Renzo De Felice (1929-1996)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1996
  • Data di nascita: 8 Aprile 1929
  • Professione: Scrittore
  • Luogo di nascita: Rieti (RI)
  • Nazione: Italia
  • Renzo De Felice in Rete:

  • Wikipedia: Renzo De Felice su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Renzo De Felice (Rieti, 8 aprile 1929 – Roma, 25 maggio 1996) è stato uno storico italiano, massimo esperto del fascismo, allo studio del quale si dedicò sin dal 1960 e fino all'anno della sua morte.

    La vita e la carriera accademica
    Laureatosi nel 1955-1956 con Federico Chabod, ottenne nello stesso anno una borsa di studio presso dell'Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli, fondato da Benedetto Croce e diretto dallo stesso Chabod.
    Iscritto al PCI, nel 1956 fu tra i firmatari del celebre Manifesto dei 101, sottoscritto da intellettuali dissenzienti verso l'atteggiamento scarsamente critico del partito rispetto all'invasione sovietica dell'Ungheria. Insieme a molti dei firmatari del manifesto, De Felice lasciò il PCI per iscriversi al Partito Socialista Italiano.
    Ottenuto l'incarico di professore ordinario presso l'Università di Salerno dal 1968 al 1971, De Felice fondò nel 1970 la rivista Storia Contemporanea edita da Il Mulino. Nel 1972 si trasferì presso l'Università La Sapienza di Roma, ove insegnò Storia dei partiti politici alla facoltà di Lettere e poi, dal 1979, presso quella di Scienze politiche; infine, nel 1986, passò a occupare la cattedra di Storia contemporanea.
    Ha fatto parte del consiglio editoriale del Journal of Contemporary History.
    Gli studi
    I suoi studi, indirizzati inizialmente verso la storia moderna, si concentrarono poi su quella contemporanea (gli ebrei sotto il fascismo) e, da tale filone, scaturì l'interesse che contraddistinse più marcatamente la sua carriera di storico e che lo propose spesso all'attenzione del grande pubblico: la storia della dittatura fascista.
    L'interpretazione che De Felice dà del fascismo si articola su tre temi fondamentali: l'origine socialista del pensiero di Mussolini e la differenza fra il fascismo e le dittature di destra contemporanee, la distinzione fra il "fascismo movimento" e il "fascismo regime", la realizzazione di un consenso determinante a garantire stabilità e successo al regime fascista.
    Al di là degli elogi e delle critiche, l'interpretazione che De Felice offre del fascismo e della dittatura mussoliniana ha comunque il merito di aver suscitato una nuova stagione di studi e riflessioni sul fascismo.
    La polemica sul Revisionismo
    Quando De Felice pubblicò il primo volume della monumentale biografia di Mussolini, la storiografia e la cultura italiane erano divise da barriere ancora molto rigide e lo storico venne accusato da sinistra di giustificare il fascismo.
    D'altra parte, le sue ricerche, poi riconosciute da buona parte degli accademici come generalmente serie e scrupolosamente documentate, furono spesso piegate (con evidenti forzature delle tesi defeliciane) dai seguaci delle teorie revisionistiche al fine di negare le responsabilità storiche del fascismo. Il mondo antifascista reagì accomunando spesso i teorici del revisionismo con il loro presunto ispiratore, il quale reagì, da una parte ribadendo le sue tesi in libri discussi ma sempre di tono "scientifico", dall'altra, soprattutto negli articoli che pubblicò su Il Giornale, o in alcune interviste rilasciate a Giuliano Ferrara, sul Corriere della Sera, utilizzando il mezzo giornalistico per aprire il dibattito sul fascismo a un pubblico di non soli specialisti.
    Le opere
    1960 - Note e ricerche sugli "illuminati" e il misticismo rivoluzionario (1789-1800)
    1960 - La vendita dei beni nazionali nella Repubblica Romana. 1798-1799
    1961 - Storia degli ebrei italiani sotto il fascismo, Einaudi, ISBN 8806132571
    1964 - Mussolini il rivoluzionario (1883-1920)
    1965 - Italia giacobina
    1966 - Mussolini il fascista I La conquista del potere 1921-1925 ISBN 8806139916
    1969 - Mussolini il fascista II L'organizzazione dello Stato fascista 1925-1929 ISBN 8806139924
    1969 - Le interpretazioni del fascismo, Laterza, ISBN 8842045950
    1970 - Il Fascismo: le interpretazioni dei contemporanei e degli storici
    1974 - Mussolini il duce I Gli anni del consenso 1929-1936 ISBN 8806139967
    1975 - Intervista sul fascismo, a cura di Michael Ledeen, Laterza, ISBN 8842053716
    1978 - Ebrei in un paese arabo: gli ebrei nella Libia contemporanea tra colonialismo, nazionalismo arabo e sionismo (1835-1970)
    1980 - (con Mariano Ambri) - I falsi fascismi. Ungheria, Jugoslavia, Romania (1919-1945)
    1981 - Mussolini il duce II Lo Stato totalitario 1936-1940 ISBN 8806139975
    1983 - Mussolini e Hitler. I rapporti segreti (1922-1933)
    1985 - Intellettuali di fronte al fascismo
    1990 - Mussolini l'alleato I L'Italia in guerra 1940-1943 1. Dalla guerra "breve" alla guerra lunga ISBN 8806140310
    1990 - Mussolini l'alleato I L'Italia in guerra 1940-1943 2. Crisi e agonia del regime ISBN 8806140329
    1990 - Il triennio giacobino in Italia (1796-1799)
    1991 - Bibliografia orientativa del fascismo
    1995 - Rosso e nero, Baldini & Castoldi, ISBN 888089675X
    1997 - Mussolini l'alleato II La guerra civile 1943-1945 ISBN 8806149962
    2004 - Storia del Fascismo 4 vol. - Luce Libero ISSN: 1591 - 0423
    Portale Fascismo
    Portale Storia
    Portale Biografie

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Renzo_De_Felice"
    Categorie: Biografie | Storici italiani | Nati nel 1929 | Morti nel 1996 | Nati l'8 aprile | Morti il 25 maggio | Personalità legate all'Università La SapienzaCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 8 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre