Nilla Pizzi (91)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Adionilla Pizzi
  • Data di nascita: 16 Aprile 1919
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Sant'Agata Bolognese (BO)
  • Nazione: Italia
  • Nilla Pizzi in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Nilla Pizzi
  • Wikipedia: Nilla Pizzi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Nilla Pizzi - Nome abbreviato di Adionilla Negrini Pizzi - (Sant'Agata Bolognese, 16 aprile 1919) è una cantante italiana. Artista poliedrica, vitale e brillante, dalla solida vocalità.

    Biografia
    Prima ancora che nel mondo della canzone, la Pizzi si mise in evidenza nel campo delle rassegne di bellezza che, alla fine degli anni trenta, cominciavano a fare la loro apparizione. Vinse il concorso Cinquemila lire per un sorriso, ideato nel 1937 dal pittore e grafico pubblicitario Dino Villani, concorso che fu in un certo senso l'antesignano della futura Miss Italia, manifestazione che prese avvio solo nel dopoguerra.
    Nel 1942 Nilla Pizzi vince, davanti a diecimila concorrenti, un concorso indetto dall'EIAR (la futura RAI-Radiotelevisione italiana) ed inizia ad esibirsi con l'orchestra Zeme. Allontanata dalla radio a causa della sua voce considerata troppo sensuale per il regime fascista, vi fa ritorno nel 1946 con l'orchestra del maestro Cinico Angelini, al quale si è nel frattempo legata anche sentimentalmente.
    Inizia a riscuotere i primi successi come O mama mama, Dopo di te, Che si fa con le fanciulle?, Bongo Bongo Bongo, Avanti e indrè, Oh papà.
    Gli anni '50
    Nel 1951 vince il primo Festival di Sanremo con Grazie dei fiori, piazzandosi anche seconda con La luna si veste d'argento, cantata in duo con Achille Togliani.
    L'anno successivo trionfa nuovamente al Festival di Sanremo conquistando l'intero podio rispettivamente con Vola colomba, Papaveri e papere e Una donna prega.
    Nel 1952 nasce il Festival di Napoli, che vince con Desiderio 'e sole in coppia con Franco Ricci, mentre l'anno successivo si piazza seconda a Sanremo con Campanaro in abbinamento con Teddy Reno.
    Film, trasmissioni radiofoniche, canzoni di successo e chiaccherate love-story (il cantante Gino Latilla tenterà anche il suicidio per lei) ne fanno la regina della canzone italiana.
    Nel 1957 vince il Festival di Velletri con Dicembre m'ha portato una canzone in coppia con Nunzio Gallo, e l'anno successivo si piazza seconda e terza a Sanremo (è l'unica cantante che riesce ad insidiare il boom di Domenico Modugno), rispettivamente con L'edera e Amare un altro ripetute da Tonina Torrielli e da Gino Latilla.
    Nel 1959 vince Canzonissima (con il brano L'edera), il Festival di Barcellona (in coppia con Claudio Villa che presentava Binario), il Premio della Critica del Festival della canzone italiana (Premio della Critica Sanremese) (con Adorami). Inoltre si piazza terza al Festival di Napoli con Vieneme 'nzuonno, assieme a Sergio Bruni.
    Gli anni '60 e '70
    Nel 1960 ritorna al Festival di Sanremo ed entra in finale con la canzone Colpevole in coppia con Tonina Torrielli, mentre viene eliminato dopo il primo ascolto il brano Perdoniamoci, ripetuto da Achille Togliani. Negli anni sessanta, con l'avvento degli urlatori, viene messa da parte dalle nuove tendenze musicali; riuscirà tuttavia a continuare a riscuotere successi sotto l'egida della casa discografica RCA.
    Nel 1962 si presenta al Primo Cantagiro dove canta Un mondo per noi, i colleghi presenti sono Luciano Tajoli (suo grande amico), Adriano Celentano, Claudio Villa, Miranda Martino, Nunzio Gallo, Tonina Torrielli, Donatella Moretti.
    Nel 1964 è tra i 42 partecipanti della prima edizione di Un disco per l'estate, con la canzone Abbronziamoci insieme.
    Nel 1972 il suo album Con tanta nostalgia vince il Premio della Critica Discografica, mentre nel 1981 Gianni Ravera la chiama a presentare il Festival di Sanremo.
    Gli anni '90
    Negli anni novanta è stata spesso ospite di un programma RAI condotto da Paolo Limiti (Ci vediamo in tv, poi Alle 2 su Raiuno) in cui ha reinterpretato più di cinquecento canzoni di vario genere e repertorio. È spesso ospite di trasmissioni televisive in veste di cantante ed opinionista.
    In occasione del Festival di Sanremo 1994 fece parte del gruppo Squadra Italia, appositamente cosituito per l'occasione, cantando il brano Una vecchia canzone italiana.
    Gli Anni Duemila
    Nel 2003, le è stato assegnato un prestigioso premio alla carriera.
    Discografia parziale
    Nilla Pizzi nei festival della canzone di Sanremo (1954)
    Nilla Pizzi con Angelini (1955)
    Otto canzoni e la sua voce (1955)
    Festival di Sanremo 1956 (1956)
    Fiori dall'Italia (1956)
    Pizzi al Festival di Sanremo (1958)
    Nilla Pizzi nel mondo (1958)
    Love in Portofino (1961)
    La regina della canzone (1969)
    Le canzoni degli anni '20 (1969)
    Scritte per me (1970)
    Con tanta nostalgia (1970)
    Nilla tango (1973)
    La regina del liscio (1975)
    Le più belle canzoni d'operetta (1976)
    Nilla Pizzi ricorda Cesare Andrea Bixio (1978)
    Concerto per Pablo Neruda (1979)
    Le canzoni dei ricordi (1979)
    I grandi successi di Nilla Pizzi (1980)
    I grandi successi di Nilla Pizzi e Gino Latilla (1980)
    I grandi successi di Nilla Pizzi 2 (1981)
    La regina della voce (1985)
    Un giorno all'italiana (1987)
    Filmografia
    1952 - Il microfono è vostro, regia di Giuseppe Bennati
    1952 - L'inganno, regia di Guido Brignone
    1952 - Rosalba, la fanciulla di Pompei, regia di Natale Montillo
    1953 - Ci troviamo in galleria, regia di Mauro Bolognini
    1959 - Napoli è tutta una canzone, regia di Ignazio Ferronetti
    1965 - La Mandragola, regia di Alberto Lattuada
    1978 - Melodrammore, regia di Maurizio Costanzo
    Note


      ^ Fonte: Undo.net.

    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Nilla Pizzi
    Collegamenti esterni
    Scheda su Nilla Pizzi dell'Internet Movie Database
    Sito Internet - Nilla Pizzi
    MySpace
    Cerca video su Nilla Pizzi in YouTube
    Cerca video su Nilla Pizzi in Google Video
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Nilla_Pizzi"
    Categorie: Biografie | Cantanti italiani | Nati nel 1919 | Nati il 16 aprile | Vincitori del Festival di SanremoCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 16 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre