Flavio Briatore (60)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 12 Aprile 1950
  • Professione: Imprenditore
  • Luogo di nascita: Verzuolo (CN)
  • Nazione: Italia
  • Flavio Briatore in Rete:

  • Wikipedia: Flavio Briatore su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Flavio Briatore
    Flavio Briatore (Verzuolo, 12 aprile 1950) è un imprenditore italiano.
    È conosciuto principalmente come team manager di Formula 1.

    Biografia
    Briatore è nato a Verzuolo, in provincia di Cuneo nel 1950, da insegnanti di scuola elementare. Diplomatosi con voti piuttosto bassi come geometra, lavorò come istruttore di sci e gestore di ristoranti. Quando ne aprì uno proprio lo chiamò con il suo stesso soprannome, Tribüla, derivato dalla sua capacità di superare gli ostacoli per ottenere ciò che vuole (in realtà derivato dalla difficoltà a far fronte ai propri debiti). Alla fine però il ristorante dovette chiudere.
    Dopo aver fatto il piazzista di polizze assicurative a Saluzzo e dintorni, esordì nel mondo dell'imprenditoria a Cuneo, collaborando con un finanziere locale e costruttore edile, Attilio Dutto, che aveva rilevato la Paramatti vernici, ex azienda di Michele Sindona. Il 21 marzo del 1979, Attilio Dutto venne assassinato a Cuneo con una bomba collegata all'accensione della sua auto (l'omicidio fece un grosso scalpore nella tranquilla cittadina piemontese); la verità sul caso non fu mai accertata. Da quel momento, però, cominciò l'escalation di Briatore.
    Briatore si spostò a Milano dove iniziò a frequentare la Borsa. Lì conobbe Achille Caproni (Caproni Aeroplani) e divenne consulente della Cgi (Compagnia generale industriale), sua holding. Poco dopo, la Paramatti, acquistata nel frattempo da Caproni sotto consiglio dello stesso Briatore, ebbe un "crac" e il pacchetto azionario della Cgi fu venduto alla statale Efim. Diverse società del gruppo fallirono, gli operai finirono in cassa integrazione e banche e creditori rimasero con un buco di 14 miliardi di lire.
    Per un certo periodo, poi, Briatore si presentò in pubblico come discografico.
    Briatore fu in seguito condannato in primo grado ad 1 anno e 6 mesi a Bergamo e a 3 anni a Milano. Fu accusato infatti di essere a capo di quello che i giudici chiamarono il gruppo di Milano che aveva il delicato compito di agganciare clienti di fascia alta e di truffarli. L'attività si interruppe con una retata, una serie di arresti, un'inchiesta giudiziaria ed un paio di processi che coinvolsero tra gli altri l'amico Emilio Fede, assolto per insufficienza di prove. A cadere nella rete furono alcuni nomi importanti tra cui l'imprenditore Teofilo Sanson, il cantante Pupo, l'armatore Sergio Leone, l'ex vicepresidente di Confindustria Renato Buoncristiani e l'ex presidente di Confagricoltura Giandomenico Serra. Briatore non fece un solo giorno di carcere poiché si rifugiò per tempo a Saint Thomas, nelle Isole Vergini, per poi tornare in Italia dopo un'amnistia.
    Fu di nuovo coinvolto da inchieste giudiziarie: nel novembre del 2003 il P.M. di Potenza Woodcock chiese la custodia cautelare di Briatore nell'ambito di una inchiesta che coinvolse molti Vip con un sottobosco di pressioni indebite verso ambienti ministeriali, ma il Gip di Potenza emise una sentenza di incompetenza per territorio.
    L'amicizia con Luciano Benetton gli permise, nonostante la latitanza, di aprire alle Isole Vergini qualche negozio Benetton e di fare rapidamente carriera nel gruppo di manager dell'azienda di Ponzano Veneto.
    All'inizio degli anni novanta prese in mano la scuderia Benetton di Formula 1, creata nel 1986 da Davide Paolini e Peter Collins sulle ceneri della Toleman. Nel 1994 e nel 1995 vinse il mondiale con Michael Schumacher come pilota. Grazie a questa straordinaria vetrina la Benetton ottenne una copertura pubblicitaria molto importante.
    Briatore è il proprietario di alcune note discoteche, tra le quali il Billionaire di Porto Cervo e il Twiga di Marina di Pietrasanta in Versilia.
    Vita sentimentale
    Noto per essere un playboy, ha avuto relazioni con le top model Naomi Campbell, Heidi Klum, Vanessa Kelly. Si dice che la Klum abbia avuto la sua prima figlia, Leni, nata nel maggio 2004, da Briatore, ma lui non l'ha ancora riconosciuta legalmente.
    È sposato con la soubrette Elisabetta Gregoraci, con cui ha una relazione dall'inizio del 2006 e con cui si è unito in matrimonio il 14 giugno 2008 nella Chiesa del Complesso Monumentale di Borgo Santo Spirito in Sassia, a Roma.
    La carriera in Formula Uno
    Briatore si affacciò nel mondo della Formula 1 nel Gran Premio d'Australia, nel 1988, nonostante avesse sempre dichiarato il suo scarso interesse nello sport.
    Benetton gli diede l'incarico di direttore commerciale nel suo nuovo team, Benetton Formula e, dopo il licenziamento dei vertici della società, Briatore ne divenne direttore esecutivo, trasformando la Benetton in un Team competitivo. Assunse e licenziò in poco tempo l'ingegnere John Barnard; gli successe Tom Walkinshaw che ebbe l'intuizione di assumere il giovane Michael Schumacher dalla Jordan dopo una sola gara in F1 nel 1991. Schumacher vinse una gara nel 1992 ed una nel 1993, prima di diventare Campione del Mondo con la Benetton nel 1994.
    Nel 1994 Briatore comprò la Ligier, per poi rivenderla a Tom Walkinshaw poiché i regolamenti della FIA non gli permettevano di possedere il team. Quando Schumacher ed alcuni tecnici si spostarono alla Ferrari nel 1996, il team perse la sua leadership nel campionato.
    Briatore comprò anche una quota del team Minardi nel 1996 con l'intento di venderla alla British American Tobacco, ma dopo l'opposizione a ciò di Giancarlo Minardi e Gabriele Rumi, la rivendette a loro. Benetton lo licenziò nel 1997 (dovendo riconoscergli una cospicua buonuscita) e il suo posto venne occupato da David Richards.
    Dal 1998 al 2000 si occupò della vendita della Supertec, azienda di Bernie Ecclestone che forniva motori Renault a 3 Team. Quando la Benetton fu venduta definitivamente alla Renault nel 2001, Briatore venne nuovamente assunto come Direttore Esecutivo, ruolo che mantiene tutt'ora nella scuderia anglo-italiana.
    Briatore è anche l'agente di alcuni piloti di Formula 1, tra cui Mark Webber e Fernando Alonso.
    Voci correlate
    Queens Park Rangers F.C.
    Altri progetti
    Wikiquote
    Wikiquote contiene citazioni di o su Flavio Briatore
    Collegamenti esterni
    Sito Ufficiale
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Flavio_Briatore"
    Categorie: Biografie | Imprenditori italiani | Nati nel 1950 | Nati il 12 aprile | Persone della Formula 1 | Dirigenti d'azienda italianiCategorie nascoste: BioBot | Voci con citazioni mancanti

    « Torna al 12 Aprile


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre