Ferdinando Coppola (32)

Informazioni di base:

  • Data di nascita: 10 Giugno 1978
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Napoli (NA)
  • Nazione: Italia
  • Ferdinando Coppola in Rete:

  • Wikipedia: Ferdinando Coppola su Wikipedia
  • Biografia:

    (estratta da Wikipedia)

    Ferdinando Coppola (Napoli, 10 giugno 1978) è un calciatore italiano che ricopre il ruolo di portiere nell'Atalanta.
    Carriera
    Cresciuto nel Napoli, esordisce in Serie A il 16 maggio 1998 in Napoli-Bari 2-2. Nel successivo campionato, in Serie B è il terzo portiere della squadra partenopea e disputa solo le ultime 2 gare di campionato. Nel frattempo è notato dal CT Marco Tardelli che lo convoca nella sua Nazionale Italiana Under 21.
    La definitiva consacrazione arriva alla fine del girone di andata della stagione successiva: partito come secondo di Alessio Bandieri, è schierato da metà campionato come titolare dall'allenatore Novellino a causa delle numerose incertezze del collega. Risulterà decisivo in più gare e sarà fra i protagonisti della promozione in Serie A.
    L'anno dopo, in massima serie con Zdenek Zeman in panchina, è ancora il titolare, ma le continue voci di mercato che parlano dell'arrivo di un nuovo portiere, che si materializzeranno a campionato iniziato con l'arrivo dal Bari di Francesco Mancini (da sempre "pupillo" del mister boemo), lo distruggono mentalmente; il tutto sfocia in una disastrosa partita casalinga contro il Bologna (nella quale subisce cinque reti), gara fra l'altro che vede il nuovo portiere Mancini, appena arrivato, sedersi in panchina.
    24 ore più tardi, approfittando del calciomercato ancora aperto, proprio il Bologna, alla ricerca di una riserva di Gianluca Pagliuca, lo prende in prestito, per poi comprarlo definitivamente l'anno dopo. Rimarrà in Emilia per tre stagioni, tutte in Serie A, ma sempre come secondo portiere, seppur titolare nelle gare di Coppa Italia.
    Nell'estate del 2003, bisognoso di giocare, passa all'Ascoli in Serie B, ma a causa di un infortunio nel pre-campionato si ritrova nuovamente dodicesimo e a gennaio è ceduto in prestito alla Reggina, in A. Qui è ancora riserva e disputa solo 2 partite, ma nella gara disputata a Siena contro la locale squadra compie prodigiose parate e ottiene i complimenti da tutti gli addetti ai lavori e pubblicamente dal suo mister (Giancarlo Camolese).
    L'anno dopo torna ad Ascoli, dove parte inzialmente come riserva, tuttavia a metà campionato riesce finalmente a diventare titolare ed è protagonista della conquista dei play-off e successivamente della promozione in Serie A "a tavolino". Nella stagione 2005-2006 disputa quindi la sua prima vera stagione da titolare in massima serie, giocando tutte le 38 partite di campionato. L'Ascoli conquista una salvezza insperata sfiorando la qualificazione per le coppe europee e Coppola si rivela uno dei migliori portieri della Serie A.
    La sua grande stagione lo porta, nell'estate 2006, ad essere acquistato dal Milan, ma, per via della riconferma a sorpresa di Dida, si ritrova a giocarsi il ruolo di secondo portiere con Kalac. Dopo un buon pre-campionato in maglia rossonera, quindi, pur di giocare con continuità, accetta il trasferimento in prestito, a campionato iniziato in Serie B, al Piacenza, che anche grazie alle sue prodezze fra i pali, sfiora la clamorosa promozione in massima serie.
    Nell'estate 2007 tornato in rossonero, il Milan lo cede in prestito all'Atalanta, in Serie A. Qui è protagonista indiscusso dello splendido campionato della squadra bergamasca, si rivela fondamentale in alcune vittorie di prestigio (memorabile il 2-1 proprio in casa del Milan con rigore parato al '90 a Pirlo), ed ottiene il record di essere stato l'unico calciatore, in quel campionato, ad aver disputato tutte le 38 partite senza aver mai saltato nemmeno un minuto.
    Il 16 giugno 2008 l'Atalanta ha depositato il contratto del giocatore che ne preleva la comproprietà dal Milan.
    Curiosità
    Molto credente, è solito attaccare un santino della Madonna di Loreto sul palo della porta che difende, prima della partita.
    Nel settembre del 2000, ha ricevuto sotto casa a Napoli, da Valerio Staffelli il "Tapiro d'oro", dopo la gara Napoli-Bologna (1-5).
    Dalla stagione 2004-2005 è solito cambiare numero di maglia in base all'età: il 27 nel 2004-2005, il 28 nel 2005-2006, il 29 nel 2006-2007 (seppur precedentemente nello stesso anno, durante la breve permanenza al Milan scelse il 78) e il 30 nel 2007-2008, 31 nel 2008-2009.
    Il 16 novembre 2008, durante l'incontro Atalanta-Napoli, provocano reazioni di sdegno tra i tifosi napoletani i suoi saluti affettuosi a fine gara alla tifoseria bergamasca, che durante i novanta minuti di gioco aveva intonato più volte cori contro Napoli, sua città di origine.


    Portale Calcio
    Portale Sport

    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Ferdinando_Coppola"
    Categorie: Biografie | Calciatori italiani | Nati nel 1978 | Nati il 10 giugno | Atalanta | Bologna Football Club 1909 | Milan | SSC Napoli | Piacenza CalcioCategorie nascoste: BioBot | Voci con curiosità da riorganizzare

    « Torna al 10 Giugno


    Cerca compleanni per iniziale: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 5
    Oppure per mese: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre