Stefania Belmondo (41)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 13 Gennaio 1969
  • Professione: Sciatrice
  • Luogo di nascita: Vinadio (CN)
  • Nazione: Italia
  • Stefania Belmondo in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Stefania Belmondo
  • Wikipedia: Stefania Belmondo su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Campionessa olimpica
    Stefania Belmondo (Vinadio, 13 gennaio 1969) è un'ex sciatrice nordica italiana.
    Nel corso della sua carriera ha vinto 10 medaglie olimpiche e 13 medaglie mondiali.
    È stata una testimonial delle olimpiadi invernali di Torino 2006 e l'ultima tedofora ad accendere la fiamma olimpica. Continua a praticare per diletto il suo sport preferito.
    È sposata e vive a Demonte (Cuneo).
    Figlia di una casalinga e di un dipendente dell'ENEL, Stefania - nata a Vinado ma cresciuta nella frazione di Pontebernardo, a Pietraporzio - iniziò a sciare all'età di tre anni, sulle montagne della Valle Stura di Demonte.

    I successi olimpici
    Il suo debutto avvenne nella Coppa del Mondo di sci di fondo nel 1986. La stagione seguente entrò a far parte della squadra nazionale italiana e successivamente partecipò alle Olimpiadi invernali del 1988, disputate a Calgary (Canada).
    Nel 1989 Belmondo vince la sua prima gara di Coppa del Mondo, a Salt Lake City terminando la stagione al secondo posto della classifica generale.
    Nel 1991 vince una medaglia di bronzo nella 15 km, e una d'argento nella staffetta 4×5 km. Alle Olimpiadi invernali del 1992, ad Albertville, ottiene la sua prima medaglia d'oro olimpica nella 30 km. Nel 1993 diventa campionessa mondiale della 10 km e della 30 km, prima di subire un infortunio all'alluce destro che richiederà un intervento chirurgico e le causerà 4 anni di calvario che influenzeranno negativamente la sua carriera.
    Dopo una seconda operazione, Belmondo partecipa alle Olimpiadi invernali del 1994 a Lillehammer, ottenendo solo due medaglie di bronzo. Dopo questa performance sotto le aspettative decide, contro il parere del suo medico, di andare avanti con la sua attività sciistica. La stagione 1996/1997 è una delle migliori dopo le operazioni, vince infatti 4 medaglie d'argento ai campionati del mondo, tutte giungendo dietro alla russa Yelena Välbe, e riceve la Medaglia Holmenkollen, uno dei riconoscimenti più prestigiosi dello sci.
    Partecipa poi alle Olimpiadi invernali del 1998 di Nagano (Giappone), ottenendo un terzo posto nella staffetta 4×5 km e un argento nella 30 km. Ai campionati del mondo dell'anno seguente vince due medaglie d'oro e una d'argento.
    Il ritiro
    Le montagne della Valle Stura di Demonte che fanno da corona al luogo in cui è cresciuta Stefania Belmondo
    Stefania Belmondo si è ritirata dalle competizioni agonistiche nel 2002 dopo aver vinto un'ultima medaglia d'oro nella 15 km tecnica libera, oltre a una d'argento nella 30 km tecnica classica e un bronzo nella 10 km sempre tecnica classica, alle olimpiadi invernali del 2002, ripetendo così la tripletta di 10 anni prima.

    Ha concluso la stagione piazzandosi al terzo posto nella classifica finale di Coppa del Mondo.
    Palmarès
    Giochi olimpici invernali: 10 medaglie
    2 ori (30 km tecnica libera 1992; 15 km partenza in linea 2002)
    3 argenti (inseguimento 1992; 30 km 1998; 30 km 2002)
    5 bronzi (staffetta 4x5km 1992; inseguimento e staffetta 4x5km 1994; staffetta 4x5km 1998; 10 km 2002)
    Campionati mondiali di sci nordico: 13 medaglie
    5 ori (15 km a inseguimento e 30 km tecnica libera 1993; 15 km a inseguimento 1997; 15 km tecnica libera e 15 km a inseguimento 1999)
    6 argenti (staffetta 4x5km 1991; staffetta 4x5km 1993; 5 km tecnica classica, 15 km tecnica libera, 30 km tecnica classica 1997; staffetta 4x5km 1999)
    2 bronzi (15 km tecnica classica 1991; staffetta 4x5km 2001)
    Coppa del Mondo di sci di fondo:
    1 Coppa del Mondo di sprint (1997)
    23 vittorie in gare di Coppa del Mondo
    74 podi in gare di Coppa del Mondo
    Note: nel 1999, pur avendo totalizzato gli stessi punti di Bente Martinsen si classifica seconda per il minor numero di vittorie
    È l'atleta italiana che ha vinto più medaglie olimpiche in assoluto.
    Onorificenze
    Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
    — Roma, 26 aprile 2002. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.
    Note


      ^ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig.ra Stefania Belmondo

    Bibliografia
    Stefania Belmondo e Antonella Saracco, Più veloci di aquile i miei sogni, Sperling & Kupfer, 2003 ISBN 8820035006
    Antonella Saracco, Stefania Belmondo. Più veloce dell'aquila, Daniela Piazza ed., 2006 ISBN 8878891746
    Collegamenti esterni
    Sito web ufficiale di Stefania Belmondo
    (DE, EN, FR) Scheda FIS
    (EN, FR) Profilo di Stefania Belmondo sul sito del Comitato Olimpico Internazionale
    Portale Biografie
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Stefania_Belmondo"
    Categorie: Medaglie d'oro olimpiche | Medaglie d'argento olimpiche | Medaglie di bronzo olimpiche | Biografie | Sciatori nordici italiani | Nati nel 1969 | Nati il 13 gennaio | Campioni olimpici italiani | Commendatori OMRICategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 13 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre