Marcello Pera (67)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 28 Gennaio 1943
  • Professione: Politico
  • Luogo di nascita: Lucca (LU)
  • Nazione: Italia
  • Marcello Pera in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Marcello Pera
  • Wikipedia: Marcello Pera su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Marcello Pera (Lucca, 28 gennaio 1943) è un filosofo e politico italiano, senatore di Forza Italia dal 1996 (dal 2008 senatore del Popolo della Libertà) e Presidente del Senato nella XIV legislatura.

    Biografia
    Studi
    Appartenente ad un'antica famiglia del contado lucchese, le cui origini risalgono alla seconda metà del 1300 (Famiglia Pera o della Pera o di Madonna Piera) si diploma in ragioneria all'Istituto "F.Carrara" di Lucca nel 1962, lavora prima alla Banca Toscana e poi alla Camera di Commercio di Lucca. Quindi decide di studiare filosofia. Si laurea all'Università di Pisa nel 1972 con 110 e lode.
    Inizia la carriera accademica nel 1976 come incaricato di Filosofia della Scienza a Pisa. In seguito diventa professore straordinario di Filosofia Teoretica a Catania (1989-1992) e ordinario di Filosofia della Scienza all’Università di Pisa (1992).
    Ha svolto un’intensa attività di ricerca a livello internazionale (Visiting Fellow: Center for Philosophy of Science, University of Pittsburgh, 1984; Visiting Fellow: The Van Leer Foundation, Gerusalemme, 1987; Visiting Fellow: Department of Linguistics and Philosophy, MIT, Cambridge in Massachusetts, 1990; Visiting Fellow: Centre for the Philosophy of Natural and Social Sciences, London School of Economics, 1995-96).
    Pera ha concentrato i suoi studi filosofici su Karl Popper. Amico personale del filosofo austriaco teorico della "società aperta", Marcello Pera è uno dei suoi massimi studiosi. Su di lui ha scritto l'opera “Popper e la scienza su palafitte” (1981). In realtà, prima di scrivere il libro, pubblicò alcuni articoli divulgativi, inserendosi in un vasto movimento critico, su "L'Espresso", dedicati ai filosofi che avevano confutato Marx. Il primo di questi articoli fu quello dedicato a Popper. In effetti, oggi appare chiaro che gli altri articoli furono scritti al solo scopo di sostenere il primo, quello su Popper. Scritto il libro su quest'ultimo, Pera scomparve dalle cronache per ricomparire, caduto il Comunismo, come esponente di spicco in Forza Italia. Oltre alla attività istituzionale, si è distinto come saggista per la attività a favore di un avvicinamento della scienza alla religione cattolica.
    Quanto a Popper, lo studioso austriaco resta colui che ha inventato il concetto di "Open society". La dizione, ma niente affatto il concetto, è piaciuta tanto da esser utilizzata per dare il nome ad una organizzazione di benintenzionati gentiluomini e gentildonne, sostenuta finanziariamente da George Soros, la quale annovera la crema del laicismo impegnato internazionale. Qualcuno dice che Open society sia il contraltare laico di Opus Dei, ma sono solo dicerie.
    Pera è stato collaboratore dei quotidiani “Corriere della Sera”, “Il Messaggero”, “La Stampa” e dei settimanali “L’Espresso” e “Panorama”.
    Adesione a Forza Italia
    Nel 1994 dopo la "discesa in campo" di Silvio Berlusconi, aderisce a Forza Italia, diventando coordinatore nazionale della Convenzione per la riforma liberale. Eletto senatore nel 1996 nelle liste di Forza Italia, viene nominato vicepresidente del gruppo al Senato.
    In Parlamento, Pera si occupa soprattutto dei problemi della Giustizia in Italia. In particolare, è stato tra gli ispiratori della riforma costituzionale sul giusto processo, approvata nella XIII Legislatura, che ha modificato l'articolo 111 della Costituzione (Principi del giusto processo legge costituzionale 23 novembre 1999, n. 2; G.U. n. 300 del 23 dicembre 1999).
    La Presidenza del Senato
    Nelle elezioni politiche del 2001 vince nel collegio uninominale di Lucca, l'unico della Toscana andato al centrodestra. Viene eletto al primo scrutinio Presidente del Senato della Repubblica, seconda carica dello Stato.
    In questo periodo nasce un legame umano e intellettuale tra il futuro Pontefice Benedetto XVI, e lo studioso di matrice empirista: i due si trovano in sintonia sull’analisi dei problemi dell’Europa e manifestano comuni preoccupazioni per una civiltà occidentale minata al suo interno dal relativismo e dal multiculturalismo.
    Pera è autore con l'allora cardinale Joseph Ratzinger del libro “Senza radici” (2004) sulla questione delle radici cristiane. Nel libro, che contiene le due relazioni di Pera e Ratzinger sull’argomento e uno scambio epistolare tra i due, denuncia il decadimento morale dell'Europa a suo dire impoverita dal rifiuto delle sue radici cristiane e minacciata dal terrorismo islamista. Nel libro scrive: «Soffia sull'Europa un brutto vento. Si tratta dell'idea che basta aspettare e i guai spariranno da soli, o che si può essere accondiscendenti anche con chi ci minaccia e potremo cavarcela. È lo stesso soffio del vento di Monaco nel 1938».
    Pur definendosi un “non credente”, Pera, si è avvicinato al pensiero cristiano, accogliendo l'invito kantiano di Benedetto XVI secondo cui "anche chi non riesce a trovare la via dell'accettazione di Dio dovrebbe comunque cercare di vivere e indirizzare la sua vita come se Dio esistesse". Dice infatti Pera: “Io suggerisco di accettare l'esortazione che il Papa ha fatto ai non credenti: seguire la vecchia formula di Pascal e Kant di vivere ‘come se Dio esistesse’ (velut si Deus daretur). La ritengo una soluzione saggia, perché ci rende tutti moralmente più responsabili. Se Dio esiste, ci sono limiti morali alle mie azioni, comportamenti, decisioni, progetti, leggi e così via”.
    Per le posizioni su questa tematica Pera è considerato un esponente del movimento neoconservatore italiano. Sul piano politico e culturale, Marcello Pera si definisce un “conservatore liberale” nel solco della tradizione del liberalismo anglosassone. Più precisamente “conservatore sui principi e valori da mantenere, liberale sulle riforme da fare”. Secondo Pera “si tratta di una grande dottrina, una grande scuola, una grande tradizione politica. Si basa soprattutto su due pilastri: attenzione e difesa della nostra tradizione europea e occidentale, che è il riferimento da mantenere (da ciò il conservatorismo); e custodia della nostra autonomia individuale, che è la condizione su cui dobbiamo sempre vigilare (da ciò il nostro liberalismo)”.
    In un'intervista rilasciata alla Stampa dopo il no irlandese al trattato europeo, Pera identifica il Papa, sulla scia di De Maistre, come unico riferimento possibile per il Vecchio Continente.
    Lasciata la Presidenza del Senato, alle politiche del 2006 è rieletto senatore nella lista di Forza Italia nel collegio della Toscana. Al seguito della caduta del governo Prodi e del ritorno alle urne il 13 e 14 aprile 2008, è stato confermato al Senato come primo candidato della circoscrizione Lazio.
    La polemica con il sindaco di Lucca
    Nel 2005, Marcello Pera viene accusato pubblicamente, in consiglio comunale e davanti alla cittadinanza, dall'allora sindaco di Lucca Pietro Fazzi (sostenuto da una maggioranza di centrodestra) di essersi intromesso pesantemente nella gestione amministrativa del comune: in particolare, la vicenda verteva su supposte pressioni dell'onorevole Pera nei confronti della locale azienda di somministrazione del gas (Gesam gas) per la cessione di quote societarie della stessa società a favore di Enel gas spa, in vista di una possibile privatizzazione della municipalizzata.
    La polemica, che ha portato allo scioglimento del consiglio comunale di Lucca nel 2006, con la nomina di un commissario straordinario,e alle conseguenti dimissioni del sindaco Pietro Fazzi oltre che alla sua espulsione dal partito di Forza italia, ha avuto risvolti di carattere giudiziario.
    Nel 2007 la Procura di Lucca ha chiesto l'archiviazione del procedimento penale per il caso Gesam.


    Onorificenze
    Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito Melitense - Classe Speciale (classe civile)
    — Roma, 10 marzo 2006
    Note


      ^ "Visto? Non sta in piedi un'Unione senza Dio"
      ^ Pera protettore dell'Enel
      ^ Scioglimento del consiglio comunale di Lucca e nomina del commissario straordinario
      ^ "Ha offeso Pera": Forza italia espelle il sindaco
      ^ Il caso Fazzi - Pera dal giudice
      ^ La procura chiede l'archiviazione
      ^ Marcello Pera viene insignito da Fra' Andrew Bertie

    Bibliografia
    Bibliografia di Marcello Pera
    Induzione e metodo scientifico. Editrice Tecnico Scientifica, Pisa 1978.
    Popper e la scienza su palafitte. Laterza, Roma-Bari, 1981.
    Hume, Kant e l'induzione. Il Mulino, Bologna 1982.
    Apologia del metodo. Laterza, Roma-Bari 1982.
    La rana ambigua: la controversia sull'elettricità animale tra Galvani e Volta. Einaudi, Torino 1986; Princeton University Press, Princeton 1991.
    Scienza e retorica. Laterza, Roma-Bari 1992; Chicago University Press, Chicago 1994.
    M. Pera – J. Ratzinger, Senza radici, Mondadori, 2004, ISBN 8804544740
    M. Pera, Perché dobbiamo dirci cristiani. Il liberalismo, l'Europa, l'etica (Con una lettera introduttiva di Papa Benedetto XVI), Mondadori, 2008
    Bibliografia su Marcello Pera
    Campioni d'Italia, Barbacetto G., Marco Tropea Editore, 2002, ISBN 8843803549
    Siamo alla frutta. Ritratto di Marcello Pera, De Lucia M., Kaos Edizioni, 2005, ISBN 88-7953-153-0
    Altri progetti
    Wikisource
    Wikiquote
    Wikisource contiene opere originali di o su Marcello Pera
    Wikiquote contiene citazioni di o su Marcello Pera
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Biografia ufficiale (sito del Senato)
    Scheda su openpolis.it di Marcello Pera

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Pera"
    Categorie: Biografie | Filosofi italiani del XX secolo | Filosofi italiani del XXI secolo | Politici italiani del XX secolo | Politici italiani del XXI secolo | Nati nel 1943 | Nati il 28 gennaio | Politici di Forza Italia | Senatori italiani | Personalità legate a LuccaCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti | Segnalazioni NPOV - gennaio 2008 | Segnalazioni NPOV argomento sconosciuto

    « Torna al 28 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre