Luigi Calabresi (1937-1972)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1972
  • Data di nascita: 14 Novembre 1937
  • Professione: Magistrato
  • Luogo di nascita: Roma (RM)
  • Nazione: Italia
  • Luigi Calabresi in Rete:

  • Wikipedia: Luigi Calabresi su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Luigi Calabresi (Roma, 14 novembre 1937 – Milano, 17 maggio 1972) è stato un poliziotto italiano con la qualifica di commissario, medaglia d'oro al Merito Civile alla memoria. Era vice-responsabile della squadra politica della questura di Milano quando cadde vittima del terrorismo. Solo dopo molti anni si giunse ad individuare, nelle condanne definitive, gli esecutori e i mandanti dell'omicidio: Ovidio Bompressi, Leonardo Marino, Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri, esponenti di Lotta continua.



    Note biografiche
    Di famiglia medio-borghese, frequentò il liceo classico e si laureò in giurisprudenza con una tesi sulla mafia. Nella Polizia, diresse l'ufficio politico della questura di Milano, l'attuale DIGOS, con il compito di indagare sulle organizzazioni della sinistra extraparlamentare.
    Calabresi fu assassinato alle 9.15 del 17 maggio 1972, davanti alla sua casa, mentre si avviava alla sua auto per andare in ufficio, da un commando di due killer che gli spararono alle spalle. Lasciò la moglie Gemma Capra e due figli; un terzo figlio nacque pochi mesi dopo la sua morte.
    Nel 1988 Leonardo Marino, uno dei killer, pentitosi, confessò di aver partecipato con Ovidio Bompressi all'assassinio del commissario, mandanti Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri, tutti in precedenza militanti di Lotta Continua. Leonardo Marino fu condannato a 11 anni di reclusione, Ovidio Bompressi, Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri a 22 anni di reclusione.
    Il caso Pinelli
    Calabresi divenne noto nel corso delle indagini sulla strage di Piazza Fontana quando, da una finestra della questura, precipitò l'anarchico Giuseppe Pinelli, tenuto illegalmente in stato di fermo da più di due giorni per essere interrogato riguardo al suo alibi.
    Le forze della sinistra italiana avanzarono il sospetto che Pinelli fosse stato gettato dalla finestra durante l'interrogatorio, ed accusarono il commissario di aver partecipato al fatto. Calabresi fu il bersaglio di una martellante campagna di denuncia, sia da parte di intellettuali di sinistra (tra gli altri, Elio Petri e Dario Fo, che si ispirò alla vicenda di Pinelli per un'opera teatrale, Morte accidentale di un anarchico), che da parte di gruppi più radicali (con minacce scritte sui muri cittadini), ed in particolare dal giornale dell'organizzazione extraparlamentare Lotta Continua. Quasi ottocento intellettuali firmarono un manifesto, pubblicato sull' Espresso con cui accusarono Calabresi di essere un torturatore e di essere responsabile della fine di Pinelli.
    Lista parziale degli intellettuali firmatari
    In tempi recenti alcuni giornalisti vicini al centro-destra hanno pubblicato un elenco parziale dei firmatari, che ha avuto un certo risalto nei media legati alle stesse posizioni politiche, vista la presenza in questo di personalità ritenute schierate con i partiti del centro-sinistra o della sinistra presenti e passati (in ordine alfabetico):
    Enzo Enriques Agnoletti, Giorgio Amendola, Franco Antonicelli, Giulio Carlo Argan, Gae Aulenti,
    Andrea Barbato, Franco Basaglia, Marco Bellocchio, Giorgio Benvenuto, Bernardo Bertolucci, Alberto Bevilacqua, Norberto Bobbio, Giorgio Bocca, Giampiero Borella,
    Mauro Calamandrei, Pierre Carniti, Andrea Cascella, Liliana Cavani, Camilla Cederna, Lucio Colletti, Furio Colombo, Luigi Comencini,
    Gillo Dorfles,
    Umberto Eco, Giulio Einaudi,
    Federico Fellini, Inge Feltrinelli, Franco Fortini,
    Giovanni Giudici, Vittorio Gorresio, Ugo Gregoretti, Renato Guttuso,
    Margherita Hack,
    Vito Laterza, Carlo Levi, Primo Levi, Nanni Loy,
    Dacia Maraini, Carlo Mazzarella, Paolo Mieli, Giuliano Montaldo, Morando Morandini, Alberto Moravia, Natalia Ginzburg
    Toni Negri, Grazia Neri, Luigi Nono,
    Gian Carlo Pajetta, Pier Paolo Pasolini, Paola Pitagora, Fernanda Pivano, Giò Pomodoro, Gillo Pontecorvo, Paolo Portoghesi, Domenico Porzio,
    Folco Quilici,
    Giovanni Raboni, Carlo Ripa di Meana, Vittorio Ripa di Meana, Angelo Ripellino, Carlo Rognoni, Lalla Romano, Carlo Rossella,
    Salvatore Samperi, Natalino Sapegno, Sergio Saviane, Eugenio Scalfari, Enzo Siciliano, Mario Soldati, Paolo Spriano,
    Vittorio Taviani, Carlo Taviani, Paolo Taviani, Massimo Teodori, Umberto Terracini, Tiziano Terzani, Duccio Tessari, Ernesto Treccani, Giuseppe Turani,
    Emilio Vedova, Lucio Villari,
    Livio Zanetti, Cesare Zavattini, Bruno Zevi
    Un peso rilevante nel determinare la situazione di odio montante nei confronti del commissario fu a carico del giornale della sinistra extraparlamentare Lotta Continua, dalle cui pagine il direttore Adriano Sofri denunciava più di altri supposte responsabilità di Calabresi per la morte di Giuseppe Pinelli. Paradossalmente, il commissario conosceva bene l'anarchico, al punto tale che, qualche tempo prima, Pinelli aveva fatto dono a Calabresi d'una copia dell' Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, come racconta il figlio Mario, attualmente corrispondente da New York di Repubblica , quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, uno degli 800 intellettuali firmatari del manifesto di cui sopra.
    L'inchiesta della magistratura sulla morte di Pinelli, condotta dal magistrato Gerardo D'Ambrosio, scagionò la polizia, giungendo alla conclusione che la caduta avvenne «a causa di un malore attivo e dall'improvvisa alterazione del centro di equilibrio»" e quindi classificando la morte come "accidentale", quindi né suicidio, né omicidio, accertando peraltro che il commissario Calabresi non si trovava neppure nella stanza al momento del fatto.
    La morte di Calabresi
    Commemorazioni
    Francobollo commemorativo emesso dalle poste italiane
    A Milano, in Piazza Sant'Ambrogio, i suoi colleghi posero una epigrafe in memoria.
    Il 12 maggio 2004 il Presidente della Repubblica Ciampi lo decorò con Medaglie d'oro al Merito Civile alla memoria di appartenenti alla Polizia di Stato vittime del terrorismo
    Il 26 gennaio 2005 le poste italiane emisero un francobollo commemorativo.
    Su Luigi Calabresi è in progetto uno sceneggiato televisivo.
    Per Calabresi è iniziato l'iter per una sua possibile beatificazione, ad opera del sacerdote Ennio Innocenti ,
    Suo figlio Mario è giornalista e scrittore, che ha raccontato la storia della sua famiglia nel libro Spingendo la notte più in là.
    Voci correlate
    Omicidio Calabresi
    800 intellettuali accusano il Commissario Calabresi
    Autodenuncia di solidarietà a Lotta Continua
    Anni di piombo
    Strage di piazza Fontana
    Giuseppe Pinelli
    Morte accidentale di un anarchico
    Adriano Sofri
    Opposti Estremismi
    Cronologia delle vittime italiane del terrorismo nel secondo dopoguerra
    Note


      ^ Sergio Zavoli. La notte della Repubblica. Roma, Nuova Eri/Milano, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.,1992. ISBN 88-04-40190-7, pag.54
      ^ Per la scansione degli articoli e l'elenco completo di tutti i firmatari si veda per es http://memore.splinder.com
      ^ Comunicato del Quirinale sulla concessione medaglia d'oro.
      ^ La Stampa Calabresi beato, via libera di Ruini
      ^ Nulla osta per la beatificazione di Calabresi Il materiale all'esame di Tettamanzi

    Bibliografia
    Mario Calabresi Spingendo la notte più in là - Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo, Mondadori, 2007
    Collegamenti esterni
    Luigi Calabresi - Morte di un commissario La Storia siamo noi - RAI Educational
    Tre ipotesi sulla morte dell'anarchico Pinelli Gruppo dei Lavoratori dello Spettacolo (1970)
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni sull' Omicidio Calabresi
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Calabresi"
    Categorie: Biografie | Poliziotti italiani | Nati nel 1937 | Morti nel 1972 | Nati il 14 novembre | Morti il 17 maggio | Persone morte assassinate | Protagonisti degli anni di piomboCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 14 Novembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre