Joseph Blatter (74)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 10 Marzo 1936
  • Professione: Manager
  • Luogo di nascita: Visp
  • Nazione: Svizzera
  • Joseph Blatter in Rete:

  • Wikipedia: Joseph Blatter su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Joseph Sepp Blatter (Visp, 10 marzo 1936) è un ex calciatore e dirigente sportivo svizzero.
    Blatter annuncia che il Brasile ospiterà i Mondiali nel 2014
    È l'attuale presidente della FIFA, la massima organizzazione calcistica mondiale.
    Entrato nella FIFA nel 1975, è stato il direttore tecnico fino al 1981 e successivamente venne eletto segretario, carica che ha ricoperto fino al 1998, anno della sua elezione alla presidenza come successore del brasiliano João Havelange. É stato rieletto per la terza volta il 31 maggio 2007.
    Durante gli anni trascorsi alla segreteria della FIFA, Blatter, insieme ad altre persone come l'ex arbitro italiano Paolo Casarin, ha modificato alcune regole del gioco del calcio, le più importanti furono;
    L'abolizione del retropassaggio al portiere da parte dei suoi compagni di squadra a partire dal 1 luglio 1992.
    L'introduzione dei 3 punti-vittoria a partire dai Mondiali 1994.
    Entrambe le decisioni avevan lo scopo di rendere più offensivo l'atteggiamento delle squadre, visto che con le regole precedenti tenevano a chiudersi in difesa e accontentarsi del pareggio (queste proposte vennero formulate dopo il Mondiale 1990, in cui si notò che la modesta ma furba nazionale egiziana applicava sistematicamente il retropassaggio al portiere e puntava tutto sul pareggio).
    Tra le decisioni prese durante la sua presidenza:
    L'impiego del Golden gol prima e del Silver gol poi durante i tempi supplementari; in entrambi i casi l'applicazione ha avuto carattere provvisorio ed è stata successivamente ritirata.
    La non qualificazione automatica per la successiva competizione mondiale della compagine campione del mondo, che ora deve invece qualificarsi come ogni altra nazionale (questa regola è entrata in vigore a partire dal Campionato mondiale di calcio 2006.
    L'inasprimento delle pene per atti ritenuti immorali durante lo svolgimento stesso del gioco, come la simulazione, il "fallo da dietro" o il togliersi la maglietta dopo un goal.
    Joseph Blatter (al centro) insieme al presidente brasiliano Lula
    Tra gli episodi che lo hanno visto al centro di polemiche, c'è stato il proprio rifiuto di consegnare la Coppa del Mondo FIFA alla nazionale italiana al termine della finale mondiale tenutasi a Berlino il 9 luglio 2006 - dopo non aver premiato quella tedesca al termine della finale per il terzo posto contro il Portogallo - e per giustificare questa decisione in un primo momento disse che aveva deciso di fare premiare le semifinaliste all'allora presidente UEFA Lennarth Johansson (per la Finale da 1° e 2° posto) e al vice-presidente Michel Platini (Finale 3° e 4° posto) in quanto entrambe erano Nazionali europee, successivamente disse che aveva deciso così perché il giorno dell'inaugurazione del torneo (9 giugno a Monaco) tutto lo stadio l'aveva fischiato e insultato.
    Successivamente c'è stata la dichiarazione fatta il 30 ottobre 2006 sui mondiali di calcio 2006, nella quale affermava che l'Italia non meritava la vittoria ai mondiali, visto che, a suo giudizio, si era qualificata solo grazie ad un rigore regalatole contro l'Australia. Scoppiata la polemica, Blatter ha tentato di appiattirne i toni, producendosi in elogi verso la nazionale azzurra.
    Nonostante queste dichiarazioni ci fu una parte della stampa sportiva italiana, che comprendeva i giornalisti Gigi Garanzini e Roberto Beccantini, che affermò il fatto che la notizia era stata riportata in modo sbagliato e che Blatter avesse detto tutt'altro.
    Curiosità
    Si è laureato in Svizzera prima di ottenere una laurea all'HEC Lausanne, la scuola di business affiliata all'Università di Losanna.
    Ha fatto parte del Comitato Organizzativo delle Olimpiadi estive 1972 e delle Olimpiadi estive 1976.
    Durante la cerimonia che celebrava la sua elezione a presidente della FIFA Blatter andò a stringere la mano ad alcune personalità del calcio internazionale ma cadde rovinosamente dal palco alzandosi poco dopo tra l'ilarità generale.
    Dal 1999 è membro del CIO.
    Nel 2006 gli è stata consegnata la tessera di socio onorario del Real Madrid.
    È amico di Massimo Moratti, presidente dell'Inter.
    Note


      ^ Blatter contro la Nazionale
      ^ Blatter attacca l'Italia del calcio: «Troppi politici e vivai poveri» archiviostorico.corriere.it
      ^ Blatter boccia il calcio tecnologico

    Presidenti della FIFA
    Robert Guérin (1904 - 1906) · Daniel Burley Woolfall (1906 - 1918) · Jules Rimet (1921 - 1954) · Rodolphe Seeldrayers (1954 - 1955) · Arthur Drewry (1955 - 1961) · Stanley Rous (1961 - 1974) · João Havelange (1974 - 1998) · Joseph Blatter (1998 - oggi)
    Collegamenti esterni
    Video della caduta di Blatter su YouTube
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Joseph_Blatter"
    Categorie: Biografie | Calciatori svizzeri | Dirigenti sportivi svizzeri | Nati nel 1936 | Nati il 10 marzo | Presidenti della FIFA | Membri del CIOCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 10 Marzo


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre