Mario Corso (detto Mariolino) (69)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 25 Agosto 1941
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: San Michele Extra (VR)
  • Nazione: Italia
  • Mario Corso in Rete:

  • Wikipedia: Mario Corso su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Mario Corso detto Mariolino (San Michele Extra, 25 agosto 1941) è un ex calciatore italiano.

    Carriera
    Inizia la carriera nell'Audace San Michele, quindi viene scoperto dall'Inter, dove si trasferisce nel 1958 insieme a Mario Da Pozzo, in una operazione di contorno a Claudio Guglielmoni che veniva considerato il vero talento. In maglia nerazzura esordisce a soli 17 anni in coppa italia in Como-Inter 0-3 e successivamente diventerà un giocatore importantissimo della "Grande Inter".Giocò come centrocampista, vinse 4 scudetti, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali. Disputò in totale 502 partite, segnando 94 gol. In quegli anni mise a punto la cosiddetta punizione a foglia morta e fu adorato dai tifosi e dal presidente Angelo Moratti (un po' meno dall'allenatore Helenio Herrera). Era soprannominato il "Piede Sinistro di Dio" o anche "Mandrake". Il primo soprannome gli venne attribuito dall'allora allenatore della squadra nazionale israeliana, il quale dichiarò di "essere stati battuti dal piede sinistro di Dio", al termine del match di andata per la qualificazione ai mondiali cileni del '62, disputato a Tel Aviv e terminato 4-2 per l'Italia grazie anche a una prestazione superlativa di Corso, coronata da due goal di Mariolino (il primo segnato dopo uno slalom ubriacante; il secondo su punizione, magistralmente eseguita, per l'appunto, col sinistro). La sua ultima partita con l'Inter fu Inter–Juventus 1–1, del 17 giugno 1973. L'anno successivo giocò nel Genoa, dove concluse la carriera nel 1975.
    A livello individuale, fuori dall'Italia, Corso non ha vinto nessun trofeo; ma non per questo gli sono mancate talune grandi soddisfazioni come quando nel 1967 e' venne convocato nella formazione Fifa del Resto del Mondo, contro la Spagna in onore di Riccardo Zamora, il piu' grande portiere di tutti i tempi. Per la cronaca, la partita fini' 3-0 per la formazione internazionale.
    Al termine della carriera di calciatore, segue a Coverciano il supercorso per allenatori, che termina nel 1977. Allenò inizialmente la primavera del Napoli (1978-79), quindi il Lecce ed il Catanzaro. Successivamente, torna all'Inter e ne allena le squadre primavera. Nel 1985-86, il presidente Pellegrini lo chiama ad allenare la prima squadra, al posto di Ilario Castagner.
    Attualmente è osservatore per l'Inter.
    Statistiche
    Presenze e reti nei club
    Cronologia presenze e reti in Nazionale
     Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale -  Italia
    Palmarès
    Competizioni nazionali
    Campionato italiano: 4


    Inter: 1962/1963, 1964/1965, 1965/1966, 1970/1971

    Competizioni internazionali
    Coppa dei Campioni: 2

    Inter: 1963/1964, 1964/1965

    Coppa Intercontinentale: 2

    Inter: 1964, 1965

    Bibliografia
    Berselli, E., "Il più mancino dei tiri", ISBN 8804556439
    Note

      ^ Spareggio scudetto

    Collegamenti esterni
    FIGC - Statistiche in Nazionale
    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Corso"
    Categorie: Biografie | Calciatori italiani | Nati nel 1941 | Nati il 25 agosto | Calciatori campioni d'Europa di club | Calciatori campioni del mondo di club | Inter | Genoa | SSC Napoli | U.S. Lecce | Catanzaro Football Club | Associazione Calcio Mantova | A.S.D. Barletta | Personalità legate a VeronaCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 25 Agosto


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre