Stefano Fiore (35)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 17 Aprile 1975
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Cosenza (CS)
  • Nazione: Italia
  • Stefano Fiore in Rete:

  • Wikipedia: Stefano Fiore su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Stefano Fiore (Cosenza, 17 aprile 1975) è un calciatore italiano che gioca nel ruolo di centrocampista, attualmente senza contratto.

    Caratteristiche tecniche
    Centrocampista offensivo, si distingue per la grande attitudine agli assist e per l'ottimo senso del gol. Si fa valere anche sui calci piazzati e nel corso della carriera si è adattato a ricoprire vari ruoli di centrocampo da interno all'Udinese ad esterno sinistro nella Lazio di Mancini.
    Club
    Cresce calcisticamente nel Cosenza, per indossare poi le maglie di Parma, ChievoVerona, Padova, Udinese, Lazio, Valencia, Fiorentina, Torino, Livorno e Mantova.
    In Serie A conta 321 presenze e 48 reti.

    Nelle coppe europee conta 62 presenze e 9 reti.
    Parma, Padova, Chievo Verona e ancora Parma
    Il suo esordio nel campionato di serie A avviene a poco più di diciannove anni con la maglia del Parma in Genoa-Parma 0-0, 11 dicembre 1994. In quella stagione il Parma conquista ai danni della Juventus la Coppa Uefa e il giovane Fiore ha così modo di fare la sua prima esperienza internazionale di un certo livello, accanto a giocatori del calibro di Zola, Couto e Baggio : nella finale di ritorno disputata a Milano (la Juventus scelse di giocare a San Siro per dissidi con il comune di Torino, all'epoca gestore dell'impianto del Delle Alpi, sulla gestione degli spazi pubblicitari) e conclusasi 1-1, l'allenatore Scala lo schiera titolare. Viene poi mandato in prestito per un anno al Padova e l'anno seguente passa al Chievo Verona nella serie cadetta. Torna a vestire la maglia del Parma per altre due stagioni (1997-1998 e 1998-1999) diventando un titolare della formazione ducale. Quest'ultima stagione è la migliore della storia del Parma: i gialloblù si aggiudicano la Coppa Italia ai danni della Fiorentina e per la seconda volta la Coppa Uefa battendo in finale a Mosca l'Olympique Marsiglia per 3-0. Fiore, con 10 presenze e 2 reti, risulta essere uno dei protagonisti gialloblù della manifestazione europea.
    Udinese
    Viene acquistato al termine della stagione 1998-1999 a titolo definitivo dall'Udinese. A Udine sotto la guida di De Canio nelle stagioni 1999-2000 e 2000-2001 (fino alla ventriquattresima giornata, quando subentrerà Spalletti), Fiore è un titolare inamovibile: 33 presenze nel primo anno in bianconero e 34 nel secondo, con un totale di 18 reti. Si consacra giocatore di livello internazionale approdando in Nazionale (esordio il 23 febbraio 2000 a Palermo contro la Svezia) con la quale risulterà uno fra i migliori azzurri a Euro 2000.
    Lazio
    Già dalla primavera del 2001 la Lazio si assicura, dalla squadra friulana, le prestazioni sportive di Fiore assieme a quelle di Giannichedda. A Roma ritrova come allenatore Dino Zoff, tecnico con il quale Fiore aveva ben figurato in nazionale agli europei del 2000. Il primo anno però non mantiene le aspettative (collezionando comunque 30 presenze e 3 reti in campionato) anche a causa del cambio dell'allenatore: già dalla quarta giornata la squadra viene affidata a Zaccheroni che non riesce a impiegarlo con efficacia. La situazione cambia con l'avvento sulla panchina laziale di Mancini, allenatore emergente che riesce a trovare per Fiore un ruolo su misura. Nelle due stagioni sotto la guida del tecnico di Jesi raggiunge la piena maturità calcistica : nel 2002-2003 la Lazio arriva alla semifinale di Coppa Uefa e al quarto posto in campionato al quale Fiore contribuisce con 33 presenze e 6 marcature. Risulta, così, determinante nella conquista del diritto a disputare i preliminari di Champions League della stagione seguente. In questa (2003-2004) i biancocelesti si classificano al sesto posto in campionato e Fiore, oltre a collezionare 32 presenze e 8 reti in campionato, li trascina alla vittoria della Coppa Italia 2003-2004. Nella finale di andata che si disputa a Roma, la Lazio batte la Juventus per 2-0 : Fiore è autore di un'ottima prestazione mettendo a segno entrambe le reti del successo. Il suo nome entra nel tabellino dei marcatori anche nella finale di ritorno a Torino : Fiore fissa il punteggio sul 2-2 completando così la rimonta (da 0-2) della sua squadra ai danni della compagine di Lippi. Con 7 presenze e 6 reti risulta essere il protagonista assoluto, tra i biancocelesti, della manifestazione.
    Valencia, Fiorentina, Torino e Livorno
    Complice la crisi economica della Lazio, nell'estate del 2004 lascia Roma per Valencia insieme al compagno di squadra e amico Corradi. In Spagna, sebbene in una squadra "italiana" (sono presenti nella rosa Carboni e Di Vaio e il tecnico è Ranieri) incontra difficoltà che non gli consentono di esprimersi ad alti livelli. Il 27 agosto 2004 il Valencia conquista la Supercoppa UEFA ai danni del Porto vincitore dell'ultima Champions League. Nella stagione 2005-2006 Fiore viene ceduto dagli iberici in prestito in Italia, ingaggiato dalla Fiorentina. In viola torna protagonista disputando tutte le 38 partite e mettendo a segno 6 reti, ma al termine della stagione il Valencia non riesce a trovare l'accordo per cederlo definitivamente. Fiore torna così in Spagna, ma resta ai margini della squadra: l'ultimo giorno del calciomercato 2006, dopo una lunga trattativa, viene ceduto in prestito al Torino, coronando così il desiderio di tornare in Italia. Dopo 19 presenze e 1 gol in maglia granata, il 31 gennaio 2007 si trasferisce al Livorno in prestito fino alla fine della stagione.
    Mantova
    Il 22 agosto 2007 dopo essersi svincolato dal Valencia, ha firmato un contratto della durata di un anno con il Mantova. La sua annata con i virgiliani si conclude con 24 presenze e 3 reti. Due siglature le realizza in amichevoli e solo una in partite di campionato (a Mantova contro il Lecce). Nell'estate 2008 si ritrova senza contratto.
    Curiosità
    Ultimamente si prospetta un suo ritorno a Cosenza. Attualmente sono basse le probabilità, ma di recente Stefano aveva dichiarato di voler chiudere la carriera nella squadra rossoblù, magari con la fascia da capitano. I tifosi della squadra silana lo sperano.
    Presenze e reti nei club
    Nazionale
    Esordisce in Nazionale a 24 anni e 10 mesi, il 23 febbraio 2000, sotto la direzione del c.t. Dino Zoff, prendendo parte ad una partita amichevole giocata a Palermo contro la Svezia. Si inserisce subito nel gruppo degli Azzurri e viene convocato per gli Europei 2000, dei quali diventa un grande protagonista, segnando il suo primo gol in Nazionale nella partita di esordio del girone contro il Belgio, e giocando tutte le partite della manifestazione, compresa la finale persa al golden gol contro la Francia.
    Con il c.t. Giovanni Trapattoni continua a far parte del gruppo e trova ancora spazio, tanto da segnare il suo secondo gol in Nazionale il 28 febbraio 2001 contro l'Argentina in un'amichevole disputata allo stadio Olimpico di Roma. Tuttavia, a causa di uno scadimento di forma accusato nella seconda parte della stagione 2001/02 non viene convocato per il Mondiale 2002. Tornato ai suoi livelli, rientra nel gruppo della Nazionale nel 2003, e Trapattoni lo convoca quindi per gli Europei 2004, dove viene impiegato nelle 3 partite disputate dall'Italia, che viene eliminata al primo turno.
    Nel 2004, dopo gli Europei, viene impiegato per alcune partite nella prima fase della gestione del c.t. Marcello Lippi.
    Conta 38 presenze e 2 reti in Nazionale. Inoltre vanta 8 presenze nella Under-21 e 3 presenze nella Under-23.
    Cronologia presenze e reti in Nazionale
     Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale -  Italia
    Palmarès
    Club

    Competizioni nazionali


    Coppa Italia: 2

    Parma: 1998/1999
    Lazio: 2003/2004

    Competizioni internazionali


    Supercoppa UEFA: 1

    Valencia: 2004

    Coppa UEFA: 2

    Parma: 1994/1995
    Parma: 1998/1999

    Onorificenze
    Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
    — 12 luglio 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.
    Note

      ^ Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Stefano Fiore

    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Stefano Fiore


    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Stefano_Fiore"
    Categorie: Calciatori svincolati | Biografie | Calciatori italiani | Nati nel 1975 | Nati il 17 aprile | Cosenza Calcio | Parma Football Club | Calcio Padova | Chievo Verona | Udinese Calcio | Calciatori della Società Sportiva Lazio | Valencia CF | ACF Fiorentina | Torino Football Club | Livorno Calcio | Associazione Calcio Mantova | Cavalieri OMRI | Personalità legate a CosenzaCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 17 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre