Hermann Hesse (1877-1962)

Informazioni di base:

  • Scomparso nel: 1962
  • Data di nascita: 2 Luglio 1877
  • Professione: Scrittore
  • Luogo di nascita: Calw
  • Nazione: Germania
  • Hermann Hesse in Rete:

  • Sito Ufficiale: Il sito ufficiale di Hermann Hesse
  • Wikipedia: Hermann Hesse su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)


    Hermann Hesse



    Nobel per la letteratura 1946
    Hermann Hesse (Calw, 2 luglio 1877 – Montagnola, oggi Collina d'Oro, 9 agosto 1962) è stato uno scrittore, poeta e pittore tedesco naturalizzato svizzero. Ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura nel 1946.
    La sua produzione, in versi ed in prosa, è vastissima e conta quindici raccolte di poesie e trentadue tra romanzi e raccolte di racconti. I suoi romanzi più famosi sono Peter Camenzind (1904), Il lupo della steppa (1927), Il gioco delle perle di vetro, (1943), Siddharta (1922), Narciso e Boccadoro (1930).
    I suoi lavori rispecchiano il suo interesse per l'esistenzialismo, lo spiritualismo, il misticismo, non meno della filosofia indù e buddhista.

    Biografia
    Casa natale di Hesse
    La scrivania di Hesse nel museo a lui dedicato a Gaienhofen
    Nacque nella città di Calw nel Baden-Württemberg, Germania. Suo nonno era un famoso missionario, Hermann Gundert.
    Avviato dai genitori agli studi teologici nel seminario evangelico di Maulbronn a Tubinga, lasciò il seminario dopo una fuga e un tentativo di suicidio nel 1892, abbandonando idealmente la religione dei suoi genitori. Dopo un soggiorno in una clinica per disagi mentali, si trasferì prima a Tubinga e poi a Basilea (1895-1899), dove praticò la professione di libraio, e dove compose le sue prime opere come: Canti Romantici e Un'ora dopo mezzanotte.
    L'affermazione giunse con il romanzo Peter Camenzind. Dopo il matrimonio nel 1904 con Maria Bernoulli (1869-1963), si trasferì in Svizzera nei pressi del Lago di Costanza, dove nacquero i suoi tre figli, Bruno (1905), Heiner (1909) e Martin (1911).
    Del 1906 è il romanzo Sotto la ruota, pieno di elementi autobiografici, nel quale Hesse rievoca il periodo tragico dei suoi studi a Maulbronn, e da lui considerato una sorta di resa dei conti verso l'educazione e il clima pegagogico da lui sofferti durante gli anni dell'adolescenza.
    La prima guerra mondiale coincise con una profonda crisi personale e artistica, ma allo stesso tempo gli permise di operare una svolta decisiva nella sua poetica, svolta che lo portò a scrivere Demian e, nel 1920, L'ultima estate di Klingsor. Allo scoppio della guerra si presentò come volontario al fronte ma fu riformato; pur restando sempre combattuto se dare il suo apporto come tedesco alla causa bellica, non condivideva lo spirito nazionalista dei suoi compatrioti, ma volle comunque prendere le distanze dai pacifisti allora riuniti in Svizzera. I suoi pensieri circa la guerra si ritroveranno in molte sue opere.
    Al termine del primo conflitto mondiale, durante il quale le posizione pacifiste di Hesse erano state osteggiate dalla maggioranza dei suoi connazionali, egli sarà indotto per l'aggravarsi del suo stato di disagio interiore a ricorrere al trattamento psicoanalitico presso un allievo di Carl Gustav Jung. Nel 1919 venne pubblicato il romanzo di formazione Demian, storia di un adolescente timido aiutato nella sua crescita da un amico, e che riscosse un grande successo di pubblico. Nello stesso anno si trasferisce a Montagnola, nei pressi di Lugano, dove si dedicò anche alla pittura, sua seconda passione e dove ambientò L'ultima estate di Klingsor. Nel 1922 vide la luce una delle sue opere più importanti e intense: Siddharta, frutto di un viaggio in India e del suo interessamento alla cultura orientale, che lo portò ad avvicinarsi alla spiritualità buddhista e induista. Ricevette la cittadinanza svizzera nel 1923.
    Il primo matrimonio di Hermann Hesse finì tristemente, quando la moglie, più grande di lui di nove anni, cominciò ad accusare problemi mentali. Le seconde nozze furono la conseguenza di un'infatuazione per la cantante Ruth Wenger, più giovane di vent'anni: i due rimasero separati per la maggior parte del matrimonio, comunque di breve durata. La crisi emotiva che travolse Hesse fu riflessa nel romanzo Il lupo della steppa del 1927. Il suo terzo e ultimo matrimonio avvenne nel 1931 con Ninon Dolbin Aüslander, (la moglie venne citata nel volume Il pellegrinaggio in Oriente), la quale gli resterà accanto sino alla morte. Nel 1930 aveva scritto intanto Narciso e Boccadoro, storia di un'amicizia ambientata nel Medioevo cristiano, alla cui religiosità Hesse rimase sempre particolarmente sensibile.
    Sotto il regime nazista, i suoi scritti trovarono atipici estimatori: il ministro tedesco per la propaganda Joseph Goebbels inizialmente difese le sue opere. Tuttavia, nel momento in cui avanzò la richiesta di non censurare le parti del libro Narciso e Boccadoro in cui si trattava di pogrom, Hesse si ritrovò nelle liste di proscrizione naziste. Durante la seconda guerra mondiale ospitò nella sua casa di Montagnola intellettuali costretti all'emigrazione.
    Hesse aderì al conservatorismo in età avanzata. Ne Il gioco delle perle di vetro, i personaggi giudicano superficiale e sostanzialmente brutta tutta la musica dopo Johann Sebastian Bach, impuntandosi in particolare con l'esempio del cattivo gusto, Ludwig van Beethoven. Il libro riscosse molto successo nella Germania dell'immediato dopoguerra, con il suo stile medievale idealizzato.
    Morì a Montagnola all'età di 85 anni per emorragia cerebrale.
    A Montagnola si trova il "Museo Hermann Hesse" a lui dedicato.
    Opere
    1904 - Peter Camenzind
    1906 - Sotto la ruota (Unterm Rad)
    1908 - Amicizia (Freunde)
    1910 - Gertrude (Gertrud)
    1914 - Rosshalde
    1915 - Tre storie della vita di Knulp (Knulp)
    1919 - Demian
    1919 - Klein und Wagner
    1919 - Strange News from Another Star (Märchen)
    1920 - L'ultima estate di Klingsor (Klingsors letzter Sommer) - 3 racconti
    1922 - Siddharta
    1925 - La cura
    1927 - Il lupo della steppa (Der Steppenwolf)
    1928 - Crisi: pagine da un diario (Krisis: Ein Stück Tagebuch) -
    1928 - Il miglioratore del mondo
    1929 - Consolazione di notte
    1929 - Una biblioteca della letteratura universale
    1930 - Narciso e Boccadoro (Narziss und Goldmund)
    1932 - Il pellegrinaggio in Oriente (Die Morgenlandfahrt)
    1934 - L'albero della vita
    1934 - Il mago della pioggia
    1935 - Libro di fiabe
    1936 - Il confessore
    1936 - Ore in giardino - poemetto
    1937 - Una vita indiana
    1937 - Nuove poesie
    1937 - Fogli di memorie (Gedenkblätter) - saggi
    1943 - Il gioco delle perle di vetro (Das Glasperlenspiel)
    1946 - Se la guerra va avanti... (Krieg und Frieden) - saggi
    1951 - Prosa tarda - raccolta di brevi prose e liriche
    1955 - Incantesimi - raccolta di brevi prose e liriche
    1963 - Liriche tarde - raccolta di liriche, postume
    Premi
    1936 - Gottfried-Keller-Preis
    1946 - Premio Nobel per la Letteratura
    1946 - Goethepreis der Stadt Frankfurt
    1950 - Wilhelm-Raabe-Preis
    1955 - Friedenspreis des Deutschen Buchhandels
    Bibliografia
    Alessandro Melazzini, Hermann Hesse, il pellegrino d’Oriente, Rendiconto annuale della Banca Popolare di Sondrio (Suisse), 2002
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Hermann Hesse
    Collegamenti esterni
    Sito ufficiale
    Per maggiori approfondimenti
    Museo Hesse a Montagnola
    Il sito multimediale di Hermann Hesse Video, letture, interviste, fotografie, disegni, acquarelli, manoscritti sul sito speciale della Radiotelevisione svizzera
    Sito in lingua italiana sulla vita e le opere. Contiene un elenco con schede dettagliate delle opere pubblicate in Italia
    Il giuoco delle perle di vetro, riduzione radiofonica di Radio 3 Rai (Il Terzo Anello - Ad alta voce): 21 puntate, formato .ram
    Le poesie di Herman Hesse
    Portale Biografie
    Portale Letteratura

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Hermann_Hesse"
    Categorie: Biografie | Scrittori tedeschi del XX secolo | Scrittori svizzeri | Poeti tedeschi | Poeti svizzeri | Pittori tedeschi del XX secolo | Pittori svizzeri | Nati nel 1877 | Morti nel 1962 | Nati il 2 luglio | Morti il 9 agosto | Premi Nobel per la letteraturaCategorie nascoste: BioBot | Voci di qualità su de.wiki | Voci di qualità su fi.wiki | Voci di qualità su vi.wiki

    « Torna al 2 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre