Harrison Ford (68)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 13 Luglio 1942
  • Professione: Attore
  • Luogo di nascita: Chicago
  • Nazione: Stati Uniti
  • Harrison Ford in Rete:

  • Wikipedia: Harrison Ford su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Harrison Ford
    Harrison Ford (Chicago, 13 luglio 1942) è un attore statunitense.
    Tra la fine degli anni settanta e gli anni ottanta ha partecipato ad alcuni dei film statunitensi di maggiore successo di quel periodo. Molti dei personaggi interpretati da Ford consistono in eroi duri e decisi, tra i quali i più noti sono il contrabbandiere spaziale Ian Solo nella prima trilogia di Guerre Stellari di George Lucas e l'archeologo Indiana Jones nella tetralogia di film diretti da Steven Spielberg e prodotti dallo stesso Lucas.

    Biografia
    La famiglia
    Ford è nato a Chicago, nell'Illinois. Sua madre Nora Nidelman era ebrea, suo padre Christopher Ford era invece cristiano di origine irlandese/tedesca ed ex attore.
    Quando a Harrison venne chiesto secondo quale religione fosse stato cresciuto, la risposta data fu "democratica". In realtà infatti i genitori di Ford non erano praticanti delle rispettive religioni, ma fecero servire il figlio in sinagoghe e chiese.
    Il periodo scolastico
    Harrison si diplomò alla Maine Township High School di Park Ridge nell'Illinois nel 1960, dove si dice fosse vittima dei bulli e ignorato dalle ragazze.
    Frequentò poi il Ripon College in Wisconsin, dove i primi anni entrò in un corso di arte drammatica "principalmente con lo scopo di conoscere ragazze", disse. L'ultimo anno, dopo essere stato bocciato nel corso di filosofia, fu espulso dalla scuola, tre giorni prima del diploma. Chiese al suo insegnante preferito, il Dr. Tyree (ricordato nel film Indiana Jones e l'ultima crociata) una lettera di raccomandazione per il ritiro dell'espulsione, ma Tyree rifiutò. Successivamente perse i contatti con il Ripon College. Quando Harrison divenne famoso, la scuola cercò ripetutamente di contattarlo per ottenere aiuti, ma i rapporti erano oramai deteriorati.
    La scoperta della recitazione
    Ford, che si definisce come "a sboccio ritardato" rimase affascinato dalla recitazione. In college divenne membro di una banda folk chiamata The Brothers Gross, dove suonava uno strumento artigianale. Fu anche membro della confraternita collegiale Sigma Nu.
    Gli inizi nel mondo del cinema
    Nel 1964 sposò Mary Marquardt, la ragazza che frequentava al college, e i due si trasferirono a Los Angeles in California: qui ottenne un contratto da 150 dollari a settimana con la Columbia Pictures nell'ambito del programma di ricerca nuovi talenti dello studios, partecipando a tre film interpretando ruoli minori. Passò poi alla Universal Studios, dove ebbe ruoli minori per la televisione.
    Il successo
    Insoddisfatto dal lavoro che gli veniva offerto, Ford divenne un carpentiere professionista autodidatta per poter meglio mantenere la moglie e i due figli piccoli fino alla svolta, giunta con American Graffiti di George Lucas. Per coincidenza fu proprio il lavoro come carpentiere che portò Ford a questo ruolo maggiore. Lucas, infatti, incaricò Ford di effettuare alcuni lavori in casa propria e ne approfittò per fargli recitare alcune righe del copione di Guerre Stellari. Fu però Steven Spielberg a giudicare per primo Ford perfetto per la parte di Han Solo nella trilogia di Lucas che lo consacrerà a divo del cinema.
    Successivamente interpretò con successo Indiana Jones nella tetralogia diretta dallo stesso Spielberg e quello di Jack Ryan in Giochi di potere e Sotto il segno del pericolo, tratti dai racconti di Tom Clancy. Altre sue interpretazioni famose sono state in Blade Runner, Witness - Il testimone, Il fuggitivo, il remake di Sabrina ed altri ancora. Da segnalare Mosquito Coast di Peter Weir in cui interpreta il ruolo di un inventore dal pensiero complesso e Le verità nascoste del 2000, diretto da Robert Zemeckis, probabilmente l'unico film in cui recita la parte del "cattivo" (lo si scopre soltanto alla fine), al fianco di una terrorizzata Michelle Pfeiffer.
    Curiosità
    Steven Spielberg aveva fatto recitare Ford in un cameo nel film E.T. l'Extra-Terrestre (sarebbe stato il preside della scuola di Elliott), ma le scene furono eliminate in fase di montaggio.
    La prima apparizione in video (come mera comparsa) di Harrison Ford sembrerebbe essere quella avvenuta nel film "La Grande Fuga" del 1963. Il punto esatto si trova (nell'edizione DvD del film) nel capitolo 23 tra il frame 02h:04m:12s e il frame 02h:04m:21s (come è possibile vedere anche su YouTube: , dove si effettua un confronto tra la comparsa ed una foto dell'attore risalente alla stessa epoca)
    Il Guinness Book of Records 2001 cita Ford come l'attore più ricco del mondo. La sua retribuzione per il film K-19 del 2002 fu di oltre 25 milioni di dollari, e gli incassi complessivi al botteghino dei film di Harrison Ford ammontano sinora a 13,8 miliardi di dollari, il risultato più alto di ogni altro attore nella storia del cinema.
    I primi e principali ruoli di Ford giunsero casualmente: Han Solo per avere incontrato George Lucas e letto la parte nel copione, Indiana Jones perché Tom Selleck non era disponibile e Jack Ryan sembra a causa del compenso troppo elevato richiesto da Alec Baldwin.
    Sebbene alcuni dei film che ha interpretato rientrino nella categoria fantascienza, Ford ha dichiarato che questo genere è all'ultimo posto tra i suoi favoriti.
    A dispetto dell'essere l'attore più famoso della sua generazione, Ford ha ottenuto solamente una nomination all'Oscar come migliore attore per Witness - Il testimone. Nel 1999 ricevette il Life Achievement Award dell'American Film Institute.
    Ford è citato come Harrison J. Ford per la partecipazione in un ruolo minore in un film western del 1967 Assalto finale, ma la "J" nel nome non ha alcun significato, Ford non possiede un secondo nome. L'aggiunta fu adottata per evitare confusione con un attore omonimo, morto nel 1957.
    Il precedente Harrison Ford ha una stella nella Hollywood Walk of Fame, al numero 6665 di Hollywood Boulevard di fronte al ristorante Musso & Frank. Il "secondo" Harrison Ford ha ricevuto anch'egli una stella, ma di fronte al Kodak Theater, al numero 6801 di Hollywood Blvd., il 2 giugno 2003.
    Ford è divorziato da Mary Marquadt, da cui ha avuto due figli (Benjamin e Willard), dal 1979. Si è risposato nel 1983 con Melissa Mathison (sceneggiatrice di The Black Stallion e E.T. l'Extra-Terrestre), da cui ha avuto due figli, Malcolm e Georgia, e da cui ha divorziato nel 2004; questo divorzio è ricordato come uno dei più costosi della storia di Hollywood. Dal 2002 Ford è legato sentimentalmente all'attrice Calista Flockhart.
    Singolare notare come i nomi dei suoi due primi figli siano rispettivamente nome e cognome del protagonista del film Apocalypse Now di Coppola, appunto Benjamin Willard, interpretato da Martin Sheen. Proprio lavorando in questo film (nel quale ha un prezioso cameo) Ford ha conosciuto la sua futura moglie Melissa Mathison, che era in questo film l'assistente alla regia.
    Ford è anche un pilota di aerei ed elicotteri e possiede un ranch di 3,2 Km2 a Jackson Hole nel Wyoming, metà del quale donato allo Stato come riserva naturale. In diverse occasioni ha personalmente offerto servizio di emergenza con l'elicottero in aiuto alle autorità locali. In una occasione ha portato in salvo un escursionista colto da disidratazione.
    Ford è segretario del programma Young Eagle dell'Experimental Aircraft Association. Dona tempo e denaro in favore della causa ambientale. Partecipa anche alla Board of Directors of Conservation International.
    Sebbene non ami parlare in pubblico, in un'occasione ha parlato in favore delle popolazioni del Tibet, per opporsi all'entrata della Cina tra le nazioni amiche degli Stati Uniti a causa dell'occupazione cinese in Tibet.
    È una delle poche star a possedere un esclusivo appartamento nella Trump World Tower, il grattacielo più lussuoso di New York dove hanno proprietà anche Bill Gates e Sophia Loren.
    Harrison Ford è stato uno dei cameraman al celebre concerto dell' Hollywood Bowl tenuto dai Doors il 5 luglio 1968.
    Filmografia
    Una statua di cera che ritrae Harrison Ford nei panni dell'archeologo-avventuriero Indiana Jones
    La grande fuga (1966) - comparsa
    Alle donne piace ladro (1966) ... Fattorino
    Luv vuol dire amore? (1967) ... Hippy
    Assalto finale (1967) ... Tenente Shaffer
    Sette volontari dal Texas (1968) ... Willie Bill Bearden
    L'impossibilità di essere normale (1970) ... Jake
    Zabriskie Point (1970) ... Addetto all'aeroporto
    American Graffiti (1973) ... Bob Falfa
    La conversazione (1974) ... Martin Stett
    Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza (1977) ... Ian Solo
    Heroes (film) (1977) ... Ken Boyd
    Forza 10 da Navarone (1978) ... Tenente Barnsby
    American Graffiti 2 (1979) ... Bob Falfa
    Una strada, un amore (1979) ... David Halloran
    Scusi, dov'è il West? (1979) ... Tommy Lillard
    Apocalypse Now (1979) ... Colonnello Lucas
    Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora (1980) ... Ian Solo
    I predatori dell'Arca perduta (1981) ... Indiana Jones
    Blade Runner (1982) ... Rick Deckard
    Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi (1983) ... Ian Solo
    Indiana Jones e il tempio maledetto (1984) ... Indiana Jones
    Witness - Il testimone (1985) ... John Book
    Mosquito Coast (1986) ... Allie Fox
    Frantic (1988) ... Richard Walker
    Una donna in carriera (1988) ... Jack Trainer
    Indiana Jones e l'ultima crociata (1989) ... Indiana Jones
    Presunto innocente (1990) ... Rusty Sabich
    A proposito di Henry (1991) ... Henry Turner
    Giochi di potere (1992) ... Jack Ryan
    Il fuggitivo (1993) ... Richard Kimble
    Sotto il segno del pericolo (1994) ... Jack Ryan
    Jimmy Hollywood (1994) ... Harrison Ford
    Sabrina (1995) ... Linus Larrabee
    L'ombra del diavolo (1997) ... Tom O'Meara
    Air Force One (1997) ... James Marshall
    Sei giorni sette notti (1998) ... Quinn Harris
    Destini Incrociati (1999) ... Dutch Van Den Broeck
    Le verità nascoste (2000) ... Norman Spencer
    K-19 (2002) ... Alexei Vostrikov
    Hollywood Homicide (2003) ... Joe Gavilan
    Firewall - Accesso negato (2006) ... Jack Stanfield
    Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo (2008) ... Indiana Jones
    Crossing Over (2009) ... Max Brogan
    Morning Glory (2009)
    Doppiatori italiani
    La voce italiana ufficiale dell'attore è quella di Michele Gammino dal film I predatori dell'arca perduta, in altri film è stato doppiato da:
    Pino Colizzi in: La conversazione
    Stefano Satta Flores in: Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza, Scusi, dov'è il West?, Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora, Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi
    Manlio De Angelis in: Apocalypse Now
    Luigi La Monica in: Indiana Jones e il tempio maledetto, Witness - Il testimone, Mosquito Coast
    Luca Biagini in: Una donna in carriera
    Angelo Maggi in: Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza, Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi (scene aggiunte o ridoppiate)
    Fabio Boccanera in: Apocalypse Now Redux
    Altri progetti
    Commons
    Wikimedia Commons contiene file multimediali su Harrison Ford
    Collegamenti esterni
    Scheda su Harrison Ford dell'Internet Movie Database
    Portale Biografie
    Portale Cinema

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Harrison_Ford"
    Categorie: Biografie | Attori statunitensi | Nati nel 1942 | Nati il 13 luglio | Golden Globe alla carriera | Personalità legate a ChicagoCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare | Voci mancanti di fonti - cinema | Voci mancanti di fonti - agosto 2008 | Voci di qualità su fr.wiki

    « Torna al 13 Luglio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre