Teófilo Stevenson (58)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 29 Marzo 1952
  • Professione: Pugile
  • Nazione: Cuba
  • Teófilo Stevenson in Rete:

  • Wikipedia: Teófilo Stevenson su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Campione olimpico
    Teófilo Stevenson (Puerto Padre, 29 marzo 1952) è un ex pugile cubano, che ha fatto la storia della boxe dilettantistica.
    Nonostante le molteplici ed allettanti offerte ricevute, non passò mai alla carriera professionistica sia perché la legge cubana non prevede lo sport professionistico, che per scelta personale. È considerato, assieme a László Papp, uno dei più grandi pugili olimpici della storia.
    Stevenson rappresentò la sua nazione ai Giochi Olimpici di Monaco del 1972. In quell'occasione vinse la medaglia d'oro, e nei successivi Giochi del 1976, svoltisi a Montreal, ripeté l'impresa. In questa seconda occasione era già divenuto un eroe nazionale a Cuba, e fu anche il momento in cui andò più vicino a firmare un contratto da professionista. I promoter statunitensi gli offrirono la somma di cinque milioni di dollari per sfidare il campione mondiale dei pesi massimi Muhammad Ali nella sua prima esibizione da professionista, il che lo avrebbe reso il secondo pugile a passare direttamente dalle olimpiadi al debutto da professionista con in palio la corona mondiale dei pesi massimi dopo Pete Rademacher. Ma Stevenson si rifiutò, chiedendo: Cosa valgono cinque milioni di dollari, quando ho l'amore di cinque milioni di cubani?.
    Partecipò anche alle Olimpiadi di Mosca nel 1980, e divenne il secondo pugile - dopo Papp - a vincere tre titoli olimpici nel pugilato. Alle Olimpiadi di Sydney 2000, Félix Savón, anch'egli cubano, divenne il terzo pugile a riuscire nell'impresa.
    Stevenson avrebbe potuto vincere una quarta medaglia alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984, ma l'Unione Sovietica boicottò quell'edizione per rappresaglia contro il boicottaggio statunitense del 1980. Cuba si accodò alla decisione sovietica e lui venne privato della possibilità di guadagnarsi il quarto oro. Si ritirò dal pugilato poco dopo.
    Nominato allenatore del programma cubano di pugliato dilettantistico, nel 1999 si cacciò nei guai all'Aeroporto Internazionale di Miami quando, prima di imbarcarsi su un volo charter della United Airlines, che doveva riportare a casa la squadra nazionale cubana di pugliato, a quanto si dice, malmenò un impiegato 41enne della compagnia, rompendogli i denti. Venne arrestato, ma poco dopo fu rilasciato e rispedito a casa.
    Quando si rifiutò di diventare professionista e combattere contro Alì, la scena dei pesi massimi era vivace, con atleti del calibro di Ken Norton, Larry Holmes, George Foreman e Joe Frazier. Stevenson avrebbe certamente portato scompiglio nel mondo della boxe professionistica, e gli appassionati continuano a discutere sui possibili risultati di una sua ipotetica presenza in quell'epoca d'oro dei pesi massimi.
    Collegamenti esterni
    (EN, FR) Profilo di Teófilo Stevenson sul sito del Comitato Olimpico Internazionale
    Portale Biografie
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Te%C3%B3filo_Stevenson"
    Categorie: Biografie | Pugili cubani | Nati nel 1952 | Nati il 29 marzo | Campioni olimpici cubaniCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 29 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre