Laura Pausini (36)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 16 Maggio 1974
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Faenza (RA)
  • Nazione: Italia
  • Laura Pausini in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Laura Pausini
  • Wikipedia: Laura Pausini su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Laura Pausini OMRI (Faenza, 16 maggio 1974) è una cantante e cantautrice italiana.
    Ha raggiunto la notorietà nel 1993 con la partecipazione al Festival di Sanremo.
    In data 8 febbraio 2006 le è stato assegnato il Grammy Award, riconoscimento musicale internazionale considerato equivalente ai premi Oscar cinematografici, per il miglior album pop latino dell'anno in seguito al Latin Grammy nel novembre 2005.
    È stata insignita del titolo di Commendatore della Repubblica Italiana.
    L'8 novembre 2007 ha vinto per la seconda volta il Latin Grammy per il miglior album femminile di musica latina con Io canto .
    Nel corso della sua carriera ha cantato anche in spagnolo, portoghese, inglese e francese.

    Biografia
    Laura Pausini, è nata a Faenza, da Fabrizio e Gianna Ballardini, ed è cresciuta a Solarolo, un piccolo paese nei pressi di Faenza, in Emilia-Romagna.
    Ha iniziato a cantare nei locali di pianobar e in alcuni pianobar della riviera con suo padre fin dall'età di otto anni. A tredici anni, nel 1987, viene registrato il suo primo album, I sogni di Laura. Tale album costituiva solamente un modo per "pubblicizzare" il lavoro nei pianobar svolto dalla stessa Laura Pausini e dal padre Fabrizio, era disponibile solo a chi assisteva agli spettacoli del duo e pertanto viene generalmente omesso nella discografia ufficiale della cantante. I sogni di Laura contiene tredici brani, di cui due scritti da lei ma firmati dal padre perché troppo giovane, mentre gli altri erano reinterpretazioni di brani famosi. Intanto partecipa a vari concorsi in Emilia-Romagna, ma la grande occasione arriva nel 1991, quando passa con successo le selezioni per partecipare al Festival di Castrocaro; non arriva in finale, ma questa esperienza le permette di partecipare al Festival di Sanremo, dove decolla la sua carriera.
    Vincitrice al Festival di Sanremo e Primo Album Laura Pausini
    Diviene famosa nel 1993, quando vince il Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con uno dei suoi brani più noti e tuttora apprezzati: La solitudine. Pubblica il suo primo album ufficiale, Laura Pausini, dal quale verranno estratti i singoli: La solitudine, Non c'è e Perché non torna più. L'album ottiene un grande successo, vendendo 3.000.000 di copie in 37 paesi ed arrivando al primo posto in Olanda e Belgio.
    Terzo Posto al Festival di Sanremo e secondo Album Laura
    Nel 1994 Laura torna a Sanremo nella categoria big con Strani Amori e si aggiudica il terzo posto: le classifiche confermano il risultato, piazzando al top della hit parade il singolo. Come i più grandi nomi del panorama musicale italiano, come Eros Ramazzotti, Gino Paoli, Ivana Spagna e Zucchero, anche la Pausini conquista il mercato discografico estero, il che l'allontana dall'Italia per circa due anni. Da allora la sua musica ha fatto il giro del mondo. Ha cantato in spagnolo, portoghese, inglese e francese ed è una delle cantanti italiane più famose nel mondo. Dopo la vittoria al Festival di Sanremo si è trasferita a Milano.
    Nel 1994 pubblica anche il suo secondo album, Laura, che, oltre a contenere Strani Amori, include grandi successi quali: Gente, Un amico è così, Lui non sta con te e Lettera. Il secondo album supera le vendite del primo, vendendo 4.000.000 di copie nel mondo, e Laura viene definita rinascita musicale Italiana.
    Il successo nel mondo latino con l'Album Laura Pausini
    Il suo primo album in spagnolo, Laura Pausini, nel 1994 diviene un bestseller in Spagna e in America Latina. Il fenomeno esplode nella Hot Latin Tracks di Billboard, successo che la conduce immediatamente al primo posto della classifica delle rivelazioni femminili del 1995, davanti nientemeno che a Mariah Carey. Nello stesso anno riceve l'Oscar della musica Europea, il World Music Award , che le viene consegnato a Montecarlo per aver venduto il maggior numero di dischi nel mondo. A Miami ottiene il premio Lo Nuestro, cui segue il Globo di platino per essere la prima cantante non spagnola ad aver raggiunto il milione di copie vendute in Spagna.
    Sempre nel 1996 canta Happy Christmas davanti a Papa Giovanni Paolo II nel tradizionale Concerto di Natale in Vaticano.
    Le cose che vivi e il World Wide Tour 1997
    Nel 1996 pubblica Le cose che vivi che esce in tre versioni diverse per il mercato italiano, spagnolo/ispanoamericano e brasiliano (quest'ultima versione contiene tutti i brani in italiano e, per tre di questi brani, è presente anche una versione in portoghese). Dalla Svizzera inizia il tour che la vedrà davanti a milioni di fans: il World Wide Tour 1997 si svolge, regolarmente con il tutto esaurito, a Parigi e a Lisbona, a Rotterdam e a Madrid, a Bruxelles e a Montecarlo. Conquista l'esorbitante cifra di ottanta dischi di platino, sommati ad innumerevoli piccoli e grandi riconoscimenti. Il primo singolo estratto è Incancellabile, il video è stato in girato in Islanda. Le cose che vivi vende complessivamente oltre 8 milioni di dischi e rimane il disco che consacra Laura tra le artiste italiane di maggior successo.
    La mia risposta e La mia risposta Tour 1999
    Nel 1998 esce La mia risposta, pubblicato in cinquanta paesi in duplice versione, italiano e spagnolo. L'album rappresenta un'evoluzione musicale dell'artista, grazie a brani dalle atmosfere soul, con una buona dose di melodia, che da sempre ha caratterizzato i dischi della Pausini. Contiene Un'emergenza d'amore e In assenza di te. A chiudere l'album è un brano in lingua inglese, Looking for angel, scritto per Laura da Phil Collins. Il video del primo singolo Un'emergenza d'amore è girato a Los Angeles. L'album vende oltre circa 2 milioni di copie.
    Segue il Tour La mia risposta Tour 1999.
    One more time e Pavarotti & Friends
    Nel 1999 incide il brano One more time per la colonna sonora del film Le parole che non ti ho detto. Parte un breve tour europeo, al cui termine Laura vola negli Stati Uniti dal suo nuovo produttore. Nello stesso anno partecipa al Pavarotti and Friends, cantando con i piu grandi artisti internazionali We Are the World con un assolo che fa emozionare Luciano Pavarotti e tutta la platea. In coppia con Pavarotti, canta Tu che m'hai preso il cor.
    Tra te e il mare
    Pubblica nel 2000 l'album Tra te e il mare, che prende il titolo dal brano scritto per lei da Biagio Antonacci. Contiene altri famosi successi tra cui Il mio sbaglio più grande, Fidati di me e Viaggio con te dedicata al padre. Il singolo Quiero decirte que te amo, versione spagnola di Volevo dirti che ti amo, non è stato mai pubblicato nella lingua originaria. Per vivere è invece il brano che Laura ha dedicato ai bambini da lei adottati in Brasile.
    The best of Laura Pausini e World Tour 2001-2002
    Nel 2001, per Laura è giunta l'ora di riassumere i suoi 8 anni di carriera, lo fa pubblicando la sua prima raccolta intitolata The best of Laura Pausini - E ritorno da te, con 2 inediti E ritorno da te ed Una storia che vale. Oltre a questi ultimi due Laura inserisce nel disco una canzone mai inserita in nessun suo album è cioè One More Time, colonna sonora del film Messages In A Bottle con Kevin Costner e Paul Newman. L'album vende oltre 4 milioni di copie in tutto il mondo di cui 800.000 in Italia fino ad oggi ed ottiene un enorme successo in Francia dove raggiunge le 900.000 copie. Il video di E ritorno da te è girato da Gabriele Muccino, mentre quello di Una storia che vale da Daniele Persica.
    Laura Pausini
    Al disco seguirà un colossale tour mondiale World Tour 2001-2002 partito da Miami per poi portare Laura in giro per tutto il Sud America e per poi sbarcare in Europa e in Italia, dove farà tappa al FilaForum D'Assago di Milano in cui duetta con Biagio Antonacci. Questo concerto verrà poi trasmesso su Canale 5 (in seguito anche su Retequattro) e infine pubblicato in DVD.
    From the inside e l'avventura americana
    Dopo ben 2 anni di lavoro nel 2002 Laura sbarca negli Stati Uniti con l'album From the inside. Il disco, oltre a contenere Surrender, raccoglie It's not good-bye e Every day is a Monday, versioni inglesi dei singoli In assenza di te e Il mio sbaglio più grande. L'album ottiene un buon successo sia di critica che di vendita ma non ottiene il successo sperato, infatti riesce a vendere circa 100.000 copie negli U.S.A ma comunque si può considerare un buon successo per un artista italiana. I singoli Surrender e If That's Love raggiungono la prima posizione nella classifica Dance di Bilboard (superando artisti del calibro di Madonna e Justin Timberlake) purtroppo più conosciute nelle versioni remixate Dance/Club che nelle versioni originali. Successivamente a causa di una serie di disaccordi con la casa discografica americana, Laura Pausini ferma la promozione del disco, concludendo solo 2 Show-Case negli States, rinunciando alla prevista tournée e rifiutando la proposta di un secondo disco in inglese. Questa esperienza per Laura è stata molto significativa, e possiamo dire che è risultata abbastanza positiva escludendo purtroppo ciè che la casa discografica di Laura tentava di fare cioè non ha rispettato le sue origini musicali tentando di stravolgerla completamente e di trasformarla in nuovo fenomeno dance.
    Nel 2003 pubblica anche in Italia From the inside. Duetta con Hélène Segara nel brano On n'oublie jamais rien, on vit avec. Partecipa al Pavarotti&Friends, cantando Il mondo che vorrei e, in coppia con Luciano Pavarotti, Tu che m'hai preso il cor. In questo anno in Sud Africa è in cima alle classifiche per mesi con la sua It's not goodbye.
    Resta in ascolto e resta in ascolto Tour 2005
    Nel 2004 torna sulle scene musicali italiane e internazionali con Resta in ascolto e il rispettivo album cantato in spagnolo Escucha. L'album è anche disponibile con un DVD in edizione limitata che contiene video e interviste esclusive. Tra le voci dei credits dell'album ci sono tre brillanti artisti che firmano altrettanti brani di successo: prima sicuramente la regina indiscussa del pop mondiale, Madonna, che dona alla cantante romagnola un pezzo adattato al titolo di Mi abbandono a te; Benedetta passione è invece il "pezzo" che Vasco Rossi e Gaetano Curreri creano per Laura Pausini, e infine Vivimi, scritta da Biagio Antonacci. Il singolo di lancio del disco è Resta in ascolto, brano che rimane in prima posizione nella classifica dei singoli per un mese dopo la pubblicazione. Il video è girato negli Stati Uniti, precisamente a Los Angeles.
    Il secondo estratto è il brano che Biagio Antonacci ha scritto per lei, si tratta di Vivimi. Video girato a Venezia. Il terzo singolo è la travolgente Come se non fosse stato mai amore. Il quarto Benedetta passione, scritta da Vasco Rossi e Gaetano Curreri degli Stadio. L'ultimo singolo promozionale dell'album è La Prospettiva di me. Il disco alla prima settimana di uscita si piazza in vetta alla classifica di vendite italiana.
    Segue il Tour Resta in ascolto Tour 2005.
    Live in Paris
    A Novembre 2005, esce Live in Paris 05, album Live, che celebra i 12 anni di attività dell'artista. Registrato al teatro Le Zenith di Parigi, il cd, contiene 16 dei suoi migliori successi, alcuni di essi cantati in lingua spagnola o portoghese. La traccia conclusiva dell'album è una versione unplugged di Viveme (Vivimi), registrata al Wiltern Theater di Los Angeles.
    Grammy Awards e Juntos en Concierto Tour 2006
    L'8 febbraio 2006 vince il Grammy per il miglior album latino con Escucha, è la prima donna italiana in assoluto a vincere un Grammy. L'Italia non portava a casa l'ambita statuetta dal 1958, anno in cui Domenico Modugno la vinse per la canzone Nel blu dipinto di blu. Due settimane dopo vince di nuovo a Miami un premio Lo Nuestro, organizzato dall'emittente televisiva americana di lingua spagnola Univision, come artista pop femminile dell'anno.
    Laura Pausini durante un concerto
    Partecipa come super ospite all'ultima serata del Festival di Sanremo del 2006 dove esegue un medley delle canzoni che cantò nel 1993 e nel 1994 come partecipante alla kermesse canora in aggiunta a un accenno di Come se non fosse stato mai amore. Nella stessa occasione presenta il singolo fatto poi uscire per la Festa della donna, Uguale a lei, cover della canzone Tous les visages de l'amour di Charles Aznavour già tradotta in inglese con il titolo di She e così resa famosa con la performance dello stesso Aznavour e anni dopo da Elvis Costello come colonna sonora del film Notting Hill. Infine si è esibita in un duetto con Eros Ramazzotti intonando la celeberrima Nel blu dipinto di blu.
    Il 9 giugno 2006 il paese in cui è cresciuta, Solarolo (RA), le conferisce la cittadinanza onoraria per aver portato la Romagna nel mondo.
    Inizia il Tour di Laura Pausini Juntos en Concierto Tour 2006
    A cavallo tra la metà di luglio e agosto 2006 Laura Pausini partecipa a una serie di concerti negli Stati Uniti insieme a due colleghi latino-americani, Marc Anthony (marito di Jennifer López) e Marco Antonio Solís.
    Ad agosto 2006 alcuni siti internet riportavano la notizia della prossima uscita di un libro di Laura Pausini, intitolato Fai quello che sei dove l'artista avrebbe dovuto parlare delle numerose soddisfazioni professionali di quell'anno convogliate nella vincita del Grammy e dove inoltre la cantante avrebbe dovuto fare il punto sulla propria vita personale. Successivamente uscirono notizie contrastanti in merito a rinvii sull'uscita del libro o perfino alla veridicità della notizia. A marzo 2007 Laura Pausini ha esplicitamente confermato che il libro era in programma, ma che alla fine ha voluto rinunciare per dei motivi che l'artista non ha voluto spiegare. Il libro, Fai quello che sei è poi effettivamente uscito il 21 novembre del 2007.
    Io canto
    Il 10 novembre 2006 esce il nuovo lavoro di Laura Pausini, dal titolo Io Canto: si tratta di un disco composto interamente da cover di canzoni italiane. Nell'album, Laura interpreta canzoni che le ricordano la propria gavetta nei pianobar, o brani che le rimembrano momenti particolari della vita o della carriera, come Strada facendo (Claudio Baglioni), Due (Raf), Cinque giorni (Michele Zarrillo), Anima fragile (Vasco Rossi). Il primo singolo estratto è Io Canto portata al successo da Riccardo Cocciante nel 1979. Di questo disco fa parte anche la cover di Come il sole all'improvviso di Zucchero Fornaciari che è stata anche utilizzata come colonna sonora di Salvatore - Questa è la vita, primo film italiano targato Disney dell'esordiente Giampaolo Cugno. Io Canto vanta anche collaborazioni eccellenti, con artisti come Johnny Hallyday, Juanes e Tiziano Ferro: con quest'ultimo Laura Pausini canta in versione duetto Non me lo so spiegare, brano già portato al successo da Tiziano Ferro nel 2003. Una curiosità: nei paesi stranieri il disco è ovviamente visto come un normale album di inediti, compresi i paesi di lingua spagnola che, com'è ormai prassi per gli album di Laura Pausini, hanno una versione del disco tutta per loro cantata in spagnolo.
    Il nuovo album di Laura Pausini, Io Canto/Yo canto era già al primo posto della classifica degli album scaricati da internet attraverso iTunes prima dell'uscita (in pre-ordine). Inoltre, in Italia, durante il week-end successivo al lancio del disco, l'album ha avuto un picco di vendite fuori dal comune vendendo 200.000 copie nei primi 4 giorni e arrivando a 270.000 nell'intera settimana. Pur se pubblicato a metà novembre, Io Canto è stato il disco più venduto in Italia di tutto il 2006. Dopo oltre un anno dalla sua uscita, il disco ha venduto più di 1.500.000 di copie nel mondo di cui circa 700.000 copie nella sola Italia, una quantità equivalente ad otto dischi di platino. Dell'album è uscita anche la doppia versione italo-spagnola.
    Il 25 gennaio 2007 presso l’Auditorium di via della Conciliazione a Roma ha vinto il Telegatto come miglior cantante del 2006 e il Telegatto di platino all'eccellenza della musica; nel corso della serata si è esibita in Io Canto e Spaccacuore.
    San Siro 2/6/2007
    Il 2 giugno 2007 Laura è stata la prima artista donna al mondo ad esibirsi allo Stadio Giuseppe Meazza di San Siro col tutto esaurito: 70.000 biglietti venduti di cui circa 1.000 quelli venduti all'estero ai fan stranieri accorsi da ogni parte del mondo, soprattutto da Francia e Spagna ma anche dal Brasile e addirittura dal Giappone. Laura Pausini è stata la prima donna nella storia della musica a raggiungere il traguardo di cantare in quello stadio: in precedenza l'onore sarebbe dovuto toccare dapprima a Madonna nel 1987 e anni più tardi a Céline Dion, ma entrambi i concerti furono annullati dopo l'intervento di Inter e Milan che non volevano che il terreno di gioco si rovinasse. Dal concerto è stato tratto un DVD dal vivo, il terzo nella carriera dell'artista; la serata è stata trasmessa in diretta su Rosso Alice (successivamente Alice Home TV metterà a disposizione agli abbonati il concerto) e, l'11 dicembre 2007, su Italia 1. La Pausini ha duettato con Tiziano Ferro, ed ha dedicato il concerto a sua nonna, ad Antonella Russo (una sua sfortunata fan, uccisa nel gennaio precedente a Solofra dal convivente della madre), e «alle donne che hanno due palle così».
    Il 9 giugno 2007 dopo una sola settimana la Pausini è tornata a San Siro come ospite per duettare con Renato Zero nel brano Nei giardini che nessuno sa, successo del cantante romano presente in Io Canto, ed in una breve rappresentazione del brano Come se non fosse stato mai amore.
    Il duetto con Renato Zero, costituisce uno degli ultimi atti del ciclo promozionale iniziato con l'uscita del singolo Io Canto nell'autunno 2006. Da questo momento la Pausini inizia un periodo di riposo interrotto di tanto in tanto.
    Attualità 2007-2008
    Laura Pausini partecipa in duetto con Miguel Bosè in Te amaré, contenuta nell'album Papito di Miguel Bosè.
    Il 15 giugno 2007 Laura Pausini ha vinto l'Ischia Music Award 2007. Arrivata ad Ischia per la consegna del premio, nella conferenza stampa, la cantante ha espresso il sogno di cantare con Mina e di presentare il Festival di Sanremo con Pippo Baudo.
    Il 5 luglio 2007 Laura Pausini ha duettato con Andrea Bocelli nel Teatro del Silenzio di Lajatico (Pisa).
    Il 14 luglio 2007, festa della Repubblica Francese, ha partecipato, assieme ad altri cantanti, a un megaconcerto tenutosi a Parigi allo Champe libre (accanto alla Tour Eiffel) davanti a oltre 500.000 spettatori.
    Il 21 luglio 2007 la cantante romagnola ha partecipato a Viareggio al Festival Teatro-Canzone Giorgio Gaber arrivato alla quinta edizione dove ha interpretato la canzone Non insegnate ai bambini dell'indimenticato artista scomparso nel 2003.
    Il 29 settembre 2007 prende parte a Lampedusa alla V edizione del festival O' Scià, invitata da Claudio Baglioni, con il quale canta in duetto.
    Il 15 ottobre 2007 è uscito il nuovo album di Andrea Bocelli che contiene un duetto con Laura Pausini nel brano intitolato Vivere/Dare to live.
    Il 4 novembre 2007 Laura Pausini ha ritirato a Montecarlo il suo terzo World Music Award nella categoria Best Selling Artist, la cantante italiana ha ricevuto il prestigioso premio internazionale per le 3 milioni di copie vendute nel mondo con Io canto/Yo canto. Oltre alla Pausini sono state premiate altre star mondiali del calibro di Avril Lavigne, Céline Dion, Mika e Rihanna.
    L'8 novembre 2007 è stato assegnato a Laura Pausini il suo riconoscimento internazionale, ha vinto il suo secondo Latin Grammy per la musica latina con Io Canto come Best female pop vocal album: la cerimonia si è svolta a Las Vegas e la cantante si è esibita cantando Spaccacuore in versione spagnola Disparame dispara ed in seguito ha duettato insieme al tenore Andrea Bocelli interpretando Vive Ya versione spagnola di Vivere (Dare To Live). La Pausini al momento del ritiro del premio ha voluto ricordare il maestro Luciano Pavarotti.
    Il 21 novembre 2007 è uscito il primo libro (una sorta di diario dove Laura si racconta in vari periodi dall'ottobre 2006 fino ad arrivare all'evento di San Siro, ufficiale di Laura Fai Quello Che Sei che nel giro di un mese ha venduto circa 60.000 mila copie mentre il 30 novembre è uscito il CD/DVD del concerto tenuto allo Stadio San Siro, trasmesso quasi integralmente su Italia 1 l'11 dicembre 2007.
    Il 5 dicembre 2007 è stata ospite del concerto di Miguel Bosè al DatchForum D'Assago col quale ha duettato in Te amaré.
    Il 20 gennaio 2008 presso l’Auditorium di via della Conciliazione a Roma ha vinto ben tre Telegatti d'oro nelle categorie Cantante dell'anno, Miglior disco' (Io Canto) e Miglior tour.
    Il 4 giugno 2008 Laura ha partecipato al Wind Music Award 2008 dove ha ricevuto ben 2 premi per il CD ed il DVD del concerto a San Siro.
    Il 26 agosto 2008 è uscito il nuovo album di Luis Fonsi intitolato Palabras del silencio che include un duetto inedito con Laura, dal titolo Todo vuelve a empezar. Tuttavia il lancio non è previsto in Italia.
    Laura ha ricevuto una nuova nomination nella categoria Record of the Year / Grabaciòn del ano, questa volta in compagnia dell'amico Andrea Bocelli per il duetto Vive Ya/Vivere.
    A fine novembre Maria De Filippi racconterà la vita e l'incredibile carriera di Laura Pausini in un sabato sera su Canale 5. Lo rivela Sorrisi e Canzoni. La conduttrice, qualche mese fa, aveva già espresso il desiderio di raccontare la vita di qualche personaggio famoso particolarmente importante e intrigante. Accanto a Maria l'artista ripercorrerà i suoi 15 anni di successi,con oltre 30 milioni di dischi venduti nel mondo e due Latin Grammy. Del resto la Pausini negli ultimi anni ha puntualmente partecipato alle puntate del programma in coincidenza di ogni uscita di un nuovo album. Il clichè è sempre il solito: dopo una scena di incontri strappa lacrime dove la cantante dimostra di emozionarsi, si mette a cantare almeno un singolo estrapolato dal nuovo album.
    Nel nuovo album di Tiziano Ferro, Alla mia età, Laura Pausini firma il titolo del brano La paura non esiste.
    Si intitola Paris au mois d'Aout (Parigi in Agosto) il brano di Charles Aznavour registrato in duetto con Laura Pausini. Sono due le versioni esistenti: una interamente in lingua Francese e l'altra Italo-Francese. Il brano in versione Francese sarà contenuto nel nuovo album di Charles Aznavour intitolato "Duos".
    Primavera In Anticipo e World Tour 2009
    In data 22 ottobre 2008 in esclusiva sul sito del Corriere della Sera è stato possibile ascoltare e guardare il video del nuovo singolo di Laura Pausini Invece no. Il brano scritto da Laura Pausini, Paolo Carta e Niccolò Agliardi anticipa la pubblicazione del nuovo album di inediti Primavera in Anticipo in uscita mondiale nella versione italiana e spagnola in data 14 novembre 2008. Il nuovo album esce a quattro anni di distanza dal precedente disco di inediti Resta In Ascolto.
    Nelle quattordici canzoni del nuovo lavoro, spicca il duetto con il singer inglese James Blunt, con il brano Primavera In Anticipo, e una canzone scritta da Gianluca Grignani dal titolo Prima che esci.
    Alla data del 5 novembre 2008 il nuovo album Primavera in Anticipo è primo nella classifica degli album scaricati attraverso la piattaforma digitale iTunes, nonostante l'album sia disponibile nella sola modalità pre-ordine. In data 12 novembre 2008 la versione per il mercato latino raggiunge la prima posizione della classifica di iTunes degli Stati Uniti riservata alla musica Latin.
    In data 14 novembre 2008 Laura è stata a Roma in Piazza di Spagna dove ha presentato il nuovo album Primavera in Anticipo.
    Durante le numerose interviste promozionali effettuate per la promozione del nuovo album, Laura ha dichiarato che il suo nuovo Tour Mondiale inizierà il 5 marzo 2009 e durerà un anno.
    L'album Primavera in Anticipo debutta al 1° posto della classifica degli album più venduti in Italia. Alle spalle di Primavera In Anticipo, si stanzano alla posizione numero 2 Giusy Ferreri con Gaetana e alla posizione numero 3 Tiziano Ferro con Alla mia età. All'estero l'album debutta bene entrando direttamente nella Top Ten delle classifiche di vari Paesi latini. L'album debutta al 12° posto della classifica degli album più venduti in tutto il mondo avendo venduto 140.000 copie in una sola settimana.
    Partirà il 5 marzo da Torino il Tour Mondiale di Laura Pausini, World Tour 2009. La cantante romagnola ha annunciato di voler restare in Tour per un anno intero esibendosi in Italia dove le tappe dichiarate sono: Mantova, Roma, Firenze, Eboli, Reggio Calabria, Catania, Caserta, Ancona, Pesaro, Bologna, Brescia, Treviso, Livorno, Genova, Milano, per poi passare all'estero, cantando in città importantissime come Madrid, Barcellona, Parigi, Helsinki, Turku, Stoccolma, Bruxelles ed altre ancora. La cantate passerà tutto il 2009 in Tour tra l'Europa, Stati Uniti, Canada, America Latina, Australia e alcuni paesi dell'Asia.
    Discografia
    Album
    1993 - Laura Pausini
    1994 - Laura
    1996 - Le Cose Che Vivi
    1998 - La Mia Risposta
    2000 - Tra Te E Il Mare
    2001 - The Best Of Laura Pausini - E Ritorno Da Te
    2002 - From The Inside
    2004 - Resta In Ascolto
    2005 - Live In Paris '05
    2006 - Io Canto
    2007 - San Siro 2007
    2008 - Primavera In Anticipo
    Album in spagnolo
    1994 - Laura Pausini
    1996 - Las Cosas Que Vives
    1998 - Mi Respuesta
    2000 - Entre Tú Y Mil Mares
    2001 - Lo Mejor De Laura Pausini - Volveré Junto A Ti
    2004 - Escucha
    2006 - Yo Canto
    2008 - Primavera Anticipada
    Album non ufficiali
    1987 - I sogni di Laura
    Tour
    1997 - World Wide Tour 1997
    1999 - La mia risposta Tour 1999
    2001 - World Tour 2001-2002
    2005 - Resta in ascolto Tour 2005
    2006 - Juntos en Concierto Tour 2006
    2009 - World Tour 2009
    Bibliografia
    2000 Laura Pausini di Macale Maurizio, Bastogi Editrice Italiana (venduto più di 15.000 copie)
    2005 Laura Pausini...l'artista e la donna di Cerri Simona, Lo Vecchio (venduto più di 35.000 copie)
    2007 Fai quello che sei...Io canto di Laura Pausini, Mondadori (venduto più di 60.000 copie)


    Riconoscimenti
    Primo posto nella sezione Nuove proposte al Festival di Sanremo nel 1993
    Terzo posto al Festival di Sanremo nel 1994
    200 dischi di platino
    3 World Music Award nel 1994, 2003 e nel 2007
    1 Telegatto d'argento nel 1993
    1 Telegatto d'oro nel 1994
    2 Premi Europa al Festivalbar nel 1994 e nel 1996
    1 Sanremo Top nel 1994
    2 Premi Lo Nuestro nel 1995 e nel 2006
    1 Globo d'oro nel 1995
    4 Platinum Music Award nel 1996, 1997 e nel 2002
    2 Premi Lunezia nel 2001 e nel (2007 premio Lunezia nel mondo)
    1 Premio Contigo nel 2003
    1 Disco di diamante nel 2003
    1 Special Award nel 2004
    1 Latin Music Fan Award nel 2005
    1 Premio Miglior Tour al Festivalbar nel 2005
    2 Latin Grammy nel 2005 e nel 2007
    1 Grammy Award nel 2006
    4 ASCAP Latin Music Award nel 2002 ,2006 e nel 2007
    1 Billboard Latin Music Award nel 2006
    2 Nickelodeon Kids' Choice Awards nel 2006 e nel 2007
    1 Premio Dial nel 2007
    1 Telegatto di platino nel 2007
    1 Telegatto d'oro nel 2007 nella categoria Cantante dell'anno
    1 Wind Music Award nel 2007
    1 Ischia Music Award 2007
    3 Telegatti d'oro nel 2008 nelle categorie Cantante dell'anno, Miglior disco (Io canto) e Miglior tour
    2 Wind Music Award 2008
    1 Giffoni All Music Teen Award 2008
    1 Disco di diamante nel 2008 negli USA
    Primati
    È stata la prima donna italiana ad aver vinto un Platinum Europe Award.
    È stata la prima italiana ad aver vinto un Grammy Award dopo Domenico Modugno 48 anni prima.
    È stata la prima donna ad aver tenuto un concerto allo Stadio San Siro.
    È stata la prima cantante europea ad aver vinto un disco di diamante negli USA nel 2008.
    Band Laura Pausini (2007)
    Alfredo Golino - Batteria
    Cesare Chiodo - Basso
    Lorenzo Maffia - Tastiere
    Bruno Zucchetti - Pianoforte
    Paolo Carta - Chitarre
    Adriano Martino - Chitarre
    Gabriele Fersini - Chitarre
    Roberta Granà - Cori
    Barbara Zappamiglio - Cori
    Massimo Guerini - Cori
    Onorificenze
    Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
    — 6 febbraio 2006. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.
    Note


      ^ Agi - musica: Pausini vince Grammy latino, dedica a Pavarotti
      ^



    Voci correlate
    Discografia di Laura Pausini
    Altri progetti
    Commons
    Wikiquote
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Laura Pausini
    Wikiquote contiene citazioni di o su Laura Pausini
    Articolo su Wikinotizie: Concerto di Laura Pausini allo Stadio Meazza di Milano 2 giugno 2007
    Articolo su Wikinotizie: Musica: Laura Pausini vince il Latin Grammy Award 9 novembre 2007
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Laura Pausini su Open Directory Project (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Laura Pausini")
    Minisito su Warner Music
    Scheda su Laura Pausini dell'Internet Movie Database
    Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Laura_Pausini"
    Categorie: Biografie | Cantanti italiani | Cantautori italiani | Nati nel 1974 | Nati il 16 maggio | Cantanti pop | Vincitori di Grammy | Gruppi e musicisti dell'Emilia-Romagna | Vincitori del Festival di Sanremo Categoria Giovani | Commendatori OMRI | Artisti musicali italiani con oltre 50 milioni di dischi vendutiCategorie nascoste: Voci mancanti di fonti - cantanti | Voci mancanti di fonti - gennaio 2009 | BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 16 Maggio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre