Gene Pitney (1941-2006)

Informazioni di base:

  • Vero Nome: Gene Francis Alan Pitney
  • Scomparso nel: 2006
  • Data di nascita: 17 Febbraio 1941
  • Professione: Cantante
  • Luogo di nascita: Hartford
  • Nazione: Stati Uniti
  • Gene Pitney in Rete:

  • Wikipedia: Gene Pitney su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Gene Francis Alan Pitney (Hartford, 17 febbraio 1941 – Cardiff, 5 aprile 2006) è stato un cantante e compositore statunitense.



    Biografia
    Gene Pitney con Lorenzo Pilat (a sinistra) e con Daniele Pace (al centro); foto tratta da ABC n° 45 del 6 novembre 1966
    Da adolescente impara a suonare la chitarra, il pianoforte e la batteria; inizia poi a comporre molto giovane canzoni per altri artisti, tra cui ricordiamo quelle di maggior successo: Hello Mary Lou per Ricky Nelson, Rubber ball per Bobby Vee e He's a rebel per le Crystals.
    Compone anche alcune colonne sonore; debutta poi come cantante nel 1960, ottenendo l'anno successivo un grandissimo successo con Town Without Pity, scritta da Burt Bacharach e Hal David, inserita nella colonna sonora dell'omonimo film, che rimane la sua canzone più nota.
    Nel 1962 un altro suo successo è Hello, Mary Lou, che Italia verrà incisa due anni dopo da Adriano Celentano come lato B del 45 giri Una notte vicino al mare/Hello Mary Lou.
    Sempre in Italia, dopo alcuni 45 giri pubblicati anche in italiano, diviene famoso nel 1964 partecipando al Festival di Sanremo 1964 con Quando vedrai la mai ragazza (in coppia con Little Tony) e E se domani (la nota canzone scritta da Giorgio Calabrese per il testo e da Carlo Alberto Rossi per la musica, che verrà anche incisa da Mina e che Pitney porta al festival in coppia con Fausto Cigliano).
    Partecipa in seguito al festival altri quattro anni di seguito, dal 1964 al 1967; tra le altre sue canzoni si ricordano: Un soldino, Amici miei, Nessuno mi può giudicare (che cantò a Sanremo) in coppia con Caterina Caselli e La rivoluzione (che cantò in coppia con Gianni Pettenati e che Luigi Tenco citò nel suo biglietto d'addio).
    Negli anni successivi è ritornato alcune volte in Italia per partecipare a spettacoli televisivi o a serate, ma la sua carriera è proseguita negli Stati Uniti.
    Discografia italiana
    Sono state inserite solamente le incisioni pubblicate in Italia
    33 giri
    1963 - Gene Pitney (United Artists, UAL 3002)
    1964 - Blue Gene (United Artists, UAL 3003)
    1964 - Pitney italiano (Musicor, MRL 600)
    1965 - Pitney italiano volume 2 (Musicor, MRL 603)
    EP
    1965 - 4 canzoni & 4 chiacchiere (Musicor, MRE 10)
    45 giri
    1960 - (I wanna) love my life away/I luched so hard I cried (Top Rank, R 2293)
    1961 - Town without pity/Air mail special delivery (United Artists, UA 3014)
    1962 - Louisiana mama/Take me tonight (United Artists, UA 3020)
    1962 - La città spietata/Louisiana mama (United Artists, UA 3021; lato B stessa versione del lato A di UA 3020)
    1962 - Mr. moon, mr. Cupid and I and/Hello, Mary Lou (United Artists, UA 3026)
    1962 - (The man who shoot) Liberty Valance/Take it like a man (United Artists, UA 3032)
    1963 - Un soldino/Non lasciamoci-If I didn't have a dime (United Artists, UA 3038)
    1963 - Ritorna/Oh cara (United Artists, UA 3048)
    1963 - Mecca/Teardrop by teardrop (United Artists, UA 3049)
    1963 - Resta sempre accanto a me/Chi vede te (United Artists, UA 3059)
    1964 - E se domani/Quando vedrai la mia ragazza (United Artists, UA 3062)
    1964 - E quando vien la notte/A poche ore (Musicor, MR 6000)
    1964 - La città spietata/Louisiana mama (Musicor, MR 6003)
    1964 - Ritorna/Oh cara (Musicor, MR 6007; stesse versioni di UA 3048)
    1964 - Resta sempre accanto a me/Chi vede te (Musicor, MR 6009; stesse versioni di UA 3059)
    1964 - E se domani/Quando vedrai la mia ragazza (Musicor, MR 6010; stesse versioni di UA 3062)
    1964 - E quando vien la notte/Vorrei capire perché (Musicor, MR 6011; lato A stessa versioni di MR 6000)
    1965 - I tuoi anni più belli/It hurts to be in love (Musicor, MR 6013)
    1965 - Amici miei/Sarò forte (Musicor, MR 6014)
    1965 - Le ragazze come te/Che sarà di me (Musicor, MR 6017)
    1965 - La spia/Non tornare più (Musicor, MR 6020)
    1966 - Nessuno mi può giudicare/A nome mio (Musicor, MR 6021)
    1966 - Lei mi aspetta/Con te verso l'amore (Musicor, MR 6022)
    1966 - Verrò/Turn around (Musicor, MR 6026)
    1966 - Quella che sa piangere/Verrò (Musicor, MR 6030; lato B stessa versione del lato A di MR 6026)
    1967 - Guardati alle spalle/La rivoluzione (Musicor, MR 6031)
    1967 - Amico ascoltami/Johnny lo svelto (Musicor, MR 6035)
    1967 - Uomo non sai/Quando ti lascia l'amore (Musicor, MR 6038)
    1969 - Corro da te/Faccia sporca (Musicor, MR 6041)


    Bibliografia
    Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Pitney Gene, di Lalla Cantore, pagg. 1358
    Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Gene_Pitney"
    Categorie: Biografie | Cantanti statunitensi | Compositori statunitensi | Nati nel 1941 | Morti nel 2006 | Nati il 17 febbraio | Morti il 5 aprile | Cantanti popCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 17 Febbraio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre