Tom Waits (61)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Thomas Alan Waits
  • Data di nascita: 7 Dicembre 1949
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Pomona
  • Nazione: Stati Uniti
  • Tom Waits in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Tom Waits
  • Wikipedia: Tom Waits su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Tom Alan Waits (Pomona, 7 dicembre 1949) è un cantautore statunitense.

    Biografia
    Le origini
    Tom Waits nasce come unico figlio maschio di una famiglia di origini scozzesi, irlandesi e norvegesi che dopo la sua nascita si trasferisce nel sud della California.
    Con la sua famiglia trascorre un po' di tempo a San Diego, Laverne, Pomona, Silver Lake, North Hollywood. Per un certo periodo risiede anche a Whittier, il cui maggior motivo di notorietà era costituito dall'essere luogo di nascita del presidente statunitense Richard Nixon.
    I genitori di Waits divorziano quando Tom ha 10 anni. Egli pertanto vive gran parte della sua infanzia con la madre e le due sorelle, ma, nonostante la loro presenza, resta spesso per conto suo.
    Con il padre instaura invece un buon rapporto, sviluppando grazie a lui l'amore per la musica, soprattutto per il pianoforte e per il jazz degli anni trenta, nonché per artisti come Johnny Mercer, George Gershwin e Cole Porter.
    A causa della situazione familiare inizia a lavorare in un ristorante all'età di 14 anni, come lavapiatti e poi come cuoco. Più tardi trova impiego come portiere in un Folk Club di Los Angeles, l'Eritage Club, dove sale sul palcoscenico per cantare alcune delle sue canzoni. Il produttore Herb Cohen, nel 1972, ascoltandolo ne rimane impressionato, ingaggiandolo in breve termine.
    I primi lavori
    I suoi dischi d'esordio sono lavori articolati, composti da brani che cantano di temi come la solitudine, l'emarginazione, l'alcolismo.
    Tom diventa un personaggio, curvo sul suo pianoforte, spesso sbronzo, con la sua voce incatramata da mille sigarette; alterna pezzi dolci e malinconici ad altri taglienti, sincopati, caratterizzati da testi profondi, visionari e poetici.
    Il suo primo disco, Closing Time, esce nel 1973, seguito da Heart of Saturday Night nel 1974 e da Nighthawks at the Diner, registrato in un locale nel 1975. Questi primi lavori sono fortemente influenzati dalle liriche del poeta beat Jack Kerouac e riscuotono buon successo tra la critica, pur non godendo di particolari riscontri presso il pubblico.
    "Asylum Years"
    Waits adotta la filosofia neobeatnik al contempo nella propria arte e nella propria vita.
    Sforna album uno dopo l'altro: Small Change (1976), considerato uno dei suoi lavori di maggior levatura, e Foreign Affairs (1977), che scoprono una vena più marcatamente jazzata; Blue Valentine (1978) e Heartattack and Vine (1980), nei quali Waits inizia a modificare leggermente la sua musica, facendo notare una maggior presenza della chitarra nei suoi lavori a svantaggio del pianoforte, che resta comunque molto presente.
    Alla fine dei tribolati anni settanta Waits tocca quasi il fondo dal punto di vista privato e la sua storia autodistruttiva con un'altra artista "maledetta" come Rickie Lee Jones giunge al capolinea: dopo avere immortalato la sua musa dell'epoca sul cofano della macchina nella copertina di retro dell'album Blue Valentine Tom volta pagina sia nella vita privata che in quella artistica.
    Gli anni 80: la svolta
    Negli anni ottanta, Waits decide di esplorare nuove sonorità, riuscendo perfettamente ad uscire dal cliché del personaggio che si era creato e che rischiava di vedersi rimanere cucito addosso per tutta la sua carriera a venire.
    In questo senso sua moglie Kathleen Brennan risulterà fondamentale, diventando la sua nuova musa, aiutandolo a ritrovare una dimensione e facendogli scoprire le gioie e le responsabilità di avere una famiglia.
    Adesso scrivono insieme le canzoni ed hanno 3 figli; il maggiore di questi, Casey Xavier, pare voglia seguire le orme del padre: nel "Get Behind The Mule Tour", datato 1999, si è unito alla band in alcune occasioni sedendosi alla batteria per pezzi impegnativi come Big in Japan.
    Dopo gli anni settanta, i cosiddetti "Asylum Years", Waits si cimenta in un ambizioso progetto di Francis Ford Coppola, musicando il film "One from the heart", insieme a Crystal Gayle, nel 1982 (occasione in cui conobbe la futura moglie). Il film risulterà un flop al botteghino.
    La svolta professionale della carriera di Waits coincide con il trasferimento alla casa discografica Island Records, dove Tom produce tre lavori, noti anche "La trilogia di Frank", nel corso degli anni ottanta. Iniziata con Swordfishtrombones del 1983, passando per Rain Dogs nel 1985, considerati due dei suoi massimi capolavori, fino ad approdare all'opera teatrale Franks Wild Years nel 1987. Questi album segnano la totale rottura col passato, nel quale la musica era prevalentemente pianistica o, comunque, di stampo abbastanza jazzato: introduce nella sua musica strumenti poco usati come il mellotron e crea canzoni con ritmi molto più percussionistici e "sghembi" rispetto al passato, pur mantenendo diversi elementi classici in brani come Time od Innocent When You Dream. Principalmente su questi tre album sarà basato il CD live, Big Time, del 1988.
    La distanza a livello compositivo rispetto agli anni settanta è netta ma non per questo infierisce su di esso; anzi proprio la sua inventiva e la sua voglia di esplorare raggiungono il culmine probabilmente in questo periodo produttivo, in cui Waits si dedica anche a diversi altri progetti sia cinematografici che teatrali.
    Gli anni recenti
    Negli anni novanta Waits pubblica altri 2 album, Bone Machine del 1992 e Mule Variations del 1999, entrambi vincitori di un Grammy ciascuno, nonché la colonna sonora del film di Jim Jarmusch del 1993 Night on Earth. Proprio col tour di supporto a Mule Variations, per la prima volta Tom Waits include l'Italia nelle sue tappe musicali, se si esclude una breve apparizione al Premio Tenco del 1986.
    In questo periodo instaura una profonda amicizia col regista teatrale Robert Wilson, da cui nasceranno diverse collaborazioni che porteranno alla pubblicazione di album come The Black Rider del 1993 (a cui partecipò anche William S. Burroughs) e l'accoppiata Blood Money-Alice del 2002.
    Nel 2004 esce Real Gone, opera in cui Tom estremizza la propria personalissima ricerca musicale senza tuttavia dimenticarsi di quei brani dolci e riflessivi che lo avevano portato al successo negli anni settanta. Si tratta del primo album in cui Waits rinuncia ad uno strumento - il pianoforte - che l'aveva sempre accompagnato fino ad allora e al quale aveva addirittura dedicato una canzone, The Piano Has Been Drinkin' (Not Me).
    Nel 2005, Waits appare nel film italiano La tigre e la neve, diretto dal suo amico Roberto Benigni, con cui aveva già lavorato anni prima in Down by Law. Nel film canta un suo pezzo You Can Never Hold Back Spring tratto dal suo ultimo triplo cd Orphans: Brawlers, Bawlers & Bastards, una raccolta di pezzi inediti e rari, quest'ultimi ripresi da colonne sonore di film e da live.
    Discografia
    Lavori principali
    Antologie
    1983 Anthology of Tom Waits (Elektra)
    1991 The Early Years, Volume One
    1993 The Early Years, Volume Two
    1998 Beautiful Maladies: The Island Years
    2001 Used Songs 1973-1980
    Contributi musicali
    1991 Sailing the Seas of Cheese, dei Primus, in Tommy The Cat
    1992 Beautiful Mess, dei Thelonious Monster, appare come voce in Adios Lounge
    1993 Jesus Blood Never Failed Me Yet, di Gavin Bryars, appare come voce
    1997 All for Nothing/Nothing for All, dei The Replacements, appare come voce in Date to Church
    1999 Antipop, dei Primus, produce e canta il pezzo Coattails of a Deadman
    1999 More Oar: A Tribute To Skip Spence, artisti vari, Waits esegue una cover di "Book of Moses"
    2000 Helium, dei Tin Hat Trio, appare come voce in Helium Reprise
    2001 It's A Wonderful Life, degli Sparklehorse, appare come voce in Dog Door
    2001 Beatin' the heat, di Dan Hicks, canta in I'll tell you why that is
    2002 For the Kids, artisti vari, appare come voce nella ninnananna Bring Down the Branches
    2003 We're a Happy Family - A Tribute to Ramones,artisti vari,esegue la cover di Return Of Jackie and Judy
    2004 The Ride, dei Los Lobos, appare come voce in Kitate
    2004 The Late Great Daniel Johnston, artisti vari, esegue una cover di King Kong
    2005 Blinking Lights and other Revelations, degli Eels, urlatore nella traccia Going Fetal
    2008 Anywhere I Lay My Head, Scarlett Johansson
    Album di tributo
    1995 - Temptation, Holly Cole
    1995 - Step Right Up, artisti vari
    2000 - New Coat of Paint, artisti vari
    2001 - Wicked Grin, John Hammond
    2004 - Step Right Up: The Songs of Tom Waits, artisti vari
    2008 - Anywhere I Lay My Head, Scarlett Johansson
    Filmografia
    1978 Appare, al debutto cinematografico, nella parte di Mumbles in Paradise Alley.
    1980 Lavora con Francis Ford Coppola alla colonna sonora di One from the heart.
    1982 La colonna sonora di One from the heart viene nominata all'Oscar per miglior colonna sonora originale.
    1982 Appare in The stone boy.
    1983 Appare nella parte di Buck Merrill ne I ragazzi della 56ª strada.
    1983 Appare nella parte di Bennie, il proprietario della sala di biliardo, in Rusty il selvaggio.
    1984 Appare nella parte di Irving Stark in The Cotton Club.
    1984 Colonna sonora di Streetwise, un documentario sui ragazzi di strada di Pike St. a Seattle.
    1986 Appare nella parte di 'Zack' in Daunbailò, con Roberto Benigni.
    1987 Appare nella parte di Rudy The Kraut in Ironweed.
    1987 Appare nella parte di Al Silk in Candy mountain.
    1989 Appare nella parte di 'Punch & Judy Man' in Bearskin: an urban fairytale.
    1989 Appare nella parte di Kenny the Hitman in Cold feet.
    1989 Partecipa, come voce di un DJ radiofonico, in Mystery train.
    1989 Autore di alcuni pezzi in Sea of love.
    1990 Appare nella parte di un poliziotto in The two Jakes.
    1991 Appare nella parte di Wolf in At play in the fields of the Lord.
    1991 Appare nella parte di un veterano di guerra disabile in The Fisher King.
    1991 Co-autore, con Kathleen Brennan, della sceneggiatura di Taxisti di notte (Night on Earth).
    1991 Interpreta 'Monte' in Queens logic.
    1992 Co-autore di pezzi, con Kathleen Brennan, in American heart.
    1992 Appare nella parte di R.M. Renfield in Dracula di Bram Stoker.
    1992 Appare nella parte di se stesso nella serie televisiva Fishing with John.
    1993 Appare nella parte di Earl Piggott in America oggi.
    1995 Partecipa alla colonna sonora di Smoke
    1996 Partecipa alla colonna sonora di Dead man walking.
    1996 Colonna sonora di The end of violence.
    1996 Le canzoni Cold cold ground e Temptation appaiono nella colonna sonora del film Leolo.
    1999 Appare in Mystery Men, nella parte di un inventore specializzato in armi non letali.
    2001 Colonna sonora di Big Bad Love.
    2003 Appare, in una conversazione con Iggy Pop, nel film Coffee and cigarettes: Somewhere in California (filmato originariamente nel 1993).
    2004 Co-autore, con Kathleen Brennan, di alcuni pezzi della colonna sonora Shrek 2.
    2004 Appare, in un ruolo condiviso con Nick Cave, nella parte di un pirata-pianista animato mentre canta A little drop of poison.
    2005 Appare nella parte di se stesso in La tigre e la neve di Roberto Benigni e partecipa alla colonna sonora con il pezzo You can never hold back spring.
    2005 Appare in Domino di Tony Scott
    Tournée
    1973 Closing Time
    1974-1975 The Heart Of Saturday Night
    1975-1976 Small Change
    1977 Foreign Affairs
    1978-1979 Blue Valentine
    1980-1982 Heartattack and Vine
    1985 Rain Dogs
    1987 Big Time
    1999 Get Behind The Mule Tour
    2004 Real Gone Tour
    2008 Glitter And Doom Tour
    Altri progetti
    Commons
    Wikiquote
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Tom Waits
    Wikiquote contiene citazioni di o su Tom Waits
    Collegamenti esterni
    (EN) Sito ufficiale
    (IT) Fans club italiano
    (EN) Tom Waits for No Man - un blog di fan
    (EN) The Eyeball Kid - un blog di fan
    (EN) Tom Waits Fan.com
    (EN) Tom Waits Library

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Tom_Waits"
    Categorie: Biografie | Cantautori statunitensi | Nati nel 1949 | Nati il 7 dicembre | Cantanti statunitensi | Compositori statunitensi | Attori statunitensiCategorie nascoste: Voci mancanti di fonti - cantanti | Voci mancanti di fonti - dicembre 2008 | BioBot | Voci di qualità su sv.wiki | Voci di qualità su eu.wiki

    « Torna al 7 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre