Irina Slutskaya (31)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 9 Febbraio 1979
  • Professione: Pattinatrice
  • Luogo di nascita: Mosca
  • Nazione: Russia
  • Irina Slutskaya in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Irina Slutskaya
  • Wikipedia: Irina Slutskaya su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Irina Slutskaya
    Irina Slutskaya (in russo: Ирина Слуцкая; Mosca, 9 febbraio 1979) è una pattinatrice di figura russa. La Slutskaya è stata per due volte campionessa del mondo e per sette volte campionessa d'Europa. In totale ha vinto 40 medaglie d'oro, 21 d'argento e 18 di bronzo.

    Biografia
    Irina iniziò a pattinare all'età di quattro anni ed è allenata da Zhanna Gromova fin dall'età di sei anni.
    Irina è stata la prima donna russa a vincere il titolo europeo nel 1996 e nel 1997. Finì al terzo posto ai campionati del mondo del 1996 e quarta nel 1997 nonostante abbia eseguito una combinazione triplo salchow-triplo loop e un totale di sei salti tripli nel corso del suo programma libero (3Lz-2T,3S-3Lo,3F,3Lo,3T,2A)
    Alle Olimpiadi del 1998 terminò quinta, e il mese seguente conquistò una medaglia d'argento ai mondiali. La stagione 1998-1999 non andò bene per lei. Non riuscì a vincere nessuna competizione e saltò sia gli europei che i mondiali, giungendo a pensare ad abbandonare il pattinaggio.
    Irina ebbe un rientro di successo alla finale del Grand Prix del 1999. Eseguì sette salti tripli puliti, comprese due combinazioni triplo-triplo, e divenne la prima donna a eseguire una combinazione triplo lutz-triplo loop. In seguito vinse il suo terzo titolo europeo e una medaglia d'argento ai campionati del mondo del 2000.
    Ai campionati del mondo del 2001 divenne la prima donna ad eseguire una combinazione triplo salchow-triplo loop-doppio toeloop, che le valse la medaglia d'argento.
    Irina vinse l'argento alle Olimpiadi invernali del 2002 e divenne la seconda russa a vincere una medaglia nel singolo femminile. La competizione era stata presentata in anticipo come un testa a testa tra la Slutskaya e la statunitense Michelle Kwan. Inaspettatamente la Kwan compì degli errori nel suo programma libero, ma si trovò comunque davanti alla connazionale Sarah Hughes nella classifica complessiva. La Slutskaya doveva vincere il programma libero per conquistare l'oro. Dopo una prova nervosa finì però seconda. La Hughes vinse il programma libero, e poiché la Kwan finì terza dietro alla Slutskaya, la Hughes vinse l'oro. La squadra russa, in qualche modo ancora contrariata per l'esito di una disputa precedente nella competizione delle coppie, presentò un reclamo contro il risultato, che venne però respinto. Il mese successivo la Slutskaya vinse il titolo mondiale a Nagano.
    Nel 2005, Irina ritornò prepotentemente dopo il nono posto ai mondiali del 2004 e una lunga degenza in ospedale dovuta ad una vascolite. In quell'anno vinse sia il titolo europeo che quello mondiale. Mentre la folla gridava "Ira, Ira" (diminutivo di Irina), venne sopraffatta dall'emozione. In una intervista ebbe a dire:


    "La gente mi chiede spesso come sono riuscita a risalire dopo il crollo dell'ultimo anno. È una cosa sbagliata da dire, perché quando una è malata, non è un crollo, è una sofferenza. Nessuno, sfortunatamente, ne è al riparo. Voglio dire solo questo: continuate a crederci e a combattere. Mi sono rialzata, e anche voi potete... La cosa più importante per me ora e che questa storia può servire da esempio per quelli che dubitano di essere in grado di superare la loro malattia e tornare a una vita normale."

    L'esercizio presentato a Mosca fu perfetto: 3Lz-3Lo,3S-2Lo-2T,3Lo,3Lo-2Lo,3F,3T,2A
    Il 19 gennaio 2006, Irina Slutskaya ha vinto il campionato europeo ed è diventata la prima donna di sempre a vincere tale competizione per sette volte.
    Alle Olimpiadi invernali di Torino, il 23 febbraio 2006, conquista solo il terzo posto dopo un'ottima prestazione nel programma obbligatorio che la vede temporaneamente seconda, per un soffio, alle spalle della statunitense Sasha Cohen. Nella gara finale la sfida si preannuncia dunque proprio con quest'ultima ma la statunitense cade per ben due volte mentre la Slutskaya, che scende sul ghiaccio per ultima, da luogo ad una prestazione nervosa e piena di sbavature ( 3lz,3S-2T-2Lo,3F,2F-2T,3Lo(Caduta),3T-2T,2A ). Vengono entrambe sorpassate da un'impeccabile Shizuka Arakawa, che da prova di un'ottima prestazione. La giapponese ottiene così l'oro davanti alla Cohen, seconda nonostante la doppia caduta, e la Slutskaya soltanto terza. Le speranze della Russia, che non ha mai ottenuto un oro olimpico nel pattinaggio di figura femminile, svaniscono per l'ennesima volta.
    Non ha partecipato ai campionati mondiali di Calgary tenutisi dal 20 al 6 marzo 2006. Il 6 novembre 2006 ha ufficialmente annunciato il suo ritiro, dicendo "non so cosa farò neanche tra 5 minuti, ma una cosa è certa: ho chiuso con il pattinaggio competitivo. Ne ho abbastanza." Ha poi comunicato il suo desiderio di voler intraprendere la carriera televisiva.
    Irina si è sposata con Sergei Mikheyev il 6 agosto 1999 e ha avuto un figlio il 15 novembre 2007
    Risultati principali
    Legenda
    PO = Programma Obbligatorio
    PL = Programma Libero
    QF = Qualificazioni
    NQ = Non Qualificata
    Altri risultati
    2005-2006
    Argento alla Coppa di Russia
    Oro alla Coppa di Cina
    Oro al Japan International Challenge
    2004-2005
    Oro alla Marshalls World Cup di pattinaggio di figura
    Oro alla Coppa di Russia - Gallina Blanca
    Oro alla Coppa di China
    2003-2004
    Quinta alla Marshall's World Skating Challenge
    2002-2003
    Quinta all'International Figure Skating Challenge
    Argento agli Hallmark Skaters Championships
    Bronzo all'International Figure Skating Challenge
    Argento all'NHK Trophy
    Bronzo alla Coppa di Russia - Gallina Blanca
    2001-2002
    Oro alla Coppa di Russia
    Argento a Skate Canada
    Oro ai Masters di pattinaggio di figura
    Oro ai Goodwill Games
    2000-2001
    Argneto al Japan Open
    Argento a Hershey's Kisses (gara a squadre)
    Oro all'NHK Trophy
    Oro alla Coppa di Russia
    Oro a Skate Canada
    Argento ai Masters di pattinaggio di figura
    Oro alla IFS Challenge (gara a squadre)
    1999-2000
    Oro alla Coppa di Russia
    Bronzo alla Sparkassen Cup
    Oro al Keri Lotion Classic (a squadre)
    1998-1999
    Argento ai Winter University Games
    Bronzo al Japan Open
    Argento all'NHK Trophy
    Bronzo alla Coppa di Russia
    Bronzo a Skate Canada
    Settima al The Grand Slam
    Quinta ai Goodwill Games
    Bronzo a The Ultimate Four
    1997-1998
    Oro alla Coppa di Russia
    Argento alla Sparkassen Cup
    Oro al Finlandia Trophy
    1996-1997
    Bronzo al Japan Open
    Oro alla Coppa di Russia
    Oro alla Nations Cup
    Oro a Skate Canada
    Argento alla The Continents Cup
    1995-1996
    Oro al Centennial on Ice
    Quarta al Trophee de France
    Bronzo a Skate America
    1994-1995
    Campionessa del mondo juniores
    Bronzo a Skate America
    Oro al Nebelhorn Trophy
    Sesta ai Goodwill Games
    1993-1994
    Bronzo ai Campionati del mondo juniores
    Campionessa nazionale juniores
    Oro al Nebelhorn Trophy
    1992-1993
    Ottava ai Campionati del mondo juniores
    Collegamenti esterni
    Sito web ufficiale di Irina Slutskaya
    (RU) Oro e lacrime
    Pagina biografica dell'ISU
    icecalc.com Informazioni dettagliate sui Giochi olimpici 2002 - Pattinaggio femminile
    Pagina con informazioni e galleria
    Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Irina_Slutskaya"
    Categorie: Biografie | Pattinatori russi

    « Torna al 9 Febbraio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre