Ralph Nader (76)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 27 Febbraio 1934
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Winsted
  • Nazione: Stati Uniti
  • Ralph Nader in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Ralph Nader
  • Wikipedia: Ralph Nader su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Ralph Nader
    Ralph Nader (Winsted, 27 febbraio 1934) è un avvocato, attivista e politico statunitense di origini libanesi, noto per il suo attivismo contro gli abusi delle multinazionali nel campo ambientale e dei diritti dei consumatori.
    Nader è anche un forte critico della politica estera statunitense degli ultimi decenni, che egli considera dominata dalle multinazionali, imperialista ed in generale contraria ai valori fondamentali della democrazia e dei diritti umani.

    Cenni biografici
    Nato in una famiglia di origine libanese, fin da giovanissimo ebbe una grande passione per lo studio che lo portò ad ottenere due lauree prestigiose: alla Princeton University nel 1955 e ad Harvard nel 1958. Nel 1959 servì per sei mesi la marina statunitense e dopo il congedo lavorò come avvocato ad Hartford.
    Dal 1961 al 1964 fu professore di storia governativa alla University of Hartford. Proprio nel 1964 si trasferì a Washington dove divenne collaboratore del segretario (ministro) del lavoro Daniel Patrick Moynihan ed in quegli anni lavorò come giornalista freelance per le testate The Nation e Christian Science Monitor.
    In un articolo del 1965, sostenne che le automobili prodotte dal colosso statunitense General Motors non erano totalmente sicure. L'azienda tentò di screditare Nader e lo pedinò con investigatori privati: quando se ne accorse, Nader denunciò la GM e vinse la causa, costringendo l'azienda dapprima a pagargli 284.000 dollari per violazione della privacy e successivamente ad aumentare i dispositivi di sicurezza della auto.
    Di tendenze progressiste, Nader presiedette e sostenne numerosi aziende no-profit e durante gli anni settanta ed ottanta fu un importante attivista politico in favore dell'ambiente, degli animali, degli immigrati, dei nativi americani e dei diritti delle coppie omosessuali. Fu il primo nel 2002 a rendersi conto e avviare un'indagine della truffa subita nell'Nba dai Sacramento Kings durante la serie di Western Conference Finals contro i Los Angeles Lakers, serie che l'arbitro Tim Donaghy ha confessato essere stata truccata in favore dei Lakers dall'Nba per motivi di share e economici. Proprio i Lakers vinsero il titolo.
    Politica
    Si è ripetutamente candidato alla Presidenza degli Stati Uniti:
    nel 1996 si presentò come candidato dei Verdi, raccogliendo poco meno dell'1% dei voti;
    nel 2000 si presentò ancora come candidato dei Verdi, raccogliendo circa 2,9 milioni di voti (2,74%)
    nel 2004 si candidò come candidato del Reform Party ma raccolse solo 459.000 voti (poco meno dello 0,4%).
    nel 2008, candidato come indipendente, ha raccolto 657.389 voti (0,54 %).
    Già nel 1972, secondo un sondaggio, egli era considerato un buon candidato alla presidenza degli USA da molti cittadini ma in quell'occasione preferì non partecipare alle elezioni primarie. Nel 1992 aveva partecipato, non di sua volontà, alle primarie del Partito Democratico Statunitense ma ottenne solo 6.300 voti, venendo di conseguenza sconfitto da Paul E. Tsongas e Bill Clinton.
    Le elezioni presidenziali del 2000
    Campagna elettorale del 2000.
    La presenza di Nader fu particolarmente importante nelle elezioni del 2000, quando il candidato democratico Al Gore perse la presidenza (a favore del repubblicano George W. Bush) anche a causa dei voti da lui raccolti.
    Infatti Nader, che sosteneva che non vi era sostanziale differenza fra i programmi di Gore e quelli di Bush, correva su una piattaforma decisamente a sinistra di quella di Gore (proponendo fra l'altro l'istituzione di un sistema sanitario nazionale, l'estensione al livello universitario del sistema di educazione pubblica gratuita, l'espansione dei diritti sindacali, la riduzione delle tasse sul reddito delle persone fisiche ed il loro inasprimento sui profitti delle multinazionali e su quelli finanziari) e probabilmente sottrasse molti più voti a Gore che non a Bush. In particolare, nel decisivo stato della Florida Bush vinse con un margine "ufficiale" di 537 voti (0.01%), un numero molto più piccolo dei 97.488 voti raccolti da Nader. Anche nel New Hampshire la differenza fra Bush e Gore era di poco più di 7.000 voti, contro i circa 22.000 raccolti da Nader.
    Anche prendendo per buone le statistiche citate dallo stesso Nader (secondo il quale se egli non si fosse presentato il 38% dei suoi elettori avrebbe votato per Gore, il 25% avrebbe votato per Bush ed il rimanente 37% non avrebbe votato), è evidente che in sua assenza almeno uno di questi due stati sarebbe andato a Gore, e con esso la presidenza. La sua "difesa" appare più credibile quando indica che egli è stato al massimo una delle concause della sconfitta di Gore, che aveva condotto una cattiva campagna elettorale (che, caso rarissimo, condusse alla sua sconfitta anche nel suo stato d'origine, il Tennessee) e che commise madornali errori legali in occasione dei ri-conteggi dei voti in Florida (che molti credono avrebbero potuto ribaltare l'esito del voto).
    Il disegnatore Matt Groening ironizzò su questi avvenimenti e in una puntata della serie I Simpsons fece comparire un Ralph Nader elogiato e ringraziato dai membri del Partito Repubblicano Statunitese per "l'ottimo lavoro" fatto nel 2000. Ma già precedentemente, nel suo romanzo "Natura morta con picchio" (" Stll Life with Woodpecker", 1980), Tom Robbins lo sceglie come simbolo dei "furori ambientalisti" che agitano la società "nell'ultimo quarto del secolo ventesimo", facendone l'uomo ideale, e idolatrato dalla protagonista.
    Pubblicazioni
    Nader ha scritto molti libri, per lo più autobiografici. Nessuno di essi però è stato mai tradotto in italiano.
    Action for a Change (con Donald Ross, Brett English, e Joseph Highland)
    Canada Firsts
    Civic Arousal
    Collision Course (con Wesley Smith)
    Corporate Power in America (con Mark Green)
    Crashing the Party: Taking on the Corporate Government in an Age of Surrender
    Cutting Corporate Welfare
    In Pursuit of Justice
    Nader on Australia
    No Contest: Corporate Lawyers and Perversion of Justice in America (con Wesley Smith).
    Ralph Nader Congress Project
    Ralph Nader Presents: A Citizen's Guide to Lobbying
    Taming the Giant Corporation (con Mark Green e Joel Seligman)
    The Big Boys (con William Taylor)
    The Consumer and Corporate Accountability
    The Frugal Shopper (con Wesley Smith)
    The Good Fight: Declare Your Independence and Close the Democracy Gap
    The Lemon Book
    The Menace of Atomic Energy (con John Abbotts)
    The Ralph Nader Reader
    Unsafe at Any Speed
    Verdicts on Lawyers
    Whistle-Blowing (con Peter J. Petkas e Kate Blackwell)
    Who's Poisoning America (con Ronald Brownstein e John Richard)
    Winning the Insurance Game (con Wesley Smith e J. Robert Hunter)
    You and Your Pension (con Kate Blackwell)
    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Ralph Nader
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Ralph_Nader"
    Categorie: Biografie | Avvocati statunitensi | Attivisti statunitensi | Politici statunitensi | Nati nel 1934 | Nati il 27 febbraio | Scrittori statunitensiCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti | Segnalazioni NPOV - ottobre 2008 | Segnalazioni NPOV politica

    « Torna al 27 Febbraio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre