Triple H (41)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Paul Michael Levesque
  • Data di nascita: 27 Luglio 1969
  • Professione: Wrestler
  • Luogo di nascita: Greenwich
  • Nazione: Stati Uniti
  • Triple H in Rete:

  • Wikipedia: Triple H su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)



    Paul Michael Levesque, noto come Hunter Hearst Helmsley o Triple H (Nashua, 27 luglio 1969), è un wrestler statunitense. Milita attualmente nella World Wrestling Entertainment nel roster di SmackDown.
    Iniziato al wrestling da Killer Kovalski, Levesque è diventato un simbolo della WWE: ha conquistato cinque World Heavyweight Championship, sette WWE Championship (un regno come Undisputed Champion), laureandosi settimo Triple Crown Champion e secondo Grand Slam Champion.
    È sposato con Stephanie McMahon; i due hanno due figlie, Aurora Rose (nata il 24 luglio 2006) e Murphy Claire (nata il 28 luglio 2008).

    Carriera
    Gli inizi
    Dopo aver praticato basket e baseball, all'età di quattordici anni iniziò ad interessarsi di body building, vincendo alcuni concorsi a livello regionale. Si iscrisse in seguito alla scuola di wrestling di Killer Kowalsky e debuttò nel 1992 nella Independent Wrestling Federation, federazione nella quale lottavano gli allievi di Kovalski, interpretando il personaggio di Terra Ryzin; nella IWF conquistò il massimo alloro ed il titolo di coppia assieme a Perry Saturn.
    World Championship Wrestling
    Nei primi mesi del 1994 passò alla World Championship Wrestling; per qualche tempo continuò a lottare come Terra Ryzin, ottenendo poco successo ed una sola tite shot per il Television title, ma intorno alla metà del 1994 cambiò gimmick, interpretando la gimmick di Jean-Paul Lévesque, un aristocratico heel franco-canadese.
    Terminato il suo primo feud con Alex Wright, culminato in un match a Starrcade 1994, Levesque formò per alcuni mesi un tag team con Lord Steven Regal. Dopo circa un anno di permanenza nella WCW, Levesque rifiutò un contratto per un anno in WCW e passò alla World Wrestling Federation, scelte azzeccata per il suo futuro...
    World Wrestling Federation/Entertainment

    The Connecticut Blueblood (1995–1997)


    Triple H sul ring
    In WWF il suo personaggio non cambia, rimanendo l'aristocratico snob della WCW; cambierà solo nome, che diverrà The Connecticut Blueblood Hunter Hearst Helmsley.
    Debutta nell'estate 1995 e il suo primo incontro importante è a WrestleMania nel 1996, dove viene sconfitto in soli tre minuti da Ultimate Warrior.
    Parteciperà successivamente al torneo King of the Ring 1996, dove verrà eliminato già al primo turno da Jake Roberts.
    Il nuovo manager di HHH Mr. Perfect lo guiderà alla conquista del suo primo titolo in WWE: l'Intercontinental Championship, vinto il 21 ottobre 1996 contro Marc Mero. HHH conserverà il titolo per quattro mesi prima di perderlo contro il giovane Rocky Maivia, meglio conosciuto come The Rock, il 13 febbraio 1997. Dopo aver perso il titolo, HHH avrà una faida contro Goldust, sconfiggendolo a WrestleMania 13. Durante questa faida, debutta Chyna come nuova bodyguard di HHH assaltando la moglie di Goldust, ossia Marlena.

    D-Generation X (1997–1999)


    Triple H con il suo Sledgehammer (martello da fabbro).
    Nel 1997 riuscirà a vincere anche il King of the Ring, in cui nell'anno precedente era stato eliminato solo al primo turno, sconfiggendo in finale Mankind. Dopo il torneo la rivalità con Mankind continuerà e i due si sfidano in numerosi match, tra i quali uno Steel Cage Match a SummerSlam che vede Mankind trionfare. La vera svolta nella carriera di Triple H avviene però con la nascita della D-Generation X, una stable che rivoluzionò il wrestling. I membri originari di questa stable erano Chyna, Rick Rude, Shawn Michaels (il leader) e appunto Triple H. Quelli erano gli anni della Monday Night War, ossia la guerra di ascolti con la WCW. Gli show della WWF diventavano sempre più rudi, spregiudicati e politicamente scorretti: era l'inizio della cosiddetta era Attitude. Tra i simboli di questa era Attitude spiccava la D-X e il suo stile contro le regole.
    Intanto verso la fine del 1997 Triple H conquista il suo primo WWF European Championship, vinto in un match farsa contro il suo capo Shawn Michaels. Il primo sfidante di Triple H sarà Owen Hart, ultimo membro della New Hart Foundation, altra stable in guerra con la DX, rimasto in federazione dopo lo Screwjob di Montreal. La faida dura fino a WrestleMania 14 e coinvolgerà anche il commissioner Sgt. Slaughter. Aiutato da Chyna, HHH sconfiggerà Owen a WrestleMania conservando la cintura. Intanto, allo stesso evento Shawn Michaels perde il suo titolo mondiale contro Stone Cold Steve Austin, nel suo match di ritiro, dopo il quale scomparirà dal mondo del wrestling a causa di un infortunio alla schiena. La sera dopo, a Raw, Triple H dichiara di essere il nuovo capo della stable, che quella stessa sera si allargherà con X-Pac e i New Age Outlaws.
    Triple H guidò la DX Army durante il 1998, con cui fece segmenti memorabili come le invasioni della sede della CNN e degli uffici della WCW ad Atlanta. Questa era la prima volta che HHH lottava da face in WWF. Triple H inizia quindi una faida con The Rock, quest'ultimo leader di un'altra stable, la Nation of Domination. Questa faida portò ad un Ladder Match valido per il WWF Intercontinental Championship a SummerSlam 1998, dove è Triple H a trionfare. Il regno da campione durerà due mesi, fino a quando Triple H lo renderà vacante a causa di un infortunio al ginocchio. Al suo ritorno nel novembre 1998 Triple H tenterà di conquistare il WWF Title detenuto allora da The Rock. Affronterà poi Rocky durante un'edizione di Raw di dicembre, senza riuscirci. Triple H inizia il suo 1999 partecipando alla Royal Rumble ma non può fare nulla contro uno scatenato Stone Cold Steve Austin. Continua però la sua rincorsa al WWF Title ed il 25 gennaio ottiene un match con in palio il suddetto titolo detenuto allora da The Rock, ma verrà sconfitto da quest'ultimo.
    Inizia quindi una faida con Kane finita a WrestleMania XV in un match fra i due vinto da Kane per squalifica. Successivamente, a Summerslam 1999, Triple H ritenta l'assalto al WWF Title in un Triple Threat Match contro Mankind e Stone Cold Steve Austin. Il match è però vinto da Mankind che diventa campione del mondo per la terza volta nella sua carriera. Nell'edizione di Raw successiva a Summerslam Triple H affronta Mankind per il WWF Title. Dopo mesi e mesi Triple H vincerà il suo primo titolo mondiale. Il suo primo regno da campione avrà però vita breve. Dopo neanche un mese, il 16 settembre a SmackDown!, sarà sconfitto in maniera sporca da Vince McMahon, che dichiarerà subito la cintura vacante, essendo impossibilitato a poterla difendere. Sancisce così un Six Pack challenge match per decidere il nuovo campione del mondo. Il match avviene il 26 settembre e Triple H è fra i partecipanti: HHH farà una prestazione molto convincente, riuscendo a sconfiggere i suoi cinque avversari, tornando campione dopo una decina di giorni. Il suo secondo regno sarà migliore del primo, e Triple H difenderà la cintura contro wrestler del calibro di The Rock e Steve Austin. Vince McMahon decide quindi di mettere i tre wrestler insieme nel ring a Survivor Series 1999, in un match a tre valido per il titolo. Ma all'ultimo minuto Austin viene messo fuori dal match, secondo le storyline perché sarebbe stato investito prima dell'incontro da un'auto guidata da un uomo sconosciuto. Austin verrà quindi rimpiazzato da The Big Show che contro ogni previsione vince incontro e cintura.
    Triple H è naturalmente furibondo e chiede di vendicarsi affrontando proprio il proprietario della federazione Vince McMahon che aveva deciso di inserire Big Show nel match. L'incontro è un No Disqualification Match, disputatosi ad Armageddon: il match sarà un vero e proprio massacro per Vince, distrutto da HHH e tradito da sua figlia Stephanie che si schiera a fianco di Triple H.

    McMahon-Helmsley Era (2000–2001)


    Triple H
    Inizia poi a definirsi The Game e The Cerebral Assassin. Triple H inizia il 2000 con Stephanie al suo fianco e con di nuovo il titolo mondiale alla vita, riconquistato all'inizio dell'anno contro The Big Show. Questo periodo verrà chiamato McMahon-Helmsley Era.
    Segue poi una faida contro Mick Foley, in cui spiccano due match brutali, uno Street Fight Match alla Royal Rumble 2000 e un Hell in a Cell match a WWE No Way Out 2000, entrambi vinti da Triple H. Inoltre a WrestleMania 2000 conserverà il titolo contro The Rock, Mick Foley e Big Show in un match ad eliminazione, diventando il primo e l'unico heel sino ad ora ad uscire da WrestleMania come campione del mondo. Dopo ha una faida con The Rock, durante il quale ci saranno scambi di titolo fra i due: prima il titolo andrà a Rocky a Backlash, tornerà a Triple H a Judgment Day per poi finire di nuovo a Rock a King of the Ring 2000. Hunter iniziò poi una faida con Chris Jericho, che culminò in un Last Man Standing match a Fully Loaded.
    Intanto Stephanie viene corteggiata da un altro wrestler della WWF, ossia Kurt Angle. Ne scaturisce una faida così accesa che i due si trovano subito nel ring a Summerslam insieme a The Rock in un match a tre per il titolo del mondo. Il match viene combattuto male da Triple H, che pensa soltanto ad Angle, permettendo a The Rock di vincere facilmente l'incontro. Triple H sconfigge poi Chris Benoit a No Mercy 2000.
    Inizia quindi una faida con Steve Austin, rientrante dopo un infortunio. Secondo le storyline Triple H avrebbe ordinato a Rikishi di investire Austin un anno prima, e ora quest'ultimo cercava vendetta contro The Game. I due prima si affrontano in un No DQ Match a Survivor Series 2000, match finito senza vincitore. Anche il 2001 si aprì con Triple H sempre in lotta con Austin ed i due conclusero la faida in un tremendo Three Way of Hell match a No Way Out 2001, dove Austin vincerà la prima sfida, mentre HHH le ultime due, vincendo un match più somigliante ad un massacro. A questo punto Triple H inizia a vantarsi della vittoria di Austin, dichiarando di aver sconfitto chiunque in WWF. Lo smentisce subito The Undertaker, che lo sfida in un match a WrestleMania X7, terminato con l'ennesima vittoria di Undertaker a WrestleMania. La sera successiva a Raw Triple H si alleò in uno dei momenti più scioccanti del mondo del wrestling con la sua nemesi Steve Austin, formando il Power Trip. Mentre Austin deteneva il titolo assoluto Triple H conquistò al suo fianco i titoli di coppia ed il titolo intercontinentale (due volte nel giro do pochi mesi).
    Il 21 maggio 2001 durante una difesa dei titoli di coppia contro Chris Benoit e Chris Jericho, Triple H s'infortunia al quadricipite, e l'infortunio lo terrà fuori dal ring fino all'anno dopo.

    Ritorno dall'infortunio (2002)


    Triple H dopo aver vinto l'Undisputed Championship a WrestleMania XVIII
    Triple H tornerà nel Gennaio 2002, in un'edizione di Raw dove verrà stra-osannato dal pubblico. Parteciperà alla Royal Rumble 2002, vincendola, guadagnandosi un match per il WWE Undisputed Championship contro il campione Chris Jericho a WrestleMania X8, dove trionferà The Game. Quest'ultimo conserverà il titolo per solo un mese, perdendolo contro Hulk Hogan a Backlash 2002. Con la Draft Lottery Triple H diventerà un wrestler del roster di Smackdown!, continuando la sua faida con Chris Jericho, culminata in un Hell in a Cell match a Judgment Day vinto da HHH.
    Il 6 giugno Triple H vince con Hulk Hogan una Battle Royal il cui vincitore avrebbe ottenuto un match per il WWE Undisputed Championship conquistato intanto da The Undertaker. Nella stessa sera viene decretato dopo una Battle Royal un single match fra Triple H e Hulk Hogan, vinto da Triple H che si vendica così della sua sconfitta a Backlash. Triple H e Undertaker si affrontano a King of the Ring 2002 dove Undertaker avrebbe trionfato con un rollup.
    Triple H lascerà quindi il roster di Smackdown! convinto dal suo ex compagno nella DX Shawn Micheals. I due riformano la D-Generation X, ma nel giorno stesso della rinascita della stable HHH attacca Michaels, nascerà così una delle più grandi faide della carriera di Triple H. Il primo match avverrà a Summerslam 2002, con la stipulazione Street Fight. Shawn Micheals, che era tornato dopo una pausa che sarebbe dovuta essere definitiva, riesce nell'impresa di battere The Game, ma quest'ultimo a fine match attacca Michaels proprio alla schiena tanto martoriata.
    L'Undisputed Champion Brock Lesnar diventa poi un'esclusiva di Smackdown! e anche il suo titolo diventa un'esclusiva del roster blu. Il General Manager di Raw Eric Bischoff riporta quindi in vita il WWE World Heavyweight Championship, l'ex titolo WCW. Il titolo viene assegnato a Triple H d'ufficio, inoltre Triple H trova un nuovo alleato, ovvero Ric Flair, quando questi tradisce il suo amico Rob Van Dam attaccandolo durante il match tra quest'ultimo e Triple H valido per il titolo. Triple H manterrà il titolo fino a Survivor Series 2002, dove lo perderà nella prima Elimination Chamber contro Kane, Chris Jericho, Booker T, Rob Van Dam e il vincitore Shawn Michaels. HBK e Triple H si affronteranno per un'ultima volta ad Armageddon quando Triple H batterà HBK in un violentissimo 3 Stages of Hell match.

    Evolution (2003–2005)


    Triple H come World Heavyweight Champion.
    Con di nuovo il titolo di campione nella sua cintura, Triple H fonda inoltre una nuova stable: oltre a Ric Flair, alleatosi a Triple H già da mesi, al gruppo si aggiungono i giovani Randy Orton e Batista. La stable viene chiamata Evolution. Secondo Triple H essa includeva il passato (Flair), il presente (Triple H), e il futuro (Orton e Batista). Triple H mantenne la cintura per la maggior parte del 2003, sconfiggendo ex stelle della WCW come Scott Steiner, Booker T e Kevin Nash. Fu proprio un ex lottatore della WCW, Bill Goldberg, a sottrargli la cintura dopo mesi di regno incontrastato. Ad Armageddon però Triple H riconquistò il suo titolo in un Triple Threat Match contro Kane e lo stesso Goldberg, mentre Orton, Flair e Batista conquistavano rispettivamente l'Intercontinental Championship e i World Tag Team Titles.
    Il 2004 inizierà con Triple H di nuovo campione. La prima difesa avviene durante un'edizione di Raw di gennaio, contro il rivale di lunga data Shawn Michaels. HBK riesce a vincere il match, ma l'arbitro speciale Eric Bischoff annulla la vittoria pulita di Michaels facendo finire il match in pareggio. Un altro match fra i due avviene alla Royal Rumble, è stavolta è un Last man standing match, che si conclude però con un altro pareggio. Intanto, quella stessa sera Chris Benoit vince la Royal Rumble. Benoit era allora un wrestler di SmackDown, ma decide di passare a Raw per sfidare Triple H. Tra i due s'immischia anche HBK, ed un match a tre è inevitabile. Il tutto avviene nel match finale di WrestleMania XX, in cui tutti e tre i contendenti hanno una prestazione magistrale, ma alla fine è a spuntarla è Benoit, che vince titolo e match sottomettendo Triple H alla sua Crippler Crossface.
    Triple H finì poi la sua faida con Michaels sconfiggendolo in un Hell in a Cell match a Bad Blood 2004. Dopo esser stato sconfitto per l'ennesima volta da Benoit a Vengeance, per colpa di un intervento di Eugene, Triple H sconfigge quest'ultimo a Summerslam 2004. Nello stesso pay per view Randy Orton sconfigge Chris Benoit, allora campione del mondo, conquistando il World Title. La reazione di Triple H sarà tremenda: Randy Orton verrà massacrato dagli altri tre membri della stable. Triple H si riprenderà il titolo dopo solo un mese della vittoria di Orton a Summerslam sconfiggendolo ad Unforgiven in un match viziato da interventi esterni. La faida Orton-Triple H continua per mesi, con Orton che non riesce a riconquistare il titolo di Triple H. Il titolo di HHH viene però dichiarato vacante il 29 novembre 2004 dopo un match controverso a Raw contro Edge e Benoit.
    Viene quindi organizzato un Elimination Chamber Match per New Year's Revolution il 9 gennaio, 2005 per stabilire il nuovo campione del mondo. Al match prendono parte Edge, Chris Benoit, Chris Jericho, Batista, Randy Orton e naturalmente Triple H, che riesce a vincere il match laureandosi campione del mondo per la decima volta. Inizia però per Triple H il pericolo Batista, che inizia ad avere contrasti con il suo compagno di stable. Batista a inizio 2005 vince la Royal Rumble ottenendo un match per il World Title di Triple H. HHH tenta di convincerlo in tutti i modi di passare a Smackdown! per andare contro John Bradshaw Layfield, campione dello show blu, ma Batista alla fine si ribella a Triple H e lo affronta sconfiggendolo a WrestleMania 21 diventando per la prima volta campione del mondo. Triple H otterrà due rivincite, prima un single match a Backlash, quindi un Hell in a Cell a Vengeance, entrambi i match vinti da Batista.
    Triple H si prende quindi una lunga pausa, tornando il 3 ottobre a Raw Homecoming, dove lotta in un tag team match con Ric Flair, diventato face durante l'assenza di HHH, contro Chris Masters e Carlito Caribbean Cool. Vince la coppia Flair-Triple H, ma Hunter attacca Flair con la motivazione che quest'ultimo si era rammollito durante la sua assenza. È la fine definitiva dell'Evolution dopo quest'ultimo feud fra i due ultimi membri della stable, faida vinta da Triple H in un Last Man Standing Match a Survivor Series 2005, dopo che Flair aveva già sconfitto Triple H in uno Steel Cage Match a Taboo Tuesday 2005.
    La sera successiva a Survivor Series, durante l'edizione di Raw post-ppv, Triple H accusa i wrestler suoi colleghi di codardia dicendogli che mai nessuno sarebbe stato capace di andare contro di lui. Puntualmente Big Show entra nel ring sfidando apertamente Triple H. Verso la fine del 2005 Triple H viene sconfitto da Shawn Micheals in un Boot Camp Match durante la speciale puntata di Raw Tribute to the Troops. La faida con Big Show continua, il 26 dicembre avviene la firma del contratto del match fra i due, segnato per New Year's Revolution.

    Rinascita della D-Generation X (2006–2007)


    La DX mostra la loro posa tipica
    Il 2006 inizierà per Triple H con New Year's Revolution, dove sconfiggerà Big Show tramite il suo pedigree. Sebbene Triple H non riuscì a vincere la classica 30 Man Over the Top Battle Royal della Royal Rumble, dove era dato come favorito, guadagnò un'altra opportunità per il titolo vincendo il Road to Wrestlemania Tournament. Il 2 aprile 2006 si affrontano a Chicago nel main event di WrestleMania 22 Triple H e il WWE Champion John Cena, ed è proprio il rapper di Boston a portare a casa la vittoria dopo aver fatto cedere il Cerebral Assassin grazie alla STFU. Il 30 aprile 2006 nel PPV Backlash Triple H partecipò ad un match a tre per il WWE Title contro John Cena, Edge dove perse di nuovo. Dopo il match, Triple H colpisce l'arbitro, John Cena e Edge con il suo sledgehammer, tra le ovazioni del pubblico. Triple H tentò senza successo di vincere il WWE Title contro Cena in numerose occasioni, mentre iniziavano dei contrasti fra Vince McMahon ed HHH, che portarono ad una faida fra i McMahon e Triple H.
    Inizia a succedere però qualcosa d'inaspettato: Shawn Michaels e Triple H, entrambi ex membri della D-Generation X, incominciano ad intervenire nei match dell'uno e dell'altro; il 12 giugno 2006 a RAW, HHH e HBK riformano la DX. I due continuano la loro guerra comune contro i McMahon e i loro alleati. La Spirit Squad verrà sconfitta ed umiliata per ben due volte dalla DX, prima in un Handicap Match a Vengeance, poi in un Elimination Match a WWE Saturday Night's Main Event. Dopo una piccola pausa dovuta alla nascita della figlia di Triple H, Aurora Rose, il 25 luglio 2006, la faida continua e stavolta sono i McMahon a scendere nel ring. A Summerslam, il 20 agosto, la DX affronta e sconfigge Vince McMahon e il figlio Shane in un Tag Team Match che ha visto l'intervento di numerosi wrestler della WWE. L'ennesimo match fra la DX e i McMahon avviene a Unforgiven 2006: qui i due degenerati sconfiggono i McMahon e l'ECW World Heavyweight Champion Big Show in un cruento Hell in a Cell Match, che segna la fine di una faida iniziata mesi e mesi prima.
    Conclusasi la faida tra i McMahon e la DX con la schiacciante vittoria di quest'ultima, HHH e HBK iniziano un nuova interessantissima rivalità con il duo Randy Orton - Edge. Il pretesto usato dai due heel per contrastare il dominio della DX sono il tradimento di HHH, Batista e Flair nei confronti di Orton (quando formavano l'Evolution) e l'intervento dei degenerati durante l'ultimo Steel Cage match tra Edge e John Cena, quando hanno aiutato quest'ultimo a mantenere il titolo WWE. La DX subisce la prima sconfitta in un match di coppia proprio contro Edge ed Orton a Cyber Sunday 2006, grazie all'aiuto dell'arbitro speciale Eric Bischoff; la DX ha però consumato la sua vendetta nel corso del pay-per-view Survivor Series, sconfiggendo il team dei Rated RKO in un classico Survivor Series Match; Il team DX in questa occasione ha stabilito un record: per la prima volta, un team riesce a sconfiggere tutti e cinque gli avversari senza subire nemmeno una eliminazione. Durante il match tra DX e Rated RKO svoltosi nel corso di New Year's Revolution 2007, Levesque subisce un infortunio dopo aver eseguito una Spinebuster ai danni di Randy Orton: il wrestler ha subito la rottura di uno dei quattro tendini del quadricipite della gamba destra; nonostante il grave infortunio, il lottatore ha continuato a combattere fino alla fine del match; lo stop per questo infortunio è stato di oltre sette mesi.

    King of Kings (2007)


    Triple H esegue la sua posa d'entrata sul ring sulla seconda corda dopo il suo ritorno nel 2007
    Triple H ritornò sul ring in occasione di SummerSlam 2007, sconfiggendo King Booker. Ha quindi sconfitto Carlito durante il pay-per-view Unforgiven 2007 in un particolare match senza squalifiche: qualora Triple H avesse fatto ricorso a manovre illecite sarebbe stato squalificato, al contrario di Carlito. A No Mercy 2007 dopo due mesi dal suo ritorno vinse il WWE Championship dopo aver battuto Randy Orton, incoronato nuovo campione nella stessa sera, diventando per la sesta volta WWE Champion. Nel corso della stessa serata, Vince McMahon lo costringe a difendere il titolo contro Umaga, difesa effettuata con successo; più avanti, Mr. McMahon sancisce come main event della serata, un Last Man Standing match Triple H e Randy Orton, con il titolo in palio. Orton sconfigge Triple H e rinconquista il titolo WWE.
    Triple H prosegue il suo feud con Umaga, affrontandolo a Cyber Sunday 2007 in uno Street Fight match che lo vede uscire vincitore. A Survivor Series 2007, nel classico Survivor Series match, il team di Triple H (Jeff, Kane, Rey Mysterio) sconfigge quello di Umaga (Big Daddy V, MVP, Mr. Kennedy e Finlay). Nasce un'alleanza tra Triple H e Jeff Hardy, unici sopravvissuti del team delle Survivor Series. Tuttavia il 16 dicembre 2007 ad Armageddon Triple H e Jeff Hardy si affrontano per volere del General Manager William Regal in un match valido per il ruolo di primo sfidate per il WWE Championship. A vincere il match è stato Jeff Hardy. Gli screzi tra Triple H e Mr. McMahon continuano; per complicare la vita al wrestler, McMahon sancisce un match contro Ric Flair da disputarsi durante l'ultima puntata di RAW dell'anno: se Triple H dovesse perdere il match non potrebbe prendere parte alla classica Battle Royal durante il pay-per-view Royal Rumble, perdendo di fatto una chance di lottare per il titolo WWE a WrestleMania 24. Triple H perde il match a causa dell'interferenza di William Regal; al termine dell'incontro, Triple H rialza da terra Ric Flair e lo abbraccia in mezzo al ring in segno d'amicizia.

    2008


    Alla Royal Rumble 2008 Triple H, entrato con il numero 29, deve arrendersi a John Cena, entrato con il numero 30. A No Way Out 2008 viene sancito un Elimination Chamber match il cui vincitore andrà a WrestleMania XXIV contro il campione WWE. Il match, al quale prendono parte anche Shawn Michaels, JBL, Chris Jericho, Umaga e Jeff Hardy, si conclude con la vittoria di Triple H.
    A WrestleMania XXIV Triple H lotta contro Cena ed Orton in un Triple Threat Match valido per il WWE Championship; Triple H riesce a colpire Cena con un Pedigree ma viene messo fuori dai giochi da Randy Orton, il quale gli ruba la vittoria schienando Cena. A Backlash 2008 Triple H vince il WWE Championship battendo in un Fatal Four Way Elimination match Randy Orton, JBL e Cena; con questa vittoria Triple H, oltre a diventare campione mondiale per la 12esima volta, raggiunge The Rock al primo posto nella classifica di maggior numero di WWE Championship conquistati. A Judgement Day 2008 Triple H difende con successo il WWE Championship battendo in uno Steel Cage Match Randy Orton; bissa il successo a One Night Stand in un Last Man Standing Match, approfittando anche dell'infortunio subito dall'avversario proprio nel corso dell'incontro.
    Durante la puntata di Raw del 23 giugno Triple H passa per la prima volta in carriera nel roster di SmackDown nell'ambito della Draft Lottery 2008. Anche nel 2004, The Game si sarebbe dovuto trasferire nel roster blu, ma l'allora GM Eric Bischoff fece di tutto per riportarlo a Raw, scambiandolo nuovamente con altri 3 lottatori.
    A Night of Champions 2008 Triple H riesce a sconfiggere John Cena nel main event nell'attesissima rivincita di WrestleMania 22 conservando il WWE Championship. Il 20 luglio, a The Great American Bash, difende con successo la cintura dall'assalto di Edge, in un match segnato dalle interferenze esterne. A SummerSlam riesce ad imporsi anche su The Great Khali. A Unforgiven 2008 Triple H difende con successo il WWE Championship vincendo il Championship Scramble Match contro Jeff Hardy, MVP, United States Champion Shelton Benjamin e The Brian Kendrick. A No Mercy 2008 e Cyber Sunday 2008 ha difeso il titolo contro Jeff Hardy. Alle Survivor Series 2008 perde il WWE Championship in un No Dq Triple Threat Match contro Vladmir Kozlov e Edge vinto da quest'ultimo, che rientrò a sorpresa sostituendo Jeff Hardy trovato svenuto in albergo(Kayfabe) quando i 2 erano a terra. Dopo una "Beat the Clock Challange" ad Armageddon fu sancito un Triple Threat Match contro Jeff Hardy & Edge, ma a vincere questa volta fu Jeff Hardy.
    Nel wrestling
    Finisher e TradeMark Moves
    Pedigree (Double underhook facebuster)
    Arm-trap Crossface
    Double-A Spinebuster (Spinning Spinebuster)
    Facebuster Knee Smash
    High Knee Strike
    Inverted Indian Deathlock - raramente
    Figure-4 Leglock
    Chop Block
    Jumping Knee Drop
    Falling Neckbreaker
    Snap DDT
    Electric Chair
    Vertical suplex
    Running clothesline
    Scoop slam
    Running powerslam
    Oggetti preferiti
    Sledgehammer
    Manager
    Chyna
    Ric Flair
    Mr. Hughes
    Mr. Perfect
    Stephanie McMahon
    Vince McMahon
    Shawn Michaels
    Lord Steven Regal
    Ravishing Rick Rude
    Sable
    Esultanze
    Crotch Chop (Suck It Taunt)
    Mostrare i suoi muscoli, fatta insieme a Shawn Michaels
    Braccia a croce (La X della DX)
    Portare le sue braccia in alto, spalancando le gambe ed espandendo il suo torace(Formando una sorta di H)
    Sputare l'acqua durante la sua entrata
    Soprannomi
    The Connecticut Blueblood
    The Cerebral Assassin
    The Game
    The King of Kings
    Musica d'ingresso
    Break it Down - Chris Warren (Theme per la D-Generation X)
    The Kings - Run-D.M.C. (Remix della theme per la D-Generation X)
    My Time - The DX Band
    The Game - Drowning Pool
    The Game - Motorhead
    Line in the Sand - Motorhead
    King of Kings - Motorhead
    Titoli e riconoscimenti
    Triple H con la cintura di WWE Champion.
    Independent Wrestling Federation
    IWF Heavyweight Championship (1)
    IWF Tag Team Championship (1 - con Perry Saturn)
    World Wrestling Federation / World Wrestling Entertainment
    WWE Champion (7)
    WWE Undisputed Champion (1)
    WWE World Heavyweight Championship (5)
    WWE Intercontinental Championship (5)
    WWF European Championship (2)
    WWE World Tag Team Championship (1 - con Stone Cold Steve Austin)
    Settimo Triple Crown Champion
    Secondo Grand Slam Champion
    King of the Ring (1997)
    Royal Rumble (2002)


    Pro Wrestling Illustrated
    1° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2000)
    139° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI Years (2003)
    Feud of the Year (contro Kurt Angle, 2000 - contro Chris Benoit, 2004)
    Match of the Year (contro Chris Benoit e Shawn Michaels, 2004)
    Most Hated Wrestler of the Year (2003, 2004, 2005)
    Wrestling Observer Newsletter
    Membro della Wrestling Observer Newsletter Hall of Fame (introdotto nel 2005)
    Wrestler of the Year (2000)
    Match of the Year (2000, contro Mick Foley; 2004, contro Chris Benoit e Shawn Michaels)
    Feud of the Year (2005, contro Batista)
    Film
    Levesque è apparso nel film Blade: Trinity nel ruolo di un vampiro di nome Jarko Grimwood. Inoltre sta recitando nel film WWE Journey of Death, che uscirà nel 2009.
    Secondo le voci più insistenti, Triple H interpreterà il personaggio dei fumetti Marvel Comics Thor, nel film che gli sarà presto dedicato.
    Apparizioni TV
    Levesque è stato vittima della trasmissione di MTV Punk'd il 14 agosto del 2005. In quell'episodio è stato indotto a credere di aver rovinato un matrimonio chiudendo violentemente una porta in faccia alla sposa e rompendole il naso fino a quando Ashton Kutcher e Stacy Keibler sono apparsi e gli hanno detto che era tutto uno scherzo.
    Collegamenti esterni
    (EN) Profilo su WWE.com
    (EN) Scheda su Paul Michael Levesque dell'Internet Movie Database
    Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Paul_Michael_Levesque"
    Categorie: Biografie | Wrestler statunitensi | Nati nel 1969 | Nati il 27 luglio | Wrestler della WWECategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 27 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre