Phil Collins (59)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 30 Gennaio 1951
  • Professione: Cantante
  • Gruppo: Genesis
  • Luogo di nascita: Chiswick
  • Nazione: Gran Bretagna
  • Phil Collins in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Phil Collins
  • Wikipedia: Phil Collins su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Oscar per la migliore canzone 2000
    Philip David Charles Collins (Chiswick, 30 gennaio 1951) è un batterista, cantante e compositore britannico, noto sia come solista sia come componente dello storico gruppo dei Genesis.

    Biografia
    La sua "vocazione" musicale nasce all'età di 5 anni quando gli zii gli regalano una batteria. A 12 anni fonda il suo primo complesso. Prima di intraprendere la carriera musicale pareva destinato a divenire attore: già da piccolo, infatti, aveva recitato in commedie, musical e spot pubblicitari manifestando però una innata vocazione per la musica e la batteria.

    I Genesis


    La svolta nella sua vita avviene quando risponde ad un annuncio su Melody Maker ed ottiene la possibilità di un'audizione per entrare a far parte dei Genesis.

    La sua abilità sullo strumento ed i suoi trascorsi teatrali fanno di lui il "drummer" ideale per la band nella quale sarà quasi esclusivamente batterista a partire da Nursery Cryme (1971) fino a The Lamb Lies Down on Broadway (1974).

    Nell'anno successivo (1975), Peter Gabriel decide di abbandonare il gruppo e Phil Collins diventa cantante del complesso a partire da A Trick of the Tail del 1976, conservando anche il ruolo di batterista in studio (per le esibizioni live, i Genesis chiameranno prima Bill Bruford e successivamente Chester Thompson). Non cambia l'amore con cui i vecchi fans seguono la band e i Genesis vincono il disco d'oro con Duke.

    Il successo da solista


    Come solista crea un proprio stile che lo porta ad affermarsi in tutte le più importanti graduatorie di vendite e gradimento a livello mondiale. Nel 1981 esce Face value, scaturito una profonda crisi seguita alla rottura del matrimonio. Preceduto da un singolo di rara originalità come In the air tonight, l'album scala le classifiche internazionali, poi viene pubblicato Hello, I must be going!, e il successo si ripete. Nel 1984 compone Against All Odds (Take a Look at Me Now), canzone che dà il titolo alla colonna sonora del film Due vite in gioco (Against All Odds) e vince il primo Grammy. Nel 1985 esce No jacket required (da cui sono tratte Sussudio e One more night); fra gli ospiti speciali figurano anche Peter Gabriel e Sting.
    Il 13 luglio del 1985 è uno dei protagonisti del Live Aid e riesce a suonare prima a Wembley poi a Filadelfia, trasferendosi da una città all'altra in circa tre ore grazie ad un volo in Concorde.
    Segue una lunga pausa come solista, durante la quale Collins si ricongiunge ai Genesis (Invisible Touch - 1986) e compone per il cinema; nel 1988 è molto apprezzata la colonna sonora di Buster, nel quale Collins figura anche come attore.
    Nel 1985-86 produce per Eric Clapton gli album Behind the sun e August. Durante l'estate '86 inoltre è alla batteria in un mini-tour live dello stesso Clapton.
    Alla fine degli anni Ottanta esce il quarto disco da solista, But seriously, cui collaborano Eric Clapton, David Crosby e Steve Winwood. Tra i suoi hit principali, Another day in paradise, dedicata ai senzatetto, e la potente ballata I wish it would rain down. L'album è supportato da un lunghissimo tour di otto mesi che vede Collins toccare per la prima volta l'Italia in un concerto solista, a Milano e Roma nel maggio 1990.
    Dopo un altro album (We Can't Dance, 1991) e tour con i Genesis, viene pubblicato alla fine del 1993 Both sides, undici canzoni interamente scritte, suonate e prodotte da Phil nello studio-casa del Surrey. L'album, il più personale mai pubblicato dall'autore che tuttora lo ritiene il suo preferito, segna un primo declino nelle vendite, ma non nel successo dei concerti: il tour visita tutti i cinque continenti in tredici mesi.
    Nel 1996, Collins annuncia l'abbandono dei Genesis, che senza di lui incideranno un solo altro album, con scarsa fortuna. Lo stesso anno, pubblica Dance into the light; il tour che lo segue è un enorme successo e, nel 1998, esce l'antologia ...Hits.
    Si propone anche come leader di una big band jazz, con la quale incide anche l'album A Hot Night in Paris.
    Ottiene poi un notevole successo componendo e interpretando colonne sonore per i film di animazione della Disney ed in particolare per la colonna sonora di Tarzan (con la quale si aggiudica l'Academy Award) e dalla quale viene tratto anche un musical che debutta a Broadway nel 2006, anch'esso interamente composto da Collins.
    Rallenta la sua attività solista, anche a causa di problemi all'udito che rendono problematica la sua partecipazione a lunghi tour. È così che il suo settimo album di studio, Testify (2002), è seguito da tre soli concerti promozionali, ma tra il 2004 e il 2005 il First Final Farewell Tour riporta il nome di Phil Collins sui palcoscenici internazionali con tre brevi giri di concerti per quello che, nonostante il nome scherzoso, è in effetti un tour di addio alle esibizioni dal vivo in grande scala.
    Ciclicamente si ripropongono voci che vorrebbero Collins nuovamente nei Genesis come batterista, mentre Gabriel riprenderebbe il ruolo di cantante. Nonostante in varie interviste diversi membri del gruppo, e lo stesso Collins, si siano spesso dichiarati possibilisti in proposito, nulla di concreto si realizza fino a Novembre 2006, quando i Genesis indicono una conferenza stampa ufficiale per annunciare la tanto attesa reunion, dopo che Gabriel e Hackett non si sono dichiarati disponibili al momento.
    L'estate 2007 vede quindi Collins, Banks e Rutherford suonare di nuovo insieme per un tour in Europa e in America che rinverdisce i vecchi fasti del gruppo e il cui picco è il concerto gratuito al Circo Massimo di Roma davanti ad oltre mezzo milione di spettatori, pubblicato successivamente nel DVD When in Rome nel 2008.
    L'attività solista di Phil Collins vanta collaborazioni con artisti di fama mondiale tra i quali: Quincy Jones, Eric Clapton, David Crosby, Tina Turner, Phil Bailey, Robert Plant, Chaka Khan, Howard Jones, Pete Townshend.
    Al suo attivo c'è anche la costituzione del gruppo jazzistico Brand x dal 1975 al 1979, al fianco di John Goodsall, Percy Jones e Robin Lumley. Il suo nome apparirà anche in alcune pubblicazioni successive a quegli anni, contenenti registrazioni del primo lustro della band.
    Curiosità
    All'epoca dei Genesis di Gabriel, Phil Collins aveva già cantato come solista nella canzone For absent friends presente nell'album Nursery Cryme del 1971 e nella canzone More fool me presente nell'album Selling England by the pound del 1973.
    Il 7 luglio del 1982 è stato batterista dei Jethro Tull per una sola serata, al Prince's Trust Gala, al teatro Dominion di Londra. Phil Collins ha suonato tre canzoni e due di esse sono contenute in un video ufficiale della serata, non commercializzato in tutti i paesi.
    L'album Dance Into The Light del 1996 contiene il brano Lorenzo, il cui protagonista è Lorenzo Odone (1978-2008), la cui storia fu anche raccontata nel film L'olio di Lorenzo del 1992. Collins ha messo in musica il testo della canzone, composto dalla madre del ragazzo sulla base delle sensazioni a lei trasmesse dal figlio stesso.
    Phil Collins ha interpretato sé stesso nel videogame della Rockstar Games GTA: Vice City Stories nel 2006: in una missione è richiesto di proteggerlo prima e dopo un suo concerto; in tale gioco ha prestato anche la sua celebre canzone "In the air tonight".
    Circola da molto tempo un singolo denominato "Mama, We Will Rock You" un curioso e riuscito mix delle canzoni portate al successo dai Genesis e i Queen, l'autore è Ben Liebrand; sembra che il singolo al momento non sia disponibile nei negozi di dischi, tuttavia è stato trasmesso più volte da varie radio locali.
    E' mancino: lo possiamo facilmente capire dalla disposizione della batteria, ma anche dalla mano che usa per stringere il microfono.
    Discografia
    Con i Flaming Youth
    ARK 2 (1969)
    Con i Genesis
    Nursery Cryme (1971)
    Foxtrot (1972)
    Genesis Live (1973) - live
    Selling England by the Pound (1973)
    The Lamb Lies Down on Broadway (1974) - doppio album
    A Trick of the Tail (1976)
    Wind and Wuthering (1976)
    Seconds Out (1977) - live - doppio album
    Spot The Pigeon -EP (1977)
    And Then There Were Three (1978)
    Duke (1980)
    Abacab (1981)
    Three Sides Live (1982) - live - doppio album
    Genesis (1983)
    Invisible Touch (1986)
    We Can't Dance (1991)
    Live / The Way We Walk - Volume One: The Shorts (1992) - live
    Live / The Way We Walk - Volume Two: The Longs (1993) - live
    Live Over Europe (2007) - live - 2 CD
    Antologie
    Rock Theatre (1985) - relativa al periodo 1971-'73
    Turn It On Again - Best Of '81-'83 (1991) - relativa al periodo 1981-'83, non pubblicata in USA e UK
    Turn It On Again / The Hits (1999)
    Platinum Collection (2004) - 3 CD
    Turn It On Again / The Hits - Tour Edition (2007) - 2 CD
    Con i Brand X
    Unorthodox Behaviour (1976)
    Moroccan Roll (1977)
    Livestock (1977)
    Product (1979)
    Do They Hurt? (1980)
    Timeline - cd 1 - live 1977 (1993)
    X-Files - brani sparsi (1994)
    Solista
    Face Value (1981)
    Hello, I Must Be Going! (1982)
    No Jacket Required (1985)
    12"ers (1988)
    But Seriously (1989)
    Serious Hits... Live! (1990)
    Both Sides (1993)
    Dance into the Light (1996)
    Testify (2002)
    - ANTOLOGIE -
    Hits (1998)
    Love Songs - A Compilation, old and new (2004) doppio CD
    The First Final Farewell Tour (2005) doppio DVD
    Colonne sonore
    Against All Odds (1984) (appare come autore ed interprete del brano omonimo)
    In the air tonight (1985) (il brano è del 1981 ma viene utilizzato nel pilota della serie tv Miami Vice)
    Tarzan (1999) (appare come autore ed interprete di 5 brani e alle percussioni nello "score" musicale)
    Koda, fratello orso (Brother Bear) (2003) (appare come autore di tutta la colonna sonora e come autore ed interprete di 6 brani)
    Singoli Mix
    Mama, We Will Rock You Genesis vs Queen
    Abacab-Faint Genesis vs Linkin' Park
    Voci correlate
    Elenco degli artisti musicali per maggiori vendite
    Genesis
    The Phil Collins Big Band
    Altri progetti
    Commons
    Wikiquote
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Phil Collins
    Wikiquote contiene citazioni di o su Phil Collins
    Collegamenti esterni
    Sussudio - Phil Collins Italian Tribute Band
    Cerca video su Phil Collins in YouTube
    Genesis
    Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo


    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Phil_Collins"
    Categorie: Biografie | Batteristi britannici | Cantanti britannici | Compositori britannici | Nati nel 1951 | Nati il 30 gennaio | Premi Oscar per la migliore canzone | Genesis | Artisti musicali con oltre 100 milioni di copie vendute | Cantanti rock progressivo | Batteristi rock progressivo | Vincitori di GrammyCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare | Voci di qualità su de.wiki | Voci di qualità su en.wiki | Voci di qualità su pl.wiki | Voci di qualità su zh.wiki

    « Torna al 30 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre