Roberto Vecchioni (67)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 25 Giugno 1943
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Milano (MI)
  • Nazione: Italia
  • Roberto Vecchioni in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Roberto Vecchioni
  • Wikipedia: Roberto Vecchioni su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Roberto Vecchioni (Carate Brianza, 25 giugno 1943) è un cantautore, paroliere e scrittore italiano.

    Gli inizi come autore
    La famiglia di Vecchioni è di origine napoletana: il padre Aldo è commerciante, la madre Eva casalinga, ed il fratello Sergio, secondogenito, notaio. Roberto si laurea nel 1968 in lettere antiche presso l'Università Cattolica di Milano, nella quale resterà come assistente a Storia delle religioni; successivamente insegna in licei classici, come docente di greco e latino e dove ha come sua allieva Paola del duo Paola & Chiara.
    Comincia la carriera nel mondo musicale come autore di testi di canzoni, in collaborazione con l'amico musicista Andrea Lo Vecchio: il primo brano pubblicato è una traduzione in italiano di "Barbara Ann" dei Beach Boys, incisa nel 1966 dai Pop Seven, e la particolarità di questo 45 giri è che lo stesso Vecchioni partecipa all'incisione (sua è la voce che comincia la canzone cantando "Bar bar bar, bar Barbara Ann").
    Nella seconda metà degli anni 60 e nei '70 continua la carriera di autore di testi (a partire dal 1970 anche su musiche di Renato Pareti, oltre che di Lo Vecchio) e scrive canzoni per cantanti affermati come Ornella Vanoni, Iva Zanicchi, Gigliola Cinquetti, i Nuovi Angeli, gli Homo Sapiens ecc.).
    In alcuni di questi testi sono già evidenti le tematiche presenti nella sua produzione da cantautore: la nostalgia per il passato, il tema del doppio, l'uso della storia come metafora del presente (emblematica è, a questo proposito, La battaglia di Maratona incisa nel 1968 da Lo Vecchio), con evidenti influenze del lavoro letterario di Jorge Luis Borges.
    Lavora spesso, in questo periodo, con la CGD e la CBS, ed è in queste case discografiche che ha modo di conoscere Francesco Guccini
    Nel 1968 partecipa al Festival di Sanremo come autore con la canzone Sera, interpretata da Giuliana Valci e Gigliola Cinquetti, e questo fatto contribuisce a rendere Lo Vecchio e Vecchioni autori molto richiesti:
    Il debutto come cantautore
    Dopo i primi successi come autore di testi, Vecchioni riesce nel 1968 a incidere un 45 giri per la Durium, contenente sul lato a "La pioggia e il parco" e sul retro "Un disco scelto a caso"; entrambi i brani sono su musica di Lo Vecchio, ma il disco passa inosservato, e Vecchioni deve pazientare tre anni prima di ottenere la fiducia di una nuova casa discografica, la Ducale, fondata da Davide Matalin, ex padrone della Italdisc e storico scopritore di Mina.
    Nel 1971 ha scritto il testo dell'inno dell'Inter, su musica di Renato Pareti, intitolato Inter spaziale e cantato dal calciatore Mario Bertini. Per la Ducale Vecchioni incide, sempre nel 1971, il suo primo album Parabola, album che contiene una delle sue più belle canzoni Luci a San Siro, seguito l'anno dopo da Saldi di fine stagione; nel 1973 partecipa al Festival di Sanremo con L'uomo che si gioca il cielo a dadi, bella canzone dedicata al padre, che si classifica all'ottavo posto.
    Nel 1973 riceve il premio della critica discografica italiana per il disco Il re non si diverte e scrive le parole, anche se non accreditate, di Sugli sugli bane bane presentata da Le Figlie Del Vento nel Sanremo 1973
    Nel 1974 partecipa al Festivalbar con la canzone La farfalla giapponese, che passa però inosservata, e che è anche la sua ultima incisione per la Ducale; passa infatti alla Philips, con cui otterrà i primi successi di vendita, grazie a Ipertensione e soprattutto ad Elisir, i cui brani Velasquez e Figlia sono trasmessi spesso dalle prime radio libere.
    Nel 1975 ha una buona notorietà grazie alla sigla di un programma per bambini Barbapapà.
    Il successo
    Nel 1977 esce il brano che resta il suo più grande successo, Samarcanda, contenuto nell'album omonimo. Di notevole qualità anche i lavori successivi, passando da Calabuig, stranamore e altri incidenti del 1978, fino al Grande Sogno del 1984 con cui, assieme al fidato Michelangelo Romano, riarrangia i suoi maggiori successi affiancandoli ad alcuni nuovi brani (in quello che dà il titolo all'album Francesco De Gregori suona l'armonica).
    Nel 1979 venne accusato di spaccio sostanze stupefacenti dal giudice istruttore di Marsala, l'accusa si riferiva ad un episodio avvenuto durante una serata alla Festa dell'Unità di Marsala, nel 1977, quando il cantautore avrebbe offerto uno spinello ad un ragazzo quattordicenne; a seguito delle ammissioni del ragazzo Vecchioni venne arrestato e rilasciato dopo alcuni giorni. Il ragazzo in seguito ritrattò ma il processo proseguì per concludersi con la sua assoluzione; da questa vicenda personale trasse poi l'ispirazione per scrivere le canzoni Lettera da Marsala e Signor giudice (appartenenti all'album Robinson, come salvarsi la vita), quest'ultima un attacco alla magistratura e al sistema giudiziario.
    Tra la fine degli anni settanta e i primi anni ottanta, Vecchioni fu conduttore della nota trasmissione di Antenna 3 Lombardia Telebigino, in onda di pomeriggio per 3 ore durante la quale aiutava a tradurre in diretta brani di latino e greco che i giovani telespettatori dovevano fare come compito per l'indomani. Molto spesso,come lo stesso Vecchioni ha confermato,dopo aver dato verbo e costruzione, alla seconda o terza telefonata di un ragazzo era lui stesso a dare la traduzione intera.
    Nel 1980 è la volta del disco "Montecristo"; è l'unico dell'intera discografia a non essere mai stato ristampato. Ciò è dovuto al fatto che, a causa di una "lite" tra case discografiche, poco dopo la sua uscita fu ritirato dal commercio e tutte le copie distrutte. Furono distrutti anche i master. Per questo ne esistono solo poche copie che costituiscono dei veri e propri pezzi da collezione.
    Nel 1983 viene insignito del Premio Tenco.
    Nel 1992 vince il Festivalbar con la canzone Voglio una donna, unico inedito del disco dal vivo Camper. Finora in totale i suoi album hanno venduto oltre sei milioni e mezzo di copie.
    Roberto Vecchioni al Salone del Libro di Torino
    La sua attività di cantautore si intreccia con quella di scrittore. Nel 1983 esce il suo primo libro Il grande sogno, come allegato ad un'edizione limitata dell'album omonimo, (Milano Libri) che contiene poesie, racconti e testi per canzoni. Il suo secondo volume è del 1996, una raccolta di racconti intitolata Viaggi del tempo immobile (Einaudi). Nel 1998 cura la voce "Canzone d'autore" nell'enciclopedia Treccani. Nel frattempo non abbandona la musica e compone, per Patty Pravo, "Treno di Panna" inserita nel fortunato album "Notti guai e libertà" che porta la firma di altri prestigiosi cantautori. Ancora per Einaudi esce, nel 2000, il suo primo romanzo Le parole non le portano le cicogne ed è sempre l'editore torinese a pubblicare nel 2004 il volume Il libraio di Selinunte. Infine nel 2006 pubblica il libro "Diario di un gatto con gli stivali".
    Ha ricevuto il premio per la pace "Giorgio la Pira" nel 1998.
    Il suo lavoro s'intreccia con la musica nel 1999 quando, sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, organizza un giro presso Università e licei d'Italia per un ciclo di conferenze sulla Storia letteraria della canzone italiana.
    Roberto Vecchioni, inoltre, è stato insignito di numerosissimi premi e riconoscimenti ricevuti, tra i quali spiccano la recente nomina a "Cavaliere Ufficiale della Repubblica" conferitagli, motu proprio, dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi, l'Ambrogino d'oro del Comune di Milano, il premio "Scanno" per la narrativa, due premi "Tenco" alla carriera e il premio "Angelo dell'anno" per le sue attività di impegno nel sociale.
    Dal 2001 al 2003 ha insegnato alla facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università di Torino col titolo "Forme di poesia per musica". Nel 2004-2005 è stato docente del corso di "Forme di poesia per musica" presso l'Università di Teramo. Attualmente sta tenendo un corso di lezioni dal tema: "Testi letterari in musica" all' Università di Pavia, presso la quale sarà a contratto a partire dall'anno accademico 2006 - 2007, ed un corso di lezioni: "Laboratorio di Scrittura e Cultura della Comunicazione" presso l'Università "La Sapienza" di Roma.
    Nelle sue canzoni, poesie o libri è, molte volte, presente il mescolarsi del proprio essere con i più svariati miti della storia, della letteratura o dell'arte quest'ultimi presi in prestito, non tanto per descriverne le gesta ma come espediente per iniziare un viaggio interiore.
    Roberto Vecchioni nato e cresciuto in Brianza è però di origini napoletane, tali origini si rivelano in maniera esplosiva quando lui in più di una occasione si è cimentato sia a incidere che a eseguire in pubblico pezzi in napoletano, la stessa "lettere da Marsala" citata in precedenza è una delle più belle canzoni napoletane degli ultimi decenni, la sua napoletanità, legata in particolar modo al ricordo dei genitori e all'infanzia viene citata anche in uno degli ultimi lavori, "dimentica una cosa al giorno".
    È sposato e ha quattro figli.
    Discografia
    La discografia completa di Vecchioni del periodo che va dagli esordi al 1992 è stata ricostruita da Franco Settimo ed è stata pubblicata nel volume Voci a San Siro (completa anche di tutte le canzoni scritte da Vecchioni per altri artisti, ed è su questa versione che ci si è basati).
    Ippopotami è il primo album di Roberto Vecchioni che è stato stampato anche su CD, oltre che su LP. In futuro saranno ristampati, sempre su CD, anche i primi dischi della carriera, Parabola, Saldi di fine stagione, L'uomo che si gioca il cielo a dadi e Il re non si diverte più, Hollywood Hollywood e Robinson come salvarsi la vita, sempre dalla Cgd. Sempre su CD hanno visto la stampa anche i primi quattro dischi su etichetta Philips, Ipertensione, Elisir, Samarcanda e Calabuig Stranamore e altri incidenti, tutti e quattro, come i rispettivi LP, su etichetta Philips.

    Album


    1971 - Parabola (Ducale, DUC 2)
    1972 - Saldi di fine stagione (Ducale, DUC 6)
    1973 - L'uomo che si gioca il cielo a dadi (Ducale, DUC 7)
    1974 - Il re non si diverte (Ducale, DUC 9)
    1974 - Barbapapà (Philips, 6198 134)
    1975 - Ipertensione (Philips, 6323 040)
    1976 - Elisir (Philips, 6323 042)
    1977 - Samarcanda (Philips, 6323 049)
    1978 - Calabuig, stranamore e altri incidenti (Philips, 6323 062)
    1979 - Robinson, come salvarsi la vita (Ciao Records 1000)
    1980 - Montecristo (Philips 6492 113)
    1982 - Hollywood Hollywood (CGD, 20299)
    1984 - Il grande sogno (CGD, 21212; nuove incisioni di vecchi brani, 7 inediti e un volume con poesie di Vecchioni, disegni e storie di Hugo Pratt, Milo Manara, Moebius ed Andrea Pazienza)
    1985 - Bei tempi (CGD, 20477)
    1986 - Ippopotami (CGD)
    1989 - Milady (CGD)
    1991 - Per amore mio (EMI)
    1992 - Voci a San Siro, Arcana (mini cd con quattro brani inediti, allegato all'omonimo libro)
    1993 - Blumun (EMI)
    1995 - Il cielo capovolto (EMI)
    1997 - El bandolero stanco (EMI)
    1999 - Sogna ragazzo sogna (EMI)
    2002 - Il lanciatore di coltelli (EMI)
    2004 - Rotary Club of Malindi (Columbia Sony Music)
    2007 - Di rabbia e di stelle (Universal)
    45 giri
    1968 - La pioggia e il parco/Un disco scelto a caso (Durium, Ld A 7601)
    1972 - Povero ragazzo/Io non devo andare in via Ferrante Aporti (Italdisc, IT 228)
    1972 - Fratelli?/I pazzi sono fuori (Ducale, DUC 237)
    1973 - L'uomo che si gioca il cielo a dadi/Sono solamente stanco da morire (Ducale, DUC 240)
    1974 - La farfalla giapponese (canzone per tutti gli amori)/Messina (Ducale, DUC 245)
    1975 - Irene/Canzone per Laura (Philips, 6025 143)
    1975 - La famiglia di Barbapapà/Il miglior amico degli animali (Philips, 6198 134; con il coro Le Mele Verdi)
    1976 - Velasquez/Pani & pesci (Philips, 6025 161)
    1977 - Samarcanda/Canzone per Sergio (Philips, 6025 175)
    1978 - Stranamore (pure questo è amore)/Il capolavoro (Philips, 6025 206)
    1979 - A te/Un'altra storia (Music, 5000, con Enrico Nascimbeni)
    1979 - Signor giudice/Vorrei (Ciao Records, 500)
    1980 - Montecristo/La città senza donne (Philips, 6025 272)
    1982 - Dentro gli occhi/Hollywood Hollywood (CGD)
    1983 - Hotel degli assassini/Morgana (luce di giorni passati) (CGD)
    1984 - Il grande sogno/Mi manchi (CGD)
    1985 - Fratel coniglietto/Samarcanda (CGD)

    Album live


    Camper, Emi 1992 (Live con un inedito)
    Canzoni e cicogne, Emi 2000. (Live con due inediti)
    Roberto Vecchioni live @Rtsi, RTSI 2001. (Live)
    Il contastorie, Universal 2005 (Live con un inedito)

    Raccolte


    Luci a San Siro, Philips 1980.(Raccolta)
    Il capolavoro, Philips 1990.(Raccolta)
    Roberto Vecchioni raccolta, Cgd East West 1997 (Raccolta)
    Studio Collection, Emi 1998. (Raccolta con un inedito)
    Samarcanda e altri successi, Universal 1998 (Raccolta)
    Luci a San Siro e altri successi, ??? 1998 (Raccolta)
    Le più belle canzoni di: Roberto Vecchioni, Warner Music 1999 (Raccolta)
    Roberto Vecchioni superstar, Universal 2000 (Raccolta)
    Le ballate, Emi 2003
    Vecchioni, Universal 2005
    Collezione italiana Roberto Vecchioni, EMI 2006 (Raccolta)
    The platinum collection: Vecchioni, EMI 2006 (Raccolta 3 cd)
    Roberto Vecchioni Doc, EMI 2006 (Raccolta)
    Temi e canzoni
    Vecchioni è forse l'unico artista italiano che
    come sintetizza E. Assante ne la Repubblica.
    Libri
    Cronologia delle opere:
    2007, Di sogni e d'amore, Frassinelli
    2006, Diario di un gatto con gli stivali, Einaudi
    2004, Il libraio di Selinunte, Einaudi
    2000, Le parole non le portano le cicogne, Einaudi
    1996, Viaggi del tempo immobile, Einaudi
    Bibliografia
    Michelangelo Romano - Canzoni e spartiti - Lato Site, 1979
    Sergio Secondiano Sacchi - Voci a San Siro - Arcana editrice, 1992
    Anna Caterina Bellati - Roberto Vecchioni. Le canzoni - Claudio Lombardi editore, 1993
    Paolo Jachia - Roberto Vecchioni Le donne, i cavalier, l'arme, gli amori - Fratelli Frilli editori
    Sito ufficiale
    Note

      ^ http://www.mentelocale.it/musica_notte/contenuti/index_html/id_contenuti_varint_20160 Intervista a Vecchioni
      ^ Michelangelo Romano (a cura di), Roberto Vecchioni: Canzoni e spartiti, Lato Side, Roma, 1979, pag. 17
      ^ Michelangelo Romano (a cura di), Roberto Vecchioni: Canzoni e spartiti, Lato Side, Roma, 1979, pagg. 14-15

    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Roberto Vecchioni
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Portale Biografie
    Portale Musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Roberto_Vecchioni"
    Categorie: Biografie | Cantautori italiani | Parolieri italiani | Scrittori italiani del XX secolo | Scrittori italiani del XXI secolo | Nati nel 1943 | Nati il 25 giugno | Cantanti italiani | Insegnanti italiani | Gruppi e musicisti della Lombardia | Gruppi e musicisti della Durium | Gruppi e musicisti della Ciao | Gruppi e musicisti della CGD | Gruppi e musicisti della EMI ItalianaCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 25 Giugno


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre