Sergio Cofferati (62)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 30 Gennaio 1948
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Sesto ed Uniti (CR)
  • Nazione: Italia
  • Sergio Cofferati in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Sergio Cofferati
  • Wikipedia: Sergio Cofferati su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Sergio Cofferati
    Sergio Gaetano Cofferati (Sesto ed Uniti, 30 gennaio 1948) è un sindacalista e politico italiano. È attualmente sindaco della città di Bologna.

    L'esperienza sindacale
    Diplomato perito industriale, da impiegato della Pirelli di Milano e semplice iscritto al sindacato FILCEA (CGIL), che raccoglie i dipendenti del comparto chimico, percorre tutta la scala organizzativa del sindacato, arrivando nel 1988 a dirigere la FILCEA, divenendone segretario generale.
    Viene nominato nella segreteria nazionale della CGIL nel 1990, e nel 1994 succede a Bruno Trentin nel ruolo di segretario nazionale.
    Il periodo che lo vede a capo del maggiore sindacato italiano è uno dei periodi più difficili ma anche denso di significativi successi per il sindacato stesso: l'accordo sulla concertazione del 1993, la riforma delle pensioni del 1995, il no alla modifica dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, per il quale il 23 marzo 2002 al Circo Massimo di Roma parla davanti ad una folla di circa tre milioni di persone, in una delle maggiori manifestazioni italiane del dopoguerra.
    Il 21 settembre 2002 termina il mandato di segretario nella CGIL e riprende il posto di lavoro alla Pirelli, pur riscuotendo un seguito politico massiccio e divenendo un punto di riferimento per l'elettorato della sinistra, sconfitta pochi mesi prima alle elezioni politiche.
    L'elezione a Bologna
    Poco tempo dopo aver ripreso a lavorare alla Pirelli, accetta la proposta di candidarsi come Sindaco a Bologna, città tradizionalmente di sinistra ma governata da una coalizione di centro-destra. Al centro della campagna elettorale di Cofferati vi è il tema della partecipazione dei cittadini alla vita politica cittadina. Cofferati, grazie alla sua notorietà e ad un programma riformatore, riesce a ricompattare la sinistra bolognese, desiderosa di rivincita dopo la storica sconfitta del 1999.
    Nel giugno 2004, Cofferati viene eletto col 55,9% dei voti, superando il sindaco uscente Giorgio Guazzaloca.
    Posizione di Cofferati rispetto a "Street Rave Parade"
    Cofferati ha promosso una campagna per cercare di proibire la manifestazione anti-proibizionista "Street Rave Parade" giunta alla sua nona edizione. Sempre durante l'intervista di Giuliano Ferrara, Cofferati giustifica questa iniziativa dicendo: "È mio dovere quale pubblico amministratore difendere i cittadini anche da loro stessi". Nel 2006 tenterá nuovamente di bandire la manifestazione antiproibizionista, questa volta criticando aspramente il Questore di Bologna per non aver represso la manifestazione attraverso l'uso di squadre anti sommossa, come da lui richiesto .
    La battaglia della legalità
    Nel 2005, dopo queste due prime iniziative, Cofferati formalizza questa politica del pugno di ferro chiamandola battaglia a favore della legalità: per Cofferati, il rapporto tra la cultura di sinistra e la gestione dell'ordine pubblico deve cambiare. Azioni di solidarietà nei confronti dei più deboli devono essere associate, se necessario, a misure repressive. Solo unendo solidarietà e rispetto della legge è possibile garantire la vivibilità urbana e tutelare in primo luogo le categorie sociali più svantaggiate, che sono le prime vittime della criminalità. A scapito di quanto promesso in campagna, non c'e' discussione pubblica riguardo questa nuova politica, a cui i cittadini Bolognesi non sono assolutamente abituati.
    Cofferati decide quindi di intervenire su diversi fronti: viene attuato lo sgombero di edifici pericolanti e di accampamenti abusivi, trasferendone gli occupanti in strutture più idonee; viene messo sotto i riflettori il tema dei lavavetri aventi comportamenti aggressivi nei confronti degli automobilisti e avviata una campagna contro gli affitti di abitazioni senza regolare contratto. Sono interventi sporadici che non alterano lo stato di degrado in cui Bologna versa. Oltretutto i cittadini bolognesi, abituati a vedere i loro sindaci passeggiare o bere un caffe' seduti ai tavolini di Piazza Maggiore, sotto il Palazzo Comunale (Palazzo d'Accursio), non capiscono perche' Cofferati non si mostri quasi mai in pubblico, né perché nelle rare occasioni sia circondato da uno stuolo di guardie del corpo. Nel settembre 2007 Cofferati lancia anche una campagna anti-graffiti, che prevede la ripulitura straordinaria dei muri cittadini da scritte non autorizzate. Nel novembre dello stesso anno la politica di Cofferati prende una piega puritana quando al Cioccoshow (la fiera del cioccolato) vengono presentate delle statuette falliche di cioccolato dedicate alla porno star Rocco Siffredi Immediatamente l'Asseesore al Commercio Maria Cristina Santandrea ordina che siano rimosse facendo intervenire la Polizia Comunale, che inoltre multa il laboratorio di pasticceria per "per offesa al pubblico pudore" .
    In questa stessa linea è l'ordinanza contro il piercing nelle zone genitali, emessa nel 2008 .
    Lo scontro con la Sinistra radicale
    In seguito alla decisioni prese, Cofferati si scontra con l'ala radicale della coalizione di centro-sinistra che lo sostiene in Comune, in particolare con Rifondazione Comunista. Il 24 ottobre 2005, rappresentanti della sinistra e dei centri sociali si radunano sotto Palazzo d'Accursio, sede del Comune di Bologna, per chiedere un incontro con Cofferati, di cui non condividono la politica repressiva e proibizionista.
    Gli esponenti della sinistra hanno ripetutamente accusato il sindaco di Bologna di autoritarismo, di incapacità di dialogare con il resto della maggioranza e con la città, fino ad imputargli - nei casi più estremi - un atteggiamento "fascista", soprattutto dopo il "patto sulla legalità" da lui sottoscritto nell'estate del 2007 con Alleanza Nazionale (guidata a Bologna da Enzo Raisi) e che prevede una serie di interventi nell'ambito del potenziamento della vigilanza e della lotta al degrado sotto le Due Torri. Cofferati viene soprannominato "sceriffo", come il sindaco leghista di Treviso Giancarlo Gentilini, e come fu per l'americano Rudolph Giuliani.
    La rottura definitiva con l'ala sinistra dell'Unione avviene però nell'ottobre 2007: Rifondazione Comunista, Verdi, Sinistra Democratica e la lista civica Il Cantiere escono dalla maggioranza, limitandosi ad appoggiare esternamente Cofferati in Consiglio Comunale. Allo stesso tempo, i componenti della sinistra bolognese dichiarano la loro intenzione di voler presentare una candidatura alternativa a Cofferati in occasione delle future elezioni comunali.
    A sostenere Cofferati resta solo il Partito Democratico che, tuttavia, non ha la maggioranza assoluta dei seggi in Consiglio Comunale.
    Non mancano, nel centro-sinistra bolognese, oppositori di Cofferati su posizioni più moderate: tra questi, vi sono il gruppo dei "Formidabili" (guidato da Silvia Bartolini, sconfitta nel 1999 da Giorgio Guazzaloca), numerosi intellettuali (tra i quali il filosofo Stefano Bonaga) e politici di spicco (come l'ex diessino Mauro Zani).
    Tra gli esponenti del centro-destra, convivono due opposti atteggiamenti: Pierferdinando Casini ha definito Cofferati "il peggior sindaco di Bologna dal Dopoguerra", mentre Gianfranco Fini ha difeso la battaglia legalitaria del sindaco, anche se ha sottolineato gli scarsi interventi effettuati nella zona universitaria cittadina.
    Verso il Partito Democratico
    Dal 23 maggio 2007 è uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico che riunisce i leader delle componenti del futuro PD.
    In vista delle prossime Elezioni Comunali nel 2009 una parte maggioritaria del PD è a favore di presentare Cofferati quale candidato unico, rifiutando sia l'idea di presentare candidati alternativi, sia di far scegliere alla propria base un candidato attraverso delle elezioni primarie. Una parte dello stesso partito sarebbe invece favorevole al vaglio di altre ipotesi. E' Cofferati stesso che, il 9 Ottobre 2008, dichiara pubblicamente di non volersi ricandidare adducendo come motivazione "questioni familiari".
    Curiosità
    È detto il cinese per il taglio degli occhi, quasi a mandorla.
    È appassionato di fantascienza ed ha scritto numerosi saggi al riguardo, specialmente su Philip K. Dick.
    È appassionato di fumetti di vario genere (ha tenuto anche una rubrica sulla rivista Linus). Il suo fumetto preferito è però Tex: ne è così appassionato che ne tiene una copia sulla sua scrivania di sindaco e ha un'intera stanza della sua casa dedicata al popolare fumetto western. A lui si deve nel 2000 la fondazione, insieme a Gianfranco Goria e Marco Cattaneo, del primo sindacato di categoria per gli autori di fumetti, cinema di animazione e illustrazione, SILF/SLC/CGIL.
    Il suo portavoce storico è Massimo Gibelli, attualmente affiancato in Comune da Paola Frontera.
    Uffici ricoperti
    Riferimenti e note


      ^ Comune di Bologna - dati elezioni 2004
      ^
      ^
      ^
      ^
      ^
      ^ Candidature per la corsa a sindaco De Maria: "Cofferati unico candidato" da La Repubblica del 22 agosto 2008

    Bibliografia
    Roberto Grandi, Cristian Vaccari, Cofferati anch'io, Baldini e Castoldi Dalai, 2004, ISBN 8884906407
    Franco Berardi, Da Bologna (serie A) a Bologna (serie B). 2005
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Sergio Cofferati
    Articolo su Wikinotizie: Cofferati: Nessuna piazza alla Fiamma tricolore
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Scheda su openpolis.it di Sergio Cofferati

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Cofferati"
    Categorie: Biografie | Sindacalisti italiani | Politici italiani del XXI secolo | Nati nel 1948 | Nati il 30 gennaio | Politici dei Democratici di Sinistra | Sindaci di Bologna | Politici del Partito Democratico (Italia)Categorie nascoste: Segnalazioni NPOV - settembre 2008 | Segnalazioni NPOV politica | BioBot | Segnalazioni NPOV - dicembre 2008 | Segnalazioni NPOV argomento sconosciuto | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 30 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre