Roger Federer (29)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 8 Agosto 1981
  • Professione: Tennista
  • Luogo di nascita: Basilea
  • Nazione: Svizzera
  • Roger Federer in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Roger Federer
  • Wikipedia: Roger Federer su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)


    Statistiche aggiornate al 27 ottobre 2008
    Campione olimpico
    Roger Federer (/ˈrɒdʒər ˈfɛdərər/; Basilea, 8 agosto 1981) è un tennista svizzero attualmente al secondo posto del ranking mondiale ATP. È stato il numero 1 al mondo per 237 settimane consecutive (2 febbraio 2004 - 17 agosto 2008). Il suo stile di gioco e i suoi successi hanno portato molti critici, ex tennisti e tennisti in attività a considerarlo il più grande giocatore della storia di questo sport.
    Federer ha vinto 13 titoli di singolare nei tornei del Grande Slam, 4 Masters, e 14 tornei ATP Masters Series. Nel 2004 lo svizzero è diventato il primo giocatore dal 1988 a vincere tre tornei del Grande Slam nello stesso anno (gli Open d'Australia, il Torneo di Wimbledon e gli Open degli Stati Uniti); ha quindi ripetuto l'exploit una seconda e una terza volta nel 2006 e nel 2007 (unico giocatore dell'Era Open). Nel 2007, vincendo il suo terzo titolo agli Australian Open, è diventato l'unico giocatore ad essersi imposto in tre diversi tornei del Grande Slam almeno tre volte.
    Federer è stato al primo posto della classifica ATP dal 2 febbraio 2004 al 17 agosto 2008, e detiene il record del maggior numero di settimane consecutive in testa al ranking mondiale. L'8 luglio 2007 Federer ha eguagliato il primato di Björn Borg vincendo il torneo di Wimbledon per la quinta volta di fila (record nell’Era Open); lunedì 8 settembre 2008 (non si è giocato la domenica causa pioggia) ha invece ritoccato il record per l'Era Open, che già gli apparteneva, di cinque vittorie consecutive agli US Open, staccando Ivan Lendl e John McEnroe (tre vittorie consecutive ciascuno). Con questa vittoria, Federer è l'unico nella storia del tennis ad aver vinto due prove del Grande Slam per cinque volte consecutivamente. Ha da poco interrotto il rapporto di collaborazione con il coach Jose Higueras.

    Biografia
    Roger Federer è nato a Binningen (vicino a Basilea in Svizzera) da padre svizzero (Robert) e madre sudafricana (Lynette). È cresciuto nel paese di Münchenstein, nei dintorni di Basilea, insieme alla sorella Diana. Federer, oltre al tedesco, parla correntemente il francese, l'inglese, l'italiano e conosce un po' di svedese. Attualmente risiede a Oberwil ed è fidanzato con la ex-giocatrice di tennis svizzera (di origine slovacca) Miroslava Vavrinec (Mirka), ritiratasi dalle competizioni nel 2002 a causa di un infortunio al piede. I due si sono conosciuti nel 2000 alle Olimpiadi di Sydney.
    Nell'ottobre del 2003 Federer ha lanciato una linea di cosmetici e fragranze chiamata "RF Cosmetics". Nel dicembre dello stesso anno ha creato l'omonima fondazione, con lo scopo di aiutare i bambini disagiati, principalmente in Sud Africa (paese natale della madre). Nel gennaio del 2005 si è fatto promotore fra i tennisti di un'iniziativa per aiutare le persone colpite dallo tsunami nell'Oceano Indiano, organizzando delle partite di beneficenza i cui fondi sono poi stati devoluti all'UNICEF.
    Il 3 aprile 2006 è stato nominato ambasciatore dell'UNICEF. Il 23 dicembre 2006 Federer ha fatto il suo primo viaggio in qualità di Goodwill Ambassador dell'UNICEF, andando a far visita ai bambini delle città indiane del Tamil Nadu, una regione completamente devastata dallo tsunami del 26 dicembre del 2004. In occasione della giornata mondiale per la lotta all'AIDS del primo dicembre 2007, Federer, in qualità di ambasciatore dell'UNICEF, ha prestato la sua immagine per un video volto a sensibilizzare sul problema della trasmissione del virus dalle madri ai neonati .
    Ha incontrato papa Benedetto XVI a Roma nel 2006 durante il torneo di tennis Internazionali d'Italia.
    Roger Federer è alto 185 cm, pesa 80 kg ed è destro (rovescio a una mano).
    Carriera sportiva
    Juniors
    Federer iniziò a giocare a tennis all'età di sei anni. Nel 1990 partecipò per la prima volta a lezioni di tennis in gruppo mentre l'anno seguente cominciò a prendere lezioni private ogni settimana. In quel periodo praticava anche il calcio e solo all'età di 12 anni decise di concentrarsi unicamente al tennis. A 14 anni diventò campione svizzero assoluto e venne scelto per allenarsi nello "Swiss National Tennis Center" ad Ecublens. Nel 1996 Roger Federer raggiunse il circuito tennistico ITF per Juniores. Due anni dopo vinse il torneo di Wimbledon Juniors e il torneo di fine anno Orange Bowl venendo riconosciuto come il campione dell'ITF.
    Professionismo
    Federer entrò nel circuito dell'Association of Tennis Professionals (ATP) nel luglio del 1998, all'età di 17 anni, dopo avere vinto nello stesso anno l'edizione Juniores dei Championships di Wimbledon ed avere raggiunto la finale degli US Open, sempre Juniores. Dopo il suo esordio nel circuito professionistico (vittoria contro Guillaume Raoux) nel torneo di Tolosa, arricchì la sua stagione vincendo il torneo Juniores dell'Orange Bowl in Florida. Nel 1999 debuttò per la Svizzera in Coppa Davis contro l'Italia aggiudicandosi il suo singolare d'esordio, in quattro set contro Davide Sanguinetti. Raggiunse le semifinali nel torneo ATP di Vienna e si aggiudicò il torneo Challenger di Brest. Nel 2000 raggiunse le sue prime finali nel circuito ATP al torneo di Marsiglia e in quello casalingo di Basilea. Si classificò quarto alle Olimpiadi di Sydney, concludendo l'anno al 29° posto della classifica di singolare.
    2001
    Federer agli US Open 2002
    Nel 2001, vinse il suo primo torneo a Milano (sconfiggendo Julien Boutter in finale), arrivò in finale al torneo di Rotterdam e di Basilea e raggiunse i quarti di finale sia all'Open di Francia che al Torneo di Wimbledon. Sulla strada per i quarti di finale, Federer sconfisse Pete Sampras in cinque set, per 7-6(7) 5-7 6-4 6-7(2) 7-5, ponendo fine alla striscia positiva dell'americano di 31 vittorie consecutive a Wimbledon. Tale confronto resta l'unico mai disputato tra i due giocatori in un torneo ufficiale, ed è considerato da molti la vera e propria svolta nella carriera dell'elvetico. Questo incontro segnalò Federer come giocatore emergente del tennis mondiale. Lo svizzero concluse l'anno al 13° posto in classifica.
    2002
    Nel 2002 Roger Federer raggiunse la sua prima finale in un torneo dell'ATP Masters Series (AMS) nei Masters di Miami, dove perse con Andre Agassi. Vinse però la sua seconda finale di un AMS ad Amburgo. Parimenti vinse anche i suoi due incontri singolari di Coppa Davis contro due ex numeri uno (Marat Safin e Yevgeny Kafelnikov). All'Open di Francia, a Wimbledon e all'U.S. Open uscì prematuramente forse anche a causa dell'improvvisa morte in un incidente stradale del suo allenatore australiano Peter Carter. Alla fine dell'anno Federer raggiunse la sesta posizione nell'ATP Champions Race e ottenne il diritto di partecipare per la prima volta alla Tennis Master Cup, dove perse in semifinale da Lleyton Hewitt.
    2003
    Dopo aver partecipato ai tornei di Doha (eliminato ai quarti) e Sidney (secondo turno), nel primo Grande Slam dell'anno, l'Australian Open, è eliminato al quarto turno da David Nalbandian. Sempre su cemento, Federer vince i tornei di Marsiglia e Dubai. Sulla terra rossa, vince il torneo di Monaco in Germania, approda in finale negli Internazionali d'Italia e viene eliminato al terzo turno del Master Series di Amburgo. Agli Open di Francia, benché testa di serie numero 5, esce al primo turno per mano di Luis Horna.
    Sull'erba Federer ottiene i più prestigiosi risultati. Nel torneo di Halle batte in finale Nicolas Kiefer, ma soprattutto, il 7 luglio, passa alla storia divenendo il primo svizzero a vincere il singolare maschile a Wimbledon. Sulla sua strada incontra Andy Roddick in semifinale e l'australiano Mark Philippoussis in finale, battuto con il punteggio di 7-6 (7-5), 6-2, 7-6 (7-3). Nell'intero torneo, lo svizzero cede un solo set.
    Al torneo casalingo di Gstaad gli organizzatori lo premiano per il recente successo a Wimbledon regalandogli una mucca da latte e portandogliela direttamente sul campo centrale del torneo; un allibito Federer battezza l'animale di 800 chili con il nome di "Juliette".
    Durante la stagione estiva sul cemento nordamericano, Federer viene battuto in finale da Andy Roddick nella Rogers Cup a Montreal; Nalbandian, parimenti, lo elimina al secondo turno del Master Series di Cincinnati. All'US Open, è nuovamente Nalbandian a eliminarlo, questa volta al quarto turno. In autunno, Federer partecipa a quattro tornei indoor: vince il torneo di Vienna, ma non raggiunge neanche la finale in quelli di Parigi, Basilea e Madrid.
    Conclude però la stagione con un altro successo prestigioso vincendo la sua prima Masters Cup a Houston, battendo in finale André Agassi per 6-3 6-0 6-4.
    In Coppa Davis, nel corso della stagione, vince quattro incontri per la Svizzera senza perdere un set. Viene però sconfitto nella decisiva sfida per l'accesso alla finale da Lleyton Hewitt. Termina la stagione al secondo posto della classifica ATP, a pochi punti dall'americano Andy Roddick.
    2004
    Federer alle Olimpiadi 2004
    All'inizio dell'anno arriva il secondo titolo in un torneo del Grande Slam, quello dell'Australian Open (7-6 6-2 6-4 a Safin in finale), che lo proietta per la prima volta al comando delle classifiche mondiali di singolare. Vince anche a Dubai, e nei Master Series di Indian Wells e Amburgo. Al Roland Garros viene eliminato al terzo turno da Gustavo Kuerten. Dopo la seconda vittoria ad Halle, il 4 luglio arriva anche il secondo successo a Wimbledon, dopo aver battuto Andy Roddick in finale per 4-6, 7-5, 7-6 (7-3), 6-4. Vince a Gstaad sulla terra (primo torneo vinto in Svizzera) e il Master Series di Toronto. La più grande delusione della stagione arriva dall'eliminazione al secondo turno del torneo olimpico di Atene per mano di Thomas Berdych. Si rifà conquistando il titolo all'ultimo Slam della stagione, gli US Open, battendo in finale l'australiano Lleyton Hewitt 6-0, 7-6, 6-0 e diventando il primo giocatore della storia a vincere 4 finali dello Slam su 4 disputate e il primo dal 1988 (Mats Wilander) a vincere 3 titoli dello Slam in un anno. Chiude la stagione vincendo a Bangkok e si aggiudica la sua seconda Masters Cup a Houston, dopo aver battuto Safin in semifinale e Hewiit in finale per 6-3 6-2. Vi è da segnalare che dopo la rottura del sodalizio con l'allenatore svedese Peter Lundgren, durante la stagione 2004, Federer non ebbe un coach: si affidava unicamente alle cure del preparatore atletico Pierre Paganini e del fisioterapista Pavel Kovac, oltre che ad un gruppo ristretto di amici.
    Il tennista svizzero oltre a vincere 3 dei 4 Grandi Slam dell'anno, non venne mai battuto da nessun tennista della top 10, vinse ogni finale a cui partecipò e fu nominato ITF Tennis World Champion. Nel computo totale delle partite disputate, Federer ne vinse 74 e ne perse 6, vincendo 11 tornei. Come molta stampa del tempo sottolineò, nel 2004, Roger Federer fu protagonista di una delle più grandi annate che il tennis moderno ricordi. Ma a questa ne sarebbero seguite altre ancora più vittoriose.
    2005
    Wimbledon 2005
    All'inizio dell'anno, lo svizzero decise di farsi allenare dall'ex tennista australiano Tony Roche. Negli Australian Open, Federer venne sconfitto in semifinale da Marat Safin, che andrà poi a vincere il titolo. Il match, durato più di 4 ore, si concluse in 5 set con il punteggio di 5–7, 6–4, 5–7, 7–6(6), 9–7. Nell'anno Federer vinse 11 titoli, di cui 4 Master Series (Amburgo, Indian Wells Masters, Miami e Cincinnati), il suo terzo titolo consecutivo a Wimbledon e gli US Open, portando a 6 il numero di Slam conquistati. Gli altri tornei vinti includono il torneo di Doha, Rotterdam, Dubai, Halle, Bangkok. Ha inoltre conquistato la semifinale al Roland Garros (l'unico titolo dello Slam che ancora manca nel suo palmares), battuto da Rafael Nadal. I 4 Master Series conquistati nella stessa stagione costituiscono un record che il campione svizzero condivide con Rafael Nadal (il quale ha, a sua volta, conquistato 4 Master Series nel 2005). Un serio infortunio alla caviglia destra occorsogli in allenamento ne ha pregiudicato il finale di stagione impedendogli di partecipare ai Master Series di fine anno e portandolo in condizioni di forma precarie al Masters di Shanghai, dove, comunque, lo svizzero raggiunse la finale perdendo da David Nalbandian in 5 set, dopo aver servito per il titolo, con il punteggio di 6-7 6-7 6-2 6-1 7-6. La sconfitta contro Nalbandian ha interrotto una striscia vincente di 35 partite per l'elvetico, e gli ha impedito di eguagliare il record di John McEnroe del 1984, anno nel quale l'americano perse solo tre partite nella stagione. Va segnalato come nelle 4 sconfitte stagionali di Federer, in due occasioni lo svizzero ebbe dei match points (contro Safin agli Australian Open e contro Gasquet a Montecarlo).
    2006
    US Open 2006
    Nel 2006 si impose nel primo torneo della stagione a Doha, per poi aggiudicarsi l'Australian Open, settimo titolo del Grande Slam, battendo in finale la sorpresa cipriota Marcos Baghdatis in quattro set 5-7 7-5 6-0 6-2. Il 19 marzo 2006 si aggiudicò nuovamente il trofeo di Indian Wells. Il 2 aprile 2006 replicò la vittoria dell'anno precedente vincendo nuovamente il torneo di Miami, torneo ATP Master Series con il montepremi più alto dell'anno. Con questo successo il tennista elvetico divenne il primo tennista nella storia a realizzare per due anni di fila la difficile "doppietta" Indian Wells-Miami. Inoltre, il 14 maggio, il tennista elvetico arrivò per la seconda volta in finale al Torneo ATP di Roma, dove venne battuto in un match epico (sprecando 2 match points) da Rafael Nadal in un match durato 5 ore e concluso solo al tie-break del 5° set con il punteggio finale di 7-6 6-7 4-6 6-2 6-7 in favore dell'iberico. Vinse per la quarta volta il torneo di Wimbledon sempre contro Nadal in 4 set (6-0 7-6 6-7 6-3) e conquistò il Master Series di Toronto. A Cincinnati, contro Andy Murray, giovane promessa del tennis britannico, perse l'ultima delle cinque partite perse in stagione (le altre quattro sconfitte furono per mano di Nadal). L'ultimo Slam vinto, il nono, fu lo US Open aggiudicatoselo il 10 settembre battendo in quattro set Andy Roddick con il punteggio di 6-2 4-6 7-5 6-1. A quella vittoria seguirono i successi nei tornei di Tokyo, nel Master Series di Madrid e, per la prima volta, nel torneo casalingo di Basilea, dove Federer, da ragazzo, era stato raccattapalle. Il 19 novembre 2006 Federer vinse la sua Terza "Masters Cup", nella finale, disputata a Shanghai, contro lo statunitense James Blake, con il punteggio di 6-0, 6-3, 6-4.
    Federer, vincendo nettamente contro Richard Gasquet al primo turno di Wimbledon 2006 portò a 42 le sue vittorie consecutive sull'erba, maturate grazie anche alle 4 vittorie consecutive del torneo di Halle superando Bjorn Borg. Record peraltro immediatamente migliorato con la quarta vittoria consecutiva sull'erba di Wimbledon dove batté lo spagnolo Rafael Nadal.
    2007
    L'anno per lo svizzero iniziò nel migliore dei modi: il 28 gennaio 2007, Federer trionfò agli Australian Open battendo in finale il cileno Fernando Gonzalez (con il punteggio finale di 7-6, 6-4, 6-4) e realizzando un altro dei suoi tantissimi record: fu il primo giocatore dal 1980 (dopo Bjorn Borg al Roland Garros) a vincere un torneo del Grande Slam senza cedere neanche un set durante l'intero cammino dal primo turno al successo finale. Il 3 marzo del 2007, vinse il torneo ATP di Dubai, battendo in finale, il tennista russo Mikhail Youzhny, con il punteggio finale di 6-4, 6-3. Tuttavia, nei due successivi tornei disputati, i Masters Series di Indian Wells e Miami, il tennista svizzero non brillò, eliminato al 2° e al 4° turno dei rispettivi tornei, in entrambe le occasioni, dall'ostico tennista argentino Guillermo Canas, con il punteggio di 7-5, 6-2, e 7-6, 2-6, 7-6. Dopo la finale nel Masters Series, giocato a Montecarlo, persa da Rafael Nadal per 6-4 6-4, il suo altalenante stato di forma venne confermato il 10 maggio, quando venne eliminato, agli ottavi di finale del torneo Masters Series di Roma, dal tennista Italiano Filippo Volandri. Dopo la sua prematura eliminazione dal torneo di Roma, lo svizzero rese pubblica la fine del rapporto con Tony Roche, allenatore australiano che lo assisteva, seppur part-time, da oltre due anni.
    Masters di Cincinnati 2007
    Nel successivo torneo, il master series di Amburgo sulla terra rossa, riuscì finalmente a sconfiggere in finale Rafael Nadal con il punteggio di 2-6 6-2 6-0, ponendo fine alla striscia di 81 vittorie consecutive sulla terra battuta da parte dello spagnolo, e vincendo il torneo. Tuttavia, il sogno di poter vincere il Grande Slam sfumò anche quell'anno, perché agli Open di Francia perse, come l'anno precedente, in finale, contro Rafael Nadal (punteggio finale: 6-3, 4-6, 6-3, 6-4) che si aggiudicò il trofeo francese per la terza volta consecutiva. La rivincita non tardò ad arrivare: nella finale di Wimbledon sconfisse lo spagnolo in 5 set (7-6, 4-6, 7-6, 2-6, 6-2), dopo 4 ore di match, ricco di continui capovolgimenti di fronte, il 5° Wimbledon consecutivo eguagliando il record di Wimbledon consecutivi detenuto dallo svedese Bjorn Borg. Nel mese di agosto raggiunse la finale del Master Series di Montréal dove venne battuto per la prima volta dall'astro nascente serbo Novak Djokovic per 7-6(2), 2-6, 7-6(2). Si rifece nel torneo Master series immediatamente successivo, a Cincinnati, dove battendo James Blake in finale per 6-1 6-4, vinse il suo 50° torneo in carriera (all'età di 26 anni e 11 giorni fu il quinto tennista più giovane nella storia a raggiungere questo traguardo). Tra le due tappe nord americane del Master Series, Federer si è reso protagonista di un episodio che ha rafforzato l'idea che tra lui e Nadal ci sia soltanto una rivalità sportiva: per viaggiare da Montreal a Cincinnati Federer ha offerto un passaggio sul volo charter, da lui affittato per sè e lo staff, a Nadal e alla sua ragazza, che non avevano trovato posto su di un aereo di linea.
    Il 9 settembre ha vinto gli US Open per la quarta volta di fila, battendo in finale il serbo Novak Djokovic con il punteggio di 7-6(4), 7-6(2), 6-4. Con questo risultato raggiunse Roy Emerson con dodici titoli vinti, portandosi a due lunghezze dal record assoluto di Sampras, 14. Durante la cerimonia di premiazione ha ricevuto un assegno di un milione di dollari per avere in precedenza vinto le "U.S Open Series", il quale, unito alla vincita della finale gli è valso un premio complessivo 2 milioni e mezzo di dollari in una sola sera. Nel finale di stagione raggiunse la finale di Madrid, sconfitto da David Nalbandian. Vinse per il secondo anno consecutivo il torneo casalingo di Basilea e di nuovo, per mano di Nalbandian, fu eliminato agli ottavi del Master series di Parigi Bercy.
    Il riscatto avvenne al Master di Shanghai, dove Federer, pur perdendo la prima partita del 'round-robin' contro Fernando Gonzalez, non perse più un set fino alla finale, dominata 6-2 6-3 6-2 contro David Ferrer.
    2008
    Roger Federer alle Olimpiadi di Pechino 2008
    Si presenta agli Australian Open in condizioni non perfette a causa di un'influenza allo stomaco patita nella settimana precedente l'inizio del torneo: l'8 marzo si scoprirà che lo stato di malessere dello svizzero dipendeva da una leggera forma di mononucleosi guarita solo verso fine febbraio. Nonostante le precarie condizioni fisiche approda comunque in semifinale, dove subisce una netta sconfitta in tre set (7-5 6-3 7-6 in 2 ore e 28 minuti) dal futuro vincitore del torneo, il serbo Novak Djokovic. Al Barclay Open di Dubai esce di scena al primo turno per mano del britannico Andy Murray in 3 set (6-7 6-3 6-4). Al torneo Master series di Indian Wells è sconfitto in semifinale dall'americano Mardy Fish in 2 set (6-3 6-2). Al torneo Master Series di Miami perde da Roddick nei quarti di finale 7-6 4-6 6-3, interrompendo una striscia di successi consecutivi nei confronti dell'americano (11).
    Dopo essersi affidato alla cura tecnica di José Higueras per la stagione sulla terra rossa, sulla stessa superficie torna al successo nel torneo dell'Open di Estoril (Portogallo), superando in finale Nikolay Davydenko, grazie al ritiro di quest'ultimo nel secondo set mentre Federer conduceva 7-6(5) 1-2. Per il terzo anno consecutivo gioca la finale del torneo di Monte Carlo e per la terza volta viene sconfitto da Rafael Nadal, con il punteggio di 7-5 7-5. Agli Internazionali d'Italia a Roma vince due incontri ma si arrende ai quarti contro il ceco Radek Štěpánek col punteggio di 7-6(4) 7-6(7). Al Master Series di Amburgo, perde in finale da Rafael Nadal, col punteggio di 7-5 6-7(7) 6-3. Al Roland Garros perde nuovamente in finale contro Nadal, col punteggio di 6-1 6-3 6-0, nonostante abbia applicato una tattica aggressiva per tutta la durata del match. Il 15 giugno conquista il suo cinquantacinquesimo titolo in carriera, nonché il quinto in 6 anni (5° consecutivo per lui, avendo saltato l'edizione 2007) sull'erba di Halle, portando a 59 le sue vittorie consecutive su questa superficie e a 25 quelle nel torneo tedesco. Per la sesta volta consecutiva approda alla finale di Wimbledon dove viene, però, sconfitto da Rafael Nadal in un epico incontro durato 4 ore e 48 minuti, conclusosi col punteggio di 4-6 4-6 7-6 7-6 7-9. Si interrompe così la striscia vincente sull'erba (65 vittorie) e quella al torneo londinese (40). Successivamente, viene inaspettatamente sconfitto al secondo turno del Master Series di Toronto, dal giocatore francese Gilles Simon, con il punteggio di 2-6, 7-5, 6-4. In seguito alla vittoria di Rafael Nadal nel torneo di Toronto Federer ha aggiunto parole d'elogio all'amico-rivale:
    Nel successivo torneo Master Series di Cincinnati, la sua inaspettata eliminazione al terzo turno, contro il tennista Croato Ivo Karlovic, comporta (il 18 agosto del 2008), la perdita della posizione di numero uno del mondo della classifica ATP, che il tennista Elvetico deteneva dal 2 febbraio del 2004 (posizione mantenuta per 237 settimane consecutive, un record assoluto), in favore del tennista spagnolo Rafael Nadal.
    In occasione della cerimonia d'apertura delle Olimpiadi di Pechino 2008 è stato di nuovo il portabandiera per la Svizzera. Nel torneo olimpico, cui tiene molto, esce inaspettatamente ai quarti contro James Blake, ma si riscatta alla grande in doppio vincendo il torneo e la medaglia d'oro olimpica in coppia con il connazionale Stanislas Wawrinka.
    L'8 settembre, tra lo scetticismo degli addetti ai lavori, dopo aver battuto in semifinale Djokovic, trionfa agli US Open battendo in finale lo scozzese Andy Murray per 6-2 7-5 6-2. Conquista così il suo tredicesimo titolo del Grande Slam, avvicinandosi ancora di più ai titoli vinti da Pete Sampras, che sono 14. Questo, inoltre, è il suo quinto consecutivo trionfo a New York che portano Federer al record di 35 vittorie consecutive sui campi di Flushing Meadows.
    In coppa Davis, vincendo un singolo e un doppio, contribuisce al ritorno della Svizzera nel gruppo mondiale ai danni del Belgio.
    Ai Masters di Madrid, Federer raggiunge la semifinale senza perdere nemmeno un set. La sua corsa termina quando viene sconfitto da Andy Murray, 6-3, 3-6, 5-7 in un rematch della finale degli US Open. Ciò nonostante, stabilisce il record di premi vinti nel tennis maschile, raggiungendo i 43.3 milioni di dollari in carriera, superando il record di Pete Sampras.

    Ai Davidoff Swiss Indoor Open di Basilea trionfa, in una delle migliori partite giocate nel 2008, in finale contro l'argentino David Nalbandian con il punteggio di 6-3 6-4, eclissando i dubbi nati dopo delle performance altalenanti mostrate nel corso della settimana. Si tratta del suo 57esimo titolo in carriera e del terzo consecutivo nella sua città natale. Nel Masters di Parigi è costretto a ritirarsi dal torneo, dando forfait per i quarti di finale, a causa di un infortunio alla schiena.

    Lo stesso infortunio ne condiziona le prestazioni al Masters di Shanghai, dove, sconfitto in tre set da Simon e da Murray e vittorioso sul solo Radek Stepanek, non supera il "gruppo rosso" fallendo per la prima volta in carriera l'acceso alle semifinali del torneo.


    2009
    Il 2009 di Roger Federer si apre col torneo esibizione di Abu Dhubai (250.000 Dollari). Esordisce in semifinale contro il Britannico Andy Murray, numero quattro del ranking mondiale. Durante l'incontro, il vero tennis dell' ex numero uno del mondo si è visto a sprazzi, con colpi da vero campione alternati però con dritti completamente fuori misura e rovesci steccati. Neanche con il servizio, colpo dal quale Federer di solito ottiene moltissimi punti, il campione svizzero è riuscito a tirarsi fuori dai guai, tanto che alla fine Murray è uscito vincitore, col risultato di 4-6, 6-2, 7-6 (6). La prima uscita valida per il circuito Atp avviene a Doha, dove Roger liquida l'italiano Potito Starace con il punteggio di 6-2 6-2. Al secondo turno il campione svizzero incontra un altro italiano, Andreas Seppi. Neanche l'altotesino riesce a tener testa al numero due del mondo, cedendo in due set secchi, per 6-3, 6-3. Ai quarti di finale Federer incontra il tedesco Philipp Kohlschreiber che, dopo aver perso malamente il primo set per 6-2, sembra risorgere nel secondo, dove ha tre set point nel tie break, cedendolo però alla fine allo svizzero col punteggio di 8-6. Federer raggiunge così un' altra semi-finale di un torneo ATP. Qui si scontra con il giocatore che lo aveva eliminato meno di una settimana prima ad Abu Dhubai, Andy Murray, che nel torneo di Doha difende il titolo. Federer conquista il primo set col punteggio di 7-6 (6). Ma Murray risorge e conquista il secondo e il terzo set con un doppio 6-2. Federer fallisce quindi l'accesso alla sua possibile prima finale di stagione.
    Caratteristiche tecniche
    Il tennis di Roger Federer è unanimemente considerato il punto di incontro tra il tennis classico, nel quale doti come la sensibilità ed il tocco avevano un importante ruolo, e quello moderno affermatosi con l'evoluzione tecnologica delle racchette. Del tennis antico Federer conserva senz'altro l'eleganza nei gesti: lo svizzero è uno dei pochissimi tennisti a giocare di diritto ancora in posizione classica Neutral Stance, con il piede destro parallelo alla linea di fondo. L'impugnatura con cui gioca il colpo è una Eastern, non particolarmente accentuata: nel movimento Federer impone una brusca accelerazione all'avambraccio, ruotando il polso quando desidera conferire effetto in Top-Spin alla palla e avanzando al contempo con la spalla. Il risultato è un colpo molto veloce, di difficile lettura per l'avversario essendo giocato senza cambiare posizione dei piedi, non molto carico di effetto e adatto alle superfici veloci.
    Miami 2007
    La spinta in avanti della spalla, proietta naturalmente Federer verso la rete rendendo il colpo efficace come colpo d'approccio. La versatilità tecnica di Federer gli consente notevoli variazioni con tale colpo: in allungo spesso utilizza un rapido movimento del polso per incrociare il colpo, risultando molto efficace nel passante contro avversari a rete. Lo stesso fa quando la palla è particolarmente bassa nei pressi della rete, accompagnando il movimento con un piccolo salto, trasferendo dal basso verso l'alto l'energia del gesto. La chiusura del movimento di diritto di Federer avviene lateralmente, dando l'impressione, come qualcuno ha detto, che il movimento assomigli a quello di una "grande frusta liquida".
    Il rovescio di Federer è un colpo meno naturale sul quale l'elvetico ha molto lavorato, e i cui progressi sono andati di pari passo con quelli di classifica. Anche di rovescio, giocato ad una mano, Federer gioca in accentuata Neutral Stance con il piede destro che scavalca l'allineamento del sinistro, utilizzando maggiormente il polso sia per conferire effetto in Top-Spin alla palla sia per direzionare il colpo. La sua impugnatura è generalmente a metà tra una Continental ed una Eastern, ed il piano di rimbalzo sulla palla viene adattato dall'inclinazione del polso. Il colpo non viene giocato in avanzamento come il diritto, ed il peso del corpo tende a poggiare prevalentemente sul piede sinistro (il posteriore). In alternativa al rovescio in Top-Spin, Federer dispone di un efficace rovescio in Back, con effetto dall'alto verso il basso. In questo colpo lo svizzero esalta la sua sensibilità di tocco, trasformando quella che è una scelta difensiva per tutti gli altri giocatori, in un'arma di attacco quando lo gioca basso e teso in incrociato, difficile da ribattere specialmente per i giocatori destrorsi con rovescio a due mani. Nel bagaglio tecnico dello svizzero c'è anche un insolito colpo di rovescio effettuato in allungo con un colpo di polso dal basso verso l'alto, incrociandolo stretto in top-spin, contro avversari che scendono a rete su quel colpo. In occasione delle esibizioni giocate contro Pete Sampras, nel novembre 2007, il fuoriclasse americano ha elogiato questo suo particolare colpo dichiarando "... ha questo colpetto (lett. flick) di rovescio che non avevo mai visto prima... è qualcosa che io non avevo". Nonostante con il diritto Federer faccia molti più punti e tenda a sbagliare di meno, c'è chi ritiene che il rovescio "sia il suo migliore colpo".
    Il servizio di Federer è un colpo che si è anch'esso evoluto nel tempo. Agli esordi Federer serviva senza spingere in maniera accentuata con gli addominali, spingendo la prima di servizio più piatta e risultando più attaccabile sulla seconda. Con gli anni ha aumentato l'inarcamento della schiena e oggi serve una seconda in kick con grande sicurezza (Federer commette pochi doppi falli). Il suo movimento di battuta si è avvicinato come meccanica del gesto a quello del più grande "battitore" della storia del tennis moderno, Pete Sampras". La sua prima di servizio viaggia mediamente attorno ai 195-200 km/h, meno veloce di quella di molti altri tennisti contemporanei. Ciò nonostante la capacità di piazzamento rende Federer uno dei giocatori che ricava la maggior parte dei punti dal proprio servizio.
    Ad inizio carriera Federer veniva considerato un giocatore di volo ed era posto a confronto con i grandi specialisti della rete quali John McEnroe, Stefan Edberg e Boris Becker. L'evoluzione del gioco di Federer ed il contestuale miglioramento dei risultati, sono però concisi con una riduzione da parte dello svizzero degli schemi di serve & volley. Il tennis moderno, molto più potente e giocato su superfici più lente, con palle più pesanti, penalizza il gioco di rete, e Federer, utilitaristicamente, ha fatto di necessità virtù. Di certo, il campione svizzero, conserva una strordinaria compostezza e coordinazione nei colpi di volo, e spesso si esalta alla ricerca di soluzioni di tocco. In alcuni tornei (Australian Open 2007 e Master Cup 2007) sembra voler tornare, e con ottimi risultati, agli "antichi" schemi di volo, che gli hanno permesso comunque di vincere i suoi primi tornei dello Slam.
    Servizio di Federer a Wimbledon 2007
    La migliore dote del gioco di Federer consiste, però, nella straordinaria reattività e nel colpo d'occhio che gli consentono di intuire e partire in anticipo sul colpo dell'avversario. Come ha avuto egli stesso occasione di affermare "...io sento, quando qualcuno sta per colpire la palla, di sapere con che angolo e che effetto, semplicemente mi sembra di averla già vista. E questo è un enorme vantaggio."
    Una statistica rende meglio l'idea di questa sua abilità: nei confronti diretti con l'americano Andy Roddick, il più potente battitore del circuito e recordman di ace in diverse stagioni, Federer ha servito meno ace del suo avversario solo in due occasioni su quindici incontri disputati. Come fu fatto notare dopo la semifinale di Wimbledon 2003 in cui Andy Roddick servì solo 4 ace, "Federer ha un talento nella lettura del servizio di Roddick... Roddick ha realizzato solo 4 ace nell'incontro mentre ne aveva serviti 64 nei 5 match precedenti..."
    Il suo preparatore atletico è da 10 anni Pierre Paganini. Nonostante in alcuni momenti delle sue esibizioni Federer sembri pigro ed adagiarsi sul suo talento, giocando da posizioni non tecnicamente ortodosse, adattando i colpi col polso, Paganini descrive il suo pupillo come un atleta completo, "Un tennista non deve essere né uno sprinter, né un maratoneta, né un tiratore di precisione, ma deve trarre un po' da ognuna di queste categorie". La caratteristica che gli consente di avere grande resistenza sul campo risiede forse, senza che si possa agevolmente documentare tale affermazione, nello scarso dispendio energetico che egli ha durante il 'suo' tennis: Federer ha movimenti essenziali, non sbuffa né emette gemiti nel colpire la palla, ed il condurre spesso il gioco lo costringe poche volte a lunghe rincorse sulla difensiva.
    I progressi degli ultimi anni sono stati anche caratteriali. Ad inizio carriera anche Federer era solito innervosirsi e lanciare racchette per terra. Poi, come afferma, dopo un incontro perso ad Amburgo nel 2001 con l'argentino Franco Squillari decise di non ripetere più tali gesti, e le cose, a suo dire, andarono meglio. Da allora Federer ha assunto in campo un atteggiamento calmo e sereno, fiducioso nel proprio tennis. Come ha affermato, "...quando sono in difficoltà mi concentro sul mio gioco. In passato, quando ero sotto col punteggio, venivo preso dalla paura e cercavo di cambiare qualcosa nel mio gioco; oggi sono calmo ed ho fiducia nei miei colpi".
    Statistiche e Record
    Tutti i dati principali sulla carriera di Federer fino al 9 settembre 2008.
    Finali del Grande Slam (17)

    Vinte (13)


    Perse (4)


    Vittorie nel Singolo (57)
    Finali Perse (21)
    Finali Vinte
    I Trofei di Wimbledon
    57 complessivi, di cui:
    1 nel 2001, 3 nel 2002, 7 nel 2003, 11 nel 2004, 11 nel 2005, 12 nel 2006, 8 nel 2007, 4 nel 2008;
    27 su cemento outdoor, 10 su erba, 7 su terra e 13 su cemento e sintetico indoor.
    e:
    13 tornei del Grande Slam (1 nel 2003, 3 nel 2004, 2 nel 2005, 3 nel 2006, 3 nel 2007, 1 nel 2008);
    14 tornei Master Series (1 nel 2002, 3 nel 2004, 4 nel 2005, 4 nel 2006, 2 nel 2007).
    Vittorie nel Doppio (8)
    2001: Rotterdam (con Jonas Bjorkman)
    2001: Gstaad (con Marat Safin)
    2002: Rotterdam (con Max Mirnyi)
    2002: Mosca (con Max Mirnyi)
    2003: Miami (con Max Mirnyi)
    2003: Vienna (con Yves Allegro)
    2005: Halle (con Yves Allegro)
    2008: Olimpiadi di Pechino (con Stanislas Wawrinka)
    Record

    Classifiche


    E' stato, ad oggi, per 237 settimane al vertice del ranking ATP. È il quarto giocatore nella classifica di tutti i tempi, dopo Pete Sampras (286), Ivan Lendl (270) e Jimmy Connors (268). Il record assoluto appartiene a Steffi Graf, che è stata numero 1 del tennis femminile per 377 settimane.
    Il 26 febbraio 2007 Federer ha compiuto 161 settimane consecutive al primo posto della classifica ATP. Ha battuto così il record di 160 settimane detenuto da 30 anni da Jimmy Connors. Successivamente Federer ha portato questo record a 237 settimane (dal 2 febbraio 2004 al 18 agosto 2008) superando anche il record detenuto dalla tedesca Steffi Graf nel tennis femminile (186 settimane dall'agosto 1987 al marzo 1991);
    Nel 2007 ha concluso per il quarto anno consecutivo al primo posto nel ranking ATP: dall'introduzione della classifica computerizzata (dal 1973) è il quinto giocatore della storia a riuscirvi dopo Jimmy Connors, John McEnroe, Pete Sampras e Ivan Lendl: come Connors, McEnroe e Sampras vi è riuscito per quattro stagioni consecutive;
    Nel novembre 2006, nonostante non abbia partecipato in stagione a due tornei validi per la classifica, ha raggiunto 8370 punti e con essi il record assoluto nella classifica ATP;
    Con 3900 punti di distacco sul secondo (raggiunti il 20 novembre 2006) ha stabilito il record assoluto nella classifica ATP;

    Tornei dello Slam


    Con 13 tornei dello Slam vinti è secondo dietro a Pete Sampras (che ne ha vinti 14);
    Insieme a Jimmy Connors (nel 1974) e Mats Wilander (nel 1988) è l'unico tennista ad aver vinto nell'era Open 3 tornei dello Slam in un anno (nel 2004, ripetendo la stessa impresa (unico nella storia) nel 2006 e nel 2007); Don Budge, nel 1938, e Rod Laver rimangono gli unici ad aver realizzato il Grande Slam; l'australiano, peraltro, per due volte (1962, 1969);
    E' l'unico tennista della storia ad aver realizzato una cinquina di vittorie consecutive in due differenti tornei dello slam (Wimbledon 2003-2007, US Open 2004-2008);
    Con 5 vittorie a Wimbledon è terzo a pari merito con Björn Borg dietro a Pete Sampras e Willie Renshaw (7);
    Ha eguagliato il record di 5 vittorie consecutive nell'era open a Wimbledon di Björn Borg; meglio solo Willie Renshaw con 6;
    Ha eguagliato il record di Björn Borg, Winfred Baddeley e Willie Renshaw di 6 finali consecutive a Wimbledon;
    Ha eguagliato il record di 5 vittorie nell'era open agli US Open detenuto da Jimmy Connors e Pete Sampras;
    E' l'unico tennista della storia ad avere realizzato l'accoppiata Wimbledon - US Open in due anni consecutivi e per più di due volte in stagione (impresa riuscita 4 volte consecutive, nel 2004, 2005, 2006, 2007);
    Detiene il record assoluto di finali consecutive nei tornei del Grande Slam: 10 (da Wimbledon del 2005 agli US Open del 2007); il precedente record di Jack Crawford, di 7 finali, resisteva dal 1934. Federer detiene anche il record di semifinali consecutivamente raggiunte nei tornei dello slam: 18 (da Wimbledon del 2004 agli US Open del 2008, serie ancora aperta);
    E' l'unico tennista nella storia, insieme a Rod Laver ad avere disputato almeno tre finali in ognuno dei quattro tornei dello Slam;
    Insieme a Borg ed a Nadal, è l'unico tennista dell'era open ad essersi aggiudicato un torneo dello slam senza aver perso alcun set (Australian Open 2007);
    Ha eguagliato il record di McEnroe di 11 vittorie consecutive senza perdere un set nei tornei del Grande Slam, ma battuto (36 a 35) il suo record di set vinti consecutivamente;
    È il tennista che ha vinto più incontri nello stesso anno nei tornei del Grande Slam con 27 vittorie nel 2006 (nel 2007 ha raggiunto gli stessi risultati vincendo 26 matches e usufruendo di un walkover, cioè una vittoria concessa per mancanza di avversari causa infortunio o squalifica);
    E' terzo nella classifica all-time di finali dello slam disputate: 17 (un bilancio di 13 vinte e 4 perse), preceduto da Lendl con 19 (8 vinte e 11 perse), e Sampras con 18 (14 vinte e 4 perse).

    Altri record


    È l'unico tennista dell'era open ad aver vinto più di 10 tornei in tre anni consecutivi, nel 2004, 2005 e 2006;
    Con 12 tornei vinti nel 2006 è secondo dietro a Jimmy Connors (che ne vinse 14 nel 1974);
    Detiene il record di finali vinte consecutivamente: tra luglio 2003 (sconfitta nella finale del torneo di Gstaad da Jiri Novak) ed ottobre 2005 (sconfitta contro l'argentino David Nalbandian nella finale del Master di Shangai) ha vinto 24 finali consecutive;
    Con 14 tornei Master Series vinti è secondo in assoluto dietro ad Andre Agassi (che ne ha vinti 17);
    Vanta il record di vittorie consecutive in incontri dei tornei Master Series: da Montecarlo 2005 (sconfitta con Gasquet), a Montecarlo 2006 (sconfitta con Nadal in finale), ha infilato un striscia di 29 successi consecutivi conquistando 4 tornei (Amburgo 2005, Cincinnati 2005, Indian Wells 2006, Miami 2006);
    È detentore della striscia vincente più lunga della storia sui campi in erba. Dalla sconfitta al 1° turno del torneo di Wimbledon 2002 con Mario Ancic alla finale di Wimbledon 2008 con Rafael Nadal, Federer ha vinto 65 incontri consecutivi vincendo dieci tornei. Il 4 luglio 2008, battendo in semifinale Marat Safin, ha raggiunto le 40 vittorie consecutive a Wimbledon, una sola vittoria dal record di Borg;
    Nelle 5 vittorie al torneo di Wimbledon ha vinto 102 set concedendone solo 8 agli avversari. Per le sue 5 vittorie lo svedese Borg concesse ai suoi avversari 19 set.
    Detiene il record di vittorie consecutive sul cemento (56, maturate dal torneo di Dubai del 2005 a quello di Dubai del 2006);
    Nel 2004 è stato il primo tennista dopo Bjorn Borg a vincere tre tornei consecutivi su tre superfici differenti: Wimbledon (e), Gstaad (t) e Toronto (c);
    Detiene il record di vittorie consecutive (26) contro giocatori classificati nei primi 10 del ranking ATP;
    Nelle prime 5 consecutive apparizioni al Master di fine anno (2002-2006), Roger Federer non perse un solo incontro dei cosiddetti Round Robin, i gironi all'italiana che determinano l'accesso alle semifinali (un record di 15 vinte e 0 perse). Nel 2007 la striscia fu interrotta da Fernando Gonzalez;
    L'11 marzo 2007, perdendo al secondo turno del Master Series di Indian Wells da Guillermo Canas, ha interrotto la striscia di 41 incontri vinti consecutivamente, la quarta più lunga per un giocatore dell'era open, iniziata nel mese di agosto 2006 agli US Open;
    Tra gli insoliti record che Roger Federer detiene vi è anche quello di imbattibilità sul suolo americano: dalla sconfitta al torneo di Cincinnati del 2004 contro lo slovacco Dominik Hrbaty, Federer ha infilato una striscia di 56 successi nel continente (49 nei soli Stati Uniti), interrottasi nel torneo di Cincinnati 2006 contro il britannico Andrew Murray;
    Il 18 febbraio 2008, per il quarto anno consecutivo, ha vinto il Laureus Sportsman of the Year Award, il premio che lo nomina sportivo dell'anno;
    Il 9 settembre 2007, vincendo per la quarta volta consecutiva gli US Open, si aggiudica il Prize Money più alto mai pagato nella storia dello sport, pari a $2.400.000 ($1.400.000 + $1.000.000 di bonus per essere stato il miglior tennista negli US Open Series 2007);
    Al termine dell'anno 2007, Roger Federer divenne il primo tennista ad aver superato la soglia dei 10.000.000 di dollari di premi vinti in una sola stagione;
    Il 15 ottobre 2008, disputando il secondo turno del Master series di Madrid, stabilisce il record di montepremi conquistato in carriera superando il precedente record di Pete Sampras.
    Performance annuali
    Note

      ^ a b c d ATPtennis.com - Players - Profiles - Profile. ATP Tour. URL consultato il 22 gennaio 2008.
      ^ a b (EN) Ask Roger, pagina 2. URL consultato il 30-06-2008.
      ^ (EN) Roddick: Federer might be greatest ever yup. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Federer inspires comparisons to all-time greats. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) 4-In-A-Row For Federer. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Greatness beckons Federer. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Federer Simply In a League of His Own. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Jack Kramer: Federer is the best I have ever seen. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Supreme. Owais destroys Ferrer. URL consultato il 07-09-2008.
      ^ (EN) Low-key Federer on top of world, di Greg Boeck. URL consultato il 30-06-2008.
      ^ http://www.atptennis.com/1/en/2007news/federer_psa07.asp
      ^ ROGER MEETS WITH POPE. URL consultato il 2007-11-19.
      ^ (EN) Federer wins, continues match against history. URL consultato il 11-09-2008.
      ^ (EN) Split from coach could "help Federer to focus". URL consultato il 20-06-2008.
      ^ Swissinfo luglio 2003
      ^ (EN) Low-key Federer on top of world. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Federer, Myskina crowned 2004 ITF world champions. URL consultato il 11-09-2008.
      ^ (EN) America's love affair with Federer lies ahead. URL consultato il 11-09-2008.
      ^ (EN) Roche previously coached Lendl, Rafter. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ (EN) Safin stuns Federer in epic semi. URL consultato il 15-09-2008.
      ^ Sito Ufficiale, news del 20/08/2007
      ^ Out of AAMI Classics
      ^ Certainty at last
      ^ NY Times - Federer's weakness might have been an illness
      ^ .Federer, il primato vacilla su gazzetta.it
      ^ Risultati Playoff Coppa Davis 2008 Svizzera
      ^ a b «ATP Tour - Federer eclissa le vincite di Sampras». , 17-10-2008.
      ^ «Masters di Parigi: Federer si ritira, passa Blake». , 17-10-2008.
      ^ Federer manca le semifinali
      ^ David Foster Wallace - Federer as religious experience - New York Times 20/08/2006
      ^ Federer a lavoro dopo la seconda esibizione
      ^ Rod Laver intervistato nel 2004
      ^ Arnab Zaheen così riporta in a Guide to Federer's playing style
      ^ Intervista rilasciata dopo aver vinto gli Australian Open del 2004 ed essere diventato numero 1
      ^ Sports Illustrated 4 luglio 2003
      ^ Paganini parla di Federer nel 2003
      ^ Federer parla di sé nel 2003
      ^ Conferenza stampa dopo la vittoria su Nalbandian al Master di Shangai 2006
      ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ATP - Biografia. URL consultato il 03/11/2008.
      ^ Off court - Fourth Laureus Award

    Altri progetti
    Commons
    Wikinotizie
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Roger Federer
    Wikinotizie contiene notizie di attualità su Roger Federer
    Collegamenti esterni
    (EN, FR, DE) Sito ufficiale
    (EN) Profilo di Federer sul sito dell'ATP
    (EN) ATP Statistics
    (DE) Sito dell'associazione umanitaria promossa da Roger Federer
    Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Roger_Federer"
    Categorie: Biografie | Tennisti svizzeri | Nati nel 1981 | Nati l'8 agosto | Campioni olimpici svizzeri | Alfieri svizzeri ai Giochi olimpici estivi | Alfieri ai Giochi della XXIX Olimpiade | Alfieri ai Giochi della XXVIII OlimpiadeCategorie nascoste: Richieste di vaglio aperte | BioBot | Voci di qualità su de.wiki | Voci di qualità su hu.wiki

    « Torna al 8 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre