Robert Plant (62)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Robert Anthony Plant
  • Data di nascita: 20 Agosto 1948
  • Professione: Cantante
  • Gruppo: Led Zeppelin
  • Luogo di nascita: West Bromwich
  • Nazione: Gran Bretagna
  • Robert Plant in Rete:

  • Wikipedia: Robert Plant su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Robert Anthony Plant CBE (West Bromwich, Staffordshire, 20 agosto 1948) è un cantante, musicista e compositore inglese.
    Nel 1968, contattato da Jimmy Page, entrò a far parte dei nascituri Led Zeppelin nel ruolo di cantante ed autore, contribuendo in maniera determinante alla nascita dell'hard rock - genere di cui il gruppo è comunemente ritenuto iniziatore - rimanendovi fino allo scioglimento del gruppo, avvenuto nel 1980 a causa della morte del batterista John Bonham.
    Dal 1982, a dispetto dell'evidente abbassamento del suo timbro vocale, si è dedicato con alterne fortune alla carriera solista, riprendendo ed ampliando molti dei temi costituenti la complessa alchimia musicale dei Led Zeppelin come il blues, il folk, la musica araba e le tematiche mitologiche, in particolar modo quelle celtiche.
    La sua ecletticità nel combinare vari generi musicali, il suo aspetto selvaggio, le pose sfrontate che assumeva sul palco e soprattutto il suo timbro vocale estremo - del tutto inedito per l'epoca per la sua capacità di assumere sfumature assai delicate o livelli di inaudita aggressività - ne hanno fatto un vero e proprio modello per i cantanti rock, hard rock ed heavy metal che sarebbero venuti; tre esempi piuttosto evidenti in tal senso sono Steven Tyler degli Aerosmith, Bon Scott degli AC/DC (che dal vivo era solito persino vestirsi allo stesso modo) ed Axl Rose dei Guns N'Roses.
    Nel 2008 la rivista Rolling Stone lo ha collocato al 15° posto nella Lista dei 100 più Grandi Cantanti di Tutti i Tempi.



    Biografia
    Cantante dotato di grande talento, di una bella voce espressiva, con caratteristiche venature Blues e capace di raggiungere, soprattutto con l'ausilio del canto di gola e del falsetto, tonalità notevolmente alte, Robert Plant ha trascorso la fine degli anni sessanta e tutti i settanta nei Led Zeppelin e producendo un totale di otto album che hanno dominato le classifiche, non solo britanniche ma del mondo intero, per tutti gli anni Settanta.
    Dotato di un talento grezzo e di un profondo e viscerale amore per la musica, Plant - che da ragazzino adora il Rock and Roll di Elvis Presley e il Blues - cresce nella cittadina di Halesowen nella contea dello Worcestershire (nell'hinterland di Birmingham) ed inizia la sua carriera giovanissimo: dopo aver lasciato la famiglia, che lo ostacola nella sua passione per la musica e lo spinge ad intraprendere la carriera di ragioniere, Robert fa lavori di ogni genere (incluso stendere asfalto sulle strade) finché inizia a cantare nei pub di campagna intorno a Birmingham. Dopo avere cantato nella Band of Joy, viene scoperto dal chitarrista dei cosiddetti New Yardbirds, Jimmy Page, mentre canta in una band chiamata Hobbstweedle. Page, che - a dispetto dei suoi soli ventiquattro anni - è già un'affermato turnista di studio, forte di quasi dieci anni di carriera nonché reputato uno dei migliori chitarristi al mondo, è alla ricerca di un cantante per il suo nuovo gruppo e non appena sente la voce del giovane cantante dilettante, rimane tanto impressionato da scartare immediatamente voci del calibro (e della ben consolidata fama commerciale) di Rod Stewart e Joe Cocker. “Il solo ascoltarlo mi innervosiva", ricordava Page negli anni '70. "Ancora adesso accade... è come se fosse un gemito primordiale”. L'esperto e intrigante Pagey (come lo soprannomineranno poi gli altri membri dei Led Zeppelin) "convince" in pochi minuti Plant a unirsi a lui. È questo l'inizio di una coppia che quanto a successo artistico e commerciale non sarà seconda nemmeno alla mitica e gloriosa Lennon-McCartney e che darà inizio ad una nuova era nella storia della musica. Inizialmente Plant non era apprezzato dalla maggior parte dei critici musicali, tanto che uno di loro lo definì un "povero belloccio urlatore".
    Robert Plant dal vivo con gli Strange Sensation a Taormina nel 2007.
    In seguito alla morte del batterista John Bonham nel 1980 e al conseguente scioglimento dei Led Zeppelin, Plant nel 1982, esordisce da solista con Pictures at Eleven un ottimo disco a cui partecipano i grandi batteristi Phil Collins e Cozy Powell. Plant torna in tour raccogliendo buoni consensi di pubblico. Durante una uscita a New York assieme a Phil Collins i due sono fermati all'ingresso di un locale che richiede necessariamente la giacca; nonostante i due musicisti indichino che i giubbotti indossati valgono ben più di una giacca, l'accesso al locale viene negato. Tempo dopo Phil Collins intitolerà il suo album No jacket required (ovvero Non è richiesta la giacca).
    Al primo disco segue The Principle of Moment. Nel decennio 1985-1995 Plant appare sottotono, soprattutto per l'impossibilità di raggiungere con la voce le estensioni di un tempo (Shaken'n'Stirred, Now and Zen, Manic Nirvana e Fate of Nations ne sono un esempio) ma anche a causa dell'ombra dei Led Zeppelin che continua a gravare sulla sua figura: i paragoni fra "quello che faceva" prima e "quello che fa" ora sono impietosi e umilianti, ma spesso colgono nel segno. Plant non è professionalmente allo sbando e non si autodistrugge con alcool e droghe, ma sembra aver perso definitivamente lo smalto di un tempo. Gli album mantengono comunque una elevata qualità complessiva anche se Plant per ciascuno varia i musicisti di supporto.
    Successivamente però, a partire dal 1994, il cantante inglese riesce finalmente ad affrancarsi dalla pesante eredità dei Led Zeppelin. A partire da No Quarter (1994), album composto da registrazioni dal vivo e in studio realizzato insieme a Jimmy Page, Plant ritrova se stesso. Una nuova vena creativa che si manifesta sia nella reinterpretazione dei vecchi grandi successi dei Led Zeppelin che nella creazione di alcuni nuovi brani caratterizzati da una raffinatezza e un carattere del tutto particolari. All'età di quarantacinque anni "Percy" (come lo chiamavano gli altri membri del gruppo) dimostra che nonostante i noduli alle corde vocali (si era sottoposto a intervento chirurgico già nel 1975), le rughe e le mille avventure di una vita dall'intensità fuori dal normale, l'autentica passione per la musica e le doti artistiche sono tutt'altro che svanite e stanno anzi rifiorendo a nuova vita.
    Il 2002 sarà poi l'anno di Dreamland ottimo disco che porterà la ritrovata qualità artistica di Plant a pieno compimento. L'ultima opera di Plant, Mighty Rearranger, è del 2005: un album diviso a metà fra la riscoperta delle origini Blues e il nuovo personalissimo stile mistico che tanto "deve" alla musica nordafricana e indiana.
    Dal 2005 canta con il gruppo Strange sensation.
    Nel 2007 ha pubblicato l'album " Raising sand " cantato assieme ad Alison Krauss. Il disco ha ottenuto giudizi lusinghieri e contiene, fra le altre, la canzone Please read the letter già presente su Walking into Clarksdale pubblicato con Page.
    Il 31 dicembre 2008, come ogni anno, la regina Elisabetta d'Inghilterra ha reso noto il lungo elenco delle onorificenze assegnate alle personalità di spicco del Regno Unito. Dell'elenco fa parte anche lo stesso Plant che - insignito del titolo di Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico (CBE) - potrà ora fregiarsi dell'appellativo di Sir.
    Curiosità
    Secondo alcune voci Robert Plant, al ritorno in aereo dall'unica data dei Led Zeppelin in Italia (al Vigorelli di Milano nel 1971, concerto degenerato in scontri con tanto di lancio di fumogeni, cariche di polizia e completa distruzione della strumentazione), era talmente scosso dagli avvenimenti accaduti da mettersi a piangere.
    Nel DVD del Freddie Mercury Tribute Concert è stata omessa l'esecuzione di Innuendo per volere dello stesso Plant, che ha considerato la sua esibizione di scarso livello.
    Appassionato di calcio, Plant è tifoso del Wolverhampton Wanderers F.C.
    Onorificienze
    Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico
    — Londra, 31 dicembre 2008
    Discografia
    Led Zeppelin
    post-Zeppelin
    A Raising Sand ha anche raggiunto la #2 posizione nella classifica Top Country Albums di Billboard.
    Note


      ^ Biografia di Steven Tyler e retrospettiva musicale su Allmusic.com
      ^ Biografia di Bon Scott e retrospettiva musicale su Allmusic.com
      ^ RollingStone.com - 100 Greatest Singers of All Time. URL consultato il 10-01-2009.
      ^ BBC.co.uk - Robert Plant appointed CBE in the New Year Honours
      ^ Billboard.com - Charts - Albums - Top Country Albums

    Voci correlate
    Led Zeppelin
    Jimmy Page
    John Paul Jones
    John Bonham
    New Yardbirds
    Strange Sensation
    Collegamenti esterni
    (EN) Intervista audio di Robert Plant

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Robert_Plant"
    Categorie: Biografie | Cantanti britannici | Musicisti britannici | Compositori britannici | Nati nel 1948 | Nati il 20 agosto | Cantanti hard rock | Cantanti heavy metal | Cantanti blues rock | Cantanti folk rock | Vincitori di Grammy | Led ZeppelinCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 20 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre