Shaquille O'Neal (38)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 6 Marzo 1972
  • Professione: Cestista
  • Luogo di nascita: Newark
  • Nazione: Stati Uniti
  • Shaquille O'Neal in Rete:

  • Wikipedia: Shaquille O'Neal su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Campione olimpico
    Shaquille Rashaun O'Neal (Newark, 6 marzo 1972) è un cestista, attore e rapper statunitense.
    Gioca come centro nei Phoenix Suns, squadra che partecipa al campionato NBA. Ha conquistato quattro titoli NBA, tre con i Los Angeles Lakers e il più recente, nel 2006, con i Miami Heat.
    È l'unico giocatore in attività ad essere stato incluso nell'NBA 50, l'elenco dei migliori 50 giocatori della storia della lega cestistica statunitense.

    Caratteristiche tecniche
    Alto 216 cm per 152 kg, viene considerato uno dei giocatori più forti di sempre dal punto di vista della predominanza fisica.
    La sua imponente struttura fisica, supportata da una possente muscolatura, gli permette di combinare potenza ed esplosività. È abbastanza affidabile nel mezzo gancio, nello svitarsi verso il fondo e nei passaggi, mentre è ottimo in rotazione verso il canestro, veloce ad evitare i raddoppi e a smazzare la palla al compagno in taglio, cosa quest'ultima favorita dal buon controllo di palla. Viste le caratteristiche fisiche, è potenzialmente inarrivabile come rimbalzista e stoppatore.
    Non è abilissimo nei tiri liberi, con percentuali, al settembre 2008, intorno al 52%. Detiene inoltre un record: l'8 dicembre 2000 sbagliò ben 11 tiri dalla lunetta nella partita Lakers-SuperSonics, stabilendo così il primato assoluto quanto a tiri sbagliati in un'unica partita NBA. Proprio per questa sua debolezza, esiste una particolare tattica, nota come Hack-a-Shaq, che le squadre avversarie attuano nei momenti decisivi degli incontri e che consiste nel fare fallo a O'Neal (per mandarlo in lunetta) non appena prende palla. A fine dicembre del 2008 Shaq taglia il traguardo dei 5000 tiri sbagliati dalla lunetta, record che prima di lui era riuscito a tagliare un altro grande del passato come Wilt Chamberlain .
    Carriera
    College
    Dopo aver frequentato la high school a San Antonio, Texas, si iscrisse alla Louisiana State University per studiare business. Iniziò a mettersi in luce giocando nei LSU Tigers e vestendo il numero 33. Sotto la guida di coach Dale Brown, militò ad LSU fino al 1992, chiudendo la sua carriera universitaria dopo 3 anni con più di 20 punti e di 10 rimbalzi di media a partita e ricevendo, nel 1991, il premio come miglior giocatore della NCAA. Proprio nel 1992 decise di fare il salto tra i professionisti, dichiarandosi per il Draft NBA.
    NBA

    Gli Orlando Magic e la prima finale


    Venne scelto con la prima chiamata assoluta al Draft NBA 1992 dagli Orlando Magic. Si impose subito nel panorama NBA per le doti atletiche già messe in mostra al college. Nei suoi primi anni NBA, schiacciando, fece addirittura collassare il canestro per ben due volte. Nella stagione 1994-1995 gli Orlando Magic raggiunsero la prima finale NBA della loro breve storia, guidati in campo da O'Neal (media di 29,4 punti a gara) e Penny Hardaway. In finale vennero però sconfitti dagli Houston Rockets capitanati da un altro celebre centro, Hakeem Olajuwon. L'anno dopo i Magic riprovarono a raggiungere l'atto conclusivo: nella finale della Eastern Conference, tuttavia, incontrarono i Chicago Bulls del rientrante Michael Jordan e vennero eliminati in sole 4 partite.
    L'estate 1996 è quella dell'addio a Orlando. O'Neal richiedeva alla sua squadra un prolungamento del contratto e delle cifre simili a quelle percepite da Alonzo Mourning, 112 milioni di dollari per 7 anni. I Magic offrirono oltre 117 milioni, mentre intanto i Los Angeles Lakers gliene promisero 6 in più: l'elevato ingaggio (122 milioni in 7 anni) e il richiamo di Los Angeles (O'Neal aveva sempre sognato di giocare in quella che era stata la squadra del suo idolo Magic Johnson, e inoltre non aveva mai nascosto le suo aspirazioni nel campo dello spettacolo) gli guadagnarono il trasferimento ai giallo-viola.

    L'approdo ai Lakers e gli screzi con Kobe


    Shaquille O'Neal, in visita con i Lakers campioni 2001-2002, saluta il presidente USA George W. Bush.
    Nell'estate del 1996 O'Neal passò dunque ai Los Angeles Lakers come free agent. La squadra, pur essendo una delle più quotate in Western Conference, e pur disputando ottime regular season, per tre anni si fermò prima dell'approdo in finale.
    Con l'esplosione della giovane guardia Kobe Bryant nella stagione '97-'98 e l'arrivo di Phil Jackson (già vincitore di sei titoli con i Chicago Bulls) come coach nel 1999, la squadra fece finalmente il salto di qualità. Per tre anni consecutivi i Lakers vinsero così il titolo NBA (2000, 2001 e 2002); in queste tre occasioni O'Neal venne anche votato come miglior giocatore delle finali.
    In seguito alla sconfitta subita nella finale NBA del 2004 da parte dei Detroit Pistons, però, O'Neal decise di lasciare Los Angeles, dopo otto stagioni e tre titoli NBA vinti. Si separò così anche da Kobe Bryant, l'altra stella della squadra, con cui aveva avuto diverse divergenze.
    Il 14 luglio 2004 venne ufficializzato il trasferimento di O'Neal ai Miami Heat: ai Lakers andarono in cambio Caron Butler, Lamar Odom e Brian Grant, più la possibile scelta per un draft futuro.

    I Miami Heat e la nuova coppia Shaq e Wade


    O'Neal al tiro libero con la maglia degli Heat.
    Così, nell'estate 2004, O'Neal arrivò alla corte di Pat Riley, in Florida, ai Miami Heat, ai quali subito promise che nella sua permanenza agli Heat avrebbe portato alla franchigia almeno un titolo NBA.
    Nel 2005 Miami, grazie a O'Neal e alla stella emergente di Dwyane Wade, arrivò ad un passo dalla finale e dall'impresa, dovendosi arrendere ai Detroit Pistons nelle finali della Eastern Conference, complice anche un infortunio allo stesso Wade.
    Ma nel 2006 la promessa di O'Neal venne mantenuta. I Miami Heat batterono i Detroit Pistons, aggiudicandosi il titolo della Eastern Conference, e quindi il primo viaggio alle NBA Finals. In una serie lunga sei gare sconfissero i Dallas Mavericks, aggiudicandosi il titolo di campioni NBA per la prima volta nella loro quasi ventennale storia. Fu quello il quarto titolo NBA della carriera del centro di Newark.
    Nel 2007, invece, complice la tormentata stagione di Wade e dello stesso O'Neal dal punto di vista degli infortuni, gli Heat vennero eliminati nel primo turno dei playoff dai Chicago Bulls, con un perentorio 4 a 0 nella serie; playoff che del resto avevano conquistato solo con un buon finale di stagione raggiungendo il quarto posto della Eastern Conference.

    Il passaggio ai Phoenix Suns


    Il 6 febbraio 2008 il cestista viene scambiato dagli Heat ai Phoenix Suns, in cambio di Shawn Marion e Marcus Banks. Acquistato con lo scopo di aiutare soprattutto in difesa e a rimbalzo, O'Neal ha contribuito al raggiungimento delle 55 vittorie in stagione; al primo turno dei playoff Phoenix è stata però battuta nettamente dai San Antonio Spurs, perdendo la serie per 4 a 1. Intanto gli Heat, senza O'Neal, hanno chiuso la regular season come peggior squadra della lega, con sole 15 vittorie e ben 67 sconfitte all'attivo.
    Sempre nella stagione 2007-2008, per la prima volta da quando è in NBA, O'Neal non è stato selezionato per l'All-Star Game 2008, dopo ben 14 partecipazioni consecutive.
    Il 12 novembre 2008, con una schiacciata durante una partita contro gli Houston Rockets, O'Neal supera i 26935 punti in carriera segnati da John Havlicek, entrando così nella lista dei 10 migliori realizzatori nella storia della NBA.
    Statistiche
    Dati aggiornati al termine della stagione 2007-2008.
    Regular season
    Playoffs
    Palmarès
    Titoli

    NBA


    Titoli NBA: 4

    Los Angeles Lakers: 2000, 2001, 2002
    Miami Heat: 2006

    Nazionale


    Mondiali: 1

    Stati Uniti: 1994

    Oro olimpico: 1

    Stati Uniti: 1996

    Riconoscimenti
    Premio NBA miglior giocatore delle finali: 3

    2000, 2001, 2002

    Premio NBA miglior giocatore dell'anno: 1

    1999-2000

    Premio NBA matricola dell'anno: 1

    1992-1993

    All-NBA Team: 8

    1997-1998, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2003-2004, 2004-2005, 2005-2006

    Premio NBA miglior giocatore dell'All-Star Game: 2

    2000, 2004

    NBA All-Star: 14

    1993, 1994, 1995, 1996, 1997, 1998, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007

    Carriera di cantante
    Dal 1993 O'Neal ha intrapreso, parallelamente a quella di cestista, anche la carriera di rapper. Finora ha pubblicato cinque album studio e una compilation. Alcuni brani di questi album sono frutto della collaborazione con artisti di fama internazionale come Notorious B.I.G., Jay-Z, Dr. Dre, Snoop Dogg e Ludacris.
    O'Neal ha inoltre lavorato inciso delle tracce per le colonne sonore dei film Kazaam e Steel, ai quali ha partecipato anche in qualità di attore protagonista.
    Album

    Studio


    Shaq Diesel (1993)
    Shaq-Fu: Da Return (1994)
    You Can't Stop the Reign (1996)
    Respect (1998)
    Shaquille O'Neal Presents His Superfriends, Vol. 1 (2001)

    Raccolte


    The Best of Shaquille O'Neal (1996)
    Singoli
    (I Know I Got) Skillz (1993)
    Shoot Pass Slam (1993)
    I'm Outstanding (1994)
    Biological Didn't Bother (1994)
    No Hooks (1994)
    I'm Outstanding (1996)
    Can't Stop The Reign (1996)
    Strait Playin' (1996)
    I'll Make Your Dream Come True (1996)
    Wishes (1996)
    Men of Steel (1997)
    Straight Playin' (1997)
    The Way It's Going Down (1998)
    Blaq Supaman (1998)
    Fly Like An Eagle (1998)
    Connected (2001)
    In The Sun (2001)
    I Don't Care (2001)
    Carriera di attore
    Filmografia
    O'Neal (Suns) contro i New Orleans Hornets.
    Blue Chips - Basta Vincere (1994)
    Kazaam (1996)
    Good Burger (1997)
    Steel (1997)
    He Got Game (1998)
    A Great Day in Hip Hop (1998)
    The Wash (2001)
    Freddy Got Fingered (2001)
    After the Sunset (2004)
    Scary Movie 4 (2006)
    Curiosità
    Si è sposato con Shaunie Nelson il 26 dicembre 2002 e insieme hanno avuto 4 figli: Shareef, Amirah, Shaqir e Me'arah. Sia Shaq che la moglie hanno anche avuto un figlio da precedenti relazioni. Nel settembre 2007 la coppia ha presentato istanza di divorzio, ma si è successivamente riconciliata.
    Ha acquistato una Lamborghini Gallardo per sé, ma poiché non riusciva ad entrarvi causa la notevole mole, è stato costretto a farla modificare dalla casa italiana, allungandola di 30 cm.
    In alcune interviste Shaq ha lanciato ironiche frecciate ad alcuni colleghi, come Erick Dampier (soprannominato "Erica Dampier") e ai Sacramento Kings (chiamati da lui "Sacramento Queens"). Celebre fu l'intervista dopo la partita al termine della quale O'Neal si era ritrovato a 9 punti dai 10.000 in carriera: il match successivo sarebbe stato proprio contro i Kings, e Shaq affermò: "I'll just have to take it against my favourite team".
    Ha partecipato come guest star nell'episodio Soli Con Papà di "Tutto in famiglia"
    Note

      ^ (EN) Shaquille O'Neal. www.nba.com. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Players: Shaquille O'Neal. www.nba.com. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Regular Season Records: Free Throws. www.nba.com. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Definizione sull'Urban Dictionary. www.urbandictionary.com. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (IT) Storia di un campione: Shaquille O'Neal. RealSports.it, 06-11-2007. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Kobe critical of Shaq's leadership. sports.espn.go.com, 28-10-2003. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) NBA.com: Shaquille O'Neal career stats. www.nba.com. URL consultato il 20-10-2008.

    Bibliografia
    Shaquille O'Neal, Shaq Talks Back: The Uncensored Word on My Life and Winning in the NBA, (in inglese) St. Martin's Press, 2001. ISBN 0-312-27845-4
    Voci correlate
    Lista dei cestisti plurivincitori del campionato NBA
    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Shaquille O'Neal
    Collegamenti esterni
    (EN) Profilo su NBA.com
    (EN) Statistiche su basketball-reference.com
    (EN) Statistiche olimpiche su sports-reference.com

    Portale Biografie
    Portale Pallacanestro
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Shaquille_O%27Neal"
    Categorie: Biografie | Cestisti statunitensi | Attori statunitensi | Rapper statunitensi | Nati nel 1972 | Nati il 6 marzo | Campioni olimpici statunitensi | Cestisti degli Orlando Magic | Cestisti dei Miami Heat | Cestisti dei Los Angeles Lakers | Cestisti dei Phoenix SunsCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 6 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre