Kenny Roberts (59)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 31 Dicembre 1951
  • Professione: Motociclista
  • Luogo di nascita: Modesto
  • Nazione: Stati Uniti
  • Kenny Roberts in Rete:

  • Wikipedia: Kenny Roberts su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Record
    Ranking
    º
    Best ranking
    º
    Ruolo
    Squadra
    Ritirato
    Carriera
    Giovanili
    Squadre di club  
    Nazionale
    Carriera da allenatore
    Incontri disputati
    Palmarès

     
    Kenny Leroy Roberts (Modesto, 31 dicembre 1951) è un ex motociclista statunitense, considerato in quanto a bravura l'erede di Giacomo Agostini.. Alcune biografie lo danno nato talora il 1º gennaio del 1951, talvolta il 1º gennaio del 1952. È il padre di Kenny Roberts Junior



    Biografia
    Gli esordi
    All'età di 12 anni Kenny lavorava come "cow-boy" e fu invitato dalla moglie del suo datore di lavoro ad accendere il mini motorino regalato al figlio, e che non partiva. Kenny ci provò e si ribaltò immediatamente, si ferì gravemente a un ginocchio e svenì per il dolore.
    A tredici anni Kenny aveva già vinto nell'Oregon, vittorie nella categoria flat-track, nella classe 100 cc. Nel 1970, era conquistava il "National Novice Championship" del Campionato AMA. Nel 1971 inizià con la Yamaha e vinse nove gare della "AMA Junior Championship". Nel 1972 ottenne la licenza "Expert".
    Nel corso della sua breve carriera (solo 8 annate disputate da professionista) Kenny Roberts è stato sempre fedele alla Yamaha, che gli diede l'opportunità di esordire nel mondo del motociclismo nel 1974 come wild-card nel Gran premio di Olanda nella classe 250 cc: arrivò terzo ed impressionò favorevolmente la scuderia giapponese.
    La classe regina
    L'esordio come pilota ufficiale avvenne nel 1978, ed addirittura in quell'annata disputò due mondiali: arrivò quarto nella classe 250 (con due Gran Premi conquistati) e primo nella classe regina, con quattro gare all'attivo.
    Si laureò campione del mondo della 500 anche nel 1979 e nel 1980, ottenendo in totale il primo posto in otto corse. Nel 1981 vinse due gare ed arrivò terzo in classifica generale, sorte analoga ebbe il 1982 (dove dovette accontentarsi del quarto posto) mentre nel 1983 conquistò ben 6 vittorie, ma l'americano Freddie Spencer lo sopravanzò nella classifica finale di soli due punti (144 a 142). La delusione fu talmente grande che Kenny Roberts decise di ritirarsi dal motociclismo, non prima però di vincere un'edizione della "Daytona 200 races", nel 1984, anno in cui vinse anche la 200 miglia di Imola.


    È da ricordare che egli vinse anche sette Gran Premi nella formula 750, soppressa dal motomondiale nel 1979. Nel corso degli anni '80 il motociclista statunitense si occupò dell'educazione del figlio Kenny Junior, che diventerà campione della classe 500 nel 2000. Nel 1996 egli divenne azionista della Proton, che farà entrare nel mondiale della MotoGP nel 2004. In questo senso fu accusato di nepotismo in quanto aiutò anche l'altro figlio Kurtis ad essere ingaggiato dalla sua squadra.
    Stile di guida
    Kenny Roberts affinò e migliorò lo stile di guida inventato da Jarno Saarinen, sporgendosi in curva completamente fuori dalla sella con il ginocchio, debitamente imbottito e protetto, a sfiorare (e spesso a toccare) l'asfalto in curva. Indimenticabile il modo tutto particolare che aveva di festeggiare le vittorie: un giro di pista compiuto su una sola ruota, oggi copiato da diversi motociclisti vincenti. Fu soprannominato "il marziano" per come esordì e colse successi sulle piste di tutto il mondo.




    Portale Sport
    Portale Biografie

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Kenny_Roberts"
    Categorie: Biografie | Motociclisti statunitensi | Nati nel 1951 | Nati il 31 dicembreCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 31 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre