Mark Hoppus (38)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Mark Allan Hoppus
  • Data di nascita: 15 Marzo 1972
  • Professione: Cantante
  • Gruppo: Blink-182
  • Luogo di nascita: Ridgecrest
  • Nazione: Stati Uniti
  • Mark Hoppus in Rete:

  • Sito Non Ufficiale: Un sito non ufficiale su Mark Hoppus
  • Wikipedia: Mark Hoppus su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Mark Allan Hoppus (Ridgecrest, 15 marzo 1972) è un cantante e bassista statunitense, attualmente è il front-man del gruppo musicale Plus 44. È più conosciuto per aver fatto parte del trio pop punk blink-182.

    Biografia
    Adolescenza
    Mark Allan Hoppus nasce in una famiglia povera. All'età di 15 anni, riceve il suo primo basso da suo padre dopo averlo aiutato ad imbiancare la casa. Suona all'inizio in una band chiamata Pier 69, una band di cover dei The Cure. Nel 1988 suona anche in una band chiamata The Attic Children, durante la sua permanenza a Washington, prima di trasferirsi a San Diego, California. Una volta trasferitosi lì, conosce grazie a sua sorella Anne Tom Delonge, sua intima amica al liceo. La prima volta che Mark andò a casa di Tom, lo vide skatebordare con i suoi amici. Per impressionarli, fece una serie di acrobazie con lo skate, si ruppe un'anca e rimase fermo per tre settimane. Entrambi condividevano la loro passione per il punk, e così decisero di mettere in piedi una band.
    Blink-182
    Nel 1992 forma con Tom Delonge e un suo compagno di classe, Scott Raynor, la band allora denominata Duke Tape. La band si chiamò così fino al terzo show, in cui Tom disse di voler cambiare nome, in qualcosa come "blink". Circa in quel momento, in cui Mark stava frequentando il liceo per diventare un insegnante di inglese, iniziano le registrazioni della prima demo, Flyswatter. Mark però non fu mai totalmente libero per via del suo lavoro, che poté lasciare solo nel 1996, quando iniziarono i tour dei blink. Solo una cosa andò storto. Il nome blink era già in uso da una tecno band irlandese, e quindi dovettero cambiarlo in Blink 182, col quale sono diventati famosi. Voci di corridoio dicono che 182 è il numero di volte che Al Pacino dice "fanculo" in Scarface, altre dicono che 182 è il numero di volte che Mark ha battuto le ciglia (to blink) in un minuto e altre dicono che era il peso "ideale" di Mark. La band invece, ha sempre continuato a dire che 182 è un numero preso a caso. Dopo aver distribuito poche copie di Flyswatter e dell'altra demo Buddha, e aver firmato un contratto con la Cargo Music, rilasciando il loro primo album, Cheshire Cat, nel 1998 i blink-182 iniziano un tour per promuovere il loro ultimo album Dude Ranch. Proprio nel mezzo di questa importante tappa, Scott decide di mollare con i blink. Alcuni dicono che Scott venne allontanato dalla band per problemi di alcool, altri dicono che lasciò la band per continuare gli studi. Si dice inoltre che Scott decise di abbandonare la band perché divenne troppo commericale per i suoi gusti. Fortunatamente, in tour con loro vi erano gli Aquabats, che avevano come batterista Travis Barker. Travis imparò in poco tempo tutta la scaletta dei blink, e Tom e Mark decisero che era lui l'uomo giusto. Da qui fu un susseguirsi di successi, da Enema of the State, 1999, per passare a Take Off Your Pants and Jacket, 2001 finendo con Blink-182, 2003, senza contare bonus disc e raccolte varie. Ad inizio 2005, la band si sciogle per una serie di motivi, alcuni ipotizzano sia stato a causa dell'atteggiamento di Tom, che pare pretendesse di gestire da solo la band e dopo, arrabbiato con Mark e Travis, decide di lasciare la band. Invece Tom dichiara di aver voluto semplicemente dare una svolta alla sua produzione musicale affrontando altri temi, insomma voleva crescere, suonando una musica più matura ed impegnata; fonda così il gruppo degli Angels and Airwaves.
    +44
    Terminato il capitolo Blink 182, Mark e Travis non hanno intenzione di chiudere con la musica. Nel Novembre 2005, formano la Punk Rock band +44, insieme a Shane Gallagher e Craig Fairbaugh, ex chitarrista dei The Nervous Return. Il nome deriva dal prefisso telefonico inglese, appunto "+44". Infatti, il progetto era già stato discusso la prima volta nell'ultimo tour inglese dei Blink 182. L'album di debutto è stato rilasciato il 14 Novembre 2006, denominato When Your Heart Stops Beating. I +44 sono già arrivati in Italia, il 28/09/06 al Rainbow a Milano e il 24/01/07 all'Estragon di Bologna.
    Vita Personale
    Mark ha sposato la sua fidanzata Skye Everly il 2 Dicembre 2000, e ha avuto da lei un figlio, Jack Hoppus, nato il 5 Agosto 2002. Ha due cani e un gatto di nome "dirtbag". Vive a Los Angeles, California dove ha registrato l'album dei +44.
    Apparizioni musicali
    Mark Hoppus ha partecipato alla canzone "Wrecking Hotel Rooms" contenuta nell'album Panic degli MxPx, alla canzone "Empire" sempre degli MxPx, ha partecipato come cantante alla canzone dei Simple Plan "I'd Do Anything", alla canzone "That Special Girl" degli Ataris e alla canzone "Elevator" dei Box Car Racer, progetto parallelo di Tom Delonge e Travis Barker. Nell'estate 2005 ha cantato insieme a Renee Renee nella canzone "Paper Doll", dell'album "White Heat/Flyin Saucer". Ha prodotto Commit This To Memory dei Motion City Soundtrack ed appare anche nell'ultimo album della band romana dei Vanilla Sky dove canta un verso nella canzone "Nightmare". Ha partecipato anche al video musicale di I don't care canzone dei Fall Out Boy.
    Strumentazione
    I primi bassi che Mark utilizzava fino ad Enema of the State erano degli Ernie Ball Music Man Stingray di vari colori. Dopo di che utilizzò dei Fender Jazz Bass o Fender Precision Bass, fino a quando non produsse in collaborazione con la Fender nel 2000 un suo modello di basso: il Fender Mark Hoppus Jazz Bass. Questo, considerato come un Precison Bass, è costituito da il corpo di un Jazz Bass e dal manico e il pick-up di un Precision Bass. Mark utilizzò questo modello durante tutta la sua permanenza nei blink-182, a volte sostituendolo (durante gli ultimi anni) con un basso a 6 corde, il Fender Bass VI, utilizzato nel video "I miss you". Dopo la nascita dei Plus 44 il Fender Mark Hoppus Jazz Bass ha subito delle lievi modifiche: ad esempio mentre prima il corpo era di legno di ontano adesso è di frassino, rendendolo di un colore più chiaro, e i pick-up e le manopole sono spostate rispetto alla posizione originale. Anche i colori sono cambiati, infatti mentre nel blink-182 i colori "ufficiali" erano il daphne blue e il rosa (soprattutto dopo l'ultimo album), nei Plus 44 il colore più usato è l'olympic white.
    Curiosità
    Il suo eroe è Homer Simpson, ed ha dichiarato che si diverte molto ad imitarlo.
    Ascolta i Jimmy Eat World
    Ha ricevuto il suo primo basso a 15 anni
    Gestisce un podcast chiamato Himynameismark.
    Discografia
    Blink-182
    voce e bassista in tutti gli album.
    Flyswatter (1992).
    Buddha (1993).
    Cheshire Cat (1994).
    Dude Ranch (1997).
    Enema of the State (1999).
    The Mark, Tom, and Travis Show: The Enema Strikes Back (2000).
    Take off Your Pants and Jacket (2001).
    Blink-182 (album) (2003).
    Greatest Hits (2005).
    +44
    voce e bassista in tutto l'album.
    When Your Heart Stops Beating (2006).
    Altre apparizioni
    The Ataris — Look Forward to Failure (1998), voce in "That Special Girl".
    Simple Plan — No Pads, No Helmets... Just Balls (2002), voce in "I'd Do Anything".
    Box Car Racer — Box Car Racer (2002), voce in "Elevator".
    New Found Glory — Sticks and Stones (2002), bassista in "Something I Call Personality".
    MxPx — The Passion of The Christ Songs (2004), voce in "The Empire".
    MxPx — Panic (2005), voce in "Wrecking Hotel Rooms".
    Motion City Soundtrack — Commit This to Memory (2005), voce in "Hangman".
    Renee Renee — White Heat (2006), bassista e voce in "Paper Doll".
    Something for Rockets — Ha prodotto due canzoni dell'album (2006).
    The Matches — Decomposer (2006).
    Mae — Produce la canzone Nine Inch Nails.
    Less Than Jake — In With the Out Crowd (2006), scrive "The Rest of My Life".
    Rory — "We're Up To No Good" Produce (2006) morning zoo
    Vanilla Sky — Changes (2007), voce in "Nightmare".
    Fall Out Boy — I Don't Care (2008),partecipa nel video.
    Voci correlate
    blink-182
    Tom Delonge
    Scott Raynor
    Travis Barker
    +44
    Himynameismark
    Note


      ^ http://www.pickrset.com/markhoppus/?p=248 "Wikipedia Is Wrong" (10 aprile 2008)
      ^ blink-182 AskMen.com
      ^ Mark Hoppus interview with b182.com, rilasciata il 14 agosto 2006
      ^ http://www.pickrset.com/markhoppus/

    Collegamenti esterni
    (EN) Himynameismark.com
    Mark's official podcast site hungary
    Fender Mark Hoppus Jazz Bass
    blink-182
    Questo box: vedi • disc. • mod.
    Portale Biografie
    Portale Punk

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Mark_Hoppus"
    Categorie: Biografie | Cantanti statunitensi | Bassisti statunitensi | Nati nel 1972 | Nati il 15 marzo | Bassisti punkCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 15 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre