Francesco Baiano (detto Ciccio) (42)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 24 Febbraio 1968
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Napoli (NA)
  • Nazione: Italia
  • Francesco Baiano in Rete:

  • Wikipedia: Francesco Baiano su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Francesco Baiano (Napoli, 24 febbraio 1968) è un ex calciatore italiano, Allenatore Sansovino.

    Gli inizi, all'ombra di un "certo" Maradona
    Cresciuto nel Napoli, entra a far parte della prima squadra nel campionato 1984/85, che fra l'altro è il primo in maglia azzurra per Maradona, che prenderà sotto la sua "ala protettiva" il giovane Baiano. L'esordio in campo però avverrà soltanto nel torneo successivo, a soli 17 anni, grazie al mister Ottavio Bianchi che lo fa esordire prima in Coppa Italia (da titolare in Salernitana-Napoli 1-3), e poi in Serie A il 15 dicembre 1985 a causa di un improvviso infortunio a Caffarelli, al minuto 37 di un Sampdoria-Napoli che finirà 2-0 per i padroni di casa. Riuscirà a trovare altri spazi in squadra durante la stagione, nonostante la giovane età ed una rosa di attaccanti composta da campioni internazionali come Maradona, Giordano, Bertoni e l'esperto Penzo.
    Per la stagione 1986-87, il Napoli decide di mandare il calciatore in prestito all'Empoli, appena promosso in serie A, e qui Baiano sigla i primi gol in massima serie, trovando gara dopo gara sempre più spazio in campo. Le buone prestazioni in Toscana, convincono la società partenopea a farlo ritornare nella rosa che nel frattempo ha vinto scudetto e Coppa Italia, e che deve affrontare un'impegnativa stagione, su tutti, l'impegno nella Coppa dei Campioni (ora Champions League).
    La stagione 1987/88 lo vede subito protagonista di alcune gare in Coppa Italia, ed il 16 settembre 1987 fa il suo esordio in Coppa dei Campioni al "Santiago Bernabeu" di Madrid, giocando l'ultimo quarto d'ora di Real Madrid-Napoli, gara vinta dagli spagnoli 2-0. La prematura uscita del Napoli dalla massima competizione europea (proprio per mano del Real Madrid), con conseguente riduzione di spazi (visto anche l'arrivo pochi mesi prima di Careca, centravanti della Nazionale Brasiliana), mettono Baiano in condizione di chiedere la cessione in prestito per dimostrare il proprio valore: inizia un pellegrinaggio in serie B per il calciatore, che prima continuerà la stagione 87/88 al Parma, e poi giocherà i due anni successivi nuovamente ad Empoli e poi ad Avellino, sempre in prestito, e siglando un bel po' di gol.
    Nell'estate del 1990, il Napoli, nuovamente campione d'Italia in carica ed in cerca di un attaccante che sostituisca Andrea Carnevale ceduto alla Roma, gli preferisce due attaccanti entrambi provenienti dalla serie B: il giovane Silenzi della Reggiana e l'esperto Incocciati del Pisa. Baiano così viene ceduto definitivamente, ed è il Foggia ad acquistare il suo cartellino per poche lire.
    L'esplosione a Zemanlandia e la Nazionale
    A Foggia, per Baiano inizia l'apice della carriera: in maglia rossonera giocherà per due stagioni (dal 1990 al 1992) con allenatore Zdeněk Zeman, che lo schiera in un tridente offensivo (soprannominato trio delle meraviglie) con Giuseppe Signori e Roberto Rambaudi.
    Con la maglia rossonera realizzerà ben 38 reti, ottenendo la promozione in serie A, vincendo il titolo di capocannoniere del campionato cadetto (22 gol) e raggiungendo la Nazionale nell'anno successivo, dove Arrigo Sacchi il 21 dicembre 1991 lo fa esordire nella gara Italia-Norvegia 1-1.
    Dopo il biennio foggiano, nell'estate del 1992 è al centro di un'ambita asta nel calciomercato che vedrà vincitrice l'ambiziosa Fiorentina, che lo affianca all'argentino Batistuta. A Firenze dopo un ottimo girone d'andata che vede i viola arrivare in piena zona-scudetto grazie ai gol della nuova coppia-gol, succede l'imprevedibile: nel girone di ritorno c'è un clamoroso calo di rendimento della squadra che porterà all'inaspettata retrocessione in serie B.
    Firenze e la meteora che rinasce
    Baiano nel pieno della carriera quindi, torna in serie B, perde la Nazionale e in più un infortunio lo mette fuori squadra per oltre metà campionato, che comunque vedrà la vittoria finale della Fiorentina, che torna così subito in massima serie. Firmati da lui 4 gol, nonostante il grave infortunio.
    Molti iniziano a pensare che Baiano sia stata solo una delle mancate promesse del calcio italiano e iniziano ad etichettarlo come meteora.
    Nei successivi campionati però, la Fiorentina, all'epoca di proprietà dell'imprenditore cinematografico Vittorio Cecchi Gori, riuscirà a stabilirsi sempre fra i primi posti, e Baiano tornerà indiscusso protagonista della serie A. Con Batistuta, Rui Costa e successivamente Oliveira, formerà un tridente formidabile, una vera e propria macchina da gol, ritornando a segnare come anni prima a Foggia.
    Arriveranno i primi successi, seppur pochi rispetto a quanto fatto vedere in campo dalla squadra: la Coppa Italia 95/96, e nella stagione successiva la Supercoppa Italiana, battendo nella finalissima il Milan fra le sue mura amiche.
    L'esperienza fiorentina, però, termina nel 1997, quando la squadra inglese del Derby County lo corteggia fino a convincerlo al trasferimento in Inghilterra: sarà il sesto italiano dopo Vialli, Ravanelli, Zola, Festa e Carbone a giocare in Premier League.
    L'esperienza inglese
    Con il Derby County, Baiano giocherà due ottimi campionati, e conquisterà subito la stima dei propri tifosi che lo eleggono idolo numero uno del loro team. 16 gol in Premier League, più altri nelle coppe. Questo sarà il suo bottino finale nei due anni inglesi. Ma la nostalgia si fa sentire, e complice anche un diverbio con la nuova società, Baiano chiede e ottiene la cessione, e nel gennaio del 2000 torna in Italia, in serie B alla Ternana.
    Il ritorno in Italia: Terni, Pistoia e San Giovanni
    Con la maglia rossoverde, Francesco Baiano non riuscirà a trovare gli spazi voluti, ma darà preziosi consigli al giovane Fabrizio Miccoli, allora talento di belle speranze, così come 16 anni prima Diego Armando Maradona fece con lui al Napoli.
    Terminata dopo solo 6 mesi l'esperienza umbra, Baiano nell'estate del 2000 accetta le offerte della Pistoiese, sempre in serie B. Tornando a respirare l'aria toscana, Ciccio ricomincerà a segnare come suo solito, e condurrà alla salvezza la squadra arancione, grazie a 12 gol e numerosi assist. L'anno dopo però alcuni piccoli problemi fisici, non gli permetteranno di dare il meglio, e nonostante i suoi 10 gol, la Pistoiese retrocede in serie C1.
    Nell'estate del 2002, Baiano clamorosamente cede al lungo corteggiamento della dirigenza della Sangiovannese, squadra toscana di San Giovanni Valdarno che milita in serie C2, e accetta di vestire la maglia azzurra. Baiano è rigenerato, diventa subito capitano della squadra, ed il primo anno con i suoi 11 gol, i toscani sfiorano la storica promozione in serie C1: sarà solo un rinvio di un anno; con ancora 11 gol firmati dal calciatore napoletano, infatti, nel 2004 la Sangio ottiene la promozione in C1.
    Diventato ormai un'icona del calcio locale, Baiano continua a segnare, e dopo un ottimo ottavo posto nel 2005, è protagonista dello straordinario campionato di C1 del 2006 con la Sangiovannese che per gran parte del torneo lotta per il primato con il suo blasonatissimo Napoli (retrocesso per fallimento in terza serie l'anno prima). Alla fine il sogno della serie B svanirà nei play-off contro il Frosinone, ma Baiano (che si toglierà anche la doppia soddisfazione di segnare alla sua ex squadra napoletana sia nella gara d'andata, che in quella di ritorno) è ancor più idolo di San Giovanni Valdarno. Fino al 2008, e a 40 anni d'età, delizia seppur con qualche pausa a causa dell'età, i suoi tifosi.
    Allenatore
    Dall' Inizio della stagione 2008/09 diventa l' Allenatore del Sansovino nel campionato di Serie D.
    Palmarès
    Club
    Supercoppa italiana: 1


    Fiorentina: 1996-97

    Coppa Italia: 1

    Fiorentina: 1995-96

    Campionato italiano di Serie B: 2

    Foggia: 1990-91
    Fiorentina: 1993-94

    Campionato Serie C2: 1

    Sangiovannese: 2003-04

    Individuale
    Classifica cannonieri Serie B: 1

    Foggia 1990-91 (22 gol)

    Cronologia presenze e reti in Nazionale
     Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale -  Italia
    Portale Biografie
    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Baiano"
    Categorie: Biografie | Calciatori italiani | Nati nel 1968 | Nati il 24 febbraio | SSC Napoli | Empoli Football Club | Parma Football Club | Unione Sportiva Avellino | Unione Sportiva Foggia | ACF Fiorentina | Derby County F.C. | Ternana Calcio | AC Pistoiese | Personalità legate a NapoliCategoria nascosta: BioBot

    « Torna al 24 Febbraio


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre