Mal (66)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Paul Bradley Couling
  • Data di nascita: 27 Febbraio 1944
  • Professione: Cantante
  • Gruppo: Primitives
  • Luogo di nascita: Llanfrechfa
  • Nazione: Gran Bretagna
  • Mal in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Mal
  • Wikipedia: Mal su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 3 caratteri, vedi MAL.
    Mal, il cui vero nome è Paul Bradley Couling (Llanfrechfa, 27 febbraio 1944) è un cantante britannico.

    Biografia
    I primi passi in Gran Bretagna
    Comincia la carriera di cantante nella madrepatria, come cantante di un gruppo, The Meteors: adotta lo pseudonimo di Mal Ryder (gli altri componenti del gruppo sono Pete Goodwin alla chitarra ritmica, Larry Reddington alla batteria, Jimmy O'Donald alla chitarra solista e Malcom West al basso), e con loro effettua i primi spettacoli, basati su cover di rock'n'roll, a Oxford, la città dove nel frattempo si è trasferita la famiglia.
    Passa poi agli Spirits, con cui riesce ad ottenere un contratto con la Decca Records: la casa discografica punta però decisamente su di lui, e i dischi escono quindi con la denominazione "Mal Ryder & The Spirits".
    Dopo due 45 giri che non riscuotono il successo che la casa discografica si aspetta, Mal e il suo gruppo passano alla Pye Records, che nello stesso periodo ha messo sotto contratto un giovane cantautore sconosciuto, Donovan, e pubblicano altri due 45 giri, che fruttano al gruppo alcuni spettacoli in Germania (tra cui allo "Star Club" di Amburgo, dove pochi anni prima si esibivano i Silver Beatles, cioè i primi Beatles (con Pete Best alla batteria e Stuart Sutcliffe al basso).
    Al ritorno gli Spirits si sciolgono, a causa della defezione del chitarrista, che lascia il gruppo per sposarsi: Mal però viene contattato da un nuovo gruppo, The Primitives, che hanno alcuni problemi di formazione, e di cui ha conosciuto in Germania il chitarrista, Dave Sumner.
    Mal porta nei Primitives il batterista degli Spirit, Mick Charleton, che con il bassista Jay Roberts (celebre per il fatto di suonare il basso con tre corde) completa la formazione, che incide un 45 giri sempre per la Pye, "Every minute of every day" (canzone che verrà reincisa l'anno successivo, come vedremo).
    Anche questo disco riscuote un successo modesto, ma durante un'esibizione in un locale di Soho tra il pubblico sono presenti due italiani in vacanza, Gianni Boncompagni ed Alberigo Crocetta (proprietario del Piper), che propongono al gruppo una scrittura per alcuni spettacoli in Italia. Mick Charleton, però, decide di restare in Inghilterra, e viene sostituito da un giovane batterista che Mal ha conosciuto in Galles: si chiama Pick Withers e dieci anni dopo diventerà famosissimo in tutto il mondo come batterista dei Dire Straits.
    L'America in Italia
    Cominciano alla fine del 1965 i primi spettacoli al mitico Piper di Roma, il locale più di tendenza in quegli anni per il beat italiano, dove si esibiscono anche altri artisti che riscuoteranno successo negli anni successivi, come Patti Pravo o un altro complesso sempre inglese, The Rokes: è il successo, che porta il gruppo ad incidere un album per l'etichetta Piper Club (distribuita dalla ARC, casa discografica satellite della RCA, intitolato Blow Up, con alcune delle canzoni che suonano dal vivo, come la già citata "Every minute of every day", "Gimme some lovin'" degli Spencer Davis Group. la band del giovanissimo Steve Winwood, "Standing in the shadows of love", ed anche due traduzioni di Luigi Tenco e Sergio Bardotti di "Thunder'n lightnin'" (che diventa "Johnny no") e di "I ain't gonna eat my heart anymore"; che con il titolo di "Yeeeeeeh!" esce anche su 45 giri, riscuotendo un grande successo, bissato qualche mese dopo da "L'incidente", inedita su LP.
    La casa discografica, però, punta decisamente sul cantante (che in effetti riscuote molto successo personale, specialmente presso il pubblico femminile), ed impone di pubblicare i dischi da lì in poi con il nome "Mal dei Primitives": di fatto quindi comincia la carriera solista di Mal, anche se il gruppo lo accompagna ancora, specialmente negli spettacoli dal vivo.
    La carriera solista
    Mal riscuote ancora un grande successo fino alla fine della decade, con brani quali Bambolina (1967, interpretata anche da I Corvi), Occhi neri occhi neri (1968), Tu sei bella come sei (con cui partecipa al Festival di Sanremo nel 1969) e Pensiero d'amore (cover di "I gotta get a message to you" dei Bee Gees: quest'ultima canzone ebbe un tale successo che il regista Mario Amendola ci fece un film (tipologia "musicarello"), nello stesso anno del successo della canzone (il 1969) con lo stesso titolo, interpretato anche da Silvia Dionisio e Pippo Franco.
    Inizia così per Mal una nuova carriera, quella di attore, infatti seguirono altri due film dello stesso tipo, "Lacrime d'Amore" e "Amore in Formula 2" con un discreto successo.
    Grazie al successo del cinema, Mal fece anche una serie di fotoromanzi (molto di moda negli anni '70) pubblicati da riviste come "Sogno" e "Grand Hotel".
    Non abbandona però la musica, e partecipa nuovamente al Festival di Sanremo nel 1970 in coppia con Luciano Tajoli cantando "Sole pioggia e vento", e nel 1971 con i Nomadi interpretando "Non dimenticarti di me", scritta da Mogol e Mario Lavezzi; sempre nel 1971 incide "Ti porta via", canzone scritta da Paolo Conte.
    Una oscura vicenda mai del tutto chiarita riguardante una sua relazione con Patrizia Viotti, una ragazza diciannovenne (e quindi minorenne all'epoca) che sosteneva di aspettare un figlio dal cantante, dà un colpo alla sua immagine, facendogli perdere anche parecchia popolarità. La Viotti successivamente perderà il bimbo al quinto mese di gravidanza, ed il fatto che successivamente accetti di farsi fotografare in abiti succinti per delle riviste settimanali rivelerà la sua vera natura di cacciatrice di celebrità a spese altrui.
    Il 1972 è l'anno di una serie di concerti a Las Vegas, in cui è accompagnato dai Cyan Three, gruppo che ha spesso accompagnato Patti Pravo, e in cui ritrova nuovamente Dave Sumner, che vi è entrato dopo lo scioglimento dei Primitives (e che l'anno dopo entrerà nei Camaleonti).
    Dopo alcuni 45 giri di scarso esito commerciale, ritorna in cima alle hit parade nel 1975 con una versione in chiave moderna della celebre canzone di Vittorio De Sica Parlami d'amore Mariù, che faceva da sigla televisiva a una rassegna di film del regista romano: nel 1977 ottiene un successo ancora più grande con Furia, sigla della omonima fortunata serie di telefilm con protagonista il "cavallo del West". A questa fanno seguito altre sigle per il mercato infantile legate ad altre trasmissioni a cui Mal prendeva parte: tra queste il "sequel" Furia soldato e Mackintosh.
    Il declino
    "Furia mi ha rovinato la vita" dirà Mal qualche anno più tardi: Mal non riesce a scrollarsi di dosso la nuova etichetta di cantante per bambini. Ci prova incidendo un nuovo disco in inglese col suo vero nome Paul Bradley, con pochi risultati di vendita, tranne che per l'hit "Let it be love" del 1981 che entra in una buona posizione nella Hit Parade
    Anche una nuova partecipazione al Festival di Sanremo nel 1982 con "Sei la mia donna" (titolo che ricicla un successo dei suoi stessi Primitives) non riscuote il risultato sperato, e Mal presto smette di incidere nuovo materiale.
    Continua però con i concerti, specialmente nei mesi estivi, riproponendo le canzoni degli anni '60.

    Il nuovo millennio
    Nel 1997 e nel 1998 Mal torna al successo: non più come cantante, però, ma come attore nella versione italiana del musical Grease, interpretato insieme a Lorella Cuccarini.
    Torna anche, due anni dopo, in televisione, come ospite fisso del programma "L'ultimo valzer" con Fabio Fazio e Claudio Baglioni, in cui Mal impersona il computer Mal 9000 (sulla falsariga di Hal 9000 di 2001: Odissea nello spazio). Nel 2005 partecipa al reality-show di Canale 5 "La fattoria", dove riscuote un buon successo personale, e in seguito a ciò, decide di riformare i Primitives, chiamando vecchi membri come Dave Sumner ed affiancandoli ai musicisti torinesi Silvano Borgatta alle tastiere e Valerio Liboni (ex membro, tra i tanti gruppi de La Strana Società e i Nuovi Angeli) alla batteria; con questa formazione Mal ritorna alle sue radici rock, beat e rhythm 'n blues, tralasciando gli aspetti più melodici della sua produzione, dimostrando nei concerti una carica ed una grinta che farebbero invidia ad un ventenne.
    Attualmente Mal vive a Pordenone e sta lavorando all'uscita di un nuovo album che si intitolerà "Attimi".
    L'album conterrà brani inediti che sperimenteranno una nuova immagine di Paul Bradley Couling.
    Il disco "Attimi" di Mal è prodotto dall'etichetta discografica Maia Records dello Studio Maia di Genova e tutti brani sono stati scritti e arrangiati da Verdiano Vera, Giacomo Caliolo e Stefano Palumbo.
    Discografia
    33 giri
    Con i Primitives:
    1966: Blow Up Piper Club /ARC
    2001: Maladjusted (The Primitives) Sanctuary Records CMRCD 051
    Come Mal dei Primitives:
    1967: Sua eccellenza Mal dei Primitives RCA Italiana
    1968: Mal dei Primitives RCA
    Come Mal:
    1969: Mal RCA
    1970: Mal RCA
    1975: Parlami d'amore Dischi Ricordi
    1976: Chiudi gli occhi Ricordi
    1977: Furia Ricordi
    1979: Uomo squalo e altre storie Ricordi
    1983: Cooperation Baby Records
    Come Paul Bradley:
    1981: Silhouette Baby Records
    CD
    1991: Yeeeah! Five Record
    1994: Via con te (Duck Record, DGCD 102)
    1996: Quella luce negli occhi Tring
    1998: I grandi successi di Mal (Duck Record, DGCD 278-279; doppio CD)
    2008: Attimi "Studio Maia"
    45 giri

    Periodo inglese


    A nome "Mal Ryder & The Spirits":
    1962: Heaven's door / Isis Decca Records
    1963: Cry baby / Talk over Decca Records
    1964: See the funny, little clown / Slow down Decca Records
    1964: Your friend / Forget it Pye
    1965: Lonely room / Tell your friend Pye
    Con i Primitives:
    1965: Every minute of every day / Pretty little face Pye

    In Italia


    1966: Yeeeeeeh! / L'ombra di nessuno Piper Club / ARC
    1967: L'incidente / Johnny no! Piper Club / ARC
    Come Mal & i Primitives:
    1967: Bambolina / Vite vendute ARC
    Come Mal dei Primitives:
    1968: Betty blu / Una volta nella vita ARC
    1968: Tu sei bella come sei / Tu sei una donna ormai RCA
    1969: Pensiero d'amore / Non c'è ragione RCA
    1970: Occhi neri, occhi neri / Hey dove sei RCA
    Come Mal:
    1970: Sole pioggia e vento / Guardo te e vedo lei RCA
    1970: Treno che corri / Ciao felicità RCA
    1970: Da lei / Oggi mi apri le braccia RCA
    1971: Non dimenticarti di me / Love peace music RCA
    1971: He's gonna step on you again / Ti porta via RCA
    1972: Mighty mighty and Roly Poly / Nowhere left to play RCA
    1974: Crazy kings / Love collector Catoca
    1975: Parlami d'amore Mariù / Oh piccolina Ricordi
    1976: Dolcemente tu / Non arrossire Ricordi
    1976: Se devo vivere / Una malattia Ricordi
    1977: Gelosia / Come stai Ricordi
    1977: Furia / Furia (versione papero quack) Ricordi
    1977: Penne colorate / La banda dei bucanieri Ricordi
    1978: Furia soldato / Furia e la bella Mariù Ricordi
    1978: Mackintosh / Piccole cose Ricordi
    1978: Uomo squalo / Sul dirigibile Ricordi
    1979: Male d'anima / Pensiero d'amore Ricordi
    1982: Sei la mia donna / Don't save your love Baby Records
    1984: Coming home / Secrets Baby Records
    1985: Cooperation / Why not co-operation? Tycoon Records
    Come Paul Bradley:
    1980: I'll never be the one / Silhouette 'Baby Records
    1980: Let it be love / Sunday Baby Records
    1986: Always find me waiting / Una volta nella vita Nuovo Sound Records
    Filmografia
    Come Michael Florence:
    1968: Il cavallo in doppio petto
    1969: Pensiero d'amore
    1970: Amore Formula 2
    1970: Lacrime d'amore
    1970: Terzo canale avventura a Montecarlo
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Sito ufficiale nuovo album
    Official MySpace Site
    Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Mal"
    Categorie: Biografie | Cantanti britannici | Nati nel 1944 | Nati il 27 febbraio | Gruppi musicali beatCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 27 Febbraio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre