Martin Schulz (55)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 20 Dicembre 1955
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Hehlrath
  • Nazione: Germania
  • Martin Schulz in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Martin Schulz
  • Wikipedia: Martin Schulz su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    M. Schulz durante un comizio nel 2006
    Martin Schulz (Hehlrath, Germania, 20 dicembre 1955) è un uomo politico tedesco, attuale presidente del gruppo parlamentare del Partito Socialista Europeo presso il Parlamento europeo.

    Note biografiche
    Figlio di un ex deportato in un lager nazista, Martin Schulz è sposato, con due figli, appassionato di calcio e di lettura. Negli anni tra il 1977 e il 1982 ha prestato attività presso diverse librerie e case editrici. Negli anni successivi, fino al 1994 è stato proprietario di una libreria.
    Curriculum politico
    La sua carriera politica si è svolta interamente all'interno del Partito Socialdemocratico Tedesco. Dapprima a livello locale, per poi arrivare ai vertici nazionali nella seconda metà degli anni Novanta. Nel 1974, a diciannove anni, si iscrisse alla Juso, l'organizzazione giovanile della socialdemocrazia tedesca. Nel 1991 fu nominato membro del consiglio nazionale del partito, di cui fece parte ininterrottamente sino al 1999. Nel 1995 entrò nel direttivo dell'SPD per il circondario del Mittelrhein. Dal 1996 fu presidente della sezione circondariale di Aquisgrana. Nel dicembre 1999 entrò nel direttivo federale dell'SPD.
    Curriculum istituzionale
    A Würselen, cittadina di quasi quarantamila abitanti nel Nord Reno-Westfalia, fu consigliere comunale dal 1984 e, dal 1987 al 1998, sindaco. All'epoca della nomina, con i suoi trentun anni, era il sindaco più giovane del Land.
    La svolta politica più importante arrivò però nel 1994, quando venne eletto per la prima volta deputato al Parlamento europeo. Diventò coordinatore del gruppo PSE nella sottocommissione per i diritti dell'uomo (1994 - 1996). Successivamente ricoprì un ruolo analogo in seno alla commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni (1996 - 2000). Dal 2000 al 2004 fu presidente del gruppo parlamentare dei socialdemocratici tedeschi; in aggiunta a questa carica, dal 2002 fu primo vicepresidente dell'intero gruppo parlamentare socialista al Parlamento europeo. Infine, dal maggio 2004, ne divenne presidente. A causa del suo carattere intemperante e della sua irascibilità si è spesso ritrovato in urto con diverse delegazioni del partito, soprattutto quella francese, con cui ha avuto un duro contrasto nell'aprile 2007.
    La polemica con Berlusconi
    Martin Schulz è noto al pubblico e ai media italiani perché durante la seduta parlamentare del 2 luglio 2003 fu protagonista di un duro scontro verbale con Silvio Berlusconi, che in quella circostanza si insediava come presidente di turno dell'Unione europea. In qualità di portavoce del proprio gruppo parlamentare, Schulz sollevò delle osservazioni in merito al conflitto di interessi del primo ministro italiano e alle posizioni della Lega Nord, accusata di sostenere politiche xenofobe. L'intervento si concluse quindi con la messa in dubbio della legittimità della presidenza Berlusconi, dovuta, secondo Schulz, all'abilità di Nicole Fontaine nel rinviare così a lungo la procedura relativa alla richiesta di revoca dell'immunità parlamentare del Presidente del Consiglio italiano.
    Cfr. Il verbale della seduta del 2 luglio 2003 - Dal sito dell'Europarlamento.
    Berlusconi rispose con un lungo intervento, durante il quale apostrofò il capogruppo socialista con la frase: "Signor Schulz, so che in Italia c'è un produttore che sta montando un film sui campi di concentramento nazisti: la suggerirò per il ruolo di kapò. Lei è perfetto!".
    In seguito alle polemiche suscitate in sede politica e diplomatica da questa affermazione, Berlusconi sostenne di aver semplicemente fatto dell'ironia, e che la sua frase si riferiva alla serie televisiva Gli eroi di Hogan, nella quale compariva un personaggio dal nome simile a quello del deputato tedesco: il sergente Hans Georg Schultz.
    Nella stessa seduta il parlamentare spagnolo Enrique Barón Crespo, durante il suo intervento, invitò Berlusconi a porgere pubblicamente le sue scuse immediate al deputato tedesco, affermando che ciò che il presidente italiano aveva detto violava nettamente i diritti individuali del deputato tedesco. Al termine del suo intervento Barón Crespo fu applaudito: l'applauso si prolungò per diverso tempo, impedendo a Berlusconi di replicare immediatamente, e quando questi rispose fu aspramente fischiato. Neppure in seguito Berlusconi presentò a Martin Schulz delle scuse ufficiali.
    La seduta venne conclusa dal Presidente del Parlamento, Pat Cox, nonostante altri parlamentari avessero chiesto la parola; il quale concluse il discorso con le seguenti parole: "...prima di chiudere questa seduta e passare la parola, voglio dire che sono personalmente dispiaciuto per le offese rivolte ad uno stimato membro del parlamento, il collega Mr. Schulz."
    Collegamenti esterni
    (DE) Il sito ufficiale di Martin Schulz
    Bibliografia
    Note biografiche dal sito dell'Europarlamento
    Note biografiche dal sito del PSE
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Martin_Schulz"
    Categorie: Biografie | Politici tedeschi | Europarlamentari tedeschiCategoria nascosta: Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 20 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre