Iván Zamorano (43)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 18 Gennaio 1967
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Colonia de Maipù
  • Nazione: Cile
  • Iván Zamorano in Rete:

  • Sito Non Ufficiale: Un sito non ufficiale su Iván Zamorano
  • Wikipedia: Iván Zamorano su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Iván Zamorano (Santiago del Cile, 18 gennaio 1967) è un ex calciatore cileno che ha giocato in diversi campionati di calcio europei. È Considerato uno dei migliori giocatori della storia calcistica del suo paese.

    Caratteristiche tecniche
    Il suo colpo migliore era il colpo di testa. Da piccolo si allenava cercando di raggiungere una lampada appesa al soffito. Questo lo aiutò a migliorare notevolmente la sua elevazione. Zamorano, nonostante la sua altezza non elevatissima, riuscì comunque ad imporsi nel gioco aereo in tutte le squadre in cui ha giocato. Dotato di ottima tecnica anche nel gioco a terra, prediligeva i tocchi e i tiri di destro. È stato un leader carismatico durante tutta la sua carriera.
    Carriera
    Club
    Nonostante in molti gli sconsigliassero di giocare a calcio a causa della sua debolezza fisica (a scuola era soprannominato pidocchio), iniziò la sua carriera nel Cobresal, club cileno in cui non riuscì a sfondare. Nel corso della stagione 1986-1987 venne prestato al Trasandino, in cui realizzò sorprendentemente 27 reti in 29 partite. Anche ed nella Coppa di Cile, tenne una media di un gol a partita.
    Dal suo arrivo in Europa, datato 1988, ha sempre dimostrato di essere un attaccante di grande carattere. Ha militato nel San Gallo, in Svizzera (con cui vinse la classifica cannonieri nell'annata 1990-1991 con 23 centri), ma prima di andare al San Gallo fece un provino per il Bologna con il connazionale Hugo Rubio, ma venne scartato in favore del più celebre compagno. La decisione si dimostrò sbagliata poiché Rubio deluse le attese, mentre Zamorano crebbe al punto di diventare uno dei più forti attaccanti al mondo. Dopo il biennio al San Gallo si trasferì al Siviglia e poi al Real Madrid, in Spagna (con cui fu capocannoniere del campionato). Nel 1996 passò all'Inter, dove rimase per cinque anni, per poi giocare con ottimi risultati in Messico dal 2001 al 2003 (Club América), anno in cui tornò in patria per chiudere la carriera con il Colo-Colo.
    La sua personalità e il suo amore per i colori neroazzurri lo hanno fatto diventare un beniaminio dei tifosi e viene ricordato ancora come uno dei migliori attaccanti del recente passato. Con i neroazzurri ha vinto una Coppa UEFA nel 1998, segnando tra l'altro la prima rete del 3-0 con cui i milanesi si imposero contro la Lazio in finale. Nell'Inter ha realizzato 41 gol in 149 partite complessive tra campionato, coppa italia e coppe europee.
    Nazionale
    Con la sua nazionale ha partecipato al campionato del mondo del 1998 in Francia e alle Olimpiadi 2000 a Sydney in Australia, in cui vinse la medaglia di bronzo. Nel 2001 abbandonò l'Inter per giocare in Messico con il Club América, ma un infortunio gli impedì di scendere in campo: dopo altri due anni in patria con il Colo-Colo, la sua squadra del cuore, preferì ritirarsi dal calcio giocato.
    Con la nazionale di calcio cilena è sceso in campo 69 volte ed è andato in rete in 34 occasioni.
    Ora è impegnato nella costruzione di un centro sportivo nel suo paese, a Santiago del Cile, denominato "Città Sportiva Ivan Zamorano". Il progetto prevede la realizzazione di campi da calcio, palestre, piste olimpiche e un centro medico entro il marzo del 2007. Partecipa inoltre, insieme a Maradona ed altri, ad incontri amichevoli di Showbol tra vecchie glorie del calcio sudamericano.
    Palmarès
    Curiosità
    Ambasciatore UNICEF, nel marzo del 2004 Zamorano venne inserito da Pelé all'interno del FIFA 100, lo speciale elenco che include i più forti calciatori della storia.
    Dopo un anno dall'arrivo di Ronaldo all'Inter, il numero 9 venne ceduto da Zamorano al compagno brasiliano: e lui si fece dare il 18 ma aggiunse un "+" tra le due cifre, in modo da ottenere 1+8.
    È soprannominato Bam-Bam (così come Bamm-Bamm, personaggio della serie animata The Flintstones) ed anche Iván el Terrible ("Ivan il Terribile"), o El guerrero (il guerriero).
    È sposato con la modella argentina María Alberó, che gli ha dato il suo primo figlio.
    È stato il primo cileno a vincere una Coppa Europea (Coppa Uefa, 1998 con l'Inter)
    È il padrino di battesimo della primogenita di Javier Zanetti Sol
    Collegamenti esterni
    Sito non ufficiale
    v • d • m
      Nazionale cilena · Copa América 1987  
    1 Rojas · 2 Reyes · 3 Toro · 4 Hormazábal · 5 Rodríguez · 6 Pizarro · 7 Basay · 8 Gómez · 9 Letelier · 10 Contreras · 11 Astengo · 12 Cornez · 13 Vera · 14 Espinoza · 15 Hurtado · 16 Zamorano · 17 Salgado · 18 Mardones · 19 Martínez · 20 Puebla · 21 Rubio · 22 Osbén · CT: Aravena
    v • d • m
      Nazionale cilena · Copa América 1991  
    1 Toledo · 2 Espinoza · 3 Garrido · 4 Margas · 5 Vilches · 6 Ramírez · 7 Yañez · 8 Contreras · 9 Zamorano · 10 Pizarro · 11 Rubio · 12 Cornez · 13 Fuentes · 14 Romero · 15 Mendoza · 16 Gómez · 17 Parraguez · 18 Vera · 19 Basay · 20 Estay · 21 González · 22 Vega · CT: Salah
    v • d • m
      Nazionale cilena · Copa América 1993  
    1 Toledo · 2 Mendoza · 3 Vilches · 4 Margas · 5 Miguel Ramírez · 6 Pizarro · 7 Zambrano · 8 Lepe · 9 Zamorano · 10 Estay · 11 Vega · 12 Marcelo Ramírez · 13 Cornejo · 14 López · 15 Musrri · 16 Parraguez · 17 Guevara · 18 González · 19 Figueroa · 20 Sierra · 21 Castillo · 22 Barrera · CT: Salah
    v • d • m
      Nazionale cilena · Coppa del Mondo FIFA 1998  
    1 Tapia · 2 Castañeda · 3 Fuentes · 4 Rojas · 5 Margas · 6 Reyes · 7 Parraguez · 8 Acuña · 9 Zamorano · 10 Sierra · 11 Salas · 12 Marcelo Ramírez · 13 Neira · 14 Miguel Ramírez · 15 Villarroel · 16 Aros · 17 Vega · 18 Musrri · 19 Cornejo · 20 Estay · 21 Barrera · 22 Tejas · CT: Acosta
    v • d • m
      Nazionale cilena · Copa América 1999  
    1 Marcelo Ramírez · 2 Palacios · 3 Miguel Ramírez · 4 Rojas · 5 Margas · 6 Reyes · 7 Parraguez · 8 Acuña · 9 Zamorano · 10 Sierra · 11 Salas · 12 Tapia · 13 Vargas · 14 Cartes · 15 Villarroel · 16 Aros · 17 Núñez · 18 González · 19 Valencia · 20 Estay · 21 Contreras · 22 Pizarro · CT: Acosta
    v • d • m
      Nazionale olimpica cilena · XXVII Olimpiade - Sydney 2000  
    1 N. Tapia · 2 Álvarez · 3 Maldonado · 4 Henríquez · 5 Contreras · 6 Reyes · 7 González · 8 Pizarro · 9 Zamorano · 10 Arrué · 11 Navia · 12 H. Tapia · 13 Nuñez · 14 Tello · 15 Ibarra · 16 Olarra · 17 Ormazábal · 18 Di Gregorio · CT: Acosta
    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Iv%C3%A1n_Zamorano"
    Categorie: Medaglie di bronzo olimpiche | Biografie | Calciatori cileni | Nati nel 1967 | Nati il 18 gennaio | Sevilla FC | Real Madrid | Inter | Club América | Colo-Colo | ShowbolCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 18 Gennaio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre