Umberto Bindi (1932-2002)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 2002
  • Data di nascita: 12 Maggio 1932
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Bogliasco (GE)
  • Nazione: Italia
  • Umberto Bindi in Rete:

  • Wikipedia: Umberto Bindi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Umberto Bindi (Bogliasco, 12 maggio 1932 – Roma, 24 maggio 2002) è stato un cantautore e cantante italiano.

    Biografia
    Nato vicino a Genova il 12 maggio 1932, insieme a Gino Paoli, Fabrizio De André e Luigi Tenco è uno dei quattro maggiori esponenti della cosiddetta scuola genovese dei cantautori, un nucleo di artisti che rinnova profondamente la musica leggera italiana.
    Bindi in particolare è quello meglio preparato musicalmente, e la sua propensione per una melodia elegante e per arrangiamenti sontuosi lo avvicinano ai cantanti da classifica. Le sue migliori composizioni hanno i testi di un concittadino, il paroliere Giorgio Calabrese. Con lui dà vita ad Arrivederci (1959), alla toccante Il nostro concerto (1960), in cui mette a frutto i suoi studi in una magnifica introduzione strumentale lunga più di 70 secondi, e a Non mi dire chi sei (Festival di Sanremo 1961), mentre qualche anno dopo, con Franco Califano e Nisa scrive, per Ornella Vanoni, La musica è finita (1967) e quindi Per vivere (1968) per Iva Zanicchi.
    Col tempo incontra sempre maggiori difficoltà nell'ambiente musicale, in parte per la scarsa richiesta di compositori dotati del suo tocco raffinato, ma soprattutto a causa di una vergognosa discriminazione dovuta alla sua omosessualità.
    Nel 1973 l’amico e paroliere Giorgio Calabrese scrive per lui un programma in onda sul secondo canale, che si chiama come l’ultimo suo LP che va a presentare, Con il passar del tempo. In questo programma, della durata di 38 minuti, Bindi conversa con lo stesso Calabrese parlando del suo carattere "non proprio popolaresco", dicendo che neppure il night club gli è congeniale; parla di come ha affrontato il passar del tempo, e dice che il suo discorso in musica non è finito, e vuole che lo lascino parlare e soprattutto che ci sia qualcuno disposto ad ascoltare. La conversazione è pretesto per eseguire alcuni dei brani contenuti nel disco.
    Nel 1975 la sua vita è sconvolta dalla tragica e controversa morte dell'amatissima madre, uccisa da un colpo di fucile sparato accidentalmente da un conoscente nella villa affittata sei mesi prima a Rocca di Papa (Roma), mentre Bindi era fuori per lavoro.
    Bindi partecipa nel 1976 al programma Adesso musica per presentare il suo nuovo LP Io e il mare, che contiene ben quattro brani strumentali. Lì ribadisce di non essere un cantante, ma un compositore che scrive canzoni, e afferma che i brani strumentali del disco forse sono più importanti delle canzoni; suona al piano una parte del brano strumentale L’alba sovrapponendosi al brano del disco. Quindi esegue Io e il mare (testo di Bruno Lauzi) al pianoforte, su base musicale.
    Degna di nota la partecipazione al programma Cantautori e… condotta da Bruno Lauzi nel 1986, sul tema Il mare, in cui Bindi esegue Riviera e Io e il mare.
    Nel 1988 rivela in lacrime e con imbarazzo al Maurizio Costanzo Show la sua omosessualità che fu determinante per la sua emarginazione negli anni ’60.
    Nel 1989 partecipa al programma televisivo Una rotonda sul mare condotta da Red Ronnie, dove vince il duello contro lo sfidante interpretando al pianoforte, con un raffinato e nuovo arrangiamento, Arrivederci.
    Incontra nel 1990 al festival di Recanati il paroliere e giornalista Ernesto Bassignano, con cui scrive nuove canzoni.
    Partecipa a Sanremo 1996 con la canzone Letti con i New Trolls, pubblicando un disco prodotto da Renato Zero, Di coraggio non si muore.
    Vive gli ultimi anni della sua vita in povertà; l'intervento della legge Bacchelli a sostegno degli artisti arriva tardi: poche settimane dopo, la sera del 24 maggio 2002, muore nell'ospedale Spallanzani di Roma.
    Discografia
    Album
    1960 - Umberto Bindi e le sue canzoni, LP
    1961 - Umberto Bindi, LP
    1972 - Con il passare del tempo, LP
    1976 - Io e il mare, LP
    1982 - D'ora in poi, LP (ristampato in CD nel 1996 con il titolo Le voci della sera)
    1985 - Bindi, LP
    1994 - Il nostro concerto, CD (con Bruno Martino, edizione limitata con versioni delle canzoni dell'album Bindi del 1985)
    1996 - Il mio mondo, CD (antologia)
    1996 - Di coraggio non si muore, CD
    2000 - Umberto Bindi (antologia BMG Ricordi/Ricordi – serie Flashback: I grandi successi originali), CD
    2002 - Umberto Bindi (antologia BMG Italy/BMG Ricordi, doppio), CD
    2005 - Il mio mondo...Umberto Bindi (antologia e brani inediti), CD
    Singoli
    1959 - Arrivederci / Odio (Dischi Ricordi)
    1959 - Amare te / Nuvola per due (Ricordi)
    1959 - Girotondo per i grandi / Basta una volta (Ricordi)
    1959 - Tu / Non so (Ricordi)
    1960 - Un giorno, un mese, un anno / Lasciatemi sognare (Ricordi)
    1960 - Appuntamento a Madrid / Il confine (Ricordi)
    1960 - È vero / Luna nuova sul Fuji-Yama (Ricordi)
    1960 - Il nostro concerto / Un giorno, un mese, un anno (Ricordi)
    1960 - Se ci sei / Chiedimi l'impossibile (Ricordi)
    1960 - Un paradiso da vendere / Marie Claire (Ricordi)
    1961 - Non mi dire chi sei / Amare te (Ricordi)
    1961 - Riviera / Vento di mare (Ricordi)
    1961 - Noi due / Appuntamento a Madrid (Ricordi)
    1961 - Ninna nanna / Girotondo per i grandi (Ricordi)
    1962 - Jane / Carnevale a Rio (Ricordi)
    1962 - Un ricordo d'amore / Vacanze (RCA Italiana)
    1963 - Il mio mondo / Vieni, andiamo (RCA Italiana, PM 3235)
    1964 - Ave Maria / Un uomo che ti ama (RCA)
    1964 - Quello che c’èra un giorno / Il giorno della verità (RCA)
    1968 - Per vivere / Storia al mare (Ariston Records)
    1969 - Mare / Ma perché (Variety)
    1976 - Io e il mare / Flash (Durium)
    1976 - L'alba / Bogliasco notturno (Durium)
    1996 - Letti (con i New Trolls) / Chiara / Miracolo miracolo (solo New Trolls) (Fonopoli Stage)
    EP
    1959 - La sua voce, il suo pianoforte e le sue canzoni (Ricordi)


    Arrivederci / Odio / Nuvola per due / Amare te

    1959 - Girotondo per i grandi (Ricordi)

    Girotondo per i grandi / Basta una volta / Tu / Non so

    1960 - Un giorno, un mese, un anno (Ricordi)

    Un giorno, un mese, un anno / Lasciatemi sognare / Appuntamento a Madrid / Il confine

    1960 - Il nostro concerto (Ricordi)

    Il nostro concerto / Chiedimi l'impossibile / Un paradiso da vendere / Se ci sei

    Brani scritti per altri cantanti
    1964 - Claudio Villa, Little Peggy Passo su passo
    1964 - Miranda Martino Non dimenticare questa nostra estate
    1965 - Gianni Mascolo Di fronte all'amore
    1966 - Alessandra Casaccia Un volo nella notte
    1967 - Ornella Vanoni La musica è finita
    1966 - Orietta Berti, Fabrizio Ferretti Non ti scorderò
    1968 - Iva Zanicchi Per vivere
    1969 - Bruzi Miss love you
    1970 - Carmen Villani, Gino Paoli L'amore è come un bimbo
    1985 - Johnny Dorelli Quante volte (sono stato per arrendermi) / La cosa si fa
    1990 - Franco Califano Un uomo grande
    1991 - Andrea Mora SOS navigantes
    2003 - Armonium Davanti all'orizzonte
    2003 - Antonella Serà Oro e blu
    Filmografia
    Peccati d'estate , regia di Giorgio Bianchi (1962)
    Urlatori alla sbarra, regia Lucio Fulci (1960)
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_Bindi"
    Categorie: Biografie | Cantautori italiani | Cantanti italiani | Nati nel 1932 | Morti nel 2002 | Nati il 12 maggio | Morti il 24 maggio | Personalità legate a Genova | Gruppi e musicisti della Liguria | Musicisti LGBT | Gruppi e musicisti della Dischi Ricordi | Gruppi e musicisti della AristonCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 12 Maggio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre