Robert De Niro (67)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 17 Agosto 1943
  • Professione: Attore
  • Luogo di nascita: New York
  • Nazione: Stati Uniti
  • Robert De Niro in Rete:

  • Sito Non Ufficiale: Un sito non ufficiale su Robert De Niro
  • Wikipedia: Robert De Niro su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Foto di Robert De Niro.



    Oscar al miglior attore non protagonista 1975

    Oscar al miglior attore 1981
    Robert Mario De Niro Jr. (New York, 17 agosto 1943) è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense di origine italoamericana. Attore prolifico, é generalmente considerato tra i maggiori interpreti della sua generazione, soprattutto per l'importante produzione a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, in cui ebbe modo di lavorare con celebri e rinomati registi (Francis Ford Coppola, Martin Scorsese, Elia Kazan, Michael Cimino, Bernardo Bertolucci, Sergio Leone) in pellicole di enorme successo.
    É stato candidato 6 volte all'Oscar, vincendolo in due occasioni, nel 1975 (Attore non protagonista) e nel 1981: ha lavorato in 8 film dell'amico Martin Scorsese, instaurando uno dei più celebri e importanti sodalizi della storia del cinema americano. Nel suo ricco repertorio di personaggi, spiccano i ruoli gangster nelle maggiori pellicole moderne del genere: il giovane don Vito Corleone ne Il padrino - Parte II, Noodles in C'era una volta in America, Jimmy Conway in Quei bravi ragazzi, Sam "Asso" Rothstein in Casinò.
    Perfezionista, noto per la maniacale preparazione e documentazione sui personaggi che si accinge ad interpretare, ha dato volto e fattezze ad alcuni tra i più noti, travagliati e complessi personaggi portati sullo schermo negli ultimi decenni: l'inquietante Travis in Taxi Driver, l'autodistruttivo pugile Jake LaMotta in Toro scatenato, lo psicotico Max Cady in Cape Fear, lo spietato e malinconico criminale Neil in Heat - La sfida.

    Cenni biografici
    Figlio di un apprezzato pittore, Robert De Niro, Sr e Virginia Admiral, De Niro porta cognome italiano (il nonno paterno era originario di Ferrazzano nel Molise: il cognome originario è Di Niro, tipico di quella parte della provincia di Campobasso, poi trascritto erroneamente in De Niro, forse da familiarità di cognomi francesi in America o per un mero errore dell'impiegato dell'anagrafe). Sebbene si consideri un italo-americano le sue origini sono miste, come è facile che possa accadere in una città di emigranti come New York, in cui nacque nel 1943. I suoi antenati provengono da almeno quattro nazioni: suo padre Robert De Niro sr. era figlio di un immigrato italiano e di una irlandese; e la madre Virginia Admiral aveva origini olandesi e tedesche. Entrambi erano pittori e per questo comune interesse si incontrarono al Greenwich Village. Nonostante la passione comune per l'arte, il loro legame non durò molto e il giovane Robert crebbe solo e debole nel quartiere di Little Italy. Da qui ebbe le maggiori influenze culturali per le origini italiane, che costituivano appena un quarto della sua ascendenza.
    Ben presto il suo obiettivo divenne la recitazione e in tal modo, dopo aver mancato la scuola superiore, iniziò la sua folgorante carriera, intrecciatasi per buona parte con un altro "figlio" della Little Italy dell'epoca, il regista Martin Scorsese. Il 18 ottobre 2006 Robert De Niro ha ricevuto ufficialmente la cittadinanza italiana insieme al passaporto consegnatogli dal sindaco di Roma Walter Veltroni. De Niro aveva espresso il desiderio di ottenere la cittadinanza dei suoi antenati, alla quale aveva peraltro diritto. Inoltre è iscritto alle liste elettorali della sua regione d'origine, il Molise.
    Carriera di attore
    De Niro, 1988
    Laureato alla Little Red School House De Niro apparve per la prima volta sul grande schermo nel 1968 in Ciao America e Hi,Mom! (diretti da Brian De Palma), raggiungendo però la fama solo quattro anni dopo con il film Batte il tamburo lentamente di John Hancock. Nel 1973 inizia a lavorare con Martin Scorsese con Mean Streets. Il film successivo regala a De Niro, al tempo appena ventottenne, il suo primo oscar come miglior attore non protagonista, per l'ottima interpretazione di Vito Corleone (parte già stata di Marlon Brando ne Il Padrino due anni prima); Robert interpreta la maggior parte del film parlando in dialetto siciliano.
    Il film successivo vale a De Niro la fama internazionale, e la sua seconda nomination all'oscar (stavolta per la miglior interpretazione protagonista), non riuscendo però ad aggiudicarsi nuovamente la statuetta, risultando battuto da Peter Finch per Quinto potere; comunque la magnifica interpretazione di Travis Bickle, un veterano del Vietnam, alienato, isolato, depresso e sessualmente frustrato, é da considerare una delle più belle di sempre: siamo nel 1976, il film è Taxi Driver ed è di nuovo diretto da Scorsese. Lo stesso anno, in Italia, gira Novecento di Bernardo Bertolucci e Gli ultimi fuochi di Elia Kazan. L'anno successivo torna per la terza volta a lavorare con Martin Scorsese in un musical a fianco di Liza Minnelli: New York, New York ma il film risulta un fiasco al botteghino; cosa che non succede però al suo film successivo, diretto stavolta da Michael Cimino, ovvero Il cacciatore che la notte degli oscar vince ben cinque premi oscar, tra cui miglior film e miglior regia (De Niro risulta candidato come protagonista, ma viene battuto da Jon Voight).
    Alla fine degli anni settanta, il suo amico Martin Scorsese (già regista di suoi tre film) pensa di finirla con la regia e sotto pressione dello stesso De Niro decide di girare il suo ultimo film con Bob nuovamente protagonista: questo ultima fatica si basa sull'autobiografia del pugile italo-americano Jake La Motta e parla della vita del boxer. Per interpretare in miglior modo la parte di La Motta in decadenza a fine carriera, Robert ingrassa circa trenta chili, tanto da procurargli dei seri problemi di salute e spingere Scorsese ad affrettare la fine del film per permettere a De Niro di tornare al suo peso forma; il film risulta essere forse il capolavoro per eccellenza di Scorsese, Toro scatenato e riscuote uno straordinario successo tanto da arrivare alla notte degli oscar con ben otto nomination (tra cui miglior film, regia, sceneggiatura non originale, attore protagonista): De Niro si aggiudica così la sua seconda statuetta, la prima come protagonista, mentre Scorsese dovrà aspettare il 2006 per vincere il premio con The Departed.
    Infatti il film successivo di Scorsese, Re per una notte, vede nuovamente come protagonista De Niro. Poi l'anno dopo, il 1984, Robert torna a lavorare con un regista italiano (dopo Bertolucci), ovvero Sergio Leone, per il quale interpreta l'ottima parte di David 'Noodles' Aaronson nel colossal C'era una volta in America. Poi dopo Brazil (1985), l'anno dopo è protagonista insieme a Jeremy Irons di Mission. Arrivati nel 1987 interpreta il boss mafioso italiano Al Capone ne Gli intoccabili, accanto ad attori del calibro come Sean Connery, Kevin Costner ed un giovane Andy Garcia.
    A questo punto lavora per i successivi due anni in film meno impegnati come le due commedie: Prima di mezzanotte (1988) e Non siamo angeli (1989), per poi tornare nel 1990 a lavorare con Scorsese in uno dei capolavori del genere gangster: Quei bravi ragazzi dove De Niro interpreta magistralmente il boss Jimmy Conwey (candidatura come miglior attore protagonista ai Bafta Awards); lo stesso anno è sempre protagonista in Risvegli (quinta candidatura agli Oscar). L'anno successivo, nel settimo film con Scorsese Cape Fear - Il promontorio della paura, è uno psicopatico, ex carcerato, assetato di vendetta: nuovamente candidatura all'Oscar, sempre come miglior attore.
    Nella seconda metà degli anni Novanta, non disdegnando brevi ma incisivi ruoli in pellicole anche minori, vanno ricordati soprattutto due tra le migliori interpretazioni della sua gloriosa carriera: nel 1995 è il criminale antagonista di Al Pacino in Heat - La sfida di Michael Mann e il giocatore professionista Sam "Asso" Rothstein in Casinò (ottava collaborazione con Scorsese). Da segnalare anche Ronin (accanto a Jean Reno) e The Score (accanto a Marlon Brando e Edward Norton), dove nel primo caso è un criminale mercenario e nel secondo un ladro professionista.
    Nel 1993 si cimenta nella regia (ma partecipa anche da protagonista) in Bronx a cui seguirà nel 2006 The Good Shepherd - L'ombra del potere con Matt Damon, che come annunciato è solo il primo film di una trilogia diretta da Robert tutta interamente dedicata alla C.I.A..
    Negli anni successivi De Niro interpreta molte parti in commedie, tra cui Terapia e pallottole (1999) e il seguito Un boss sotto stress del 2002 (entrambi accanto al comico Billy Crystal); Ti presento i miei del 2000 e Mi presenti i tuoi? del 2004, entrambi accanto a Ben Stiller.
    Nel 2008 è uscito Sfida senza regole, diretto da Jon Avnet dove divide ancora la scena con Al Pacino (sembra che De Niro abbia chiesto allo sceneggiatore del film, Russell Gewirtz, di cambiare la parte del suo collega, che inizialmente non doveva essere Al Pacino, anzi era disegnata per un giovane che avrebbe dovuto interpretare un poliziotto recluta accanto al detective veterano De Niro, e di trasformare quella recluta in un altrettanto esperto detective: Al Pacino. Il desiderio di Bob è stato esaudito).
    Tra i progetti futuri c'è la parte di Frank Machianno nel film Frank Machine, che sarà diretto da Michael Mann.
    TriBeCa Film Festival
    Nel 2002 Jane Rosenthal e Robert De Niro, in risposta agli attentati dell'11 settembre 2001 al World Trade Center e la conseguente perdita di vitalità dell'area vicina di TriBeCa a Manhattan, quartiere nel quale lo stesso De Niro abita da anni, hanno deciso di dare vita ad un festival cinematografico per la città di New York, il TriBeCa Film Festival di New York, che in pochi anni, grazie ai nomi eccellenti nell'organizzazione, si è affermato come uno dei più interessanti eventi cinematografici mondiali.
    Vita privata
    È un sostenitore del Partito Democratico statunitense. Il suo migliore amico nonché compagno nella maggior parte dei suoi film è l'attore italoamericano Joe Pesci.
    Curiosità
    De Niro alla presentazione di Sesso & potere, 1998
    De Niro e Marlon Brando sono i due soli attori ad aver vinto il premio Oscar per aver interpretato lo stesso personaggio, Don Vito Corleone della saga de Il padrino di Francis Ford Coppola: De Niro lo vinse per aver interpretato il giovane Vito in Il padrino - Parte II, e Brando precedentemente per l'anziano Don Vito in Il padrino.
    L'attico di uno dei due palazzi dove vivono i boss nel film Slevin è di proprietà dell'attore
    L'attore ha dichiarato che è contrario all'indipendenza del Kosovo dalla Serbia, perché culla del popolo serbo. Ha inoltre una figlia chiamata Drina, come il fiume che scorre nell'omonimo paese.
    Robert De Niro, Francis Ford Coppola e Robin Williams sono proprietari di un ristorante di San Francisco, il Rubicon.
    Viene citato "insane" nella canzone dei Red Hot Chili Peppers "mellowship slinki in b-major" dall album Blood Sugar Sex Magik
    Una canzone del gruppo pop Bananarama si chiama Robert DeNiro's Waiting ed è presente nel loro omonimo album del 1984.
    Filmografia parziale
    Un recente immagine dell'attore
    Attore
    Tre camere a Manhattan (Trois chambres à Manhattan) (1965) (non accreditato)
    Ciao America! (Greetings) (1968)
    Sam's Song (1969)
    Oggi sposi (The Wedding Party) (1969) Prodotto: 1963
    Il clan dei Barker (Bloody Mama) (1970)
    Hi, Mom! (1970)
    I maledetti figli dei fiori (Jennifer on My Mind) (1971)
    Il mio uomo è una canaglia (Born to Win) (1971)
    La gang che non sapeva sparare (The Gang That Couldn't Shoot Straight) (1971)
    Batte il tamburo lentamente (Bang the Drum Slowly) (1973)
    Mean Streets - Domenica in chiesa lunedì all'inferno (Mean Streets) (1973)
    Il padrino - Parte II (The Godfather: Part II) (1974)
    Taxi Driver (1976)
    Novecento (1900) (1976)
    Gli ultimi fuochi (The Last Tycoon) (1976)
    New York, New York (1977)
    Il cacciatore (The Deer Hunter) (1978)
    The Swap (recut vers: Sam's Song) (1979)
    Toro scatenato (Raging Bull) (1980)
    L'assoluzione (True Confessions) (1981)
    Re per una notte (The King of Comedy) (1983)
    C'era una volta in America (1984)
    Innamorarsi (Falling in Love) (1984)
    Brazil (1985)
    Mission (The Mission) (1986)
    Angel Heart - Ascensore per l'inferno (Angel Heart) (1987)
    Gli intoccabili (The Untouchables) (1987)
    Dear America: Letters Home from Vietnam (Documentario) (1987) - Voce narrante
    Prima di mezzanotte (Midnight Run) (1988)
    Jacknife (1989)
    Non siamo angeli (We're No Angels) (1989)
    Lettere d'amore (Stanley & Iris) (1990)
    Quei bravi ragazzi (Goodfellas) (1990)
    Risvegli (Awakenings) (1990)
    Indiziato di reato (Guilty by Suspicion) (1991)
    Fuoco assassino (Backdraft) (1991)
    Cape Fear - Il promontorio della paura (Cape Fear) (1991)
    Amanti, Primedonne (Mistress) (1992)
    La notte e la città (Night and the City) (1992)
    Lo sbirro, il boss e la bionda (Mad Dog and Glory) (1993)
    Voglia di ricominciare (The Boy's Life) (1993)
    Bronx (A Bronx Tale) (1993)
    Frankenstein di Mary Shelley (Frankenstein) (1994)
    Le cento e una notte (Les cent et une nuits de Simon Cinéma) (1995)
    Casinò (Casino) (1995)
    Heat - La sfida (Heat) (1995)
    The Fan - Il mito (The Fan) (1996)
    Sleepers (1996)
    La stanza di Marvin (Marvin's Room) (1996)
    Cop Land (1997)
    Sesso & Potere (Wag the Dog) (1997)
    Jackie Brown (1997)
    Paradiso perduto (Great Expectations) (1998)
    Ronin (1998)
    Lenny Bruce: Swear to tell the truth (Documentario) (1998) - Voce narrante
    Terapia e pallottole (Analyze This) (1999)
    Flawless - Senza difetti (Flawless) (1999)
    Men of Honor - L'onore degli uomini (Men of Honor) (2000)
    Ti presento i miei (Meet the Parents) (2000)
    Le avventure di Rocky e Bullwinkle (The Adventures of Rocky & Bullwinkle) (2000)
    15 minuti - Follia omicida a New York (15 Minutes) (2001)
    The Score (2001)
    Showtime (2002)
    Colpevole d'omicidio (City by the Sea) (2002)
    Un boss sotto stress (Analyze That) (2002)
    Hans Hofmann: Artist/Teacher, Teacher/Artist (Documentario) (2003) - Voce narrante
    Godsend (2004)
    Shark Tale (2004) - Voce
    Mi presenti i tuoi? (Meet the Fockers) (2004)
    Il ponte di San Luis Rey (The Bridge of San Luis Rey) (2004)
    Nascosto nel buio (Hide and Seek) (2005)
    Arthur e i popolo dei Minimei (Arthur et les Minimoys) (2006) - Voce
    The Good Shepherd - L'ombra del potere (2006)
    Stardust (2007)
    Sfida senza regole (Righteous Kill) (2008)
    What Just Happened? (2008)
    Everybody's Fine (2009), post-produzione
    Little Fockers (2009), in-produzione
    Street of Dreams (2009), pre-produzione
    Frankie Machine (2010), in-produzione
    Regista
    Bronx (A Bronx Tale) (1993)
    The Score (2001) (non accreditato)
    The Good Shepherd - L'ombra del potere (2006)
    Doppiatori italiani
    La voce italiana ufficiale (e storica) dell'attore è stata quella di Ferruccio Amendola (doppiandolo in 41 film), il quale, però, non gli ha sempre prestato voce. Infatti De Niro è stato doppiato anche da:
    (...) in: Il clan dei Barker
    Angelo Nicotra in: Il mio uomo è una canaglia
    Massimo Turci in: Batte il tamburo lentamente
    Pino Colizzi in: Il padrino - Parte II
    Gigi Proietti in: Mean Streets, Gli ultimi fuochi e Casinò
    Paolo Poiret in: Brazil e Angel Heart - Ascensore per l'inferno
    Stefano De Sando in: Mission, Ronin, C'era una volta in America ediz. DVD.
    Renzo Stacchi in: Paradiso perduto
    Enrico Maggi nel Celebrity Deathmatch
    Sandro Acerbo in: Hi, Mom! riediz. DVD.
    Pino Insegno in: Il padrino - Parte II ediz.DVD cofanetto 2007
    Dal film Ti presento i miei in poi De Sando è diventato il doppiatore ufficiale di De Niro, in seguito alla scomparsa di Amendola.
    Note

      ^ http://www.tcm.com/tcmdb/participant.jsp?participantId=46568|131585&afiPersonalNameId=null
      ^ http://news.bbc.co.uk/2/low/entertainment/1710770.stm
      ^ http://www.channel4.com/film/newsfeatures/microsites/M/moviestars/results/results_05_01.jsp
      ^ L'Universale Cinema - Le Garzantine 2003

    Bibliografia
    Rosanna Bellitto, Robert De Niro - Esedra, marzo 2001
    Altri progetti
    Wikiquote
    Commons
    Wikiquote contiene citazioni di o su Robert De Niro
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Robert De Niro
    Voci correlate
    Lista di collaborazioni tra regista e attore
    Collegamenti esterni
    Scheda su Robert De Niro dell'Internet Movie Database
    Robert De Niro su Open Directory Project (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Robert De Niro")
    Portale Biografie
    Portale Cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Robert_De_Niro"
    Categorie: Biografie | Attori statunitensi | Registi statunitensi | Produttori cinematografici statunitensi | Nati nel 1943 | Nati il 17 agosto | Premi Oscar al miglior attore non protagonista | Premi Oscar al miglior attore | Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico | Attori italoamericani | Personalità legate a New York | Il padrinoCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 17 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre