Piero Marrazzo (52)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 29 Luglio 1958
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Roma (RM)
  • Nazione: Italia
  • Piero Marrazzo in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Piero Marrazzo
  • Wikipedia: Piero Marrazzo su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Piero Marrazzo (Roma, 29 luglio 1958) è un giornalista e politico italiano, presidente della Regione Lazio dal 2005.

    La carriera giornalistica
    Figlio del giornalista Giuseppe Marrazzo, si è laureato in giurisprudenza e poco dopo è entrato in RAI, lasciando l'attività politica giovanile che aveva portato avanti fino a quel momento, come socialista riformista.
    I venti anni in RAI lo hanno visto come conduttore e inviato del Tg2, poi come responsabile della testata regionale della Toscana e poi, chiamato da Giovanni Minoli, alla "Cronaca in diretta", a "Drugstories" e agli speciali "Format".
    In seguito ha condotto "Mi manda Raitre".
    La carriera politica
    Nel novembre 2004 ha accettato di candidarsi per la carica di presidente della regione Lazio, con la coalizione di centrosinistra, L'Unione, in occasione delle elezioni regionali dell'aprile 2005, in cui ha vinto con il 50,7% dei voti.
    Nel periodo di campagna elettorale sarebbe stato spiato illegalmente allo scopo di ostacolarne l'elezione a presidente regionale (tale vicenda è correlata allo scandalo Laziogate).
    Walter Veltroni con Piero Marrazzo
    In seguito all'elezione ha suscitato alcune critiche da parte dell'opposizione il fatto che Marrazzo abbia aumentato, in maniera giudicata eccessiva, le consulenze e gli incarichi alla Regione Lazio, anziché procedere a dei tagli.
    A fronte dell'emergenza rifiuti nella Regione Lazio, Marrazzo ha assunto una gestione commissariale che, secondo una sua prima dichiarazione, avrebbe dovuto scadere il 31 gennaio 2007, ma poi è stata da lui prorogata fino al 24 giugno 2008, data in cui è stato presentato al Consiglio regionale lo stato di attuazione delle misure per l’uscita dall’emergenza. Marrazzo ha preferito attuare una politica di chiusura delle discariche già esistenti, affermando che un loro ampliamento non è all'ordine del giorno.
    Nel 2008, per cercare di riorganizzare la macchina amministrativa, Marrazzo ha dato avvio al cosiddetto "progetto trasparenza" promosso dal governo, col quale sono stati messi a disposizione dei cittadini su Internet i dati di diverse strutture dirigenziali (retribuzioni, orari di lavoro, dati su promozioni e trasferimenti, incentivi di produttività). L’iniziativa ha ricevuto il plauso del Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta .
    Per far fronte all'indebitamento della sanità regionale, Marrazzo ha assunto ad interim l'assessorato alla sanità; nel luglio del 2008 è stato quindi nominato dal Governo commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro. Tra i provvedimenti, ha predisposto la chiusura di alcuni ospedali romani, tra cui il Forlanini e il San Giacomo, decisione che ha provocato varie proteste da parte degli ospedalieri interessati e di numerose associazioni di residenti. Sui tagli decisi da Marrazzo è giunto l'allarme di Confindustria che teme una perdita di 3.500 posti di lavoro.
    A partire dal 17 settembre 2008 Marrazzo ha reintrodotto il pagamento del ticket sui medicinali nelle farmacie del Lazio, in base a un decreto che è stato contestato da associazioni come Federfarma, Cosnil, Federitalia Consumatori, a causa dei disagi a cui potrebbero andare incontro i cittadini delle fasce più deboli.
    Il 30 settembre 2008 Marrazzo ha ottenuto dal governo Berlusconi lo stanziamento di fondi pari a 5 miliardi di euro, con cui rimpinguare le casse della regione, per far fronte all'indebitamento della spesa sanitaria che ammonterebbe a 9 miliardi e 700 milioni. E si è impegnato col ministro Sacconi a ridurre tale debito entro il 2009.
    Curiosità
    Appare nel video della canzone dei Litfiba Maudit mentre conduce il Tg2.
    Note


      ^ Articolo di Mario Giordano, Il Giornale, 29/09/2005
      ^ Corriere della Sera: Marrazzo: "sui rifiuti nessuna proroga del commissariamento"
      ^ 2 febbraio 2007 - Prorogato il commissariamento nel Lazio per la presunta emergenza rifiuti
      ^ Dichiarazione Brunetta
      ^ «Non chiudete il San Giacomo», La Repubblica, 6/08/2008
      ^ a b Corriere Romano del 30 settembre 2008
      ^ (IT) UnoNotizie. «I provvedimenti di Marrazzo colpiscono i più deboli». , 19-09-2008.
      ^ Sanità: in arrivo il ticket (MetroNews 2/10/2008)
      ^ Adnkronos Salute 25/9/2008

    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Piero Marrazzo
    Collegamenti esterni
    Piero Marrazzo Sito Ufficiale
    Biografia sul sito della Regione Lazio
    Scheda su openpolis.it di Piero Marrazzo
    Portale Biografie
    Portale Politica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Marrazzo"
    Categorie: Biografie | Giornalisti italiani del XXI secolo | Politici italiani del XXI secolo | Nati nel 1958 | Nati il 29 luglio | Presidenti del Lazio | Figli d'arte | Politici del Partito Socialista Italiano | Politici del Partito Democratico (Italia)Categoria nascosta: BioBot

    « Torna al 29 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre