Pietro Micca (1677-1706)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1706
  • Data di nascita: 6 Marzo 1677
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Sagliano (BI)
  • Nazione: Italia
  • Pietro Micca in Rete:

  • Wikipedia: Pietro Micca su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Pietro Micca (Sagliano Micca, 6 marzo 1677 – Torino, 30 agosto 1706) è stato un militare italiano.
    Arruolato come soldato-minatore nell'esercito del Regno sabaudo, è storicamente ricordato per l'episodio di eroismo nel quale perse la vita e che consentì alla città di Torino di resistere all'assedio del 1706 da parte delle truppe francesi.
    Poco si sa sulla sua persona prima del gesto, tranne che proveniva da famiglia modesta. Nella sua città natale, Sagliano (piccolo centro della bassa Valle Cervo unita all'antica Andorno Cacciorna - oggi Andorno Micca - divenuto in seguito Sagliano Micca) esiste ancora la semplice casa nella quale abitava, situata all'interno di uno dei tipici cortili del Piemonte. Un museo a lui intitolato, dedicato al suo gesto e al memorabile assedio, si trova a Torino.
    Nella notte tra il 29 e il 30 agosto 1706 - in pieno assedio di Torino da parte dell'esercito francese - forze nemiche entrarono in una delle gallerie sotterranee della Cittadella, uccidendo le sentinelle e cercando di sfondare una delle porte che conducevano all'interno. Pietro Micca - conosciuto con il soprannome di Passepartout - era di guardia ad una di queste porte insieme ad un commilitone.
    I due soldati sentirono dei colpi di arma da fuoco e capirono che non avrebbero resistito a lungo: decisero così di far scoppiare della polvere da sparo (un barilotto da 20 chili posto in un anfratto della galleria chiamata "capitale alta") allo scopo di provocare il crollo della galleria e non consentire il passaggio alle truppe nemiche.
    Non potendo utilizzare una miccia lunga perché avrebbe impiegato troppo tempo per far esplodere le polveri, Micca decise di impiegare una miccia corta, conscio del rischio che avrebbe corso. Istintivamente, quindi, allontanò il compagno (con una frase che sarebbe diventata storica: «Alzati, vai e salvati, che sei più lungo di una giornata senza pane») e senza esitare diede fuoco alle polveri, cercando poi di mettersi in salvo correndo lungo la scala che portava al cunicolo sottostante.
    Il corpo di Pietro Micca fu ritrovato senza vita a quaranta passi di distanza, dove fu ucciso dalle esalazioni velenose dell'esplosione. L'ubicazione della scala su cui avvenne l'eroico gesto si è avuta soltanto nel 1958 grazie alle ricerche del capitano Guido Amoretti, appassionato archeologo e studioso di storia patria. A lui si deve l'ideazione del Museo Pietro Micca e dell'assedio di Torino del 1706.
    Secondo il conte Giuseppe Maria Solaro della Margherita, all'epoca comandante della guarnigione di Torino, il sacrificio della sua vita è da addebitarsi più ad un errore di calcolo della lunghezza della miccia che ad una deliberata volontà di sacrificare la propria vita.
    Come ricompensa per il sacrificio di Pietro Micca il duca Vittorio Amedeo II assegnò alla vedova, Maria Pasqual Bonino (sposata il 29 ottobre 1704), un vitalizio di due pani al giorno. La coppia aveva anche un figlio, Giacomo (stesso nome del padre di Pietro), di appena 11 mesi.
    Note
    Sarebbe più opportuno dire che si tratta di un patriota piemontese o sabaudo, per il periodo storico in cui visse e poiché parlava, correntemente, il piemontese e non l'italiano.


      ^ La frase fu pronunciata in piemontese e non in italiano, per cui queste non sono le parole esatte.

      La seconda parte di queste è: «it ses pi longh che 'n di sensa pan»

    Galleria fotografica
    Bibliografia
    Antonio Manno, Pietro Micca ed il Generale Solaro de la Margarita (Torino, 1883).
    Guido Amoretti. La verità storica su Pietro Micca – Dopo il ritrovamento della scala esplosa (1958 – 1959) – VII Edizione, maggio 1996.
    Alfonso Cipolla – Giovanni Moretti, Diroccata con apoteosi. Il mito di Pietro Micca attraverso il teatro, in: Gustavo Mola di Nomaglio, Roberto Sandri Giachino e a.(a cura di),Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706 tra spirito europeo e identità regionale, Atti del Convegno, Torino 29-30 settembre 2006, Torino, Centro Studi Piemontesi - Associazione Torino 1706-2006, 2007, vol. II, pp. 549-547.
    Mario Coda, I Micca: una famiglia del ceto popolare entrata nella storia grazie all’eroismo di Pietro Micca, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., vol. II, pp. 487-525.
    Alessandro Gaido, Pietro Micca e l’assedio di Torino nel cinema, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., vol. II, pp. 559-564.
    Damiano Lombardo, Pietro Micca nell’attualità del 2000, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., pp. 589-591.
    Pier Giuseppe Menietti, Dare un volto all’eroe. L’iconografia di Pietro Micca tra invenzione e celebrazione, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., pp. 527-548.
    Simonetta Satragni Petruzzi, Pietro Micca nell’elogio di un poeta romanesco: Filippo Tartùfari, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., pp. 585-587.
    Pompeo Vagliani, “Te felice, o Pietro Micca, dell’Italia salvatore”. La figura di Pietro Micca nella pubblicistica per l’infanzia e nei testi scolastici tra Ottocento e primo Novecento, in: Torino 1706. Memorie e attualità dell'Assedio di Torino del 1706..., cit., pp. 565-583.
    Piergiuseppe Menietti, "Pietro Micca nel reale e nell'immaginario". Editrice Il Punto, Torino 2003.


    Portale Biografie
    Portale Storia

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Micca"
    Categorie: Biografie | Militari italiani | Nati nel 1677 | Morti nel 1706 | Nati il 6 marzo | Morti il 30 agosto | Guerra di successione spagnolaCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 6 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre