Salvatore Schillaci (detto Totò) (46)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 1 Dicembre 1964
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Palermo (PA)
  • Nazione: Italia
  • Salvatore Schillaci in Rete:

  • Wikipedia: Salvatore Schillaci su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Salvatore Schillaci detto Totò (Palermo, 1 dicembre 1964) è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

    Carriera
    Nato in una famiglia di umili origini, nel quartiere popolare CEP di Palermo, ha un percorso scolastico irregolare, anche a causa della sua passione per il calcio. Nel 1981 disputa un buon campionato tra i dilettanti e l'anno seguente viene notato e ingaggiato dal Messina, col quale disputa sette campionati tra serie B e serie C (è il calciatore che vanta più presenze con la maglia giallorossa).
    Lanciato da Franco Scoglio, che per lui stravede, si afferma sotto la guida di Zdenek Zeman, diventando capocanniere della serie cadetta con 23 gol nella stagione 1988-1989. Inizialmente viene ingaggiato dalla Juventus per essere girato al Torino (retrocesso in serie B) in cambio del brasiliano Muller ma, durante l'estate, l'affare salta e Schillaci resta nell'organico dei bianconeri.
    Il suo primo campionato in massima serie è ottimo: Schillaci conquista il posto da titolare, e realizza 15 gol in 30 partite di campionato, vincendo la Coppa Italia e la Coppa UEFA. Si rivela anche discreto sui calci piazzati. L'11 novembre 1990 al termine di Bologna-Juve minaccia Fabio Poli (che durante la partita lo aveva provocato) al momento di uscire dal campo: "Ti faccio sparare". Verrà sommerso dalle critiche.
    Con i bianconeri gioca altri due anni, segnando sempre meno reti. Nella stagione 1991-92 commette uno sconcertante numero di errori sotto porta e a fine campionato la società bianconera lo mette sul mercato. Passa così poi all'Inter, con cui gioca due stagioni, siglando in totale 11 gol in 30 partite, frenato dagli infortuni.
    Nel 1994, prima del termine della stagione in Italia, decide di trasferirsi in Giappone per giocare con il Júbilo Iwata, di cui per tre anni è la stella indiscussa, segnando 56 gol in 78 partite. Primo calciatore italiano a militare nel campionato giapponese, si ritira dall'agonismo nel 1999 dopo un lungo infortunio che lo tiene lontano dai campi di gioco già dal 1997.
    Il Mondiale di Schillaci: Italia '90
    Malgrado non abbia esperienza internazionale, viene convocato dal commissario tecnico della Nazionale azzurra Azeglio Vicini per il campionato del mondo 1990, giocatosi in Italia. Schillaci è inizialmente costretto a sedere in panchina come riserva di Andrea Carnevale, ma nell'incontro di apertura contro l'Austria, dopo essere entrato in campo nella seconda metà del secondo tempo, segna di testa il goal decisivo che permette agli azzurri di vincere la partita.
    Gli occhi spiritati e la mimica personalissima del giocatore siciliano, ne fanno il grande protagonista delle "notti magiche" dei tifosi italiani che, soprattutto dopo le reti decisive alle nazionali di Austria, Cecoslovacchia, Uruguay e Irlanda, sperano che Schillaci porti la squadra alla conquista del titolo.
    In semifinale contro l'Argentina, gli azzurri, nonostante il vantaggio iniziale maturato proprio grazie a Schillaci, vengono battuti ai rigori dalla squadra di Maradona e sono costretti ad accontentarsi della finalina per il terzo e quarto posto nella quale battono gli inglesi 2-1. Schillaci, oltre a laurearsi capocannoniere del torneo con sei reti segnate, viene eletto migliore calciatore della manifestazione, con l'Italia piazzata terza.
    Dopo il ritiro
    Dopo il ritiro dal calcio giocato, Schillaci ha aperto una scuola calcio per ragazzi.
    Con due divorzi alle spalle, tre figli e una nuova fidanzata, nel 2004 Totò, che per sua stessa ammissione rischiava di finire nel dimenticatoio, è tornato alla ribalta grazie alla sua partecipazione al reality show L'isola dei famosi. Schillaci conquista le simpatie del pubblico e verso la fine della trasmissione rimane per diversi giorni sull'isola insieme all'attore Kabir Bedi.
    Nel 2008, grazie alla trasmissione televisiva Quelli che il calcio viene tesserato dalla Leonessa Altamura, squadra simpatia dell'Eccellenza Pugliese (ha perso tutte le partite del campionato) con la quale disputa l'ultima partita del torneo.
    A maggio del 2008, chiamato a deporre come teste dell'accusa in un processo alla cosca mafiosa della Noce, dà forfait per la seconda volta. Un comportamento, quello dell'ex attaccante della Nazionale, Totò Schillaci, che non è piaciuto al presidente del collegio, Vittorio Alcamo, che ha inflitto al bomber di Italia '90, un'ammenda di 200 euro.
    Contestualmente il magistrato ha diffidato il testimone a presentarsi alla prossima udienza, minacciandolo, in caso contrario, di accompagnamento coattivo. Schillaci, che ora gestisce a Palermo la scuola per giovani calciatori Louis Ribolla, era socio di uno degli imputati del processo, Eugenio Rizzuto, accusato di associazione mafiosa ed estorsione. Secondo il pm Maurio De Lucia, il teste avrebbe chiesto l'intervento dell'amico presso la «famiglia» mafiosa in relazione a una serie di furti e danneggiamenti subiti nella struttura sportiva.
    Statistiche
    Cronologia presenze e reti in nazionale
     Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale -  Italia
    Palmarès
    Club

    Competizioni nazionali


    Coppa Italia: 1

    Juventus: 1989-1990

    Competizioni internazionali


    Coppa UEFA: 1

    Juventus: 1989-1990

    Nazionale
    3° posto al Campionato mondiale di calcio 1990


    Individuale
    Capocannoniere del campionato di Serie B

    1988-1989 (23 gol)

    Capocannoniere del Campionato mondiale di calcio 1990 (6 gol)
    Capocannoniere nel campionato giapponese

    1995 (27 gol)

    Onorificenze
    Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana
    — 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.
    Note

      ^ Pasini Alessandro.  «E Schillaci gridò: «Ti faccio sparare»». Corriere della Sera , 14-03-2003, pag. 45.
      ^ Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Salvatore Schillaci

    Collegamenti esterni
    FIGC - Statistiche in Nazionale
    v • d • m
      Nazionale italiana · Coppa del Mondo FIFA 1990  
    1 Zenga · 2 F. Baresi · 3 Bergomi · 4 De Agostini · 5 Ferrara · 6 R. Ferri · 7 P. Maldini · 8 Vierchowod · 9 Ancelotti · 10 Berti · 11 De Napoli · 12 Tacconi · 13 Giannini · 14 Marocchi · 15 R. Baggio · 16 Carnevale · 17 Donadoni · 18 Mancini · 19 Schillaci · 20 Serena · 21 Vialli · 22 Pagliuca · CT: Vicini
    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Schillaci"
    Categorie: Biografie | Calciatori italiani | Nati nel 1964 | Nati il 1 dicembre | FC Messina | Juventus | Inter | Cavalieri OMRI | L'isola dei famosi | Personalità legate a Palermo | Personalità legate a MessinaCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 1 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre