Julianne Moore (50)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Julie Ann Smith
  • Data di nascita: 3 Dicembre 1960
  • Professione: Attrice
  • Luogo di nascita: Fayetteville
  • Nazione: Stati Uniti
  • Julianne Moore in Rete:

  • Wikipedia: Julianne Moore su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Julianne Moore
    Julianne Moore, nome d'arte di Julie Ann Smith (Fayetteville, 3 dicembre 1960), è un'attrice statunitense.

    Biografia
    Nata nella Carolina del Nord, figlia di Anne, assistente sociale psichiatrica, emigrata negli Stati Uniti dalla Scozia, e Peter Moore Smith, avvocato militare, giudice, pilota d'elicottero e Colonnello dell'esercito. A causa del lavoro del padre, è cresciuta tra gli Stati Uniti e l'Europa, studiando alla Frankfurt American High School di Francoforte, in Germania, diplomandosi nel 1979, infine si laurea in Belle Arti presso la Boston University.
    Carriera
    Nel 1983, all'età di 23 anni, si trasferisce a New York, dove lavora per qualche tempo come cameriera. Inizia muovere i primi passi, apparendo in varie produzioni teatrali off-Broadway. Il successo ottenuto con la piéce Serious Money la mette in luce agli occhi di alcuni produttori televisivi, che la ingaggiano per interpretare un doppio ruolo nella soap opera Così gira il mondo. La scelta del suo nome d'arte è stata un po' travagliata, infatti presso il Screen Actors Guild erano già registrate attrici con il nome di Julia Smith, quindi si è vista costretta a cambiar nome in Julie Moore, usando il primo cognome del padre, ma anche questo nome apparteneva ad un'altra attrice, la scelta definitiva è caduta su Julianne Moore.
    Dal quel momento per l'attrice inizia una lunga gavetta televisiva e cinematografica, che la porta ad ottenere ruoli marginali in film come La mano sulla culla, Body of Evidence - Corpo del reato e Benny & Joon. Inizia ad ottenre i primi riconoscimenti, venendo canditata all'Independent Spirit Awards 1994 come miglior attrice non protagonista per America oggi di Robert Altman, due anni più tardi viene nonimata nuovamente al premio come miglior attrice protagonista per Safe di Todd Haynes. Con Haynes inizia una proficua collaborazione, che la porta ad apparire in quasi tutti i suoi film, divendo sua attrice feticcio.
    Grazie ai molti riconoscimenti otteniti, inizia ad ottenere parti in film di stampo hollywoodiano, come la commedia Nine Months - Imprevisti d'amore e il block buster Il mondo perduto - Jurassic Park. Nel 1998 ottiene la sua prima candidatura all'Oscar come miglior attrice non protagonista per Boogie Nights - L'altra Hollywood di Paul Thomas Anderson, due anni dopo viene nominata nuovamente all'Oscar come miglior attrice per il film Fine di una storia, oltre ad aver recitato in altri due film che le valsero premi: La fortuna di Cookie, Un marito ideale e Magnolia, dove torna ad esser diretta da Anderson. Negli anni seguenti si alterna tra produzioni commerciali e film indipendenti, nel 2001 accetta di recitare in Hannibal, ereditando il ruolo dell'agente dell'FBI Clarice Starling che fu di Jodie Foster ne Il silenzio degli innocenti.
    Nel 2003 ottiene una doppia candidatura all'Oscar, come miglior attrice per Lontano dal paradiso ancora sotto la regia del grande amico Haynes, per quale riceve la Coppa Volpi al Festival di Venezia, e come non protagonista per The Hours, ma anche questa volta non le viene assegnata l'ambita statuetta. Infatti è una delle poche attrice ad aver ottenuto la doppia candidatura e una delle tre che le le perse tutte e due insieme a Sigourney Weaver nel 1989 e Cate Blanchett nel 2008.
    Negli anni seguenti partecipa a svariate pellicole più o meno di successo come Il colore del crimine, The Forgotten, I figli degli uomini e Next, quest'ultimo si è dimostrato un flop al botteghino. Nel 2007 è protagonista del controverso ed incestuoso film di Tom Kalin Savage Grace, nello stesso anno viene di nuovo diretta da Todd Haynes, che le riserva una piccola parte nel pluripremiato Io non sono qui.
    Nel maggio del 2008 era circolata la notizia della sua partecipazione alla serie televisiva Desperate Housewives, nel ruolo della sorella del personaggio di Bree Hodge, ma la notizia è stata ben presto smentita. Nel 2008 partecipa al film di Fernando Meirelles Blindness - Cecità, presentato al Festival di Cannes 2008 e al Toronto Film Festival al quale ottiene molta acclamazione. Attualmente è impegnata nelle riprese di The Private Lives of Pippa Lee di Rebecca Miller.
    Vita privata
    Dal 2003 è sposata con il regista Bart Freundlich, conosciuto nel 1996 sul set de I segreti del cuore. La coppia ha due figli, un maschio, Caleb Freundlich, e una figlia, Liv Helen Freundlich. La Moore è al suo terzo matrimonio, era già stata sposata dal 1983 al 1985 con Sundar Chakravarthy, e con John Gould Rubin dal 1986 al 1995.
    Durante l'elezioni presidenziali statunitensi del 2004 ha sostenuto John Kerry nella sua campagna presidenziale. Dal 2002 è collaboratrice del ST Alliance, associazione che si prodiga nel creare consapevolezza nei confronti della sclerosi multipla.
    Filmografia
    Così gira il mondo - soap opera (1985-1988)
    sLaughterhouse II, regia di Michael Welton (1988)
    I delitti del gatto nero (Tales from the Darkside: The Movie), regia di John Harrison (1990)
    Un difficile addio (The Last to Go), regia di John Erman (1991) - Film TV
    Omicidi e incantesimi (Cast a Deadly Spell), regia di Martin Campbell (1991) - Film TV
    La pistola nella borsetta (The Gun in Betty Lou's Handbag), regia di Allan Moyle (1992)
    La mano sulla culla (The Hand That Rocks the Cradle), regia di Curtis Hanson (1992)
    Body of Evidence - Corpo del reato (Body of Evidence), regia di Uli Edel (1993)
    Benny & Joon (Benny & Joon), regia di Jeremiah Chechick (1993)
    Il fuggitivo (The Fugitive), regia di Andrew Davis (1993)
    America oggi (Short Cuts), regia di Robert Altman (1993)
    Vanya sulla 42ma strada (Vanya on 42nd Street), regia di Louis Malle (1994)
    Un adorabile testardo (Roommates), regia di Peter Yates (1995)
    Safe (Safe), regia di Todd Haynes (1995)
    Nine Months - Imprevisti d'amore (Nine Months), regia di Chris Columbus (1995)
    Assassins (Assassins), regia di Richard Donner (1995)
    Surviving Picasso - Sopravvivere a Picasso (Surviving Picasso), regia di James Ivory (1996)
    Il mondo perduto - Jurassic Park (The Lost World: Jurassic Park), regia di Steven Spielberg (1997)
    I segreti del cuore (The Myth of Fingerprints), regia di Bart Freundlich (1997)
    Boogie Nights - L'altra Hollywood (Boogie Nights), regia di Paul Thomas Anderson (1997)
    Il grande Lebowski (The Big Lebowski), regia di Ethan Coen e Joel Coen (1998)
    Chicago Cab (Chicago Cab), regia di Mary Cybulski e John Tintori (1998)
    Psycho (Psycho), regia di Gus Van Sant (1998)
    La fortuna di Cookie (Cookie's Fortune), regia di Robert Altman (1999)
    Un marito ideale (An Ideal Husband), regia di Oliver Parker (1999)
    La mappa del mondo (A Map of the World), regia di Scott Elliott (1999)
    Fine di una storia (The End of the Affair), regia di Neil Jordan (1999)
    Magnolia (Magnolia), regia di Paul Thomas Anderson (1999)
    The Ladies Man (The Ladies Man), regia di Reginald Hudlin (2000)
    Hannibal (Hannibal), regia di Ridley Scott (2001)
    Evolution (Evolution), regia di Ivan Reitman (2001)
    World Traveler, regia di Bart Freundlich (2001)
    The Shipping News (The Shipping News), regia di Lasse Hallstrom (2001)
    Lontano dal Paradiso (Far from Heaven), regia di Todd Haynes (2002)
    The Hours (The Hours), regia di Stephen Daldry (2002)
    Marie e Bruce - Finché divorzio non vi separi (Marie and Bruce), regia di Tom Cairns (2004)
    Laws of Attraction - Matrimonio in appello (Laws of Attraction), regia di Peter Howitt (2004)
    The Forgotten (The Forgotten), regia di Joseph Ruben (2004)
    Uomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta! (Trust the Man), regia di Bart Freundlich (2005)
    The Prize Winner of Defiance, Ohio (The Prize Winner of Defiance, Ohio), regia di Jane Anderson (2005)
    Il colore del crimine (Freedomland), regia di Joe Roth (2006)
    I figli degli uomini (Children of Men), regia di Alfonso Cuarón (2006)
    Next, regia di Lee Tamahori (2007)
    Io non sono qui (I'm Not There), regia di Todd Haynes (2007)
    Savage Grace, regia di Tom Kalin (2007)
    Blindness - Cecità (Blindness), regia di Fernando Meirelles (2008)
    Eagle Eye, regia di D.J. Caruso (2008) - voce, non accreditata
    The Private Lives of Pippa Lee, regia di Rebecca Miller (2009)
    A Single Man, regia di Tom Ford (2009)
    Collegamenti esterni
    Scheda su Julianne Moore dell'Internet Movie Database
    Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Julianne_Moore"
    Categorie: Biografie | Attori statunitensi | Nati nel 1960 | Nati il 3 dicembre | Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile | Jurassic ParkCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 3 Dicembre


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre