Tullio Levi-Civita (1873-1941)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1941
  • Data di nascita: 29 Marzo 1873
  • Professione: Scienziato
  • Luogo di nascita: Padova (PD)
  • Nazione: Italia
  • Tullio Levi-Civita in Rete:

  • Wikipedia: Tullio Levi-Civita su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Tullio Levi-Civita
    Tullio Levi-Civita (Padova, 29 marzo 1873 – Roma, 29 dicembre 1941) è stato un matematico e fisico italiano.

    Biografia
    Figlio di Giacomo Levi-Civita e Bice Lattes. Si laureò presso l'Università degli studi di Padova, dove, fra i suoi insegnanti, vi era quel Gregorio Ricci-Curbastro col quale avrebbe successivamente collaborato nella realizzazione del calcolo tensoriale, che sarebbe successivamente stato alla base della teoria della relatività einsteiniana.
    Nel 1898, a soli ventiquattro anni, divenne titolare della cattedra di Meccanica razionale a Padova, posto che tenne per 20 anni. A questa segue, nel 1918, la nomina presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", come ordinario prima di Analisi Superiore, poi di Meccanica: anche qui restò per i successivi vent'anni, rimosso dall'ufficio per le discriminazioni politiche del governo a causa della sua origine ebraica.
    È stato un grande studioso della matematica pura, e le sue intuizioni geometriche erano particolarmente forti: egli le utilizzò per risolvere un gran numero di problemi di matematica applicata. Dotato di grande versatilità, poteva spaziare in tutti i campi della matematica, affrontando prevalentemente i problemi caratteristici degli indirizzi considerati, apportando ovunque considerevoli miglioramenti e risultati.
    Calcolo tensoriale e teoria della relatività
    Levi-Civita, però, è noto soprattutto per il suo lavoro sul calcolo differenziale applicato alla teoria della relatività. Nel 1887, infatti, pubblicò un famoso articolo in cui sviluppava, basandosi su quanto fatto da Elwin Bruno Christoffel, il calcolo tensoriale, inclusa la differenziazione covariante. Nel 1900 pubblicò poi, insieme con Ricci, la teoria dei tensori (Méthodes de calcul differential absolu et leures applications) in una forma utilizzata da Albert Einstein quindici anni più tardi nella sua più famosa teoria.
    Hermann Klaus Hugo Weyl riprese, quindi, le idee di Levi-Civita per trasformarle in una teoria di unificazione delle forze gravitazionale ed elettromagnetica. Il lavoro di Levi-Civita fu di grandissima importanza nello sviluppo della moderna teoria della relatività, producendo una serie di articoli che trattano in maniera elegante il problema di un campo gravitazionale statico.
    Altri studi e onorificenze
    La dinamica analitica è stato un altro argomento di studio per il Levi-Civita: molti dei suoi articoli, infatti, esaminano il problema dei tre corpi. Inoltre scrisse articoli anche sull'idrodinamica e sui sistemi di equazioni differenziali alle derivate parziali. È accreditato di aggiunte alle teorie di Cauchy e di Kovalevskaya, da cui derivò un testo datato 1931. Nel 1933 contribuì alla formulazione delle equazioni di Dirac sulla teoria quantistica.
    La Royal Society inglese gli conferì la Medaglia Sylvester nel 1922 e lo elevò al rango di membro straniero nel 1930. Fu inoltre membro onorario della London Mathematical Society, della Royal Society di Edimburgo, e della Edinburgh Mathematical Society, per la quale tenne un seminario a St Andrews. Fu inoltre membro dall'Accademia dei Lincei e di quella Pontificia.
    Al pari di Vito Volterra e di molti altri scienziati italiani, fu un forte oppositore del fascismo. Dopo il suo allontanamento, la sua salute peggiorò fino alla morte, avvenuta per un colpo di cuore.
    Gli è stato dedicato un asteroide, 12473 Levi-Civita.
    Opere
    Tullio Levi-Civita e Ugo Amaldi Lezioni di meccanica razionale (Bologna: N. Zanichelli, 1923)
    Tullio Levi-Civita e Enrico Persico, Fondamenti di meccanica relativistica (Bologna, N. Zanichelli, 1928)
    Tullio Levi-Civita, Lezioni di calcolo differenziale assoluto
    Tullio Levi-Civita, Caratteristiche e propagazione ondosa
    Tullio Levi-Civita, Questioni di meccanica classica e relativista (Bologna, N. Zanichelli, 1924)
    Tullio Levi, Problème des N Corps en relativité générale (Parigi, Gauthier-Villars, 1950, collezione Mémorial des sciences mathématiques ISSN: 0025-9187)
    Tullio Levi-Civita e Ugo Amaldi, Nozioni di balistica esterna: secondo il programma stabilito dalla commissione suprema di difesa (Bologna, N. Zanichelli, 1935)
    Voci correlate
    Calcolo tensoriale
    Gregorio Ricci-Curbastro
    Relatività generale
    Tensore
    Altri progetti
    Commons
    Wikiquote
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Tullio Levi-Civita
    Wikiquote contiene citazioni di o su Tullio Levi-Civita


    Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Tullio_Levi-Civita"
    Categorie: Biografie | Matematici italiani del XIX secolo | Matematici italiani del XX secolo | Fisici italiani del XIX secolo | Fisici italiani del XX secolo | Nati nel 1873 | Morti nel 1941 | Nati il 29 marzo | Morti il 29 dicembre | Personalità legate a Padova | Personalità ed artisti ebrei | Scienziati ebrei | Ebrei italianiCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 29 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre