Nunzio Filogamo (1902-2002)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 2002
  • Data di nascita: 20 Settembre 1902
  • Professione: Presentatore
  • Luogo di nascita: Palermo (PA)
  • Nazione: Italia
  • Nunzio Filogamo in Rete:

  • Wikipedia: Nunzio Filogamo su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Nunzio Filogamo
    Nunzio Filogamo (Palermo, 20 settembre 1902 – Rodello, 23 gennaio 2002) è stato un conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano.

    Biografia
    Dopo gli studi in legge, alla Sorbona di Parigi e all'Università di Torino, approdò al mondo dello spettacolo recitando in celebri compagnie teatrali insieme a Dina Galli e alle sorelle Emma ed Irma Gramatica.
    La radiofonia
    All'inizio degli anni trenta incominciò a lavorare nella compagnia teatrale del celebre Ruggero Ruggeri dove però restò per una sola stagione. Entrato nell'EIAR (1934), Riccardo Morbelli lo chiamò per interpretare Aramis nella celeberrima rivista I quattro moschettieri (di cui curò anche la regia nelle ultime puntate del 1937). Filogamo caratterizzò magistralmente il proprio personaggio con la "erre moscia" e un'attitudine un po' snob.
    Sull'onda del successo di quegli anni tentò anche l'avventura discografica: tra le sue canzonette si ricordano Tutto va bene madama la marchesa, Qualcosa in Perù e Povero cagnolino pechinese.
    Divenuto ormai un vero divo della radio italiana, diresse la Compagnia di rivista dell'EIAR di Roma che debuttò il 24 novembre 1940 e, negli anni della guerra, fu incaricato di presentare gli spettacoli organizzati per le forze armate, affiancando dopo l'arrivo degli americani, stelle come Marlene Dietrich e Gene Krupa.
    Il Festival di Sanremo
    Tenne a battesimo il primo Festival di Sanremo (1951), che nella seconda edizione (1952) aprì pronunciando la frase, divenuta ben presto un simbolo del mezzo: "Miei cari amici vicini e lontani, buonasera ovunque voi siate!".
    In realtà tale frase (ripresa come titolo da un libro di Gianni Isola, e da una trasmissione televisiva di Arbore del 1984 per i 60 anni della radio italiana) nacque sì in quell'anno, ma non a Sanremo. Fu infatti pronunciata per la prima volta all'interno di un'altra trasmissione condotta da Filogamo: Il microfono è vostro (1950-52).
    Presentò anche le due edizioni successive del Festival, per poi venirne estromesso, con l'arrivo della televisione, in quanto ritenuto poco telegenico. Dato il forte controllo cattolico sulla RAI di quegli anni, probabilmente contribuirono a tale esclusione le ricorrenti voci sull'omosessualità di Filogamo. Tornò comunque al Festival nel 1957, al fianco di Marisa Allasio, cui non risparmiò i rimproveri, nell'ultima serata, per le numerose "papere".
    Tra gli anni Cinquanta e i Sessanta presentò numerose trasmissioni radiofoniche, tra le quali Occhio magico (1955), La tombola (1957), Maestro per favore (1961), Il cantagiro (1963), Un disco per l'estate (1964) e Moda e costume (1965).
    Negli anni Settanta continuò a dedicarsi alla radio partecipando alle trasmissioni per il ventesimo anniversario del Festival di Sanremo, e presentando programmi musicali come Toujours Paris e Paris Chanson.
    Ricomparve ottantenne in radio nel 1983 per condurre un memorial in omaggio al maestro Cinico Angelini. Ritiratosi in una casa di riposo di Rodello, nelle Langhe cuneesi (dove poi morì), fece perdere le sue tracce, tanto da indurre Pippo Baudo alla clamorosa gaffe del 1997, quando durante una trasmissione diede Filogamo per morto anzitempo. In quella trasmissione era presente anche Mike Bongiorno, il quale aveva detto (a ragione) che Filogamo era ancora vivo, e Pippo Baudo si scusò col pubblico, dicendo che al contrario Filogamo era morto e che Bongiorno era incappato in uno dei suoi classici errori maldestri.
    Poco tempo dopo, Filogamo, in risposta alle dichiarazioni di Pippo Baudo, ricomparve sul piccolo schermo per una brevissima intervista, nella quale dichiarava di essere ancora vivo.
    Programmi radio
    EIAR RAI
    Maestro per favore, viaggio sentimentale presentato da Nunzio Filogamo, orchestra di Enzo Ceragioli i martedì 1961 secondo programma ore 10.
    Gran Gala programma di varietà presentato da Nunzio Filogamo, orchestra diretta da Marcello De Martino, regia di Riccardo Mantoni, secondo programma, i venerdì sera ore 20,40, 1961
    Filmografia
    Non c'è bisogno di danaro , regia di Amleto Palermi (1933)
    Il serpente a sonagli , regia di Raffaello Matarazzo (1935)
    La contessa di Parma , regia di Alessandro Blasetti (1937)
    Una famiglia impossibile , regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1940)
    Ecco la radio! , regia di Giacomo Gentilomo (1940)
    La vita torna , regia di Pier Luigi Faraldo (1941)
    C'è sempre un ma! , regia di Luigi Zampa (1942)
    L'eco della gloria , regia di Théophile Pathé (1947)
    Come persi la guerra , regia di Carlo Borghesio (1947)
    Adamo ed Eva , regia di Mario Mattoli (1949)
    Come scopersi l'America , regia di Carlo Borghesio (1949)
    Il vedovo allegro , regia di Mario Mattoli (1950)
    Il microfono è vostro , regia di Giuseppe Bennati (1951)
    Miracolo a Viggiù , regia di Luigi M. Giachino (1951)
    I due sergenti , regia di Carlo Alberto Chiesa (1951)
    Pentimento , regia di Enzo Di Gianni (1952)
    Urlo contro melodia nel Cantagiro 1963 , regia di Arturo Gemmiti (1963)
    La guerra dei topless , regia di Enzo Di Gianni (1965)
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Nunzio_Filogamo"
    Categorie: Biografie | Conduttori radiofonici italiani | Conduttori televisivi italiani | Nati nel 1902 | Morti nel 2002 | Nati il 20 settembre | Morti il 23 gennaio | Personaggi televisivi italiani | Personaggi televisivi LGBT | Presentatori del Festival di Sanremo | Personalità legate a PalermoCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 20 Settembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre