di ragazze, regia di Pupi Avati (1989)
    Agnés 1992
    Condannato a nozze 1993
    Le persone normali non hanno niente di eccezionale 1993
    La regina Margot 1994
    La seconda volta 1995
    Le coeur fantôme 1995
    Nenette e Boni, regia di Clare Denis (1996)
    The house 1997
    Il colore della menzogna 1998
    La parola amore esiste 1998
    La balia, regia di Marco Bellocchio (1999)
    Voci 2000
    L'inverno 2002
    Pelle d'angelo 2002
    La vita come viene 2002
    Ah! Se fossi ricco 2002
    La felicità non costa niente 2003
    È più facile per un cammello… 2003, anche regista
    I sentimenti 2003
    CinquePerDue - Frammenti di vita amorosa 2004
    Tickets 2005
    Munich, regia di Steven Spielberg (2005)
    Crustacés et coquillages 2006
    Un'ottima annata, regia di Ridley Scott (2006)
    Il tempo che resta, regia di François Ozon (2006)
    L'abbuffata, regia di Mimmo Calopresti (2007)
    Actrices 2007, anche regista
    Collegamenti esterni
    Scheda su Valeria Bruni Tedeschi dell'Internet Movie Database


    Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Valeria_Bruni_Tedeschi"
    Categorie: Biografie | Attori italiani | Attori francesi | Registi italiani | Registi francesi | Nati nel 1964 | Nati il 16 novembre | David di Donatello per la migliore attrice protagonista | Figli d'arte | Italo-francesiCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 16 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre