Matteo Boniciolli (48)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 18 Maggio 1962
  • Professione: Allenatore
  • Luogo di nascita: Trieste (TS)
  • Nazione: Italia
  • Matteo Boniciolli in Rete:

  • Wikipedia: Matteo Boniciolli su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Matteo Boniciolli (Trieste, 18 maggio 1962) è un allenatore di pallacanestro italiano. Viene annoverato fra le figure emergenti degli allenatori italiani.
    Carriera
    Inizia nelle giovanili dell'Inter 1904 a Trieste per poi passare, dopo varie esperienze, a curare il vivaio della Stefanel Trieste, che ha Bogdan Tanjevic sulla panchina della prima squadra. Accanto al tecnico slavo, Boniciolli fa tutta la trafila, fino a vincere il titolo italiano juniores nel 1991 con in squadra, tra gli altri, Gregor Fucka ed Alessandro De Pol.
    Archiviata un'esperienza negativa a Porto Torres, in serie B, ed alcuni incarichi con il settore squadre nazionali, tra cui la fantastica cavalcata verso l'oro europeo di Parigi '99, debutta, in Serie A2, come coach con la Snaidero Udine, nella stagione 1999-2000, conquistando al primo tentativo la promozione in serie A1, con una formazione che ha in Charles Smith il proprio faro e Teoman Alibegovic quale leader.
    Nel 2000-2001, sempre alla guida della Snaidero Udine, da matricola in serie A1 raggiunge il settimo posto e la qualificazione ai play-off, arrivando a contendere alla Scavolini Pesaro, il passaggio alle semifinali, perdendo 3-2.
    Il 2001 vede la sua consacrazione: in estate pare debba assumere l'incarico di assistant coach di Bogdan Tanjevic al Limoges, nella Ligue 1 in Francia, ma viene invece chiamato dalla Fortitudo Bologna per il ruolo di capo allenatore. Nella sua prima stagione, dopo un avvio esaltante, arriva alla finale scudetto, perdendo con la Benetton basket Treviso. Nella seconda stagione, sempre con l'Aquila bolognese, inizia male e dopo poche giornate viene sostituito dal croato Jasmin Repesa.
    Successivamente è nella panchina della Pallacanestro Messina e dell'Air Avellino (dal 2006), sempre in serie A1, con un passaggio intermedio al Telindus Ostenda, nella prima divisione belga, dove porta la squadra tra le top four del campionato.
    Confermato all'Air nel campionato 2007/2008, conquista per la prima volta la Coppa Italia, vincendo la Final Eight contro la Virtus Bologna per 67-73. Al termine della stagione regolare viene votato da una giuria composta da giornalisti specializzati, allenatori, general manager e capitani delle squadre come miglior allenatore di Serie A, succedendo a Simone Pianigiani .
    Al termine delle semifinali play-off rassegna, in una emozionante conferenza stampa, le sue dimissioni dall'incarico di genenal manager e di allenatore dell'Air Avellino malgrado, nel corso della stagione, avesse firmato la proroga del contratto che lo avrebbe legato ad Avellino per altri due anni.
    Dal 10 Novembre 2008 è il nuovo allenatore della Virtus Pallacanestro Bologna al posto dell'esonerato Renato Pasquali.
    Collegamenti esterni
    Scheda su Matteo Boniciolli della Lega Basket Serie A
    Note


      ^ «Gallinari, Boniciolli e Minucci i migliori della stagione». Lega Basket Serie A , 30-4-2008 (consultato in data 30/4/2008).



    Portale Pallacanestro
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Matteo_Boniciolli"
    Categorie: Biografie | Allenatori di pallacanestro italiani | Nati nel 1962 | Nati il 18 maggio | Allenatori della Pallalcesto Udine | Allenatori della Fortitudo Bologna | Allenatori della Pallacanestro Messina | Allenatori della Telindus Oostende | Allenatori della Teramo Basket | Allenatori della Felice Scandone Avellino | Personalità legate a TriesteCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 18 Maggio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre