Mel Brooks (84)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Melvin Kaminsky
  • Data di nascita: 28 Giugno 1926
  • Professione: Regista
  • Luogo di nascita: New York
  • Nazione: Stati Uniti
  • Mel Brooks in Rete:

  • Wikipedia: Mel Brooks su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Mel Brooks



    Oscar alla migliore sceneggiatura originale 1969
    Mel Brooks (al secolo Melvin Kaminsky) (New York, 28 giugno 1926) è un regista, sceneggiatore, attore e compositore, produttore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.
    È celebre per le sue parodie e le sue commedie farsesche.

    Biografia
    Le origini
    Melvin Kaminsky nacque a Brooklyn il 28 giugno 1926, da genitori ebrei immmigrati dalla Russia, come l'amico e più volte compagno di scena Gene Wilder. Iniziò a sviluppare la sua comicità come reazione difensiva contro l'aggressività dei coetanei, più grossi di lui come statura e corporatura.
    Al fronte
    Durante la Seconda Guerra Mondiale, continuò a sfruttare la sua indole comica; intratteneneva i suoi compagni dell'esercito, nel quale era stato arruolato all'inizio del conflitto, dando vita a esilaranti scenette, imitazioni e parodie. I successi riscontrati tra i commilitoni in quelli che a poco a poco divennero sempre più dei veri e propri spettacoli, lo convinsero a continuare su quella stessa strada alla fine del conflitto. Tornato alla vita civile, tentò la strada del comico.
    Il ritorno alla vita civile
    I primi anni di gavetta furono difficili per Mel, che iniziò la sua carriera come cabarettista in alcuni locali notturni della sua città. Si racconta che, ritrovandosi davanti ad un pubblico difficile, usasse troncare tutto e tuffarsi vestito in piscina, come ultimo rimedio per scatenare ilarità.
    La TV
    La fama di Mel aumentava, ed arrivò l'enorme opportunità offerta dalla TV di diventare famoso in tutto il paese. Iniziò, dunque, a scrivere testi per alcuni importanti show televisivi, tra i quali spicca il Your Show of Shows, di Sid Caesar, dove Mel si fece le ossa scrivendo battute e barzellette per gli ospiti di prestigio del programma, tra i quali figurò anche Woody Allen. I testi di Brooks furono apprezzati a tal punto che l'autore si aggiudicò addirittura un Grammy. Continuò a collaborare con la TV a lungo, scrivendo numerose commedie e dando vita a molti format televisivi, tra cui quello della celeberrima sit-com spionistica Get Smart (1965).
    Il matrimonio e Hollywood
    Mel Brooks in compagnia della moglie Anne Bancroft agli Emmy Awards del 1988
    Mentre continuava la sua carriera di autore televisivo, il 5 agosto 1964 Brooks sposò l'attrice Anne Bancroft — futuro premio Oscar per Anna dei miracoli (1962) di Arthur Penn e protagonista de Il laureato (1967), con Dustin Hoffman — che lo spinse verso il cinema.
    Nel 1968 esordì sul grande schermo con Per favore, non toccate le vecchiette, che segnò anche l'inizio del sodalizio artistico con Gene Wilder. Il film non incassò molto, ma Mel Brooks ottenne al suo esordio l'Oscar alla migliore sceneggiatura originale.
    Due anni dopo, nel 1970, Il mistero delle dodici sedie si rivelò il secondo flop al botteghino, in un film che va alla riscoperta delle radici ebraiche del regista, adattato da un romanzo di Lja Ilf e Eugenij Petrov.
    Nonostante gli insuccessi, il comico sembrò indirizzarsi verso la strada che segnerà la sua fortuna, quella della parodia.
    Le parodie
    Il 1974 fu l'anno migliore per Brooks: Mezzogiorno e mezzo di fuoco ottenne un enorme successo di pubblico e critica. Brooks, ancora in tandem con Wilder, diede vita ad una delle migliori commedie americane del dopoguerra, un film che riprende e parodizza gli stereotipi dei film western in voga.
    Quasi contemporaneamente, però, Brooks mise a segno un colpo ancora più clamoroso: sempre nel 1974 usciva nelle sale Frankenstein Junior, che lo vide per l'ennesima volta collaborare con Gene Wilder, strepitoso protagonista e co-sceneggiatore della pellicola. Per la prima e unica volta Mel Brooks rimane solamente dietro la macchina da presa, concentrandosi sulla regia.
    Nel 1977 Alta tensione prendeva in giro il cinema di Alfred Hitchcock, ed in particolare il suo La donna che visse due volte.
    Balle spaziali, 1987, prendeva in giro la saga di Guerre Stellari e tutto il cinema di fantascienza, mentre Robin Hood: un uomo in calzamaglia, 1993, faceva il verso al Robin Hood: principe dei ladri di Kevin Costner, uscito in quegli anni.
    Nel 1995 è la volta di Dracula: morto e contento, con Leslie Nielsen, il suo ultimo film come regista, parodia di tutti i numerosi film dedicati alla leggenda del vampiro della Transilvania.
    Gli altri film
    Nel 1976 vede la luce una delle sue pellicole più particolari, L'ultima follia di Mel Brooks, un film muto (come si evince anche dal titolo originale Silent Movie), con protagonisti Brooks stesso, Marty Feldman, amico del regista, che aveva già lavorato con lui in Frankenstein Junior e Dom DeLuise, altro amico del regista, che aveva lavorato con lui in Mezzogiorno e mezzo di fuoco.
    La pazza storia del mondo (1981) vede Brooks protagonista dietro la macchina da presa ed interprete, davanti, di una serie di strampalati personaggi al limite del surreale.
    Nel 1983, Brooks e la moglie Anne Bancroft sono protagonisti di Essere o non essere di Alan Johnson, remake di un vecchio film di Ernst Lubitsch.
    Che vita da cani!, del 1991, vuole essere quasi un omaggio di Brooks al grande regista americano Frank Capra ed alle sue commedie.
    Nel 1994 e 1999 ha recitato in due film di Ezio Greggio, Il silenzio dei prosciutti e Svitati, nel quale si cimenta in un dialogo in siciliano stretto.
    Tra i film prodotti da Mel Brooks, meritano di essere citati The Elephant Man (1980) di David Lynch e La mosca (1986) di David Cronenberg.
    Il successo a Broadway
    Il suo ultimo successo è la trasposizione teatrale del suo primo film, Per favore, non toccate le vecchiette, in scena a Broadway, The Producers (titolo originale del film), diretto da Susan Stroman, con Nathan Lane e Matthew Broderick nei ruoli che furono rispettivamente di Zero Mostel e Gene Wilder. Lo spettacolo ebbe un enorme successo e vinse un numero record di Tony Award 2001, ben 12. Nel 2005 lo spettacolo è stato traformato a sua volta in un film, per volere di Brooks, che voleva preservare su pellicola uno show che aveva ricevuto un grandissimo successo; il titolo del remake del film, anch'esso prodotto da Brooks, è rimasto quello originale, ed è distribuito in Italia come The Producers - Una gaia commedia neonazista. La sceneggiatura è fedele più all'adattamento teatrale che alla pellicola del 1968, ed ha mantenuto lo stesso cast principale del musical (la regista Susan Stroman e i due interpreti principali, Nathan Lane e Matthew Broderick), ai quali vanno aggiunte altre due star nel cast, Uma Thurman (nel ruolo di Ulla) e Will Ferrell (Franz Liebkind).
    Brooks ha portato a Broadway il suo film più famoso, Frankenstein Junior, il musical è costato 16 milioni di dollari e i biglietti per assistervi costano 450 dollari, lo spettacolo è andato in scena per la prima volta il 14 novembre 2007 riscuotendo un successo inferiore alle aspettative, a causa dell'eccessiva sfarzosità degli ambienti, delle scenografie e del prezzo elevato dei biglietti.
    Curiosità
    Come Alfred Hitchcock, anche Mel Brooks, quando non aveva una parte, amava apparire nei suoi film, in parti minori o in camei. Un esempio riguarda il suo film più famoso, Frankenstein Junior, dove appare nei panni di un paesano spaventato
    Alcuni attori sono stati "fedeli" a Brooks: Gene Wilder, Dom DeLuise, Madeline Kahn, Harvey Korman e Cloris Leachman hanno recitato in tre o più film del regista, Marty Feldman in due.
    Brooks è nel selezionatissimo e ristretto gruppo di artisti che hanno vinto nella loro carriera almeno un Oscar, un Emmy (ne ha vinti 3, sia come attore che come autore), un Grammy (3 anche di questi) ed un Tony (sempre 3).
    Il figlio Max, avuto dall'unione con Anne Bancroft è autore televisivo di successo, vincitore di un Emmy Awards per la collaborazione al Saturday Night Live.
    Filmografia
    Regista
    Per favore, non toccate le vecchiette (The Producers) (1968)
    Il mistero delle dodici sedie (The Twelve Chairs) (1970)
    Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Blazing Saddles) (1974)
    Frankenstein Junior (Young Frankenstein) (1974)
    L'ultima follia di Mel Brooks (Silent Movie) (1976)
    Alta tensione (High Anxiety) (1978)
    La pazza storia del mondo (History of the World, Part I) (1981)
    Balle spaziali (Spaceballs) (1987)
    Che vita da cani! (Life Stinks) (1991)
    Robin Hood: un uomo in calzamaglia (Robin Hood: Men in Tights) (1993)
    Dracula: morto e contento (Dracula: Dead and Loving It) (1995)
    Sceneggiatore
    Il critico (The Critic) (1963) - voce
    Get Smart (1965) - serie TV
    Per favore, non toccate le vecchiette (The Producers) (1968) - voce (cantante in Springtime for Hitler)
    Il mistero delle dodici sedie (The Twelve Chairs) (1970)
    Shinbone Alley (1971)
    Dieci scenette dal vostro show degli show (10 from Your Show of Shows) (1973)
    Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Blazing Saddles) (1974)
    Frankenstein Junior (Young Frankenstein) (1974)
    The 2000 Year Old Man (1975) - film TV
    L'ultima follia di Mel Brooks (Silent Movie) (1976)
    Alta tensione (High Anxiety) (1978)
    The Nude Bomb (1980)
    La pazza storia del mondo (History of the World, Part I) (1981)
    Essere o non essere (To Be or Not to Be) (1983)
    Balle spaziali (Spaceballs) (1987)
    Che vita da cani! (Life Stinks) (1991)
    Robin Hood: un uomo in calzamaglia (Robin Hood: Men in Tights) (1993)
    Dracula: morto e contento (Dracula: Dead and Loving It) (1995)
    The Producers - Una gaia commedia neonazista (The Producers) (2005)
    Agente Smart - Casino totale (Get Smart) (2008)
    Attore
    Il critico (The Critic) (1963) - voce
    Per favore, non toccate le vecchiette (The Producers) (1968) - voce (cantante in Springtime for Hitler)
    Il mistero delle dodici sedie (The Twelve Chairs) (1970)
    The Electric Company (1971) - serie TV
    Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Blazing Saddles) (1974)
    Free to Be... You & Me (1974) - film TV
    The 2000 Year Old Man (1975) - film TV
    L'ultima follia di Mel Brooks (Silent Movie) (1976)
    Alta tensione (High Anxiety) (1978)
    The Muppets Go Hollywood (1979) - film TV
    Ecco il film dei Muppet (The Muppet Movie) (1979)
    La pazza storia del mondo (History of the World, Part I) (1981)
    Essere o non essere (To Be or Not to Be) (1983)
    Senti chi parla 2 (Look Who's Talking Too) (1990) - voce
    Balle spaziali (Spaceballs) (1987)
    Che vita da cani! (Life Stinks) (1991)
    Robin Hood: un uomo in calzamaglia (Robin Hood: Men in Tights) (1993)
    Il silenzio dei prosciutti (The silence of the hams) (1994)
    Piccole canaglie (The Little Rascals) (1994)
    Dracula: morto e contento (Dracula: Dead and Loving It) (1995)
    Il principe d'Egitto (The Prince of Egypt) (1998) - voce
    Svitati (1999)
    Sex, lögner & videovåld (2000)
    It's a Very Merry Muppet Christmas Movie (2002) - voce
    Robots (2005) - voce
    Compositore
    Per favore, non toccate le vecchiette (The Producers) (1968)
    Il mistero delle dodici sedie (The Twelve Chairs) (1970)
    Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Blazing Saddles) (1974)
    Frankenstein Junior (Young Frankenstein) (1974)
    Alta tensione (High Anxiety) (1978)
    La pazza storia del mondo (History of the World, Part I) (1981)
    Essere o non essere (To Be or Not to Be) (1983)
    Balle spaziali (Spaceballs) (1987)
    Robin Hood: un uomo in calzamaglia (Robin Hood: Men in Tights) (1993)
    The Producers - Una gaia commedia neonazista (The Producers) (2005)
    Teatrografia
    Leonard Sillman's New Faces of 1952 (1953) (testi)
    Shinbone Alley (1957) (testi)
    All American (1962) (testi)
    The Producers (2001) (testi e musica)
    Frankenstein Junior (2007?) - in lavorazione (testi e musica)
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Mel Brooks
    Collegamenti esterni
    Scheda su Mel Brooks dell'Internet Movie Database
    Scheda su Mel Brooks dell'Internet Broadway Database
    (EN) Brookslyn
    (EN) I film di Mel Brooks
    Portale Biografie
    Portale Cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Mel_Brooks"
    Categorie: Biografie | Registi statunitensi | Sceneggiatori statunitensi | Attori statunitensi | Nati nel 1926 | Nati il 28 giugno | Premi Oscar alla migliore sceneggiatura originale | Autori di colonne sonore | Produttori cinematografici statunitensi | Compositori statunitensi | Comici statunitensi | Personalità ed artisti ebrei | Attori ebrei | Registi ebreiCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 28 Giugno


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre