Marco Travaglio (46)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 13 Ottobre 1964
  • Professione: Giornalista
  • Luogo di nascita: Torino (TO)
  • Nazione: Italia
  • Marco Travaglio in Rete:

  • Wikipedia: Marco Travaglio su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Marco Travaglio
    Marco Travaglio (Torino, 13 ottobre 1964) è un giornalista e scrittore italiano.

    Biografia
    Conseguita la maturità classica al Liceo salesiano Valsalice di Torino, Travaglio si laureò in Storia Contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Torino , cominciando poi la propria attività come giornalista free lance in piccole testate di area cattolica, come "Il nostro tempo", con il quale al tempo collaborava anche Mario Giordano.
    Al Nostro tempo conobbe Giovanni Arpino che, nell'ottobre del 1987, lo presentò a Indro Montanelli il quale, alla vigilia di Pasqua del 1988, lo chiamò a collaborare al Giornale. Per il quotidiano milanese lavorò come vice-corrispondente da Torino dal 1987 al 1992. Quando, nel 1994 Montanelli lasciò il quotidiano che aveva fondato venti anni prima, lo seguì, con altri cinquanta redattori, nella breve esperienza de La Voce.
    Travaglio ha poi collaborato con diversi quotidiani e periodici, fra cui Sette, Cuore, Il Messaggero, Il Giorno, L'Indipendente, Il Borghese e L'Espresso.
    La sua principale area di interesse è la cronaca giudiziaria, dalle questioni legate all'antimafia, ai fenomeni di corruzione, a partire dalla cosiddetta inchiesta Mani pulite, sviluppata sotto forma di indagini e raccolte storico-giornalistiche. Più di una volta i suoi articoli hanno suscitato le ire dei politici, spesso senza distinzione di schieramenti.
    Prima del 2001 ha pubblicato sul settimanale di destra il Borghese, in versione integrale e a puntate, le intercettazioni telefoniche fatte dalla polizia al movimento Lotta Continua (inclusi Gad Lerner, Giuliano Ferrara, Andrea Marcenaro e Luigi Manconi) il giorno seguente l'arresto di Adriano Sofri per l'accusa dell'Omicidio Calabresi. Secondo Dagospia, "nei nastri registrati dall'autorità giudiziaria se ne sentono di tutti i dolori e colori". Tale iniziativa ha causato insofferenza nei confronti del giornalista da parte di numerosi ex movimentisti di allora, ivi incluso Flores d'Arcais.
    Il 14 marzo 2001 durante un'intervista nella trasmissione Satyricon, ideata e condotta da Daniele Luttazzi, presenta il suo libro L'odore dei soldi, un'inchiesta sull'origine sospetta dell'arricchimento di Silvio Berlusconi, due mesi prima delle elezioni; successivamente lo showman che lo aveva ospitato viene allontanato dalle reti televisive in conseguenza del cosiddetto "Editto bulgaro" pronunciato dall'allora Presidente del consiglio Silvio Berlusconi.
    Dal 14 settembre 2006 è ospite fisso nella trasmissione di approfondimento giornalistico Anno Zero, condotta da Michele Santoro, dove conduce una rubrica dal titolo Arrivano i mostri; dal 2008 cura la copertina. Tra le sue ultime battaglie si ricorda una decisa opposizione alla legge di indulto del 2006 promulgata dal Parlamento, da lui considerata un indegno "colpo di spugna" a favore della parte corrotta della classe politica.. In una puntata della trasmissione "Annozero" di Santoro, ha anche espresso il suo parere negativo nei confronti della legge Mastella (approvata nel luglio 2007 dal Parlamento), da lui considerata una "legge bavaglio", poiché fortemente limitativa nell'utilizzo, da parte dei giornalisti, delle intercettazioni telefoniche. Recentemente si è anche espresso negativamente sull'ipotesi di concessione della grazia all'ex funzionario del Sisde Bruno Contrada, condannato a dieci anni per concorso esterno in associazione mafiosa. A causa di questa posizione è stato duramente contestato da Giuliano Ferrara sul "Foglio".
    Marco Travaglio (2006)
    L'8 settembre 2007 ha partecipato con un lungo intervento alla manifestazione V-Day organizzata da Beppe Grillo in Piazza Maggiore a Bologna. Il 25 aprile 2008 ha aderito al V2-Day, partecipando alla manifestazione in Piazza San Carlo a Torino.
    Il 10 maggio 2008, nel corso della trasmissione condotta da Fabio Fazio sulla terza rete televisiva della Rai, Travaglio ha parlato del neo-eletto Presidente del Senato, Renato Schifani, militante nel PdL, in riferimento a rapporti societari con persone a vario titolo collegate con attività mafiose. Da questo intervento è nato un "caso" molto discusso nei media con forti prese di posizione da entrambe le parti.

    Dal 19 maggio 2008, conduce una trasmissione in streaming sul blog di Beppe Grillo di nome Passaparola.
    L'8 luglio 2008 ha partecipato al No Cav Day, organizzato da Paolo Flores d'Arcais, Furio Colombo e Pancho Pardi per protesta contro le cosiddette "leggi canaglia" varate nei primi mesi del Governo Berlusconi. Oltre a lui e agli organizzatori, sul palco si sono alternati Antonio di Pietro, Sabina Guzzanti, Rita Borsellino, Moni Ovadia e, in video conferenza, Beppe Grillo.
    L'Unità
    Cura inoltre una rubrica satirica su l'Unità, originariamente intitolata "Bananas", in riferimento sia al film Il dittatore dello stato libero di Bananas di Woody Allen sia alla frase del 2001 di Gianni Agnelli sulle opinioni di alcuni giornali stranieri riguardo un'eventuale vittoria elettorale di Silvio Berlusconi: "Non siamo mica una repubblica delle banane". Con l'avvento del governo Prodi la rubrica ha cambiato nome in "Uliwood Party" (in riferimento al film Hollywood Party e alla formazione politica di centro-sinistra dell'Ulivo). Dopo le Elezioni politiche italiane del 2008 la sua rubrica ha assunto il nome di "Ora d'Aria". Dall'ottobre 2008, in seguito alla riduzione di formato de l'Unità susseguente alla nomina di Concita De Gregorio come direttore dello storico quotidiano, la rubrica ha assunto il nome Zorro. Nel 2007 questa rubrica ha portato il suo autore a vincere il Premio Satira di Forte dei Marmi.
    Collocazione politica
    Travaglio si definisce un liberale da sempre; o meglio, come lui stesso afferma "liberal-montanelliano". Vi sono opinioni discordi sulle sue idee politiche: alcuni lo ritengono un esponente di primo piano dell'area progressista e legalitaria. Nella sua famosa intervista rilasciata a Daniele Luttazzi, nella trasmissione Satyricon, ha dichiarato di essere un liberale (precisamente "un allievo di Montanelli") che ha trovato "asilo" nell'area di sinistra, ma che non si identifica in quest'area politica.
    Durante la trasmissione Dodicesimo round ha dichiarato che nelle elezioni 2006 ha votato al Senato "senza turarsi il naso per la prima volta": questo perché l'Italia dei Valori, afferma Travaglio, "mi ha fatto il regalo di candidare una persona che stimo e che mi onora della sua amicizia, Franca Rame".
    Sul blog di Antonio Di Pietro, viene pubblicato il 29 marzo 2008 un articolo di Travaglio dove esprime pubblicamente il suo voto ancora a favore dell'Italia dei Valori per le elezioni politiche del 2008, aggiungendo però "in attesa di un nuovo Einaudi o un nuovo De Gasperi", confermando la sua ispirazione liberale.
    Altri media
    Le sue collaborazioni si estendono anche a La Repubblica, in cui ha una rubrica on-line dal titolo "Carta canta", uno spazio in cui sottolinea le incoerenze dei politici italiani, dei commentatori e dei suoi colleghi, attingendo dalle fonti archivistiche giornalistiche. Nell'edizione torinese de La Repubblica cura una rubrica di posta coi lettori intitolata Il Cittadino.
    Inoltre scrive sul settimanale A diretto da Maria Latella e sui periodici MicroMega, Giudizio Universale, Linus, L'Espresso (dove tiene la rubrica Signornò), cura il blog su internet Voglio Scendere con Peter Gomez e Pino Corrias e tiene la video rubrica settimanale Passaparola sul blog di Beppe Grillo.
    Le sue inchieste
    Travaglio presenta Bavaglio (2008)
    Numerosi suoi lavori sono stati successivamente pubblicati sotto forma di libri-inchiesta: il più noto fra questi è senz'altro L'odore dei soldi (scritto con Elio Veltri e pubblicato nel 2001), in cui attraverso i vari atti processuali si affronta la questione delle origini delle fortune di Silvio Berlusconi.
    La presentazione del libro durante un'intervista nella trasmissione Satyricon, ideata e condotta nel 2001 da Daniele Luttazzi due mesi prima delle elezioni politiche tenutesi lo stesso anno, e il successivo allontanamento dello showman dalle reti televisive producono un lungo dibattito relativamente all'informazione, la censura e la libertà di opinione nei mass media italiani.
    L'intervista, inoltre, scatena dieci citazioni a giudizio intentate da vari soggetti (Silvio Berlusconi, Forza Italia, Mediaset i principali) nei confronti del giornalista nonché contro Daniele Luttazzi, Carlo Freccero ed Elio Veltri. Tutte quelle arrivate a sentenza (per ora sei) si sono risolte con un rigetto della domanda e con la condanna degli attori al pagamento delle spese processuali.
    Processi per diffamazione
    Travaglio nel corso della sua carriera giornalistica è stato più volte querelato o citato in giudizio per quanto da lui scritto o dichiarato. Di seguito sono descritti alcuni dei procedimenti che lo hanno coinvolto:
    Sentenze di condanna
    Nel 2000 è stato condannato in sede civile, dopo essere stato citato in giudizio da Cesare Previti a causa di un articolo sull’Indipendente che definiva quest'ultimo "futuro cliente di procure e tribunali". Il tribunale civile di Roma ha ravvisato in questa frase contenuto diffamatorio in quanto all'epoca del fatto (1995) "nessuna indagine era aperta nei confronti dell'on. Previti". Travaglio sostiene che la condanna è stata determinata dalla mancata produzione di elementi di prova decisivi circa l'esistenza di procedimenti penali a carico del parlamentare. In conseguenza della condanna, il tribunale ha ordinato il pignoramento dello stipendio del giornalista per lire 79 milioni.
    Il 20 febbraio 2008 il giudice unico della VII sezione civile del Tribunale di Torino ha condannato in primo grado Marco Travaglio, il quale dovrà risarcire Fedele Confalonieri e Mediaset s.p.a. con 26.000 euro, a causa di un articolo pubblicato nella rubrica Uliwood Party su l'Unità il 16 luglio 2006. La sentenza afferma che Travaglio si è espresso ingiuriosamente nei confronti della persona di Fedele Confalonieri e in termini di "certezza" circa ipotesi di accusa non accertate a carico di Mediaset. Travaglio ha annunciato la sua intenzione di ricorrere avverso la sentenza.
    È stato condannato in primo grado dal Tribunale penale di Roma per il reato di diffamazione aggravato dall'uso del mezzo della stampa, ai danni di Cesare Previti, ad 8 mesi di reclusione con sospensione condizionale e al pagamento di 100 euro di multa. Il reato, secondo il giudice monocratico, sarebbe stato commesso mediante l'articolo Patto scellerato tra mafia e Forza Italia pubblicato sull’Espresso il 3 ottobre 2002. In sede civile, a causa del predetto reato, Travaglio è stato condannato in primo grado, in solido con l'allora direttore della rivista Daniela Hamaui, al pagamento di 20mila euro a titolo di risarcimento del danno in favore della vittima del reato Cesare Previti.
    Procedimenti con estinzione del reato per remissione della querela
    Dal 2004 è stato oggetto di un procedimento penale per il reato di diffamazione aggravata dal mezzo della stampa, a seguito degli articoli «M’illumino d’incenso» e «Zitti e Vespa», pubblicati sul quotidiano l'Unità nei giorni 12 marzo e 6 maggio di quello stesso anno. Il procedimento ai danni del giornalista si è concluso nel 2008 dopo che la persona offesa, il giornalista Antonio Socci, ha deciso di rimettere la querela a seguito delle scuse pubbliche di Travaglio.
    Sentenze di assoluzione
    Dopo aver scritto assieme a Elio Veltri il libro "L'odore dei soldi" era stato citato in giudizio da Silvio Berlusconi per diffamazione; il tribunale civile ha stabilito che il libro non è diffamatorio ed ha condannato Berlusconi a pagare le spese processuali.
    In seguito all'intervista nel programma Satyricon del comico Luttazzi è stata avviata un'azione civile da parte di Mediaset contro Travaglio, la RAI e i direttori Carlo Freccero e Ballandi per diffamazione. Nel 2005 la causa è stata vinta da Travaglio mentre Mediaset è stata condannata a pagare le spese processuali.
    Nel 2005 Cesare Previti ha citato in giudizio Travaglio per una presunta diffamazione nei suoi confronti e nei confronti di Silvio Berlusconi nell'articolo comparso nella rubrica Bananas de l'Unità il 19 aprile 2005. Nel 2007 il tribunale civile di Roma ha rigettato la domanda di Previti e lo ha condannato a rifondere le spese processuali.
    Procedimenti in corso
    È attualmente imputato presso il Tribunale penale di Roma per il reato di diffamazione aggravata dal mezzo della stampa, a causa di un articolo, La prevalenza del cretino, pubblicato sull'Unità il 6 marzo 2007. Il processo è stato originato da una querela sporta dall'allora direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce.
    Libri
    Travaglio autografa un libro
    Storia del razzismo (1993, Elledici, ISBN 8801012721).
    Palle mondiali (1994, Mondadori).
    Stupidario del calcio e altri sport (1994, Mondadori).
    Il pollaio delle libertà. Detti, disdetti e contraddetti (1995, Vallecchi Editore, ISBN 8882520463).
    Il mestiere di sindaco. Ricominciare dalle città / Valentino Castellani (1996, Guerini & Associati).
    Il processo. Storia segreta dell'inchiesta Romiti: guerre, tangenti e fondi neri Fiat (con Paolo Griseri e Massimo Novelli, 1997, Editori Riuniti)
    Meno grazia più giustizia. Conversazione con Marco Travaglio (Marcello Maddalena, 1997, Donzelli Editore)
    Il manuale del perfetto impunito (Marco Travaglio, 2000, Garzanti Libri, ISBN 8811738709).
    La sentenza Andreotti. Luci e ombre di un processo storico (2000, Editori Riuniti).
    La repubblica delle banane (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2001, Editori Riuniti).
    L'odore dei soldi. Origini e misteri delle fortune di Silvio Berlusconi (Elio Veltri e Marco Travaglio, 2001, Editori Riuniti, ISBN 8835950074).
    Mani pulite. La vera storia. Da Mario Chiesa a Silvio Berlusconi (Gianni Barbacetto, Peter Gomez e Marco Travaglio, 2002, Editori Riuniti, ISBN 8835952417).
    Giustizia e impunità. Interviste a Antonio Di Pietro e Marco Travaglio (Gloria Bardi, Antonio Di Pietro e Marco Travaglio, 2003 - Frilli Editore).
    Lo chiamavano impunità. La vera storia del caso Sme e tutto quello che Berlusconi nasconde all'Italia e all'Europa (Marco Travaglio e Peter Gomez, 2003, Editori Riuniti).
    Bravi ragazzi. La requisitoria Boccassini, l'autodifesa di Previti & C. Tutte le carte dei processi Berlusconi-toghe sporche (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2003, Editori Riuniti).
    Bananas. Un anno di cronache tragicomiche dallo stato semilibero di Berlusconia (Marco Travaglio, 2003, Garzanti Libri).
    Il modello TAV. E le grandi opere del Cavaliere (Ivan Cicconi, Marco Travaglio, Nerio Nesi, 2004, Koinè).
    Montanelli e il Cavaliere. Storia di un grande e di un piccolo uomo (Marco Travaglio, 2004, Garzanti Libri, ISBN 8811600340).
    Regime. Biagi, Santoro, Massimo Fini, Freccero, Luttazzi, Sabina Guzzanti, Paolo Rossi, tg, gr e giornali: storie di censure e bugie nell'Italia di Berlusconi. Postfazione di Beppe Grillo (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2004, BUR Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8817002461).
    L'amico degli amici. Perché Marcello Dell'Utri è stato condannato a nove anni in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. La requisitoria dei PM e la memoria della difesa. (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2005, BUR Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8817007072).
    Intoccabili. Perché la mafia è al potere. Dai processi Andreotti, Dell'Utri & C. alla normalizzazione. Le verità occultate sui complici di Cosa Nostra nella politica e nello Stato. Introduzione di Paolo Sylos Labini (Saverio Lodato e Marco Travaglio, 2005, BUR Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8817005371).
    Berluscomiche. Bananas 2 la vendetta: le nuove avventure del Cavalier Bellachioma dal kapò al kappaò (Marco Travaglio, 2005, Garzanti Libri, ISBN 881159765X).
    Inciucio. Come la sinistra ha salvato Berlusconi. La grande abbuffata Rai e le nuove censure di regime, da Molière al caso Celentano. L'attacco all'Unità a l'assalto al Corriere. Prefazione di Giorgio Bocca. (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2005, BUR Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8817010200).
    Le mille balle blu. Detti e contraddetti, bugie e figuracce, promesse e smentite, leggi vergogna e telefonate segrete dell'uomo che da dodici anni prende in giro gli italiani: Napoleone Berlusconi. Vignette di Ellekappa. (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2006, BUR Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8817009431).
    Onorevoli Wanted (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2006, Editori Riuniti, ISBN 8835957720).
    La scomparsa dei fatti. Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni (Marco Travaglio, 2006, il Saggiatore, ISBN 8842813958).
    E continuavano a chiamarlo impunità (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2007, Editori Riuniti).
    Uliwood Party. Figure e figurine, figuri e figuracce del primo anno di centro-sinistra(-destra).(Marco Travaglio, 2007, Garzanti Libri, ISBN 8811600650).
    Mani Sporche. 2001-2007. Cosi Destra e Sinistra si sono mangiati la II Repubblica (Gianni Barbacetto, Peter Gomez e Marco Travaglio, 2007, Chiarelettere, Collana Principioattivo, ISBN 886190002X, ISBN-13 9788861900028).
    Se li conosci li eviti. Raccomandati, riciclati, condannati, imputati, ignoranti, voltagabbana, fannulloni del nuovo Parlamento (Peter Gomez e Marco Travaglio, 2008, Chiarelettere, Collana Principioattivo).
    Il rompiballe (Claudio Sabelli Fioretti intervista Marco Travaglio, 2008, Aliberti editore).
    Il bavaglio. Bloccare i processi, cancellare l'informazione, difendersi con l'impunità. Ecco perché Berlusconi sta preparando il bavaglio (Peter Gomez, Marco Travaglio e Marco Lillo, 2008, Chiarelettere, Collana Principioattivo, ISBN 9788861900622).
    Per chi suona la banana - Il suicidio dell’Unione Brancaleone e l’eterno ritorno di Al Tappone, 2008, Garzanti ISBN 8811740975.
    DVD
    Passaparola Vol. 1. Ci pisciano addosso e ci dicono che piove, 2008 Casaleggio Associati, Collana Passaparola , ISBN 9788890308420.
    Passaparola Vol. 2. Senza Stato, né legge, 2008 Casaleggio Associati, Collana Passaparola , ISBN 9788890308437.
    Note


      ^ http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1621393
      ^ http://www.ilgiornale.it/pag_pdf.php?ID=77819
      ^ Dagospia 23-03-2001, Copyright Dagospia.com
      ^ Lettera di Travaglio contro l'indulto pubblicata sul sito del comico Beppe Grillo
      ^ Intervento di Travaglio al V2-Day
      ^ Rai, Travaglio di nuovo nella bufera. URL consultato il 12-5-2008.
      ^ http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/post/1941019.php
      ^ Motivazione del premio
      ^ http://www.connessomagazine.it/articoli/arte-cultura/l-italia-tra-politica-e-antipolitica-marco-travaglio-allauditorium-della-cultura-friulana
      ^ http://www.ntwk.it/niu/?q=node/115
      ^ http://www.antoniodipietro.com/2008/03/dichiarazioni_di_voto_marco_tr.php#more
      ^ Si possono leggere le sentenze qui e scaricarle dalla home page del sito marcotravaglio.it
      ^ http://www.marcotravaglio.it/articoli/040100.htm
      ^ http://www.gabrielemastellarini.com/wp-content/uploads/2008/05/travaglio-confalonierisentenza.pdf
      ^ Articolo in cui Travaglio annuncia l'intenzione di appellare la sentenza
      ^ a b gabrielemastellarini.com
      ^ http://quotidianonet.ilsole24ore.com/politica/2008/10/15/125613-diffamazione_danni_previti.shtml
      ^ http://quotidianonet.ilsole24ore.com/politica/2008/10/15/125613-diffamazione_danni_previti.shtml
      ^ http://www.altalex.com/index.php?idnot=77
      ^ Lettera a Socci: Nel 2004 ho dedicato due rubriche "Bananas" ad Antonio Socci: "M'illumino d'incenso" e "Zitti e Vespa" (rispettivamente sull'Unità del 12.03.2004 e del 06.05.2004). Antonio Socci ne ha giudicato il contenuto lesivo della sua onorabilità e reputazione professionale e personale, tanto da querelarmi per diffamazione all'Autorità Giudiziaria penale competente. Oggi riconosco di aver ecceduto, in quegli articoli, quanto a vis polemica nei confronti di Socci, usando toni e affermazioni ingiuste rispetto alla sua serietà e competenza professionale. E di ciò mi scuso anche pubblicamente con lui, come ho già fatto in una conversazione privata. E gli rinnovo, al di là di ogni divergenza d'opinione, la mia piena stima umana e professionale. Tratto da: http://vivamarcotravaglio.splinder.com/post/15857343
      ^ http://www.marcotravaglio.it/Sentenza%2046811-02.pdf
      ^ http://www.marcotravaglio.it/Sentenza%20n.%2027061%20del%202005.pdf
      ^ http://www.marcotravaglio.it/sent%20previti%2014363001.pdf
      ^ http://vivamarcotravaglio.splinder.com/post/11249370/La+prevalenza+del+cretino
      ^ Il Giornale, 17 giugno 2008, pag. 14

    Voci correlate
    Indro Montanelli
    Diktat bulgaro
    l'Unità
    La Repubblica
    Intervista a Marco Travaglio a Satyricon
    Uliwood Party
    Toghe rotte
    Altri progetti
    Wikiquote
    Commons
    Wikiquote contiene citazioni di o su Marco Travaglio
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Marco Travaglio
    Articolo su Wikinotizie: Travaglio attacca Schifani: polemiche bipartisan 11 maggio 2008
    Articolo su Wikinotizie: Marco Travaglio presenta il suo ultimo libro a Canosa di Puglia 3 ottobre 2008
    Collegamenti esterni
    Voglio Scendere - Blog UFFICIALE, a cura di Marco Travaglio, con Peter Gomez e Pino Corrias
    Lettera di Marco Travaglio ad Indro Montanelli - letta da Marco Travaglio alla puntata di Anno Zero del 31 maggio 2007
    Portale Biografie
    Portale Letteratura

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Marco_Travaglio"
    Categorie: Biografie | Giornalisti italiani del XX secolo | Giornalisti italiani del XXI secolo | Scrittori italiani del XX secolo | Scrittori italiani del XXI secolo | Nati nel 1964 | Nati il 13 ottobre | Saggisti italiani | Personaggi televisivi italianiCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 13 Ottobre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre