Janis Joplin (1943-1970)

Informazioni di base:

  • Scomparsa nel: 1970
  • Data di nascita: 19 Gennaio 1943
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Port Arthur
  • Nazione: Stati Uniti
  • Janis Joplin in Rete:

  • Wikipedia: Janis Joplin su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Janis Joplin (Port Arthur, 19 gennaio 1943 – Los Angeles, 4 ottobre 1970) è stata una cantante statunitense. Divenne nota verso la fine degli anni sessanta come cantante del gruppo Big Brother and the Holding Company, e successivamente per i suoi lavori da solista. La sua carriera continuò fino alla morte per overdose all'età di 27 anni. La nota rivista americana Rolling Stone ha piazzato Janis al 46esimo posto nella lista dei 100 artisti più importanti della storia.

    Biografia
    Il padre della Joplin era un ingegnere della Texaco, mentre la madre era impiegata di un college. La famiglia era composta anche dai fratelli Michael e Laura. Da giovane divenne amica di Jim Langdon e Grant Lyons. Lyons fu il primo a farle conoscere il blues. Iniziò quindi a cantare nel coro cittadino e ad ascoltare artisti come Leadbelly, Bessie Smith, Odetta e Big Mama Thornton. Durante la frequentazione della Thomas Jefferson High School il suo interesse primario era il disegno, e solo successivamente iniziò a cantare blues e folk insieme ad alcuni amici, accompagnandosi con l'autoharp nei club di Austin, Beaumont e dintorni. Si diplomò nel 1960 e si iscrisse alla Università del Texas di Austin, anche se alla fine non ottenne nessuna laurea. In quel periodo visse in una costruzione comunemente chiamata "The Ghetto" che si trovava al 2812 1/2 di Nueces Street. L'affitto era di 40 dollari al mese.
    Lo stile emancipato che la Joplin ostentava in quel periodo era ispirato principalmente dalle sue cantanti blues preferite e dai poeti beat. A venti anni si trasferì in California, a San Francisco, vivendo prima a North Beach e successivamente a Haight-Ashbury, inseguendo gli ideali di Peace & Love che a breve avrebbero portato all'esplosione del movimento Hippy. A Haight-Ashbury visse nello stessa abitazione insieme al campione di scacchi Jude Acers. Il 25 giugno del 1964, la Joplin ed il futuro chitarrista dei Jefferson Airplane Jorma Kaukonen registrarono alcuni standard blues, dove in sottofondo si può sentire una macchina da scrivere (la moglie di Kaukonen stava scrivendo, da qui il titolo del bootleg: The Typewriter Tape) Queste session vennero incise con un registratore a bobine mono, e includevano sette brani: Typewriter Talk, Trouble In Mind, Kansas City Blues, Hesitation Blues, Nobody Knows You When You're Down And Out, Daddy, Daddy, Daddy e Long Black Train Blues. Altre registrazioni di quei primi anni si possono trovare nella raccolta Janis, The Early Performances del 1974 e Janis del 1993, incluse le tracce What Good Can Drinkin' Do, Mary Jane e No Reason For Livin'.
    Nel 1966 entrò a far parte della band Big Brother and the Holding Company, un gruppo di musicisti della bay area che cercava una cantante. Dopo diversi concerti effettuati in vari locali della California, nel giugno del 1967 con la partecipazione al Festival Pop di Monterey avviene il trionfo dell'artista che eseguì con personalità e spirito infuocato un'indimenticabile versione del brano Ball and Chain (Big mama Thornton).
    Oltre ad uno stile originale di canto, ispirato dalle grandi cantanti blues di colore e mediato dall'incredibile personalità vocale dell'artista - dotata di una voce potente, abrasiva,appassionata e struggente, capace di escursioni vocali incredibili - la Joplin trasformava i brani fino a stravolgerli (ascoltare la versione della pop song dei Bee Gees To Love Somebody, per esempio) offrendo delle interpretazioni assolutamente sincere, cariche di dolore, gioia, melanconia, passione, rabbia furente, senza mediazioni, se non la voce: una voce alla cartavetrata, fortemente emotiva e assolutamente commovente, una voce che toccava e tocca le corde profonde dell'animo umano per la sua sensibilità per il suo provenire direttamente dal cuore e arrivare al cuore e all'anima dell'ascoltatore. Come disse un suo amico: una volta che ascolti quella voce, non potrai dimenticarla piu'.
    Nessuno poteva resistere a quella voce, e il pubblico e la critica di Monterey furono il contesto adeguato perché la voce e la presenza scenica di quella ragazza venuta dal Texas fossero riconosciute e apprezzate. Da quel momento la scalata nel firmamento rock fu quasi immediata: Joplin fu la prima donna a infrangere la cultura "prevalentemente maschile" che troneggiava nel mondo del rock. Nel 1968 incise Cheap Thrills, secondo album del gruppo (tra i brani una cover di Summertime di Gershwin e Piece of my Heart) che entrò velocemente nella classifica di Billboard, raggiungendo il n. 1 e mantenendo tale posizione per otto settimane.
    L'anno seguente si mise in proprio scegliendo un nuovo gruppo d'accompagnamento, la Kozmic Blues Band, con il quale pubblicò l'album I Got Dem Ol' Kozmic Blues Again Mama! in cui la Joplin fa mostra della propria grandezza di performer e in alcuni brani raggiunge vette interpretative da brivido (Kozmic blues, Little girl blue, Maybe, Work me Lord). Poi cambiò ancora gruppo scegliendo la Full-Tilt Boogie Band: l'album Pearl fu pubblicato postumo nel gennaio 1971, entrò subito in classifica al n. 1 mantenendo tale posizione per 9 settimane. Il primo singolo tratto dall'album fu Me and Bobby McGee che raggiunse il primo posto nella classifica dei singoli, ma vi sono altri brani di rara bellezza e intensità, Cry baby, Get it while you can, Mercedes Benz, Trust me, My baby. Pearl è il testamento di una grande performer, un'artista unica, irripetibile, tutt'ora riconosciuta come la più grande cantante bianca di blues di tutti i tempi. Il 4 ottobre 1970 Janis Joplin fu trovata morta nella stanza di un motel di Los Angeles, stroncata da una overdose di eroina in seguito alla quale cadde a faccia in terra rompendosi il volto. Riconosciuta e ricordata per la sua grandezza e unicità di performer, nel 1995 e' stata inserita nella Rock and Roll Hall of fame e nel 2005 è stata insignita del Grammy Award alla carriera.
    Discografia
    Al di là dei numerosi live e raccolte pubblicati dalla sua morte ad oggi, Janis Joplin ha lasciato le seguenti incisioni originali:
    Album studio
    Big Brother and the Holding Company (1967)
    Cheap Thrills (1968)
    I Got Dem Ol' Kozmic Blues Again Mama! (1969)
    Pearl (1971)
    Album live
    Joplin In Concert (1972)
    Janis Joplin With Big Brother and the Holding Company Live At Winterland '68 (1998)
    Album compilation
    Super Hits (1973)
    Janis Joplin's Greatest Hits (1973)
    Anthology (1980)
    Farewell Song (1982)
    Janis (3 CD BOX SET) (1993)
    18 Essential Songs (1995)
    Box Of Pearls (1999)
    Janis Joplin's Greatest Hits (Bonus Tracks) (1999)
    Love, Janis (2001)
    Very Best of Janis Joplin (2003)
    The Essential Janis Joplin (2003)
    Janis Soundtrack (2004)
    The Collection (2004)
    Collections (2005)
    Absolute Janis (2008)
    Note


      ^ a b allmusic.com - Janis Joplin
      ^ David Dalton, Piece of my heart: a portrait of Janis Joplin. , Da Capo, p.38, 1991 .
      ^ Johnatan Cott, David Dalton. Janis And London Come Together, «Rolling Stone», 31 maggio 1969, 6.
      ^ The Immortals: The First Fifty. Rolling Stone. URL consultato il 2008-05-12.
      ^ Intervista con Chris Strachwitz riportata in Alice Echols, Graffi In Paradiso - La Vita ed i Tempi di Janis Joplin , Arcana, p.269, 2005 .

    Voci correlate
    Club 27
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Janis Joplin


    Portale Biografie
    Portale Donne nella storia
    Portale Musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Janis_Joplin"
    Categorie: Biografie | Cantanti statunitensi | Nati nel 1943 | Morti nel 1970 | Nati il 19 gennaio | Morti il 4 ottobre | Cantanti hard rock | Cantanti blues rockCategorie nascoste: BioBot | Segnalazioni NPOV - dicembre 2008 | Segnalazioni NPOV musica

    « Torna al 19 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre