Michele Plastino (60)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 23 Luglio 1950
  • Professione: Giornalista Sportivo
  • Luogo di nascita: Roma (RM)
  • Nazione: Italia
  • Michele Plastino in Rete:

  • Wikipedia: Michele Plastino su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Michele Plastino (Roma, 23 luglio 1950) è un giornalista italiano.
    Inizia la carriera di giornalista sull'emittente locale Teleroma 56 dove, a partire dal 1979, conduce un talk show da lui stesso ideato, Goal di Notte, (oggi trasmesso su T9), dedicato interamente allo sport e soprattutto al calcio, con eccellenti livelli di ascolto. Negli anni '80, fonda l'Hobby Sport Club, con cui promuove varie iniziative, come la scuola di giornalismo "Piccolo Gruppo" e il "Trofeo Città di Roma", torneo dilettantistico di calcio.
    Nel corso della sua carriera ha realizzato diversi film destinati alla televisione tra i quali quelli relativi allo scudetto della Lazio ("Io sono della Lazio"), alla Coppa Campioni giocata nel 1984 dalla A.S. Roma ("Coppa dei Campioni"), ai Mondiali vinti dall'Italia nel 1982 ("Magica Favola"), all'addio al calcio di Bruno Conti ("Un giorno d'amore"), alla "Lazio del -9" (stagione 1986-1987), alla promozione della S.S. Lazio nel 1988 ("E' stato A"), al primo scudetto del Napoli ("Il sogno azzurro") nel 1987 e, infine, il film su Giuseppe Giannini, capitano della A.S. Roma fra gli anni '80 e '90 in "Per capitano un Principe".
    Ha condotto trasmissioni anche fuori dai confini romani, come una trasmissione sportiva per Napoli Canale 21, "Qui studio voi stadio" per Telelombardia e "Superderby" per Lombardia 7 Tv.
    Come conduttore radiofonico Michele Plastino ha creato programmi innovativi come Talk-radio - Voci nella Notte, sulla falsa riga del film omonimo di Oliver Stone, è un contenitore di news e commenti che parte dalla mezzanotte per arrivare all'alba affrontando anche tematiche sociali non prettamente legate al mondo dello sport, come la prostituzione, il mondo della droga, della criminalità, nonché inchieste sul paranormale come UFO, fantasmi o sette sataniche.
    Non di rado i suoi inviati si ritrovano catapultati in giro nelle più nascoste zone della città, ex manicomi e boschetti d'ogni genere, letteralmente inseguiti dagli artefici di "messe nere" ed altre amenità.
    Il programma iniziò in radio agli inizi degli anni '90, per arrivare ad una sperimentale versione televisiva in seconda serata su Rai 2 nell'agosto del 1995. Dopo questa esperienza TALK RADIO continuò in radio fino a fermarsi per diverse stagioni, per poi riprendere nel 2005 su RadioRock e dal 2006 su Tele Radio Stereo sui 92.7 FM a Roma. La stagione 2007/2008 ha avuto inizio esattamente nella notte fra l'11 e il 12 settembre 2007, con un'inchiesta sulla prostituzione maschile notturna nella città di Roma ed in particolare nelle vicinanze del Parco di Villa Borghese.
    Nel 2006 ha sposato la causa della "cordata Chinaglia": l'ex calciatore della Lazio sosteneva di essere in qualche modo rappresentante di un misterioso imprenditore che voleva scalare la proprietà della società biancoceleste. Plastino affermò che la cordata era costituita da "cinque strati" e che egli era a conoscenza di diversi elementi che ne confermavano la reale consistenza. Dopo l'incriminazione di Chinaglia e la scoperta dell'inesistenza della "cordata", in una puntata di Goal di Notte Plastino giustificò la cantonata presa spiegando di essere stato tradito da "l'urlo della giovinezza".


    Curiosità
    È stato lo scopritore di quattro affermati telecronisti italiani, Fabio Caressa, Sandro Piccinini, Gianni Cerqueti e Simone Braconcini, partiti proprio dall'esperienza del "Piccolo Gruppo" e (nel caso di Piccinini e Cerqueti) di "Goal di Notte".
    È stato il primo giornalista italiano a trasmettere e commentare regolarmente partite dei campionati stranieri, segnatamente quello inglese, all'inizio degli anni '80, nella sua trasmissione "Football Please".
    Nonostante ciò, il giornalista romano ha continuato ad operare quasi esclusivamente nell'ambito dell'emittenza locale, limitandosi a sporadiche apparizioni, in qualità di ospite, nelle reti televisive a carattere nazionale, pubbliche e private. Il rapporto di Plastino con queste ultime è sempre stato piuttosto difficile, nonostante il credito di cui il giornalista gode nell'ambiente, cosa ampiamente testimoniata dal notevole spazio che lo stesso Plastino si è guadagnato (in ormai 30 anni di carriera) nelle reti private locali.
    Di professata fede calcistica laziale, e di dichiarata fede politica di sinistra (dovuta ad un passato nel Movimento del '68), Plastino è riuscito, nel corso degli anni, a guadagnarsi una crescente stima anche presso il pubblico di fede romanista, nonché ad intrattenere rapporti più che amichevoli con gli stessi ultras laziali del gruppo degli Irriducibili (notoriamente schierati a destra), dopo anni di rapporti piuttosto tesi da ambo le parti. Esplicite e continuative negli anni sono state le battaglie di Plastino contro il razzismo, ed in genere la presenza politica, all'interno dei gruppi ultras delle curve italiane, nonché le prese di posizione e di chiara denuncia riguardanti il problema del doping.
    Nell'estate del 1986, Plastino fu protagonista di una singolare iniziativa: la Lazio era stata coinvolta pesantemente in uno scandalo relativo al calcio-scommesse, al punto da ritrovarsi senza una dirigenza e rischiare il fallimento. Il giornalista romano, a quel punto, decise di mandare in onda una diretta di ventiquattro ore, al fine di trovare adesioni per salvare la sua squadra del cuore. L'iniziativa ebbe successo, la Lazio evitò il fallimento prospettato e trovò anche una nuova dirigenza (quella dei fratelli Calleri).
    Nel condurre le proprie trasmissioni televisive (in particolar modo "Goal di Notte"), Michele Plastino è solito avvalersi di contributi (più o meno "fissi") da parte di personalità importanti del mondo sportivo e anche non sportivo. Tra gli ospiti abituali dei suoi contenitori settimanali, hanno figurato (e, in qualche caso, tuttora figurano) sportivi del calibro dell'ex calciatore Vincenzo D'Amico, l'ex schermidore Stefano Pantano e vari personaggi come Marcello Micci , Massimo Giuliani , Sandro Di Loreto, Alessio Buzzanca, Maurizio Catalani e Lamberto Giorgi. Nutrito anche il numero dei collaboratori, tra i quali vi è la collaboratrice di Talk Radio e Goal di Notte Cinzia Santangeli, la quale aggiorna lo studio riguardo alle notizie che giungono in redazione.
    Ospite e collaboratore fisso di Plastino a "Goal di Notte" è, dal 1980, il pittoresco e colorito giornalista brasiliano Pato, famoso per le urla lanciate a ogni rete giallorossa. Lo speaker era giunto in Italia al seguito del leggendario calciatore della Roma Paulo Roberto Falcão, di cui è fraterno amico, al punto da esserne definito "fratello di latte".
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Michele_Plastino"
    Categorie: Biografie | Giornalisti italiani del XX secolo | Giornalisti italiani del XXI secolo | Nati nel 1950 | Nati il 23 luglioCategorie nascoste: Da wikificare biografie | Da wikificare - dicembre 2008 | Voci mancanti di fonti - biografie | Voci mancanti di fonti - agosto 2007 | BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 23 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre