Ruggero Leoncavallo (1857-1919)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1919
  • Data di nascita: 23 Aprile 1857
  • Professione: Compositore
  • Luogo di nascita: Napoli (NA)
  • Nazione: Italia
  • Ruggero Leoncavallo in Rete:

  • Wikipedia: Ruggero Leoncavallo su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Ruggero Leoncavallo
    Ruggero Leoncavallo (Napoli, 23 aprile 1857 – Montecatini Terme, 9 agosto 1919) è stato un compositore italiano, autore di uno dei grandi capolavori del teatro lirico contemporaneo, di opere liriche e operette.


    Biografia
    Trasferitosi, al seguito della famiglia, in provincia di Cosenza, a Montalto Uffugo, dove il padre fu pretore, in giovanissima età assistette ad un fatto di sangue che, successivamente, lo ispirò alla realizzazione dell'opera Pagliacci. Nel centro del cosentino si tiene ogni anno il Festival Leoncavallo.

    Nel 2007, a Montalto Uffugo, in occasione del centocinquantesimo anniversario della nascita di Ruggiero Leoncavallo, tra le tante iniziative si è realizzato un momento filatelico, in collaborazione con Posteitaliane, con l’annullo speciale del giorno 24 agosto 2007 organizzato dal Comune. A Napoli, il 150° anniversario della nascita del maestro è stato ricordato nella mattinata del 23 aprile, con l’apposizione di un omaggio floreale accanto alla targa toponomastica della strada a lui intitolata, nei pressi di piazza Municipio, da una delegazione formata dal presidente della Circoscrizione Chiaia, dott. Fabio Chiosi, dal prof. Antonio Polidoro, del Conservatorio di San Pietro a Majella, dal prof. Antonio Pisanti, intervenuto in rappresentanza dei discendenti napoletani di Leoncavallo, e dai responsabili dell’Anno Leoncavalliano, Franco Pascale e Antonella Merli, provenienti da Montalto Uffugo. Ha partecipato alla cerimonia l’assessore alla cultura del Comune di Napoli, dott. Nicola Oddati, che ha assicurato l’interessamento dell’Amministrazione Comunale affinché, come auspicato dalla delegazione, entro l’anno leoncavalliano possa essere collocata una targa ricordo nei pressi della casa natia del Maestro, sulla via Riviera di Chiaia.
    Leoncavallo studiò al Conservatorio di San Pietro a Majella nella sua città natale.

    Dopo alcuni tentativi operistici giovanili non particolarmente fortunati, sulla scia del grande successo riportato nel 1890 da Cavalleria rusticana di Mascagni, compose un'opera verista di altissimo livello drammaturgico e musicale: Pagliacci. Rappresentata per la prima volta nel 1892 al Teatro Dal Verme di Milano, sotto la direzione di Arturo Toscanini, l'opera riscosse un successo immediato ed è, forse, l'unica creazione di Leoncavallo che non sia mai uscita dal grande repertorio lirico. La sua aria più celebre, Vesti la giubba, venne registrata da Enrico Caruso e fu il primo disco al mondo a toccare il milione di copie di vendita.

    L'anno successivo (1893) venne rappresentata a Milano la sua opera I Medici, ma né questa creazione, né la successiva, Chatterton, rappresentata a Roma nel 1896, ottennero il successo sperato.

    Anche La bohème, rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia nel 1897, dopo un buon avvio iniziale, fu messa in ombra dalla crescente notorietà dell'opera omonima di Puccini, con cui condivide il titolo ed il soggetto, basato sul romanzo Scènes de la vie de Bohème di Henri Murger.

    Successivamente Leoncavallo compose Zazà (1900), ricordata solo per due arie rimaste in repertorio.

    Il compositore morì a Montecatini Terme nel 1919.
    La sua più celebre romanza, Ridi pagliaccio, ha ispirato Bob Kane nella creazione del personaggio del Joker, mentre Mattinata (L'aurora di bianco vestita), scritta per Enrico Caruso che l'incise nel 1904, è stata ripresa negli anni Settanta dal cantante di musica leggera Al Bano.
    Composizioni
    Pagliacci (1892)
    Seraphitus Seraphita - poema sinfonico
    I Medici
    Chatterton
    La Bohème (1897)
    Zazà (1900)
    Maià
    Malbruk - operetta
    Zingari
    La reginetta delle rose - operetta (1913)
    Are you there? - opera
    Mattinata - romanza, scritta per Enrico Caruso nel 1903
    Mameli (1916)
    Edipo re - rappresentata postuma nel 1920
    Collegamenti esterni
    Spartiti liberi di Ruggero Leoncavallo su International Music Score Library Project
    www.instoria.it
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Leoncavallo"
    Categorie: Biografie | Compositori italiani del XIX secolo | Compositori italiani del XX secolo | Nati nel 1857 | Morti nel 1919 | Nati il 23 aprile | Morti il 9 agosto | Compositori classici | Compositori d'opera | Personalità legate a NapoliCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 23 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre